CERCA:
LOGIN:           
SERVIZI

TAX & LAW

Temi di carattere fiscale e giuridico d’impresa


 Titolo  Area  Data inserimento 
     La legge di conversione del Decreto Dignità (parte seconda) 

Sulla GU n. 186/2018 è stata pubblicata la L. 96/2018, di conversione, con modificazioni, del DL 87/2018, in vigore dal 12.8.2018. Terminiamo di seguito l’esame delle tante novità contenute nella legge di conversione del c.d. Decreto “Dignità”; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  14/08/2018 
     La legge di conversione del Decreto Dignità (parte prima) 

Il Senato ha recentemente approvato la legge di conversione del Decreto “Dignità”, confermando il testo già approvato dalla Camera. In considerazione delle tante novità contenute nella legge in esame, ancora in attesa di pubblicazione sulla GU, suddividiamo l’argomento in due circolari informative svolte per brevi flash; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  10/08/2018 
     La detrazione IVA delle fatture di acquisto 2017 

I soggetti passivi che non provvedono alla tempestiva annotazione delle fatture nel registro IVA acquisti, perdendo il diritto all’esercizio della detrazione, possono recuperare l'imposta a credito con la presentazione di una dichiarazione integrativa a favore. L'imposta a credito compresa nelle fatture di acquisto ricevute nel corso del 2017 e non annotate entro il termine di presentazione del modello IVA 2018 può essere dunque recuperata presentando una dichiarazione integrativa entro il 31.12.2023.

 CF  07/08/2018 
     Le disposizioni attuative del credito d'imposta sugli investimenti pubblicitari 

Con il DPCM n. 90/2018 sono state definite le disposizioni attuative del credito d'imposta riconosciuto alle imprese sugli investimenti pubblicitari realizzati a mezzo stampa, televisioni e radio. Con Provvedimento 31.7.2018, il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria ha approvato il modello da utilizzare per accedere al beneficio. Relativamente agli investimenti pubblicitari effettuati nel 2017 e nel 2018 la fruizione dell'agevolazione richiede la trasmissione di un'apposita istanza nel periodo 22.9 - 22.10.2018.

 CF  03/08/2018 
     Nuovi chiarimenti sulla cessione del credito ecobonus 

Con CM n. 17/E/2018, l’Agenzia delle Entrate è tornata a occuparsi della cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante per gli interventi di efficienza energetica e di adozione di misure antisismiche, fornendo alcuni importanti chiarimenti. Con RM n. 58/E/2018, l’Agenzia delle Entrate ha poi istituito i codici tributo da esporre nel modello F24 per l'utilizzo in compensazione del credito.

 CF  31/07/2018 
     Il diritto dell'acquirente alla detrazione dell'IVA erroneamente addebitatagli 

La "Legge di Bilancio 2018" ha modificato l'impianto sanzionatorio previsto in capo al cessionario o committente che porti in detrazione l'imposta erroneamente addebitatagli dal fornitore in misura maggiore al dovuto. Esaminiamo di seguito la novella normativa.

 CF  24/07/2018 
     Le novità fiscali del Decreto Dignità 

Sulla GU n. 161/2018 è stato pubblicato il DL 87/2018, c.d. Decreto "Dignità”, in vigore dal 14.7.2018, contenente molteplici novità di carattere fiscale e giuslavoristico. Esaminiamo di seguito le nuove disposizioni fiscali che, peraltro, dovranno essere confermate dalla legge di conversione del decreto. Per le novità in materia giuslavoristica si rimanda alla TA n. 51/2018.

 CF  20/07/2018 
     Chiarimenti sulla disciplina dei beni significativi 

Con CM n. 15/E/2018, l'Agenzia delle Entrate ha reso alcuni importanti chiarimenti circa la norma d'interpretazione autentica della disciplina dei beni significativi introdotta dalla "Legge di Bilancio 2018". Esaminiamo di seguito le indicazioni dell'Agenzia delle Entrate sulla rilevanza delle parti staccate dei beni significativi, sulle modalità di determinazione del loro valore e sulle indicazioni obbligatorie da esporre in fattura.

 CF  17/07/2018 
     Ulteriori chiarimenti in tema di fatturazione elettronica 

Con CM n. 13/E/2018, l’Agenzia delle Entrate è tornata a occuparsi della fatturazione elettronica, fornendo importanti chiarimenti sull'obbligo di emissione della fattura elettronica nelle cessioni di carburanti e nell'ambito dei contratti di appalto con le Pubbliche amministrazioni. Nel documento di prassi l’Agenzia delle Entrate ha poi reso alcune utili indicazioni su taluni aspetti procedurali della nuova disciplina.

 CF  10/07/2018 
     Fatturazione elettronica: la proroga per le cessioni di carburanti  

Con il DL 79/2018, l'obbligo di fatturazione elettronica delle cessioni di carburanti è stato posticipato al 1.1.2019. Il differimento, tuttavia, opera limitatamente alle cessioni di carburanti effettuate presso gli impianti stradali di distribuzione, restando quindi confermato l'obbligo di fatturazione elettronica, dal 1.7.2018, in tutte le altre ipotesi di cessioni di benzina o di gasolio destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori. L’obbligo di fatturazione elettronica resta inoltre confermato, sempre con effetto dal 1.7.2018, per le prestazioni rese da subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese negli appalti con le Pubbliche amministrazioni. Il DL 79/2018 ha poi rimandato al 2019 l'abolizione della disciplina della scheda carburanti, fermo restando l'obbligo di pagamento dei rifornimenti di carburante con strumenti tracciabili.

 CF  03/07/2018 
     La disciplina attuativa del credito d'imposta per la formazione 4.0 dei lavoratori dipendenti  

Con DM 4.5.2018, il MISE ha definito la disciplina attuativa del credito d’imposta riconosciuto sulle spese sostenute per la formazione del personale dipendente nel settore delle conoscenze tecnologiche previste dal Piano Nazionale Industria 4.0. L'agevolazione opera limitatamente alle spese sostenute nel 2018 ed è fissata nella misura del 40%, entro il limite massimo di € 300.000, del costo del personale dipendente nel periodo occupato dalle attività di formazione.

 CF  29/06/2018 
     La delega per l'utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica 

Con l'approssimarsi del 1.7.2018, sta finalmente venendo a completarsi il quadro normativo e procedurale del nuovo obbligo di fatturazione elettronica. Con Provvedimento 13.6.2018, l’Agenzia delle Entrate ha definito le regole per delegare a un intermediario l’utilizzo dei servizi collegati alla fatturazione elettronica. Con Nota n. 64837/RU/2018, l'Agenzia delle Dogane ha invece precisato il contenuto obbligatorio della fattura elettronica ai fini del riconoscimento dell’agevolazione sul gasolio utilizzato nel settore del trasporto merci.

 CF  22/06/2018 
     Remissione in bonis: dal 11.6.2018 versamento della sanzione a mezzo modello F24 ELIDE 

L’istituto della remissione in bonis consente di regolarizzare le omissioni di adempimenti e comunicazioni formali, alla cui presentazione preventiva è subordinato l’accesso a benefici fiscali o a regimi fiscali opzionali. Con RM n. 42/E/2018, l’Agenzia delle Entrate ha evidenziato che a decorrere dal 11.6.2018 la sanzione dovuta per la regolarizzazione deve essere versata esclusivamente mediante il modello F24 ELIDE.

 CF  08/06/2018 
     La base imponibile dei benefit in sostituzione dei premi di risultato 

Con CM n. 5/E/2018, l’Agenzia delle Entrate ha reso gli attesi chiarimenti sugli effetti fiscali in capo ai lavoratori dipendenti conseguenti alla sostituzione dei premi di risultato con i fringe benefit tipizzati di cui all’art. 51, c. 4, TUIR (autoveicoli, prestiti, alloggi e servizi di trasporto ferroviario).

 CF  05/06/2018 
     Nuovi chiarimenti sulla fatturazione elettronica 

Nel corso di una videoconferenza organizzata dalla stampa specializzata, l’Agenzia delle Entrate ha reso nuove importanti indicazioni sulla fatturazione elettronica obbligatoria e, in particolare, sui termini di trasmissione delle fatture elettroniche al Sistema di Interscambio, sulla possibilità di conservare i documenti in formato Pdf e sulla comunicazione delle operazioni transfrontaliere.

 CF  29/05/2018 
     La cessione della detrazione per interventi di riqualificazione energetica 

Con CM n. 11/E/2018, l’Agenzia delle Entrate ha reso alcuni interessanti chiarimenti sulla possibilità di cedere il credito d'imposta maturato per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Tra questi assume particolare rilievo la conferma circa la possibilità di cessione del credito anche da parte dei soggetti IRES.

 CF  25/05/2018 
     Le disposizioni attuative del Gruppo IVA 

Con il DM 6.4.2018, il MEF ha definito le disposizioni attuative del Gruppo IVA, ossia del regime opzionale che offre importanti vantaggi economici e finanziari ai soggetti passivi stabiliti nel territorio dello Stato tra i quali ricorrono determinati vincoli finanziari, economici e organizzativi. Tale nuovo regime può risultare particolarmente conveniente per le imprese che effettuano in via esclusiva o prevalente operazioni esenti da IVA, ossia le imprese operanti nel settore immobiliare, sanitario, bancario, assicurativo e in quello dei giochi e delle scommesse. L'adesione al Gruppo IVA, infatti, consente di evitare gli effetti negativi conseguenti all'applicazione del pro-rata di detraibilità nelle operazioni infragruppo e di concentrare l'effettuazione degli adempimenti IVA in capo al solo responsabile di gruppo, beneficiando di un sostanziale abbattimento degli oneri amministrativi.

 CF  22/05/2018 
     Il regolamento europeo in materia di privacy 

Il Regolamento n. 679/2016/UE, in vigore dal 25.5.2018, introduce importanti novità in materia di privacy, specie con riguardo al trattamento e alla libera circolazione dei dati personali. Nell'attesa dell'emanazione del decreto di recepimento della nuova disciplina in ambito nazionale, esaminiamo di seguito i principali aspetti delle nuove regole.

 CF  15/05/2018 
     Le regole tecniche della fattura elettronica 

Con il Provvedimento 30.4.2018, prot. n. 89757, l’Agenzia delle Entrate ha definito le nuove regole tecniche per la predisposizione, l'emissione e la ricezione delle fatture elettroniche, da trasmettere mediante il Sistema di Interscambio, nonché per la comunicazione telematica dei dati delle operazioni transfrontaliere. Tali indicazioni dovranno essere osservate già dal prossimo 1.7.2018, per le cessioni di carburanti e per le prestazioni rese nell'ambito dei contratti di appalto con la Pubblica amministrazione.

 CF  11/05/2018 
     I nuovi obblighi IVA in capo alle imprese italiane che operano in Svizzera 

La Confederazione Elvetica ha introdotto, con effetto dal 1.1.2018, nuovi obblighi IVA in capo alle imprese estere che effettuano prestazioni o hanno la propria sede sul territorio svizzero. In particolare, le imprese estere con un volume di affari globale di almeno CHF 100.000, sono tenute alla nomina di un rappresentante fiscale in Svizzera per assolvere l'imposta ivi dovuta, nonché alla presentazione di una fidejussione bancaria.

 CF  08/05/2018 
     Primi chiarimenti sulla fatturazione elettronica delle cessioni di carburanti 

Con Provvedimento 30.4.2018, prot. n. 89757, l'Agenzia delle Entrate ha definito le regole tecniche per l'emissione e la ricezione delle fatture elettroniche, nonché per la comunicazione delle operazioni transfrontaliere. Con CM n. 8/E/2018, l'Agenzia delle Entrate ha poi reso i primi chiarimenti sull'obbligo di fatturazione elettronica delle cessioni di carburanti per autotrazione e sulle relative modalità di pagamento.

 CF  04/05/2018 
     Il credito d'imposta per la quotazione delle PMI 

La "Legge di Bilancio 2018" ha introdotto un credito d’imposta, fruibile entro un massimo di € 500.000, pari al 50% delle spese di consulenza sostenute nel triennio 2018 - 2020 per la quotazione delle PMI nei mercati regolamentati o nei sistemi multilaterali di negoziazione. Nell'attuale scenario di stretta creditizia, il ricorso al mercato dei capitali può rappresentare un valido ausilio per il miglioramento della posizione finanziaria netta delle imprese a bassa capitalizzazione.

 CF  27/04/2018 
     Il rifinanziamento della Sabatini-ter e le risorse ancora disponibili  

La "Legge di Bilancio 2018" ha destinato ingenti risorse al rifinanziamento della c.d. "Sabatini-ter", ossia del contributo riconosciuto a parziale copertura degli interessi sui finanziamenti e i contratti di leasing stipulati dalle PMI per l’acquisizione di beni strumentali nuovi, software e tecnologie digitali. Il termine per la concessione dei finanziamenti è stato poi prorogato dal 31.12.2018 fino alla data di esaurimento delle risorse disponibili. Il MISE ha recentemente comunicato che sono ancora disponibili oltre € 320 milioni di risorse per il finanziamento di tale agevolazione.

 CF  24/04/2018 
     Primi chiarimenti sui nuovi modelli INTRASTAT 

Con Nota n. 18558/RU/2018, l'Agenzia delle Dogane ha reso le prime indicazioni sulle nuove modalità di compilazione e presentazione dei modelli INTRASTAT, precisando peraltro che l'insorgere dell'obbligo di presentazione degli elenchi riferiti agli acquisti intracomunitari di beni non impone la trasmissione dei modelli riferiti ai mesi precedenti.

 CF  20/04/2018 
     Il lungo tramonto degli Studi di settore 

Il differimento dell'applicazione dei nuovi Indici sintetici di affidabilità fiscale comporta anche per il periodo d'imposta 2017 la generalizzata applicazione degli Studi di settore. Con il DM 23.3.2018 sono stati quindi introdotti, tra l'altro, una serie di correttivi applicabili dalle imprese in regime di contabilità semplificata per cassa.

 CF  17/04/2018 
     Iper ammortamento: gli effetti della tardiva acquisizione della perizia 

Con RM n. 27/E/2018, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sui termini per l'acquisizione della documentazione necessaria per la fruizione dell'iper ammortamento, precisando che l'assolvimento di tale onere documentale in un periodo d'imposta successivo a quello dell'interconnessione del bene al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura, determina lo slittamento del momento dal quale è possibile iniziare a beneficiare della maggiorazione.

 CF  13/04/2018 
     Gli strumenti di pagamento per l'acquisto di carburante 

Con il Provvedimento 4.4.2018, prot. n. 73203, l’Agenzia delle Entrate ha definito gli strumenti di pagamento tracciabili che consentono la detrazione dell'IVA e la deducibilità del costo sostenuto per l'acquisto di carburante. Il provvedimento risolve il disallineamento normativo tra la disciplina IVA e quella ai fini delle imposte dirette, ammettendo, anche ai fini reddituali, il ricorso, oltre alle carte di credito, al bancomat e alle carte prepagate, anche a tutti gli altri mezzi di pagamento diversi dal denaro contante (bonifico bancario o postale, assegni, addebito diretto in conto corrente, ecc.).

 CF  10/04/2018 
     Le modifiche alla Legge Antisprechi 

La "Legge di Bilancio 2018" ha introdotto alcune modifiche alle procedure di cessione gratuita dei beni di prima necessità agli enti pubblici e privati senza scopo di lucro, semplificando i relativi adempimenti (in luogo della comunicazione preventiva all'Agenzia delle Entrate è ora prevista una comunicazione consuntiva, riepilogativa di tutte le cessioni gratuite effettuate nel corso del mese, che peraltro non è neppure richiesta per le donazioni di valore inferiore a € 15.000 e per quelle di alimenti deperibili).

 CF  06/04/2018 
     Il rimborso e la compensazione del credito IVA trimestrale 

Al ricorrere di talune condizioni, i soggetti passivi possono chiedere il rimborso e/o utilizzare in compensazione di altre imposte e contributi il credito IVA maturato in periodi infrannuali, ossia nel primo, nel secondo e nel terzo trimestre di ciascun anno. L'utilizzo in compensazione del credito IVA trimestrale per importi superiori alla soglia di € 5.000 richiede l'apposizione del visto di conformità sulla relativa istanza. Entro il prossimo 30.4.2018 è possibile presentare il modello IVA TR al fine di chiedere a rimborso e/o utilizzare in compensazione il credito IVA del primo trimestre 2018.

 CF  03/04/2018 
     Il punto sulla nuova definizione agevolata delle somme iscritte a ruolo 

Con l'approssimarsi del termine per la presentazione dell'istanza di adesione alla definizione agevolata delle somme iscritte a ruolo, pare opportuno riepilogare i termini della questione, evidenziando anche gli importanti chiarimenti recentemente resi dall'Agenzia delle Entrate - Riscossione.

 CF  30/03/2018 
     Chiarimenti sul blocco dei pagamenti delle Pubbliche amministrazioni 

Con effetto dal 1.3.2018, la "Legge di Bilancio 2018" ha ridotto da € 10.000 a € 5.000 la soglia di riferimento per la procedura di verifica imposta alle Pubbliche amministrazioni e alle società a partecipazione pubblica che procedono al pagamento delle fatture dei propri fornitori. Con Circolare n. 13/2018, la Ragioneria generale dello Stato ha reso alcuni importanti chiarimenti sull'ambito di applicazione della disciplina e sui suoi rapporti con talune particolari fattispecie.

 CF  27/03/2018 
     L'acquisto di carburante per autotrazione e le novità in arrivo 

Dal prossimo 1.7.2018 gli acquisti di carburante per autotrazione dovranno essere obbligatoriamente documentati da fatture elettroniche. Inoltre, ai fini della deduzione del costo e della detrazione dell'IVA, il pagamento del carburante dovrà essere effettuato esclusivamente mediante mezzi tracciabili. Esaminiamo di seguito la nuova disciplina fiscale degli acquisti di carburante, evidenziandone i riflessi sulle procedure operative sinora adottate dalle imprese.

 CF  23/03/2018 
     Contabilità semplificata per cassa: il rapporto tra detrazione IVA e imputazione dei costi 

Nel corso degli incontri d'inizio anno con la stampa specializzata, l'Agenzia delle Entrate ha reso alcune importanti indicazioni circa il rapporto tra i nuovi termini di detrazione IVA e l'imputazione temporale dei componenti negativi di reddito, per le imprese che adottano la contabilità semplificata per cassa e hanno esercitato l'opzione per la tenuta della contabilità con il criterio delle registrazioni IVA. La diversa competenza temporale tra IVA e componenti reddituali riconosciuta dall'Agenzia delle Entrate, consente una certa discrezionalità circa il periodo d'imposta d'imputazione dei costi, consentendone lo slittamento all'esercizio successivo.

 CF  16/03/2018 
     Il credito IVA annuale e la regolarizzazione degli omessi versamenti periodici 

Con CM n. 42/E/2016, l'Agenzia delle Entrate ha precisato che il credito IVA annuale può essere utilizzato in compensazione per regolarizzare gli omessi versamenti periodici dello stesso anno di riferimento. Le nuove modalità di compilazione della dichiarazione IVA annuale prevedono che gli eventuali omessi versamenti periodici non incidano più sull'ammontare del credito IVA emergente, risolvendo le criticità operative che potevano inficiare la procedura di regolarizzazione suggerita dall'Agenzia delle Entrate.

 CF  13/03/2018 
     I chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sulla proroga dell’iper ammortamento 

In occasione degli incontri d'inizio anno con la stampa specializzata, l'Agenzia delle Entrate ha reso una serie d’interessanti chiarimenti sulla proroga dell'iper ammortamento. L'Amministrazione finanziaria, in particolare, è intervenuta sugli effetti temporali della proroga, sui nuovi beni agevolabili, sulla possibilità di sostituirli senza interrompere la fruizione della maggiorazione, sulle modalità di interconnessione e sulla relativa documentazione. I chiarimenti hanno riguardato anche la riapertura dei termini per beneficiare del maxi ammortamento.

 CF  09/03/2018 
     La proroga della detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica 

La "Legge di Bilancio 2018" ha prorogato sino al 31.12.2018 l'agevolazione riconosciuta per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti, rimodulando tuttavia la misura percentuale della detrazione per alcune tipologie di interventi. È stata poi ampliata la platea dei soggetti beneficiari dell'agevolazione, ricomprendendovi, per la generalità degli interventi agevolati, gli IACP e le cooperative di abitazione a proprietà condivisa. Infine, la facoltà di cedere il credito corrispondente alla detrazione maturata, è stata estesa alla generalità dei contribuenti e a tutti gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, compresi quelli effettuati sulle singole unità immobiliari.

 CF  27/02/2018 
     Primi cenni sui modelli INTRASTAT 2018 

Con Determinazione n. 13799/RU/2018, l'Agenzia delle Dogane ha approvato le nuove istruzioni per la compilazione dei modelli INTRASTAT. Le istruzioni recepiscono, seppur con qualche novità, le misure di semplificazione contenute nel Provvedimento n. 194409/2017 dell'Agenzia delle Entrate. Con Comunicazione n. 18558/RU/2018, l'Agenzia delle Dogane ha reso i primi chiarimenti sulle nuove modalità di compilazione degli elenchi che, si ricorda, trovano applicazione già dagli elenchi riepilogativi relativi al mese di gennaio, da presentare entro il prossimo 26.2.2018.

 CF  22/02/2018 
     L'aliquota IVA applicabile alla fornitura di beni significativi 

La "Legge di Bilancio 2018" ha introdotto una norma d’interpretazione autentica sull'aliquota IVA applicabile alle parti staccate dei beni significativi forniti nell'ambito degli interventi di recupero del patrimonio edilizio, fissando peraltro una soglia minima per la valorizzazione di tali beni e componenti.

 CF  20/02/2018 
     Il nuovo bonus verde 

La "Legge di Bilancio 2018" ha introdotto una nuova detrazione IRPEF, applicabile alle spese sostenute dal 1.1 al 31.12.2018 per gli interventi di "sistemazione a verde" di aree scoperte, nonché la realizzazione di coperture a verde e giardini pensili. La detrazione è fissata nella misura del 36% delle spese, entro un tetto massimo di € 5.000. Esaminiamo di seguito le principali caratteristiche della nuova agevolazione, anche sulla base dei chiarimenti resi dall'Agenzia delle Entrate nell'ambito degli incontri con la stampa specializzata d'inizio anno.

 CF  13/02/2018 
     La proroga della detrazione potenziata per gli interventi di recupero edilizio 

La “Legge di Bilancio 2018” ha prorogato a tutto il 2018 la detrazione IRPEF dei costi sostenuti per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, nella misura potenziata del 50% ed entro un massimo di spesa di € 96.000. È stata poi prorogata la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici destinati all’arredo degli immobili oggetto d'interventi di ristrutturazione edilizia.

 CF  06/02/2018 
     Cessione di combustibili per autotrazione: al via la solidarietà IVA dell'acquirente 

Per contrastare le frodi IVA, in alcuni settori merceologici a maggior rischio di evasione opera la responsabilità solidale del cedente e del cessionario nel pagamento dell'imposta. Con effetto dal 24.1.2018, il DM 10.1.2018 ha ricompreso le cessioni di combustibili per autotrazione tra le operazioni per le quali opera la solidarietà nel pagamento dell'IVA.

 CF  30/01/2018 
     Chiarimenti sul nuovo termine per l'esercizio della detrazione IVA 

Con CM n. 1/E/2018, l'Agenzia delle Entrate ha reso gli attesi chiarimenti sui nuovi termini per esercitare il diritto alla detrazione dell'IVA a credito e per l'annotazione delle fatture di acquisto, ricorrendo ai principi espressi dalla giurisprudenza comunitaria per risolvere il disallineamento tra il termine per l'annotazione delle fatture passive e quello per l'esercizio del diritto alla detrazione.

 CF  19/01/2018 
     Le regole per l'applicazione dello split payment dal 1.1.2018 

Con il DM 9.1.2018, in corso di pubblicazione sulla GU, la disciplina attuativa della scissione dei pagamenti è stata aggiornata alle previsioni recate dal DL 148/2017 che, si ricorda, ha significativamente ampliato il novero degli enti e delle società destinatarie di tale meccanismo di assolvimento dell'IVA.

 CF  16/01/2018 
     La Legge di Bilancio 2018 (parte seconda) 

Sul SO n. 62/L alla GU n. 302/2017 è stata pubblicata la L. 205/2017, c.d. "Legge di Bilancio 2018". Di seguito terminiamo l'esame delle principali novità fiscali previste dalla legge in esame; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  12/01/2018 
     La Legge di Bilancio 2018 (parte prima) 

Sul SO n. 62/L alla GU n. 302/2017 è stata pubblicata la L. 205/2017, c.d. "Legge di Bilancio 2018". In considerazione delle tantissime novità contenute dalla legge in esame, suddividiamo l’argomento in due circolari informative svolte per brevi flash; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  09/01/2018 
     Gli ultimi chiarimenti sull'iper ammortamento 

Con RM n. 152/E/2017, l'Agenzia delle Entrate ha reso alcune utili indicazioni circa i costi rilevanti ai fini dell'iper ammortamento, ricomprendendovi anche quelli sostenuti per la realizzazione delle piccole opere murarie necessarie per l’istallazione dei macchinari, nonché per l'acquisizione delle attrezzature e degli elementi accessori che costituiscono dotazione ordinaria dei beni agevolati. Nella risoluzione l'Agenzia delle Entrate ha poi riconosciuto la possibilità di procedere al giuramento della perizia, richiesta per beneficiare dell'agevolazione sui beni d'importo superiore a € 500.000 acquisiti nel corso del 2017, anche nei primi giorni del 2018.

 CF  29/12/2017 
     Gli aspetti fiscali degli omaggi natalizi 

Con l’approssimarsi delle festività natalizie torniamo a occuparci del regime fiscale da riservare agli omaggi concessi ai clienti e ai dipendenti dell’impresa. Ancorché non si registrino particolari novità in materia, riteniamo comunque opportuno riepilogare i termini della questione.

 CF  19/12/2017 
     La conversione in legge del Collegato alla Legge di Bilancio 2018 

Sulla GU n. 284/2017 è stata pubblicata la L. 172/2017, di conversione del DL 148/2017, c.d. “Collegato alla Legge di Bilancio 2018”, in vigore dal 6.12.2017. Esaminiamo di seguito le principali modifiche apportate dalla legge di conversione al testo originario del decreto. Seguiranno poi approfondimenti in funzione dell'importanza e dell'urgenza.

 CF  15/12/2017 
     La nuova rottamazione rafforzata delle somme iscritte a ruolo 

La L. 172/2017, di conversione del DL 148/2017, ha esteso l'ambito di applicazione della nuova definizione agevolata delle somme iscritte a ruolo, oltre che ai carichi affidati all'Agente della riscossione dal 1.1 al 30.9.2017, anche a quelli dal 1.1.2000 al 31.12.2016. L'Agenzia delle Entrate - Riscossione ha quindi reso disponibile il nuovo modello DA 2000/17, da presentare entro il 15.5.2018 per l'adesione alla nuova versione della rottamazione.

 CF  12/12/2017 
     Le novità IVA recate dalla Legge Europea 2017 

Sulla GU n. 277/2017 è stata pubblicata la L. 167/2017, c.d. "Legge Europea 2017", in vigore dal 12.12.2017, contenente una serie di disposizioni per l’adeguamento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea. Il provvedimento introduce, tra l'altro, alcune importanti novità in materia di IVA, tra cui il riconoscimento di un ristoro forfetario dei costi sostenuti per la garanzia dovuta in caso di richiesta di rimborso del credito IVA, l’introduzione di una specifica disciplina per la restituzione dell’IVA non dovuta e l’inserimento, tra le cessioni all’esportazione non imponibili, delle cessioni di beni effettuate nei confronti delle Pubbliche amministrazioni e dei soggetti della cooperazione allo sviluppo, in attuazione di finalità umanitarie.

 CF  01/12/2017 
     Entro il 18.12.2017 il versamento dell’imposta sostitutiva sul TFR 

Entro il prossimo 18.12.2017, deve essere versato l’acconto dell’imposta sostitutiva sul TFR. Per determinare l’ammontare dell’acconto dovuto è possibile ricorrere al metodo storico o a quello previsionale. Il versamento della quota dovuta a titolo di saldo deve essere eseguito entro il 16.2.2018.

 CF  28/11/2017 
     Tutto pronto per il voucher digitalizzazione PMI 

Il MISE ha recentemente approvato il modello per richiedere il contributo per la digitalizzazione delle PMI, erogato sotto forma di voucher nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili e, comunque, per un importo non superiore a € 10.000. La richiesta deve essere presentata attraverso la piattaforma informatica gestita dal MISE, a decorrere dal 30.1.2018.

 CF  24/11/2017 
     I chiarimenti sullo split payment 

Con CM n. 27/E/2017, l'Agenzia delle Entrate ha reso i primi chiarimenti sulle modifiche apportate alla disciplina dello split payment dal DL 50/2017, precisandone, in particolare, il nuovo ambito oggettivo e prevedendo una sorta di sanatoria per le violazioni commesse in sede di prima applicazione delle nuove regole.

 CF  21/11/2017 
     DDL Bilancio 2018 (parte seconda) 

Concludiamo di seguito l’esame delle principali novità fiscali previste dal DDL “Bilancio 2018” che, se confermate nel corso dell’iter parlamentare di approvazione del provvedimento, troveranno in gran parte applicazione dal prossimo anno. Seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  17/11/2017 
     Entro il 30.11.2017 il versamento degli acconti 2017 

Entro il prossimo 30.11.2017 deve essere versata la seconda o unica rata dell’acconto IRPEF, IRES e IRAP, nonché la seconda rata di acconto dei contributi previdenziali dovuti per il 2017. Per la determinazione dell’importo dovuto è possibile ricorrere al metodo storico o a quello previsionale. L'acconto non può essere rateizzato e deve quindi essere versato in un'unica soluzione.

 CF  14/11/2017 
     DDL Bilancio 2018 (parte prima) 

Il Consiglio dei Ministri ha recentemente approvato il DDL “Bilancio 2018”, contenente importanti novità in ambito fiscale che, se confermate nel corso dell’iter parlamentare di approvazione, troveranno in gran parte applicazione dal prossimo anno. In considerazione delle numerosissime novità previste dal DDL, suddividiamo l’argomento in due circolari informative; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  10/11/2017 
     La nuova rottamazione delle somme iscritte a ruolo 

Il DL 148/2017 ripropone la definizione agevolata delle somme iscritte a ruolo, pur limitatamente ai carichi affidati all'Agente della riscossione nel periodo 1.1 - 30.9.2017. L'adesione alla nuova rottamazione presuppone la presentazione della domanda di adesione entro il 15.5.2018 e il versamento delle somme dovute (unica soluzione o prima rata) entro il 31.7.2018.

 CF  07/11/2017 
     La riammissione alla rottamazione dei ruoli 

Oltre a riproporre la definizione agevolata delle somme iscritte a ruolo, pur limitatamente ai carichi affidati all'Agente della riscossione nel periodo 1.1 - 30.9.2017, il DL 148/2017 ha previsto che i termini di pagamento delle rate in scadenza nei mesi di luglio e settembre 2017 siano prorogati al 30.11.2017. Il "Collegato alla Legge di Bilancio 2017" ha poi introdotto la facoltà, per i soggetti non ammessi alla rottamazione a causa del mancato pagamento delle rate in scadenza nel periodo 1.10 - 31.12.2016, di ripresentare la domanda di adesione alla definizione agevolata.

 CF  03/11/2017 
     Le caratteristiche dei veicoli a uso ufficio 

Con Ordinanza n. 23362/2017, la Corte di Cassazione è tornata a occuparsi dei veicoli a uso ufficio, precisando che la strumentalità del mezzo all'esercizio dell'attività d'impresa è attestata dall'installazione permanente delle specifiche attrezzature collocate sullo stesso per destinarlo a ufficio mobile.

 CF  31/10/2017 
     La proroga del maxi e dell'iper ammortamento e la modifica della forma d'investimento 

Con RM n. 132/E/2017, l'Agenzia delle Entrate ha precisato le modalità per beneficiare del maxi e dell'iper ammortamento, nell’ipotesi in cui, dopo aver effettuato l’ordine e aver versato al fornitore un acconto d'importo almeno pari al 20% del costo di acquisizione del bene entro il 31.12.2017, l’investitore decida di acquisire il bene tramite un contratto di leasing.

 CF  27/10/2017 
     I trasporti internazionali di beni e le indicazioni della Corte di giustizia 

Secondo la Corte di Giustizia europea, il regime di non imponibilità IVA riconosciuto ai trasporti di beni in esportazione, transito e importazione, può trovare applicazione soltanto se sussiste un rapporto giuridico diretto tra il vettore e il destinatario o il mittente dei beni. Sono dunque da intendersi superate le indicazioni a suo tempo rese dell'Agenzia delle Entrate circa l'estensione della non imponibilità IVA ai trasporti eseguiti dai sub-vettori o da terzi sub-contraenti.

 CF  24/10/2017 
     Il Collegato alla Legge di Bilancio 2018 

Sulla GU n. 242/2017 è stato pubblicato il DL 148/2017, c.d. “Collegato alla Legge di Bilancio 2018”, contenente disposizioni urgenti in materia fiscale. In attesa dell'emanazione del DDL “Bilancio 2018” esaminiamo di seguito le novità fiscali recate dal decreto collegato, in vigore dal 16.10.2017. Seguiranno poi approfondimenti in funzione dell'importanza e dell'urgenza.

 CF  20/10/2017 
     Gli effetti della rinuncia al TFM amministratori 

Con RM n. 124/E/2017, l'Agenzia delle Entrate ha esaminato gli effetti fiscali conseguenti alla rinuncia al trattamento di fine mandato (TFM) da parte degli amministratori. La rinuncia dei soci - amministratori ai crediti vantati verso la società partecipata, rientra nell'ambito di applicazione del principio dell'incasso giuridico. La rinuncia al TFM degli amministratori non soci, invece, determina l'insorgere di una sopravvenienza attiva tassabile in capo alla società.

 CF  17/10/2017 
     Gli Indicatori sintetici di affidabilità fiscale applicabili dal 2017 

Con Provvedimento 22.9.2017, l'Agenzia delle Entrate ha individuato le attività economiche che già dal periodo d'imposta 2017 saranno interessate dai nuovi Indicatori sintetici di affidabilità fiscale (ISA). In particolare, sono stati definiti 70 ISA applicabili ai settori del commercio, dei servizi e della manifattura. Le attività economiche non indicate nel provvedimento restano soggette agli Studi di settore.

 CF  13/10/2017 
     L'opzione per la determinazione della base imponibile IRAP con il metodo da bilancio 

Entro il prossimo 31.10.2017, le imprese individuali e le società di persone possono esercitare l'opzione per la determinazione della base imponibile IRAP con il metodo da bilancio, ossia con le stesse regole previste per le società di capitali, per il triennio 2017 - 2019. L'opzione è irrevocabile per 3 periodi d'imposta e impone le tenuta, nel medesimo periodo, della contabilità ordinaria.

 CF  06/10/2017 
     La Comunicazione delle liquidazioni IVA e i nuovi termini di notifica dell'avviso bonario 

Sulla base dei dati ricevuti nella Comunicazione delle liquidazioni IVA riferita al primo trimestre 2017, lo scorso mese di luglio l'Agenzia delle Entrate ha inviato una comunicazione ai contribuenti che non hanno eseguito il versamento dell'imposta, invitandoli a regolarizzare la propria posizione. A distanza di soli due mesi da tale comunicazione, l'Agenzia delle Entrate sta notificando agli stessi contribuenti la relativa comunicazione di irregolarità, precludendogli, di fatto, l'accesso al ravvedimento operoso e alle relative sanzioni ridotte.

 CF  03/10/2017 
     La compensazione dei crediti vantati verso la PA con le somme iscritte a ruolo 

Con il DM 9.8.2017 sono state finalmente definite le procedure da osservare nel corso del 2017 per la compensazione dei crediti vantati verso le Pubbliche amministrazioni con le somme iscritte a ruolo. La compensazione può riguardare anche le somme dovute a seguito dell'adesione alla definizione agevolata dei carichi iscritti a ruolo.

 CF  26/09/2017 
     Le nuove percentuali di imponibilità dei proventi da partecipazioni  

La riduzione dell'aliquota IRES dal 27,5% al 24% ha imposto la rideterminazione delle percentuali di partecipazione al reddito imponibile dei dividendi e delle plusvalenze realizzati da imprenditori individuali e società di persone commerciali nonché, limitatamente alle partecipazioni qualificate, da persone fisiche non esercenti attività d'impresa. Il DM 26.5.2017 ha quindi fissato le nuove percentuali di imponibilità applicabili agli utili prodotti dall'esercizio successivo a quello in corso al 31.12.2016 e alle plus / minusvalenze realizzate dal 1.1.2018.

 CF  22/09/2017 
     La proroga dell'iper ammortamento 

La L. 123/2017, di conversione del DL 91/2017, ha prorogato al 30.9.2018 il termine per l'effettuazione degli investimenti sui beni strumentali per i quali spetta la maggiorazione del 150% delle relative quote di ammortamento e dei canoni di leasing. La mancata estensione della proroga al maxi ammortamento dei beni materiali e immateriali può determinare talune problematiche operative di coordinamento delle agevolazioni, che dovrebbero essere risolte nell'ambito della "Legge di Bilancio 2018".

 CF  15/09/2017 
     L'incentivo per gli investimenti pubblicitari 

Tra le tante novità introdotte dal DL 50/2017, assume particolare rilievo il credito d'imposta riconosciuto a decorrere dal 2018 sui costi sostenuti per le campagne pubblicitarie effettuate a mezzo stampa, televisione e radio. Il credito d'imposta, da utilizzare in compensazione orizzontale nel modello F24, è fissato nella misura del 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati, elevata al 90% per microimprese, PMI e start up innovative, nel limite massimo complessivo di spesa che sarà stabilito da un apposito decreto.

 CF  12/09/2017 
     Le nuove modalità di utilizzo dei buoni pasto 

Per effetto delle novità apportate dal DM 122/2017, dal 9.9.2017 sarà consentito l'utilizzo cumulativo, anche nei giorni non lavorativi, di 8 buoni pasto. Resta, invece, confermata la soglia di esenzione fiscale di € 5,29 per ciascun buono pasto, incrementata a € 7 per quelli elettronici.

 CF  08/09/2017 
     Il nuovo meccanismo di calcolo dell'ACE per i soggetti IRPEF 

Con il DM 3.8.2017 sono state finalmente disciplinate le nuove regole di calcolo dell'ACE per gli imprenditori individuali e le società di persone. Per questi soggetti la base ACE è costituita dalla somma della differenza tra il patrimonio netto al 31.12.2015 e quello al 31.12.2010 con la variazione del capitale proprio rilevata dal 2016.

 CF  11/08/2017 
     Le nuove regole per la compensazione del credito IVA trimestrale 

Con RM n. 103/E/2017, l'Agenzia delle Entrate ha reso le prime indicazioni sulle nuove modalità di utilizzo in compensazione del credito IVA trimestrale, precisando che l'obbligo di apporre il visto di conformità sul modello IVA TR, ricorre quando il credito richiesto supera la soglia di € 5.000, ancorché lo stesso non sia poi effettivamente utilizzato per il pagamento di imposte e/o contributi. Esaminiamo di seguito gli importanti chiarimenti resi dall'Agenzia delle Entrate.

 CF  08/08/2017 
     La rateizzazione delle imposte e la proroga dei termini di versamento 

Con il Comunicato stampa n. 131/2017, i lavoratori autonomi sono stati ricompresi tra i contribuenti che beneficiano della proroga dei termini di versamento delle imposte sul reddito. Nel comunicato stampa è stato poi precisato che il termine del 21.8.2017 riguarda, oltre alle imposte sui redditi, anche l'IRAP e il saldo IVA 2016. La proroga degli ordinari termini di versamento impone la predisposizione di un nuovo piano di rateizzazione, determinato sulla base della nuova scadenza del 21.8.2017.

 CF  01/08/2017 
     La definizione agevolata delle liti pendenti 

Con il Provvedimento 21.7.2017, l'Agenzia delle Entrate ha approvato il modello DCT, ossia la richiesta di adesione alla definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti in ogni stato e grado del giudizio, il cui ricorso sia stato presentato entro il 24.4.2017. La definizione agevolata si perfeziona con il versamento delle somme dovute e con la presentazione del modello DCT entro il termine del 2.10.2017.

 CF  28/07/2017 
     La proroga dei termini di versamento delle imposte 

Con il DPCM 20.7.2017, pubblicato sulla GU n. 169/2017, sono stati prorogati gli ordinari termini di versamento delle imposte risultanti dal modello REDDITI 2017. La proroga riguarda soltanto i soggetti titolari di reddito d'impresa, che possono beneficiare del maggior termine del 21.8.2017 per il versamento delle somme dovute (maggiorate dell'interesse dello 0,40%). Allo stato attuale, tuttavia, non è stato ancora precisato se lo slittamento dei termini riguardi la generalità dei tributi e contributi o soltanto le imposte sul reddito.

 CF  25/07/2017 
     Le Pubbliche amministrazioni destinatarie dello split payment 

A pochi giorni di distanza dalla pubblicazione del decreto attuativo delle regole in materia di scissione dei pagamenti introdotte dal DL 50/2017, è stata nuovamente modificata la platea delle Pubbliche amministrazioni destinatarie della disciplina, ricomprendendovi soltanto quelle tenute all'applicazione delle norme sulla fatturazione elettronica. Il Dipartimento delle Finanze ha poi annunciato la pubblicazione dei nuovi elenchi delle società controllate dalle Pubbliche amministrazioni e di quelle quotate in Borsa, revisionati a seguito delle segnalazioni pervenute.

 CF  18/07/2017 
     La rottamazione dei ruoli e la scadenza del 31.7.2017 

I contribuenti che hanno aderito alla definizione agevolata delle somme iscritte a ruolo, sono tenuti al pagamento della prima o unica rata degli importi dovuti entro il prossimo 31.7.2017. L'Agenzia delle Entrate - Riscossione ha predisposto un servizio attraverso il quale i contribuenti possono liberamente scegliere di escludere dalla rottamazione una o più cartelle tra quelle ammesse alla sanatoria. Tale facoltà deve essere valutata attentamente, giacché l'omesso pagamento degli importi dovuti determina, oltre alla decadenza dalla definizione agevolata, anche la preclusione alla successiva rateizzazione degli stessi debiti.

 CF  14/07/2017 
     Il nuovo modello IVA TR e il visto di conformità 

Con Provvedimento 4.7.2017, l'Agenzia delle Entrate ha approvato la nuova versione del modello IVA TR, ossia dell'istanza per richiedere il rimborso e/o la compensazione del credito IVA trimestrale. La nuova struttura del modello recepisce l'obbligo, introdotto DL 50/2017, di apposizione del visto di conformità per l'utilizzo in compensazione del credito IVA trimestrale d'importo superiore alla soglia annua di € 5.000. Il nuovo modello deve essere utilizzato per le richieste di rimborso e/o compensazione del credito IVA maturato nel secondo trimestre 2017, da presentare entro il 31.7.2017.

 CF  07/07/2017 
     Il nuovo termine per l'esercizio della detrazione IVA 

Il DL 50/2017 ha significativamente ridotto il termine per esercitare il diritto alla detrazione dell'IVA assolta sull'acquisto di beni e servizi. Contestualmente è stato modificato il termine per l'annotazione delle fatture di acquisto e delle bollette doganali nel registro IVA acquisti. La L. 96/2017, di conversione del DL 50/2017, ha poi opportunamente precisato che le nuove regole in materia di detrazione trovano applicazione dalle fatture emesse dal 1.1.2017.

 CF  04/07/2017 
     La nuova disciplina dello split payment 

Con DM 27.6.2017 sono state definite le modalità attuative delle nuove regole in materia di split payment, applicabili alle operazioni per le quali è emessa fattura dal 1.7.2017. Esaminiamo di seguito la nuova versione della disciplina, come risultante a seguito delle modifiche apportate dal DL 50/2017.

 CF  30/06/2017 
     Chiarimenti circa il rimborso delle spese telefoniche ai lavoratori dipendenti 

Con RM n. 74/E/2017, l'Agenzia delle Entrate ha reso alcune importanti indicazioni circa gli effetti reddituali in capo ai lavoratori dipendenti assegnatari del rimborso delle spese telefoniche sostenute per finalità lavorative. Secondo l'Amministrazione finanziaria, non essendo previsto il ricorso a criteri forfetari, la quantificazione del rimborso da corrispondere al lavoratore va fatta sulla base di elementi oggettivi e documentabili. In caso contrario il rimborso delle spese telefoniche concorre alla formazione del reddito di lavoro dipendente.

 CF  27/06/2017 
     La rateizzazione delle imposte risultanti dal modello REDDITI / IRAP 2017 

Le imposte e i contributi risultanti dal modello REDDITI / IRAP 2017 possono essere versate in un’unica soluzione entro i nuovi termini fissati dal D.Lgs. 193/2016, o essere oggetto di rateizzazione. La rateizzazione dei versamenti avviene in rate mensili di pari importo, il cui numero è scelto dal contribuente, tenendo tuttavia conto che il versamento rateale deve comunque concludersi entro il mese di novembre. Le rate devono essere versate entro il giorno 16 di ciascun mese da parte dei titolari di partita IVA.

 CF  23/06/2017 
     La compensazione orizzontale e i canali telematici dell'Agenzia delle Entrate 

Con RM n. 68/E/2017, l’Agenzia delle Entrate ha reso le attese indicazioni sul nuovo obbligo di utilizzo di Entratel o Fisconline per la trasmissione dei modelli F24 che espongono compensazioni orizzontali di crediti tributari. Nella risoluzione, in particolare, sono specificatamente indicati i codici tributo dei crediti d'imposta soggetti alle nuove regole, nonché i codici relativi ai crediti che, se utilizzati nello stesso modello F24 per la compensazione di taluni specifici debiti, aventi la medesima natura, restano esclusi dall'obbligo di utilizzare i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate per la trasmissione della delega di versamento.

 CF  16/06/2017 
     Depositi IVA: primi chiarimenti sulle nuove procedure di estrazione 

Con RM n. 55/E/2017, l’Agenzia delle Entrate ha reso alcune importanti indicazioni sulle nuove modalità di assolvimento dell’IVA dovuta all’atto dell’estrazione di beni destinati all’utilizzo o alla commercializzazione in Italia e, in particolare, sul calcolo della base imponibile di beni ottenuti da lavorazioni, eseguite in deposito, di materie prime di origine nazionale ed estera, sulle procedure per l'estrazione di beni oggetto di ripetute cessioni in deposito e sulla possibilità di ricorrere alla compensazione verticale.

 CF  30/05/2017 
     Lo sgravio contributivo dei premi di risultato 

Per favorire lo sviluppo della contrattazione di secondo livello, la Manovra Correttiva 2017 è intervenuta sull'incentivo riconosciuto ai lavoratori dipendenti coinvolti pariteticamente dall'azienda nell'organizzazione del lavoro. Per i contratti aziendali o territoriali sottoscritti dopo al 24.4.2017, l'incentivo sinora riconosciuto sotto forma di un maggior importo detassabile, è stato sostituito dalla riduzione di 20 punti percentuali dell'aliquota contributiva a carico del datore di lavoro, entro una quota imponibile massima di € 800, e dalla decontribuzione totale a favore del lavoratore.

 CF  26/05/2017 
     I chiarimenti sull'impianto sanzionatorio del reverse charge 

Con CM n. 16/E/2017, l'Agenzia delle Entrate ha reso alcune interessanti indicazioni circa il nuovo impianto sanzionatorio applicabile alle violazioni in materia di reverse charge. Tra queste assume particolare rilievo l'indicazione dell'effettivo ambito di applicazione della sanzione prevista in caso di assolvimento dell'imposta con il reverse charge di operazioni soggette al regime ordinario IVA, nonché le modalità di quantificazione delle sanzioni espresse in misura fissa.

 CF  23/05/2017 
     Il depotenziamento dell'ACE 

Negli ultimi mesi la disciplina dell’ACE è stata oggetto di reiterate modifiche che ne hanno fortemente ridotto l’appeal. La “Legge di Bilancio 2017” ha ridotto quasi alla metà l’aliquota da applicare al rendimento nozionale e ha introdotto nuove e più sfavorevoli modalità di calcolo della base ACE per i soggetti IRPEF. La “Manovra Correttiva 2017” è poi intervenuta sulla base di riferimento per il calcolo degli incrementi del capitale proprio, introducendo un parametro mobile costituito dal patrimonio netto esistente alla chiusura del quinto esercizio precedente. Ancorché l'applicazione delle nuove e complesse regole necessiti di svariati chiarimenti dell'Amministrazione finanziaria, l'aggravio fiscale determinato dalle modifiche intervenute impone una prima analisi della novellata disciplina.

 CF  19/05/2017 
     Iper ammortamento: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

Con CM n. 4/E/2017, l’Agenzia delle Entrate ha reso alcuni importanti chiarimenti sulla nuova maggiorazione del 150% delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing riconosciuta sugli investimenti in beni strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave Industria 4.0, nonché sulla maggiorazione del 40% riconosciuta sugli investimenti in taluni beni immateriali. Nel corposo documento di prassi trovano spazio anche i chiarimenti tecnici resi dal MISE per la corretta individuazione dei beni agevolabili.

 CF  16/05/2017 
     Estromissione agevolata dell’immobile strumentale entro il prossimo 31.5.2017 

La L. 232/2016 ha riaperto i termini per beneficiare dell’estromissione agevolata degli immobili strumentali posseduti dagli imprenditori individuali, corrispondendo un’imposta sostitutiva del 8% sulla differenza tra il valore normale e il valore fiscalmente riconosciuto dell’immobile. L’adesione all’estromissione deve essere manifestata entro il prossimo 31.5.2017. La prima rata dell’imposta sostitutiva, pari al 60% dell’importo complessivamente dovuto, deve essere versata entro il 30.11.2017.

 CF  12/05/2017 
     I canali telematici per la compensazione nel modello F24 

Con RM n. 57/E/2017, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sulle nuove limitazioni all’utilizzo in compensazione dei crediti d’imposta nel modello F24, precisando l’effettiva decorrenza delle nuove regole. Esaminiamo di seguito le importanti indicazioni rese dall’Agenzia delle Entrate.

 CF  09/05/2017 
     I chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sulla proroga del maxi ammortamento 

Con CM n. 4/E/2017, l’Agenzia delle Entrate ha reso gli attesi chiarimenti sulla proroga del maxi ammortamento, ossia sulla maggiorazione del 40% delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing riconosciuta sugli investimenti in beni strumentali nuovi. Le indicazioni sull’iper-ammortamento e sulla maggiorazione riconosciuta per gli investimenti in beni immateriali saranno analizzate in una prossima circolare.

 CF  05/05/2017 
     La Manovra Correttiva e le novità fiscali in arrivo 

Sulla GU n. 95/2017 è stato pubblicato il DL 50/2017, c.d. “Manovra Correttiva”, contenente, tra l’altro, le annunciate misure fiscali per l’aggiustamento dei conti pubblici. Tra le tante novità si segnala l’ennesima stretta alle compensazioni dei crediti d’imposta, l’estensione della scissione dei pagamenti ai lavoratori autonomi, l’introduzione della disciplina fiscale da applicare alle riserve IRI all’uscita dal regime e la drastica riduzione del termine per esercitare il diritto alla detrazione dell’IVA a credito.

 CF  02/05/2017 
     Contabilità semplificata per cassa: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

Con CM n. 11/E/2017, l’Agenzia delle Entrate ha reso gli attesi chiarimenti sulla nuova contabilità semplificata per cassa. Tra questi assumono particolare rilievo le modalità di determinazione del reddito, la gestione delle rimanenze e le regole da osservare in sede di prima applicazione del nuovo regime.

 CF  28/04/2017 
     Novità in tema di voucher e responsabilità solidale negli appalti 

Con effetto dal 17.3.2017, il DL 25/2017 ha disposto l’abrogazione della disciplina sul lavoro accessorio. I voucher già acquistati possono continuare a essere utilizzati sino al 31.12.2017. Il decreto è intervenuto anche sulla responsabilità solidale negli appalti, eliminando la facoltà del committente di invocare in giudizio il beneficio della preventiva escussione del debitore principale.

 CF  14/04/2017 
     Depositi IVA: le nuove procedure di estrazione 

Dallo scorso 1.4.2017 sono pienamente operative le nuove procedure per assolvere l’IVA all’atto dell’estrazione dal deposito IVA di beni destinati all’utilizzo o alla commercializzazione in Italia. Per l’estrazione di beni in precedenza immessi in libera pratica, l’imposta può continuare a essere assolta con il reverse charge a condizione che sia prestata idonea garanzia. Con il DM 23.2.2017 sono state fissate le modalità per prestare la garanzia, nonché le ipotesi di esonero dalla stessa.

 CF  11/04/2017 
     Oneri pluriennali: le nuove regole contabili e fiscali 

La “Direttiva Bilanci” ha apportato significative modifiche alle regole contabili di rilevazione degli oneri pluriennali. Tali novità si riverberano anche in ambito fiscale, generando impatti rilevanti sulla determinazione del reddito d’impresa e della base imponibile IRAP. Con la nuova versione del Principio contabile n. 24, “Immobilizzazioni immateriali”, l’OIC ha recepito e illustrato le nuove regole civilistiche. Il DL 244/2016, infine, ha dettato le norme di coordinamento e raccordo tra le novità contabili e la disciplina fiscale.

 CF  07/04/2017 
     L’eliminazione dell’area straordinaria del Conto economico 

La “Direttiva Bilanci” ha disposto, tra l’altro, l’eliminazione della sezione straordinaria dallo schema del Conto economico. Con il Principio contabile n. 12, l’OIC ha dettato le linee guida per la ricollocazione, nelle appropriate voci, degli oneri e proventi classificati nell’area straordinaria sino al bilancio 2015. Con il DL 244/2016, infine, sono state modificate alcune disposizioni fiscali, al fine di sterilizzare gli effetti delle novità civilistiche sulla base imponibile IRES e IRAP.

 CF  04/04/2017 
     Il modello di comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA 

Con Provvedimento 28.3.2017, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello da utilizzare per la nuova comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA. Il modello è composto di un frontespizio e del quadro VP, ove indicare i dati di ciascuna liquidazione periodica. La prima comunicazione, relativa alle liquidazioni IVA dei mesi di gennaio, febbraio e marzo, o del primo trimestre 2017, dovrà essere trasmessa entro il 31.5.2017.

 CF  31/03/2017 
     La procedura di approvazione del bilancio 2016 

La procedura di approvazione del bilancio di esercizio delle società di capitali, implica il rispetto di una serie di adempimenti che, nella generalità dei casi, devono essere conclusi entro il prossimo 30.4.2017. Tuttavia, al ricorrere di specifiche esigenze connesse con la struttura e l’oggetto della società, è possibile posticipare l’approvazione del bilancio 2016 sino al 29.6.2017. Le molteplici modifiche apportate alla normativa civilistica dalla “Direttiva Bilanci” e la revisione di ben 20 Principi contabili operata dall’OIC, parrebbero senz’altro legittimare il rinvio del termine per l’approvazione del bilancio 2016.

 CF  28/03/2017 
     Il coordinamento della disciplina fiscale alle novità del bilancio 

Nell’ambito della L. 19/2017 è stato finalmente operato il necessario raccordo normativo tra i nuovi criteri di redazione del bilancio e la disciplina fiscale di determinazione dell’imponibile IRES e IRAP. Al fine di agevolare la prima applicazione delle nuove regole, il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi e IRAP delle società che adottano i Principi contabili OIC, con esclusione delle micro imprese, è stato posticipato al 16.10.2017.

 CF  21/03/2017 
     Modalità di determinazione del plafond IRI 

Nel corso di un incontro con la stampa specializzata, l’Agenzia delle Entrate ha reso alcune interessanti indicazioni sulla determinazione della base imponibile IRI e, in particolare, sulla formazione del connesso plafond di deducibilità degli utili prelevati dall’imprenditore e dai soci. L’Amministrazione finanziaria ha poi indicato i criteri da osservare per lo scomputo delle perdite fiscali dal plafond dei soggetti IRI.

 CF  14/03/2017 
     Primi chiarimenti su maxi e iper ammortamento 

Nel corso di un incontro con la stampa specializzata, l’Agenzia delle Entrate ha reso alcune importanti indicazioni sulla proroga e sull’ampliamento del maxi ammortamento del 40%, nonché sul nuovo iper ammortamento del 150%. Il DL 243/2016 ha poi modificato l’elenco dei beni che possono beneficiare dell’iper ammortamento e ha introdotto la possibilità di certificare la rispondenza dei beni acquisiti ai requisiti mediante un attestato di conformità rilasciato da un ente certificatore accreditato.

 CF  10/03/2017 
     Primi chiarimenti sulla nuova contabilità semplificata 

Dal 2017, le imprese in contabilità semplificata determinano il reddito secondo il principio di cassa. Nel corso di un incontro con la stampa specializzata, l’Agenzia delle Entrate ha reso alcune importanti indicazioni sul nuovo regime, tra cui, in particolare, i componenti reddituali deducibili secondo il principio di competenza e le tempistiche per l’annotazione dei costi e dei ricavi nei registri contabili.

 CF  03/03/2017 
     La Legge di Bilancio e le novità per le autovetture 

Nell’ambito della “Legge di Bilancio 2017” sono state introdotte alcune interessanti novità per il comparto degli autoveicoli: l’innalzamento del tetto massimo fiscale di deduzione dei costi di noleggio auto per agenti e rappresentanti di commercio, il pagamento cumulativo della tassa automobilistica per le flotte aziendali e la facoltà per gli utilizzatori dei veicoli d’impresa di sostituire i premi di produttività con i benefit autoveicoli. Tra le note negative si evidenzia l’espressa esclusione dei veicoli aziendali a deduzione limitata dalla proroga dei “maxi ammortamenti”.

 CF  28/02/2017 
     La proroga della detrazione per interventi di riqualificazione energetica 

La “Legge di Bilancio 2017” ha prorogato a tutto il 2017 la detrazione riconosciuta per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, nella misura potenziata del 65%. La L. 232/2016 ha poi previsto un potenziamento della detrazione per gli interventi sulle parti comuni degli edifici o che riguardano tutte le unità immobiliari condominiali, incrementando la misura dell’agevolazione in base all’efficacia degli interventi realizzati. È stata infine introdotta una nuova ipotesi di cessione della detrazione, pur limitatamente agli interventi realizzati sulle parti comuni degli edifici.

 CF  24/02/2017 
     La regolarizzazione dello splafonamento in liquidazione periodica 

Con RM n. 16/E/2017, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che la regolarizzazione spontanea dello splafonamento può essere effettuata anche mediante emissione di autofattura e contabilizzazione della relativa imposta in liquidazione periodica IVA. In questo modo la maggiore imposta dovuta e i relativi interessi possono essere compensati con l’eventuale credito disponibile, senza che ne sia richiesto l’effettivo versamento. Tuttavia, questa procedura di regolarizzazione può essere adottata soltanto nello stesso anno in cui si è commessa la violazione.

 CF  21/02/2017 
     La proroga della detrazione potenziata per interventi di recupero edilizio 

La “Legge di Bilancio 2017” ha prorogato a tutto il 2017 la detrazione IRPEF riconosciuta per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, nella misura potenziata del 50% delle spese sostenute. La L. 232/2016 ha poi ampliato l’ambito di applicazione della detrazione spettante per l’adozione di misure antisismiche e la messa in sicurezza degli edifici, differenziando la misura dell’agevolazione in base all’efficacia degli interventi realizzati. È stata infine prorogata, pur con significative modifiche, la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici destinati all’arredo di immobili oggetto di interventi di ristrutturazione edilizia.

 CF  10/02/2017 
     Il potenziamento del credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo 

Tra i tanti incentivi fiscali previsti dalla “Legge di Bilancio 2017” a sostegno delle imprese, assume particolare rilievo il potenziamento del credito d’imposta riconosciuto per investimenti in attività di ricerca e sviluppo. Oltre a prorogare a tutto il 2020 l’ambito temporale di applicazione dell’agevolazione, la L. 232/2016 ha uniformato la misura del credito concesso (ora fissata al 50% di tutte le spese incrementali ammissibili), incrementato l’importo massimo annuale del credito fruibile ed ampliato il novero dei costi agevolabili. È stato poi ampliato l’ambito di applicazione dell’incentivo, ricomprendendovi anche le imprese che sostengono i costi per attività di ricerca e sviluppo su commissione di soggetti residenti o localizzati in altri Paesi comunitari, in Stati aderenti al SEE o che consentano un adeguato scambio d’informazioni.

 CF  03/02/2017 
     La nuova imposta sul reddito d’impresa 

La “Legge di Bilancio 2017” ha introdotto un nuovo regime impositivo opzionale, riservato alle imprese individuali e alla società di persone in contabilità ordinaria. L’applicazione del regime IRI determina la tassazione separata, con l’aliquota del 24%, del reddito conseguito dall’impresa. L’imprenditore e i soci non sono quindi più tassati per trasparenza, ma assoggettano all’aliquota IRPEF progressiva soltanto le somme prelevate per i propri bisogni.

 CF  27/01/2017 
     Variazione IVA nelle procedure concorsuali: si torna al passato 

La Legge di Bilancio 2017 ha inopinatamente abrogato le disposizioni in materia di variazione IVA nelle procedure concorsuali, che avrebbero dovuto trovare applicazione dal 1.1.2017. L’emissione della nota di variazione in diminuzione continua pertanto a essere ammessa a condizione che la procedura sia rimasta infruttuosa e, quindi, che il credito sia risultato, in tutto o in parte, irrecuperabile.

 CF  24/01/2017 
     La nuova contabilità semplificata per cassa 

Per effetto delle novità introdotte dalla “Legge di Bilancio 2017”, dal 1.1.2017 le imprese in contabilità semplificata sono tenute a determinare il reddito con il principio di cassa. Permane, tuttavia, la facoltà di adottare il regime di contabilità ordinaria, continuando così a determinare il reddito d’impresa per competenza. Esaminiamo di seguito le novità fiscali e contabili apportate dalla L. 232/2016 per le imprese di minori dimensioni.

 CF  20/01/2017 
     La Legge di Bilancio 2017 (parte seconda) 

Sul SO n. 57/L alla GU n. 297/2016 è stata pubblicata la L. 232/2016, c.d. “Legge di Bilancio 2017”, in vigore dal 1.1.2017. Concludiamo l’esame del testo definitivo della legge di bilancio, composta di 1 articolo suddiviso in 638 commi. Seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  17/01/2017 
     La Legge di Bilancio 2017 (parte prima) 

Sul SO n. 57/L alla GU n. 297/2016 è stata pubblicata la L. 232/2016, c.d. “Legge di Bilancio 2017”, in vigore dal 1.1.2017. Rispetto a quanto previsto dal DDL originario, il testo definitivo della legge di bilancio, composta di 1 articolo suddiviso in 638 commi, ha subito alcune modifiche di seguito esaminate. L’argomento sarà oggetto di due circolari informative svolte per brevi flash; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  13/01/2017 
     Primi cenni su maxi e iper-ammortamento 

La “Legge di Bilancio 2017” ha prorogato sino al 31.12.2017 la disciplina agevolativa che consente la maggiorazione del 40% del costo di acquisizione dei beni strumentali nuovi (escludendo, tuttavia, dal novero dei beni agevolabili i veicoli a deducibilità limitata). È stata poi introdotta una maggiorazione del 150% per gli investimenti in beni strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle imprese secondo il modello Industria 4.0. Alle imprese che beneficiano di tale iper-ammortamento, infine, è riconosciuta la maggiorazione del 40% del costo di acquisizione dei beni immateriali strumentali connessi agli investimenti in beni materiali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi.

 CF  10/01/2017 
     Gli omaggi natalizi a clienti e dipendenti e le novità del Decreto Internazionalizzazione 

Con l’approssimarsi delle festività natalizie è opportuno riesaminare il regime fiscale degli omaggi concessi ai clienti e ai dipendenti dell’impresa, tenendo conto delle novità introdotte dal Decreto “Internazionalizzazione”.

 CF  20/12/2016 
     La dichiarazione integrativa a favore e le modalità di utilizzo del credito risultante 

La L. 225/2016, di conversione del DL 193/2016, ha sostanzialmente confermato la nuova disciplina della dichiarazione integrativa a favore del contribuente. Le dichiarazioni dei redditi, IRAP e IVA, come pure il modello 770, possono quindi essere rettificate entro il quinto anno successivo a quello della loro presentazione. L’eventuale credito risultante dalla rettifica, tuttavia, deve essere utilizzato osservando le nuove regole introdotte dal decreto.

 CF  16/12/2016 
     Il Pacchetto semplificazioni fiscali 

Nella L. 225/2016, di conversione del DL 193/2016, è stato introdotto un corposo “pacchetto” di semplificazioni fiscali, che accoglie alcune delle soluzioni emerse dal confronto tra le associazioni professionali e l’Amministrazione finanziaria nell’ambito del tavolo tecnico istituito presso il MEF. Tra le tante novità assumono particolare rilievo i nuovi termini di versamento delle imposte e l’eliminazione dell’obbligo di comunicare all’Agenzia delle Entrate gli acquisti di beni da San Marino.

 CF  13/12/2016 
     La rottamazione dei ruoli 

La L. 225/2016, di conversione del DL 193/2016, ha apportato significative modifiche alla disciplina della definizione agevolata dei ruoli, prevedendo, tra l’altro, l’estensione al 31.3.2017 del termine per l’adesione alla sanatoria, l’ampliamento dei ruoli oggetto di definizione e l’incremento da 4 a 5 del numero massimo di rate. Esaminiamo di seguito la versione definitiva dell’agevolazione.

 CF  09/12/2016 
     Le nuove modalità di estrazione dei beni dai depositi IVA 

Il DL 193/2016 è intervenuto sulle procedure di estrazione dei beni dai depositi IVA ai fini della loro utilizzazione o commercializzazione in Italia, introducendo regole differenziate in base alle modalità di introduzione degli stessi beni nel deposito. Il decreto ha poi ampliato significativamente le cessioni interne di beni che possono essere eseguite previa introduzione in deposito, rimuovendo le limitazioni connesse alla tipologia dei beni e al luogo di stabilimento del cessionario. Le nuove disposizioni, di seguito esaminate, troveranno piena applicazione dal 1.4.2017.

 CF  06/12/2016 
     Entro il 30.11.2016 il versamento degli acconti 2016 

Entro il prossimo 30.11 deve essere versata la seconda o unica rata dell’acconto IRPEF, IRES e IRAP, nonché la seconda rata di acconto dei contributi previdenziali dovuti per il 2016. Per la determinazione dell’importo dovuto è possibile utilizzare il metodo storico o quello previsionale. L’adempimento riguarda anche l’IVIE, l’IVAFE e alcune imposte sostitutive, come quella dovuta dai contribuenti forfetari.

 CF  18/11/2016 
     DDL Bilancio 2017 (parte seconda) 

Concludiamo l’esame delle principali novità fiscali previste dal DDL “Bilancio 2017” che, se confermate nel corso dell’iter parlamentare di approvazione del provvedimento, troveranno in gran parte applicazione dal prossimo anno. Seguiranno approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  15/11/2016 
     DDL Bilancio 2017 (parte prima) 

Il Consiglio dei Ministri ha recentemente approvato il DDL “Bilancio 2017”, contenente importanti novità in ambito fiscale che, se confermate nel corso dell’iter parlamentare di approvazione del provvedimento, troveranno in gran parte applicazione dal prossimo anno. In considerazione delle numerosissime novità previste dal DDL, suddividiamo l’argomento in due circolari informative; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  11/11/2016 
     Tutto pronto per la trasmissione telematica delle fatture e dei corrispettivi 

Con due distinti provvedimenti diffusi lo scorso 28.10, l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità operative e le regole tecniche per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri e delle fatture. Ai soggetti passivi che aderiranno a uno o a entrambi i regimi opzionali, saranno riservati alcuni vantaggi, tra cui l’esonero dalla trasmissione dello spesometro e la riduzione di un anno dei termini per l’accertamento.

 CF  08/11/2016 
     Al via il credito d’imposta per interventi di bonifica dell’amianto 

Con il DM 15.6.2016, pubblicato sulla GU n. 243/2016, sono state finalmente definite le modalità e i termini per beneficiare del credito d’imposta riconosciuto per gli interventi di bonifica dell’amianto realizzati nel corso del 2016 su beni e strutture produttive. La concessione del credito è subordinata alla presentazione di un’istanza telematica, che può essere trasmessa a partire dal 16.11.2016.

 CF  04/11/2016 
     Il Collegato alla Legge di Bilancio 2017 

Sulla GU n. 249/2016 è stato pubblicato il DL 193/2016, c.d. “Collegato alla Legge di Bilancio 2017”, contenente disposizioni urgenti in materia fiscale. In attesa dell’emanazione del DDL “Bilancio 2017” esaminiamo di seguito le importanti novità recate dal decreto collegato.

 CF  28/10/2016 
     Il nuovo modello IPEA e lo scomputo delle perdite dal maggior imponibile accertato 

Con il Provvedimento 12.10.2016, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello IPEA, ossia l’istanza da trasmettere all’Ufficio per richiedere lo scomputo in diminuzione delle perdite pregresse dai maggiori imponibili accertati. Il nuovo modello deve essere trasmesso esclusivamente in modalità telematica dal prossimo 11.12.2016; fino a tale data è ammesso l’utilizzo del precedente modello, da trasmettere a mezzo PEC.

 CF  25/10/2016 
     Liquidazione IVA periodica: il ravvedimento dell’omesso versamento 

Con CM n. 42/E/2016, l’Agenzia delle Entrate è tornata a esaminare la nuova disciplina del ravvedimento operoso, focalizzando l’attenzione sugli errori commessi in sede di compilazione e presentazione delle dichiarazioni. Tra le tante interessanti indicazioni dell’Agenzia delle Entrate, assumono particolare rilievo le istruzioni per regolarizzare l’omesso versamento del debito IVA risultante da una liquidazione periodica, utilizzando in compensazione il credito IVA maturato successivamente.

 CF  21/10/2016 
     L’utilizzo del plafond nei contratti di appalto immobiliare 

Con un recente intervento, la Corte di Cassazione ha legittimato l’utilizzo del plafond IVA nei contratti di appalto per la costruzione d’immobili. Le condivisibili conclusioni cui è giunta la giurisprudenza di legittimità, tuttavia, si pongono in aperto contrasto con l’orientamento costante dell’Agenzia delle Entrate.

 CF  18/10/2016 
     Cancellazione dall’archivio VIES: rimedi ed effetti 

Con il Comunicato stampa 3.10.2016, l’Agenzia delle Entrate ha annunciato l’invio, a oltre 60.000 soggetti passivi, della comunicazione di cancellazione della loro partita IVA dall’archivio VIES. L’effettiva cancellazione della partita IVA dal VIES avviene dopo 60 giorni dalla notifica della comunicazione. In tale arco temporale è quindi possibile rivolgersi all’Ufficio per attestare l’effettiva operatività in ambito comunitario e conservare l’iscrizione della propria partita IVA nella banca dati dei soggetti autorizzati a effettuare operazioni intracomunitarie.

 CF  11/10/2016 
     Autoveicoli aziendali: detrazione IVA del 40% prorogata sino al 2019 

La Commissione europea è in procinto di prorogare sino a tutto il 2019 l’autorizzazione concessa all’Italia di predeterminare, nella misura del 40%, la quota di IVA detraibile delle autovetture non utilizzate esclusivamente nell’ambito dell’attività d’impresa. È dunque opportuno tornare sull’argomento, riepilogando la disciplina IVA degli autoveicoli d’impresa.

 CF  30/09/2016 
     I riflessi fiscali della Legge Anti-spreco alimentare 

Nell’ambito della L. 166/2016, di contrasto allo spreco alimentare, sono state inserite anche alcune disposizioni fiscali volte ad ampliare le categorie dei destinatari e le tipologie dei prodotti ricompresi nella disciplina agevolata delle cessioni gratuite di beni, nonché a semplificarne le relative procedure amministrative. È stata poi prevista la riduzione della TARI per le imprese che a titolo gratuito cedono prodotti alimentari agli indigenti o che li destinano all’alimentazione degli animali.

 CF  27/09/2016 
     I termini per la dichiarazione integrativa 

Una recente sentenza della Corte di Cassazione ha riacceso l’annoso dibattito circa i termini per la presentazione della dichiarazione integrativa a favore del contribuente. Pare dunque opportuno esaminare modalità e tempistiche di presentazione della dichiarazione dei redditi, tenendo anche conto del nuovo impianto sanzionatorio.

 CF  23/09/2016 
     La rivalsa dell’IVA accertata nello split payment 

Con RM n. 75/E/2016, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che la maggiore IVA determinatasi a seguito di un accertamento definito con il regolare pagamento delle somme dovute, può essere addebitata dal fornitore in via di rivalsa all’Ente pubblico cliente senza che operi il meccanismo della scissione del pagamento.

 CF  20/09/2016 
     Ampliato il novero dei beneficiari della detrazione per recupero edilizio 

Il riconoscimento giuridico delle unioni civili e delle convivenze di fatto, ha straordinariamente ampliato il novero dei beneficiari delle agevolazioni fiscali sulla casa. L’Agenzia delle Entrate ha recentemente riconosciuto la facoltà di beneficiare della detrazione per l’acquisto degli arredi destinati all’abitazione principale, anche alle parti di un’unione civile. Inoltre, il convivente more uxorio può fruire della detrazione delle spese sostenute per gli interventi di recupero eseguiti sull’immobile intestato all’altro convivente, anche se non dispone di un contratto di comodato. Le imprese del comparto edile e quelle di produzione e/o commercializzazione di mobili possono dunque ora contare su una ben più amplia platea di potenziali clienti.

 CF  16/09/2016 
     I chiarimenti sul credito d’imposta per investimenti nel Mezzogiorno 

Con CM n. 34/E/2016, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sul credito d’imposta riconosciuto per gli investimenti in beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive del Mezzogiorno, fornendo gli attesi chiarimenti sulle modalità di computo dell’agevolazione. Esaminiamo di seguito le importanti indicazioni rese dall’Agenzia delle Entrate.

 CF  13/09/2016 
     Nuova chance di rientro nelle dilazioni decadute 

La L. 160/2016 è intervenuta sulla disciplina della rateazione delle somme iscritte a ruolo, accordando la facoltà di dilazionare nuovamente il carico residuo anche ai contribuenti decaduti da un piano di ammortamento concesso prima delle modifiche operate dalla “Riforma della riscossione”. Il provvedimento è poi intervenuto sulla soglia entro cui è possibile ottenere la rateazione con la presentazione di una semplice richiesta, incrementandola a € 60.000. La legge di conversione del DL 113/2016, infine, ha introdotto alcune misure a carattere temporaneo che consentono il rientro nei piani di dilazione dei carichi iscritti a ruolo e delle somme dovute a seguito della definizione o dell’omessa impugnazione dell’accertamento. A tal fine è richiesta la presentazione di una semplice domanda, senza che ricorra l’obbligo di saldare le rate scadute, entro il termine inderogabile del 20.10.2016.

 CF  09/09/2016 
     Le cessioni gratuite alle ONLUS 

Le cessioni gratuite di particolari categorie di beni, in favore delle ONLUS, beneficiano di alcune agevolazioni ai fini delle imposte dirette e dell’IVA. A tal fine devono essere osservati taluni adempimenti, a carico dell’impresa e dell’ente beneficiario, recentemente semplificati dalla “Legge di Stabilità 2016”. Esaminiamo di seguito la disciplina fiscale prevista dal D.Lgs. 460/1997, sulla scorta dei chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate nell’ambito della CM n. 20/E/2016.

 CF  02/08/2016 
     I termini per le esportazioni indirette 

Le esportazioni indirette possono beneficiare del regime di non imponibilità IVA, soltanto se i beni escono dal territorio comunitario entro i 90 giorni successivi alla loro consegna all’acquirente non residente. La Corte di giustizia, tuttavia, ha stabilito che tali cessioni all’esportazione mantengono il loro carattere di non imponibilità anche una volta decorso il termine dei 90 giorni, qualora il cedente sia in grado di dimostrare il materiale trasferimento dei beni all’estero. Con RM n. 98/E/2014, l’Agenzia delle Entrate ha quindi riconsiderato la propria interpretazione della questione, allineandosi ai principi fissati dalla giurisprudenza comunitaria.

 CF  29/07/2016 
     I requisiti formali per la non imponibilità IVA delle cessioni verso San Marino 

Secondo la Corte di Cassazione, la non imponibilità IVA delle cessioni di beni verso San Marino, non può essere negata qualora il cedente abbia unicamente omesso l’annotazione della fattura di vendita vidimata dall’Ufficio tributario sammarinese nel registro IVA fatture emesse. Ciononostante, alcuni Uffici dell’Amministrazione finanziaria continuano ancora a pretendere il pagamento dell’IVA da parte dei contribuenti che non hanno rispettato tale requisito formale.

 CF  26/07/2016 
     Premi di risultato e welfare aziendale: i primi chiarimenti 

Con CM n. 28/E/2016, l’Agenzia delle Entrate ha reso gli attesi chiarimenti sulle novità introdotte dalla “Legge di Stabilità 2016” in materia di detassazione dei premi di risultato e welfare aziendale. Esaminiamo di seguito le importanti indicazioni dell’Agenzia delle Entrate.

 CF  22/07/2016 
     Al via la compensazione dei ruoli con i crediti verso la Pubblica Amministrazione 

Con il DM 27.6.2016 sono state fissate le modalità per la compensazione delle cartelle esattoriali con i crediti commerciali vantati dalle imprese nei confronti della Pubblica Amministrazione. Per il 2016, in particolare, è prevista la possibilità di compensare le cartelle esattoriali notificate entro il 31.12.2015, a condizione che le somme iscritte a ruolo siano d’importo pari o inferiore all’ammontare del credito.

 CF  19/07/2016 
     Cessioni intracomunitarie: la prova del trasferimento dei beni a destinazione 

La prova del trasferimento fisico dei beni dal Paese membro di origine a quello dell’acquirente costituisce un requisito indefettibile per l’applicazione della non imponibilità IVA riconosciuta alle cessioni intracomunitarie. Esaminiamo di seguito i mezzi di prova a disposizione dei fornitori per attestare l’avvenuta movimentazione intracomunitaria dei beni ceduti.

 CF  15/07/2016 
     Il regime agevolato per i lavoratori impatriati 

Al fine di promuovere il trasferimento in Italia di lavoratori altamente qualificati, il Decreto “Internazionalizzazione” ha introdotto un regime fiscale agevolato che consente, a decorrere dal 2016, l’abbattimento del 30% del reddito di lavoro dipendente prodotto in Italia. Con il DM 26.5.2016, sono state individuate le modalità attuative dell’agevolazione, applicabile per un periodo massimo di 5 anni. Esaminiamo di seguito caratteristiche e modalità di applicazione del beneficio, nonché i riflessi sulle altre agevolazioni previste per attrarre dall’estero i lavoratori in possesso di elevate professionalità.

 CF  12/07/2016 
     Al via le agevolazioni fiscali per gli autotrasportatori 

Il Dipartimento delle Finanze ha definito le agevolazioni fiscali riconosciute agli autotrasportatori per il 2016. Con il Comunicato stampa 5.7.2016, l’Agenzia delle Entrate ha indicato la misura delle deduzioni forfetarie applicabili per il 2015. Si ricorda che per effetto delle modifiche operate dalla “Legge di Stabilità 2016”, le deduzioni forfetarie delle spese non documentate spettano in un’unica misura; resta, invece, invariata la possibilità di recuperare, tramite compensazione nel modello F24, i contributi versati al SSN sui premi di assicurazione per la responsabilità civile.

 CF  08/07/2016 
     Criticità nell’applicazione della disciplina IVA dei beni significativi 

Con CM n. 27/E/2016, l’Agenzia delle Entrate è tornata a occuparsi della disciplina IVA dei beni significativi, evidenziando che l’agevolazione prevista per le prestazioni di servizi in cui sono impiegati tali beni è applicabile nei confronti dei soli privati consumatori. In precedenza l’Amministrazione finanziaria aveva invece lasciato intendere che l’agevolazione poteva trovare applicazione anche quando il committente, ancorché in veste di soggetto passivo, fosse il destinatario finale della prestazione.

 CF  05/07/2016 
     Chiarimenti sulla detrazione IRPEF dell’IVA pagata sull’acquisto dell’immobile 

Con CM n. 20/E/2016, l’Agenzia delle Entrate ha reso alcuni importanti chiarimenti sulla nuova detrazione dell’IVA pagata per l’acquisto dell’immobile a destinazione residenziale, ceduto dall’impresa costruttrice. Secondo l’Agenzia delle Entrate, l’agevolazione opera anche per le unità immobiliari acquistate dalle imprese che hanno eseguito interventi di ripristino e/o ristrutturazione sulle stesse. In tal caso l’agevolazione può essere cumulata con la detrazione IRPEF del 50%, escludendo da quest’ultima l’IVA per la quale il contribuente fruisce già della nuova detrazione.

 CF  01/07/2016 
     Il modello F24: regolarizzazione e ravvedimento 

Il D.Lgs. 158/2015 ha modificato la misura della sanzione applicabile in caso di mancata presentazione del modello F24 a zero. L’Agenzia delle Entrate ha poi reso disponibile una procedura telematica per la correzione degli errori commessi nella compilazione del modello F24. Esaminiamo di seguito modalità e limiti di utilizzo del modello F24 per le compensazioni dei crediti d’imposta.

 CF  28/06/2016 
     La riscossione nelle attività di accertamento 

Con CM n. 17/E/2016, l’Agenzia delle Entrate ha fornito i primi chiarimenti sulle modifiche apportate dalla c.d. “Riforma della riscossione” alla dilazione degli avvisi bonari, degli atti di accertamento e degli istituti deflativi del contenzioso. Esaminiamo di seguito le importanti indicazioni rese dall’Agenzia delle Entrate.

 CF  24/06/2016 
     La rateizzazione delle imposte 

Le imposte e i contributi risultanti dal modello UNICO / IRAP 2016 possono essere versate in un’unica soluzione o essere oggetto di rateizzazione. La rateizzazione dei versamenti avviene in rate mensili dello stesso importo, il cui numero è scelto dal contribuente, tenendo tuttavia conto che il versamento rateale deve comunque concludersi entro il mese di novembre. Esaminiamo di seguito le modalità di rateizzazione delle imposte risultanti dalla dichiarazione, tenendo conto della proroga dei versamenti disposta dal DPCM 15.6.2016.

 CF  21/06/2016 
     La proroga dei termini di versamento delle imposte 

Con il DPCM 15.6.2016, pubblicato sulla GU n. 139/2016, sono stati prorogati gli ordinari termini di versamento delle imposte risultanti dal modello UNICO / IRAP 2016, per i contribuenti che esercitano un’attività per la quale sono stati elaborati gli Studi di settore. Questi contribuenti possono quindi eseguire i versamenti entro il 6.7.2016 o, in alternativa, dal 7.7 al 22.8.2016, corrispondendo la maggiorazione, a titolo d’interesse, dello 0,40%. Per gli altri contribuenti restano invece confermati gli ordinari termini di versamento del 16.6 o 18.7.2016 con la maggiorazione dello 0,40%.

 CF  17/06/2016 
     La dismissione dei beni strumentali 

Il processo di ammortamento fiscale di un bene strumentale può interrompersi, oltre che in caso di cessione, anche per effetto della sopravvenuta obsolescenza economico-tecnica dello stesso. Nell’ipotesi di definitiva esclusione del cespite dal ciclo produttivo è prevista la possibilità, oltre che di proseguire il processo di ammortamento, anche di dedurre integralmente il costo residuo non ammortizzato. Per l’eliminazione fisica del bene occorre osservare alcune procedure, al fine di vincere le presunzioni di cessione.

 CF  14/06/2016 
     Maxi ammortamenti: gli attesi chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

Con un corposo intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate ha finalmente reso gli attesi chiarimenti sulla disciplina dei c.d. maxi ammortamenti, ossia sull’agevolazione di carattere temporaneo che consente la maggiorazione del 40% del costo di acquisizione dei beni materiali, ai fini della deducibilità fiscale delle relative quote di ammortamento e dei canoni di leasing. Esaminiamo di seguito le indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate nella CM n. 23/E/2016.

 CF  03/06/2016 
     Primi chiarimenti sulle nuove ipotesi di applicazione del reverse charge interno 

Con due recenti interventi di prassi l’Agenzia delle Entrate ha reso le prime indicazioni operative sulle nuove ipotesi di applicazione del reverse charge alle cessioni di console da gioco, tablet PC e laptop, nonché alle le prestazioni di servizi rese dalle imprese consorziate ai consorzi aggiudicatari di commesse pubbliche tenuti all’applicazione dello split payment. Esaminiamo di seguito gli importanti chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate.

 CF  31/05/2016 
     La bozza del nuovo Principio contabile OIC n. 24 

Il D.Lgs. 139/2015 è intervenuto sulle disposizioni civilistiche riguardanti la formazione e la redazione del bilancio d’esercizio. Nell’ambito del conseguente processo di revisione e aggiornamento dei principi contabili nazionali, è stata recentemente pubblicata la bozza dell’OIC n. 24 in materia di immobilizzazioni immateriali. La nuova versione del principio contabile consente, in presenza di specifiche condizioni, di continuare a mantenere iscritti nell’attivo di SP i costi di ricerca e di pubblicità capitalizzati prima del 2016.

 CF  27/05/2016 
     Decreto Banche: il pegno non possessorio 

Al fine di consentire l’accesso al credito anche agli imprenditori privi di garanzie patrimoniali, il DL 59/2016, c.d. Decreto “Banche”, ha introdotto la possibilità di costituire un pegno non possessorio sui beni mobili dell’impresa a garanzia dei finanziamenti bancari. I beni posti a garanzia possono quindi continuare a essere utilizzati nel ciclo produttivo dell’impresa senza che ne sia previsto lo spossessamento.

 CF  17/05/2016 
     Maxi ammortamenti: l’acquisizione di autoveicoli 

Per espressa previsione normativa, la disciplina dei c.d. maxi ammortamenti prevede un ulteriore beneficio fiscale per gli autoveicoli a deducibilità limitata acquisiti nel corso del periodo di applicazione dell’agevolazione. Alla maggiorazione del 40% del costo fiscalmente riconosciuto si accompagna, infatti, il contestuale innalzamento delle soglie massime di deducibilità dei costi delle auto aziendali. Il meccanismo agevolativo dei maxi ammortamenti opera sia per gli autoveicoli acquistati in proprietà sia per quelli acquisiti in locazione finanziaria, tuttavia, le modalità di deduzione fiscale dei beni in leasing rendono senz’altro assai più conveniente il ricorso alla locazione finanziaria.

 CF  13/05/2016 
     La rilevanza penale degli omessi versamenti 

Tra le tante novità apportate dal D.Lgs. 158/2015 al sistema sanzionatorio penale tributario, assume particolare rilievo l’introduzione di specifiche cause di non punibilità per i delitti di omesso versamento di ritenute, omesso versamento IVA e indebita compensazione, qualora intervenga il pagamento del debito tributario prima della dichiarazione di apertura del dibattimento di primo grado.

 CF  06/05/2016 
     La rivalutazione dei beni d’impresa 

La L. 208/2015 ha riproposto la possibilità di rivalutare i beni d’impresa risultanti dal bilancio dell’esercizio in corso al 31.12.2014. A tal fine è richiesto il versamento di un’imposta sostitutiva, pari al 12% per i beni ammortizzabili e al 16% per quelli non ammortizzabili, entro il termine di versamento delle imposte sui redditi. Con RM n. 30/E/2016, l’Agenzia delle Entrate ha individuato i codici tributo da utilizzare per il versamento delle imposte sostitutive.

 CF  03/05/2016 
     La riammissione alla dilazione delle somme dovute a seguito di definizione dell’accertamento 

Con CM n. 13/E/2016, l’Agenzia delle Entrate ha reso gli attesi chiarimenti sulla riammissione alla dilazione delle somme dovute a seguito di definizione dell’accertamento per adesione o acquiescenza. Tale opportunità è riservata ai contribuenti decaduti da un piano di rateazione nei 3 anni antecedenti il 15.10.2015 e torna applicabile limitatamente alle imposte dirette contemplate dall’atto di adesione. Per la riammissione alla rateazione originaria è richiesto il versamento della prima delle rate scadute entro il termine del 31.5.2016.

 CF  26/04/2016 
     Ai nastri di partenza la Sabatini-ter 

Con il DL 3/2016 è stata introdotta la possibilità di riconoscere i contributi previsti dalla c.d. “Sabatini-bis” per l’acquisto di beni strumentali, anche a fronte di finanziamenti erogati dalle banche e dalle società di leasing a valere su un plafond di provvista diverso da quello istituito presso la Cassa Depositi e Prestiti. Sono poi state ridotte le tempistiche di concessione dei contributi e semplificate le relative procedure di erogazione. Le domande di accesso alla nuova versione dell’agevolazione possono essere presentate dal 2.5.2016.

 CF  22/04/2016 
     Bonus mobili giovani coppie: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

La L. 208/2015 ha introdotto una nuova detrazione IRPEF, riservata alle giovani coppie acquirenti un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale, per l’acquisto dei mobili destinati all’arredo della stessa. Con CM n. 7/E/2016 l’Agenzia delle Entrate ha reso gli attesi chiarimenti sulle modalità di applicazione dell’agevolazione, definendo i requisiti che devono sussistere in capo agli acquirenti, i beni agevolabili e gli adempimenti necessari per fruire della detrazione. Nel documento di prassi l’Agenzia delle Entrate ha poi confermato i chiarimenti resi nel corso degli incontri con la stampa specializzata d’inizio anno circa la proroga del c.d. “bonus mobili e elettrodomestici”.

 CF  08/04/2016 
     Il rimborso e la compensazione del credito IVA trimestrale 

I soggetti in possesso di determinati requisiti possono chiedere a rimborso, o utilizzare in compensazione di altre imposte e/o contributi, il credito IVA maturato in periodi infrannuali, ossia nel primo, nel secondo e nel terzo trimestre di ciascun anno. Con il Provvedimento 21.3.2016, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello IVA TR, con le relative istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione dei dati, che deve essere utilizzato a decorrere dalle richieste di rimborso e/o compensazione del credito IVA del primo trimestre 2016, da presentare entro il prossimo 2.5.2016.

 CF  29/03/2016 
     Reverse charge nel settore edile: nuovi chiarimenti 

Durante il question time tenutosi lo scorso 10 marzo alla Commissione Finanze della Camera, è stato precisato che l’attività di realizzazione di opere murarie nell’ambito dell’ampliamento di un edificio, rientra tra le ipotesi di applicazione del reverse charge di cui alla lettera a-ter) dell’art. 17, c. 6, DPR 633/1972. Esaminiamo di seguito i nuovi chiarimenti resi dal MEF.

 CF  25/03/2016 
     Le novità sulle erogazioni liberali ai dipendenti 

Al fine di incentivare il ricorso al c.d. “welfare aziendale”, la L. 208/2015 ha innovato la disciplina delle erogazioni di beni e servizi ai dipendenti, rimuovendo alcune criticità che impedivano il diffondersi di tali strumenti alternativi di remunerazione. Esaminiamo di seguito la nuova disciplina fiscale, in vigore dal 1.1.2016.

 CF  11/03/2016 
     La rivisitazione del reverse charge interno 

Con la Direttiva n. 2013/42/UE è stata introdotta la facoltà per i Paesi membri della Comunità di estendere tempestivamente l’applicazione del reverse charge ai settori economici che denotano improvvisi e massicci tentativi di frode. In ambito nazionale il D.Lgs. 24/2016 ha poi sancito l’estensione del reverse charge alle cessioni di console da gioco, tablet e laptop, pur limitatamente al periodo 2.5.2016 - 31.12.2018. Esaminiamo di seguito le importanti novità introdotte in sede di recepimento delle Direttive nn. 2013/42/UE e 2013/43/UE.

 CF  08/03/2016 
     Il leasing per l’acquisto dell’abitazione principale 

Al fine di promuovere la diffusione della locazione finanziaria per l’acquisizione dell’abitazione principale, la L. 208/2015 ha introdotto una serie di disposizioni volte a codificare e tipizzare gli aspetti civilistici di tali contratti, nonché a riconoscere, pur limitatamente al periodo 1.1.2016 - 31.12.2020, alcune agevolazioni fiscali in capo agli utilizzatori. Esaminiamo di seguito la nuova disciplina civilistica e fiscale.

 CF  04/03/2016 
     Il credito d’imposta per il Mezzogiorno 

Per favorire gli investimenti materiali delle imprese del Mezzogiorno, la L. 208/2015 ha introdotto un credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Gli investimenti, o le acquisizioni dei beni mediante contratti di leasing, devono essere realizzati nel periodo 1.1.2016 - 31.12.2019. Esaminiamo di seguito i principali aspetti dell’agevolazione sulla base dei chiarimenti di prassi diffusi in occasione delle precedenti versioni del bonus fiscale.

 CF  23/02/2016 
     La rendita catastale degli impianti funzionali all’attività produttiva 

Con CM n. 2/E/2016 l’Agenzia delle Entrate ha reso le prime indicazioni operative sulle nuove modalità di determinazione della rendita catastale dei c.d. imbullonati, ossia dei fabbricati ad uso produttivo nei quali sono incorporati gli impianti funzionali all’attività di produzione. Esaminiamo di seguito gli interessanti chiarimenti resi dall’Amministrazione finanziaria.

 CF  19/02/2016 
     La tassazione della rinuncia al TFM 

Con una recente ordinanza la Corte di Cassazione è tornata a esprimersi sul famigerato incasso giuridico, ossia l’astruso meccanismo che impone la tassazione in capo al socio - amministratore dell’indennità di fine mandato cui lo stesso soggetto ha inteso rinunciare. La problematica rivitalizzata dalla giurisprudenza di legittimità va peraltro a inserirsi in una disciplina fiscale rigorosa, oggetto di costante attenzione da parte degli Uffici, recentemente innovata, a danno dei contribuenti, a seguito delle modifiche apportate all’art. 88, c. 4, TUIR. Dopo una doverosa premessa sulla disciplina contabile e fiscale del TFM, esaminiamo gli effetti in capo al socio e alla società conseguenti alla rinuncia dell’indennità di fine mandato da parte del socio - amministratore.

 CF  16/02/2016 
     L'assegnazione e la cessione agevolata dei beni ai soci 

La L. 208/2015 ha riaperto la possibilità di attribuire determinati beni d’impresa ai soci, con applicazione di un’imposizione sostitutiva ridotta. L’agevolazione consente anche la trasformazione delle società commerciali in società semplici. Gli atti di assegnazione, cessione e trasformazione devono essere perfezionati entro il termine ultimo del 30.9.2016. La prima rata dell’imposta sostitutiva sulle plusvalenze deve essere invece versata entro il 30.11.2016.

 CF  12/02/2016 
     L’estromissione dell’immobile strumentale dell’imprenditore individuale 

La L. 208/2015 ha riaperto la possibilità di estromettere dal regime d’impresa gli immobili strumentali dell’imprenditore individuale, beneficiando di un’imposizione sostitutiva ridotta. L’agevolazione consente l’estromissione degli immobili strumentali posseduti alla data del 31.10.2015, a condizione che sia esercitata la relativa opzione entro il 31.5.2016. Il perfezionamento dell’opzione avviene con il pagamento di un’imposta sostitutiva IRPEF e IRAP ed ha effetto dal periodo d’imposta in corso al 1.1.2016.

 CF  09/02/2016 
     La detrazione dell’IVA pagata per l’acquisto di immobili a destinazione residenziale 

La L. 208/2015 ha introdotto una nuova agevolazione per l’acquisto di unità immobiliari a destinazione residenziale, di classe energetica A o B, cedute dalle imprese costruttrici. La detrazione IRPEF compete per gli immobili acquistati entro il 31.12.2016, in misura pari al 50% dell’IVA pagata sul corrispettivo di acquisto.

 CF  05/02/2016 
     La proroga della detrazione per riqualificazione energetica degli edifici 

La L. 208/2015 ha prorogato a tutto il 2016 la detrazione spettante per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, nella misura “potenziata” del 65%. L’applicazione della detrazione è stata poi estesa alle spese sostenute per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo remoto degli impianti di riscaldamento, di produzione di acqua calda e di climatizzazione delle unità abitative, dotati di specifiche caratteristiche. Infine, per alcune categorie di contribuenti è stata introdotta la possibilità di cedere la detrazione loro spettante agli esecutori dei lavori.

 CF  26/01/2016 
     Le detrazioni per gli immobili: novità e conferme 

La L. 208/2015 ha prorogato a tutto il 2016 la detrazione “potenziata” del 50%, riconosciuta per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio. È stata prorogata anche la detrazione spettante per le opere finalizzate all’adozione di misure antisismiche e alla messa in sicurezza statica degli edifici, nonché il bonus concesso per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici destinati all’arredo dell’immobile oggetto degli interventi di recupero. Limitatamente alle spese sostenute nel 2016 è stata poi introdotta una nuova detrazione per l’acquisto di arredi, riservata alle giovani coppie che acquistano un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale.

 CF  22/01/2016 
     Il maxi ammortamento dei beni strumentali nuovi 

La L. 208/2015 ha introdotto un’agevolazione per gli investimenti, in proprietà e in leasing, in beni strumentali nuovi, realizzati nel periodo 15.10.2015 - 31.12.2016. L’agevolazione si sostanzia in una maggiorazione del 40% del costo di acquisizione dei beni ai fini della deducibilità fiscale delle relative quote di ammortamento e dei canoni di leasing. Ai veicoli a deducibilità limitata è poi riservata la contestuale maggiorazione del limite di valore fiscalmente riconosciuto.

 CF  19/01/2016 
     La Legge di Stabilità 2016 (parte seconda) 

Di seguito terminiamo l’esame delle tantissime novità recate dalla L. 208/2015, c.d. “Legge di Stabilità 2016”, in vigore dal 1.1.2016. Seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  15/01/2016 
     La Legge di Stabilità 2016 (parte prima) 

Sul SO n. 70 alla GU n. 302/2015 è stata pubblicata la L. 208/2015, c.d. “Legge di Stabilità 2016”, in vigore dal 1.1.2016. Rispetto a quanto previsto dal DDL originario (si vedano le TA nn. 79/2015 e 80/2015), il testo definitivo della legge di bilancio, composta di 1 articolo suddiviso in 999 commi, ha subito molteplici modifiche di seguito esaminate. L’argomento sarà oggetto di due circolari informative svolte per brevi flash; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  12/01/2016 
     Nuovi chiarimenti in tema di reverse charge nel settore edile 

Con CM n. 37/E/2015 l’Agenzia delle Entrate è tornata a occuparsi dell’applicazione del meccanismo del reverse charge alle prestazioni di servizio nel settore edile, fornendo alcuni importanti chiarimenti di seguito esaminati.

 CF  08/01/2016 
     La variazione IVA in diminuzione nelle procedure concorsuali e esecutive 

Il DDL “Stabilità 2016” prevede, tra l’altro, la modifica della procedura di variazione IVA attivabile in caso di mancato pagamento da parte di un cliente assoggettato a una procedura concorsuale o esecutiva. In particolare, il presupposto dell’infruttuosità viene limitato alle procedure esecutive individuali, con l’eccezione dei contratti ad esecuzione periodica o continuata oggetto di risoluzione contrattuale, mentre per quelle concorsuali la nota di credito può essere emessa già al momento in cui l’ammontare originariamente addebitato in fattura si manifesta, in tutto o in parte, non recuperabile.

 CF  29/12/2015 
     Tasso d’interesse legale ridotto allo 0,2% dal 2016 

Con effetto dal 1.1.2016, il DM 11.12.2015 ha disposto la riduzione della misura del tasso d’interesse legale dall’attuale 0,5% allo 0,2%. La variazione del tasso legale ha effetto, tra l’altro, sugli interessi dovuti per il ravvedimento operoso e per la rateizzazione degli istituti deflativi del contenzioso.

 CF  22/12/2015 
     Il Paese di tassazione dei beni risultanti dalle lavorazioni 

I criteri per l’individuazione del luogo di tassazione dei beni risultanti dalle lavorazioni eseguite in uno Stato membro diverso da quello di stabilimento del committente, oggetto di successiva cessione direttamente dal Paese delle lavorazioni, sono stati indicati dalla Corte di giustizia nell’ambito della Sentenza “Fonderie 2A”. Le conclusioni cui sono giunti i giudici comunitari devono essere necessariamente coordinate con la nuova condizione sospensiva dei trasferimenti intracomunitari di beni per lavorazioni e/o perizie.

 CF  18/12/2015 
     Direttiva Bilanci: il Rendiconto finanziario 

In attuazione della Direttiva 2013/34/UE, c.d. “Direttiva Bilanci”, il D.Lgs. 139/2015 è intervenuto sulle disposizioni civilistiche riguardanti la formazione e la redazione del bilancio d’esercizio. Tra le tante novità apportate, assume particolare rilievo l’inserimento obbligatorio del Rendiconto finanziario tra i documenti che costituiscono il bilancio d’esercizio in forma ordinaria. Nella generalità dei casi il Rendiconto finanziario dovrà essere predisposto solo dall’esercizio 2016, tuttavia, poiché è richiesta la comparazione dei dati con l’esercizio precedente, pare comunque opportuno redigere il prospetto anche per l’esercizio in corso.

 CF  15/12/2015 
     Gli omaggi natalizi a clienti e dipendenti 

Con l’approssimarsi delle festività natalizie pare opportuno riesaminare il regime fiscale degli omaggi concessi ai clienti e ai dipendenti dell’impresa. La disciplina degli omaggi, in particolare, si differenzia a seconda che il destinatario dell’omaggio sia un cliente o un dipendente dell’impresa e che i beni siano o meno oggetto dell’attività esercitata.

 CF  11/12/2015 
     Direttiva Bilanci: le spese di ricerca e sviluppo 

In attuazione della Direttiva 2013/34/UE, c.d. “Direttiva Bilanci”, il D.Lgs. 139/2015 è intervenuto sulle disposizioni civilistiche riguardanti la formazione e la redazione del bilancio d’esercizio. Tra le tante novità apportate, assume particolare rilievo il nuovo trattamento contabile riservato ai costi di ricerca applicata che, con effetto dal bilancio dell’esercizio 2016, non potranno essere più capitalizzati. I costi di sviluppo, invece, continuano a poter essere capitalizzati o, in alternativa, imputati a CE nell’esercizio in cui sono sostenuti.

 CF  01/12/2015 
     Reverse charge: il nuovo impianto sanzionatorio 

Il D.Lgs. 158/2015, c.d. “Riforma delle sanzioni”, è intervenuto sul sistema sanzionatorio previsto per le irregolarità in materia di reverse charge, introducendo una disciplina articolata e improntata a criteri di proporzionalità tra la gravità della violazione e la misura della sanzione. Le nuove disposizioni dovrebbero entrare in vigore solo dal 1.1.2017, tuttavia, il DDL “Stabilità 2016”, ne prevede l’applicazione anticipata al 1.1.2016.

 CF  27/11/2015 
     La nuova sanzione per omesso versamento 

Il D.Lgs. 158/2015, c.d. “Riforma delle sanzioni”, è intervenuto sul sistema sanzionatorio previsto in materia di omessi o tardivi versamenti delle imposte, introducendo una sanzione attenuata in caso di pagamento eseguito entro 90 giorni dal termine ordinario. La nuova disciplina dovrebbe entrare in vigore solo dal 1.1.2017, tuttavia, il DDL “Stabilità 2016”, ne prevede l’applicazione anticipata al 1.1.2016.

 CF  24/11/2015 
     DDL Stabilità 2016 (parte seconda) 

Terminiamo l’esame delle numerosissime novità fiscali previste dal DDL “Stabilità 2016” che, se confermate nel corso dell’iter parlamentare di approvazione, troveranno per la gran parte applicazione dal prossimo anno. Seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  17/11/2015 
     DDL Stabilità 2016 (parte prima) 

Il Consiglio dei Ministri ha recentemente approvato il DDL “Stabilità 2016”, contenente importanti novità in ambito fiscale che, se confermate nel corso dell’iter parlamentare di approvazione, troveranno in gran parte applicazione dal prossimo anno. In considerazione delle numerosissime novità previste dal DDL, suddividiamo l’argomento in due circolari informative. Seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  13/11/2015 
     Le modifiche all’accertamento esecutivo 

Il D.Lgs. 159/2015, c.d. “Riforma della riscossione”, è intervenuto sulla disciplina della concentrazione della riscossione nell’accertamento, attribuendo la qualifica di titolo esecutivo all’avviso di accertamento una volta decorso il termine utile per la proposizione del ricorso. È stato inoltre stabilito che la sospensione legale di 180 giorni non trovi applicazione in caso di accertamenti definitivi e di recupero di somme derivanti dalla decadenza dalla rateazione.

 CF  06/11/2015 
     La nuova dilazione degli avvisi bonari 

Il D.Lgs. 159/2015, c.d. “Riforma della riscossione”, ha aumentato da 6 a 8 il numero minimo di rate a disposizione dei contribuenti per la dilazione delle somme dovute a seguito dei controlli automatici e formali delle dichiarazioni. Contestualmente è stato incrementato anche il numero massimo di rate previsto per la dilazione delle somme da accertamento con adesione. Sono poi state introdotte alcune ipotesi di lieve inadempimento nel pagamento delle rate che non pregiudicano la validità della rateazione e, pertanto, non ne comportano la decadenza.

 CF  03/11/2015 
     La nuova dilazione delle somme iscritte a ruolo 

Il D.Lgs. 159/2015, c.d. “Riforma della riscossione”, è intervenuto sulla dilazione delle somme iscritte a ruolo, introducendo a regime la possibilità di riammissione a un piano di rateazione decaduto. Contestualmente, per evitare un utilizzo strumentale di tale nuova opportunità, è stato ridotto da 8 a 5 il numero delle rate non pagate che determinano la decadenza dal piano di rateazione. Le nuove previsioni trovano applicazione per le rateazioni concesse dal 22.10.2015 e, comunque, per i piani di rateazione in essere a tale data. Tuttavia, in via transitoria, la richiesta di riammissione alla dilazione è consentita anche ai contribuenti decaduti da un piano di rateazione concesso nel periodo 22.10.2013 - 21.10.2015, a condizione che la relativa richiesta di riammissione sia presentata entro il 21.11.2015.

 CF  30/10/2015 
     La tassazione della rinuncia ai crediti dei soci 

Il D.Lgs. 147/2015, c.d. Decreto “Internazionalizzazione”, è intervenuto sull’art. 88, TUIR, stabilendo che l’irrilevanza fiscale delle sopravvenienze attive derivanti dalla rinuncia ai crediti da parte dei soci, non opera per la parte che eccede il costo fiscale del credito stesso. Il valore della partecipazione del socio è incrementato in misura pari al valore fiscale del credito oggetto di rinuncia. La nuova disciplina, efficace a decorrere dal 2016, è applicabile anche alle operazioni di conversione dei crediti in partecipazioni.

 CF  27/10/2015 
     Novità in tema di perdite su crediti 

Il D.Lgs. 147/2015, c.d. “Decreto Internazionalizzazione”, è intervenuto sulla disciplina fiscale applicabile alle perdite su crediti, introducendo nuove ipotesi di deducibilità automatica delle perdite su crediti inesigibili. È stato inoltre precisato il criterio temporale d’imputazione delle perdite su crediti di modesto importo o vantati verso debitori assoggettati a procedure concorsuali, la cui deduzione può essere effettuata nel periodo compreso tra l’esercizio nel quale sono imputate a CE, e quello in cui i relativi crediti devono essere cancellati dal bilancio. Nella generalità dei casi le nuove disposizioni trovano applicazione già dal 2015.

 CF  23/10/2015 
     Novità in tema di deducibilità dei costi black list 

Il D.Lgs. 147/2015, c.d. “Decreto Internazionalizzazione”, ha radicalmente modificato la disciplina fiscale applicabile ai c.d. costi “black list”, eliminando la presunzione relativa di indeducibilità di tali componenti negativi di reddito. Il nuovo regime, applicabile già dal 2015, prevede la deducibilità automatica dei costi sostenuti con controparti localizzate in Paesi a fiscalità privilegiata, pur nel limite del valore normale della relativa transazione.

 CF  16/10/2015 
     La direttiva bilanci 

Sulla GU n. 205/2015 è stato pubblicato il D.Lgs. 139/2015, attuativo delle modifiche introdotte in materia di bilancio d’esercizio dalla c. d. Direttiva “Bilanci”. Le tante novità apportate alla disciplina civilistica comportano rilevanti cambiamenti nelle metodologie e nelle procedure da adottare per la redazione del bilancio. Nella generalità dei casi le nuove disposizioni troveranno applicazione dal bilancio dell’esercizio 2016.

 CF  13/10/2015 
     Novità per la deducibilità degli interessi passivi 

Il D.Lgs. 147/2015, c.d. “Decreto Internazionalizzazione”, è intervenuto sul regime di deducibilità degli interessi passivi delle società di capitali, modificando le modalità di determinazione del ROL per le società aderenti al consolidato nazionale e le immobiliari di gestione. Nella generalità dei casi le nuove disposizioni troveranno applicazione già dal prossimo periodo d’imposta.

 CF  09/10/2015 
     Novità in tema di spese di rappresentanza 

Nell’ambito del D.Lgs. 147/2015, c.d. “Decreto Internazionalizzazione”, sono state fissate le nuove misure di deducibilità delle spese di rappresentanza che, nella generalità dei casi, troveranno applicazione dal 2016. Esaminiamo di seguito la nuova disciplina delle spese di rappresentanza.

 CF  06/10/2015 
     La liquidazione IVA posticipata 

I contribuenti che affidano a terzi la tenuta della contabilità, possono avvalersi di uno specifico regime opzionale di liquidazione periodica dell’IVA. La base di riferimento per la determinazione dell’imposta a debito o a credito è, infatti, costituita dalle operazioni effettuate nel secondo mese precedente, anziché in quello precedente.

 CF  22/09/2015 
     Compensazione delle cartelle esattoriali con i crediti verso la Pubblica amministrazione 

Sulla GU n. 176/2015 è stato pubblicato il DM 13.7.2015, disciplinante le modalità di compensazione, nell’anno 2015, dei crediti maturati nei confronti delle Pubbliche amministrazioni con le somme iscritte in ruoli notificati entro il 31.12.2014. I debiti da compensare possono riguardare tributi erariali, regionali e locali, contributi assistenziali e previdenziali, nonché premi per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali. Tuttavia, il debito fiscale oggetto di compensazione, deve essere comunque d’importo pari o inferiore al credito maturato.

 CF  18/09/2015 
     Definite le modalità per la trasmissione telematica delle operazioni IVA 

Sulla GU n. 190/2015 è stato pubblicato il D.Lgs. 127/2015 contenente disposizioni in materia di trasmissione telematica delle operazioni IVA. In sede di approvazione definitiva del decreto sono state introdotte alcune novità, di seguito illustrate.

 CF  15/09/2015 
     La disciplina antielusiva dei falsi autocarri 

Stante le ulteriori pesanti limitazioni alla deducibilità fiscale dei costi degli autoveicoli recate dalla c.d. “Legge di Stabilità 2013”, la peculiare disciplina antielusiva di contrasto ai “finti autocarri” continua a trovare piena attuazione. È dunque opportuno tornare brevemente sull’argomento, coordinandolo con le ultime disposizioni in tema di autoveicoli d’impresa.

 CF  11/09/2015 
     Il decreto attuativo del credito d’imposta per R&S 

Sulla GU n. 174/2015 è stato pubblicato il DM 27.5.2015, attuativo del credito d’imposta riconosciuto a fronte d’investimenti in attività di ricerca e sviluppo, previsto dalla c.d. “Legge di Stabilità 2015”. Esaminiamo di seguito le tempistiche e le modalità per beneficiare dell’agevolazione.

 CF  08/09/2015 
     Il nuovo regime sospensivo per le movimentazioni intracomunitarie in conto lavorazione 

La L. 115/2015, c.d. “Comunitaria 2014”, ha fortemente ridimensionato il regime sospensivo previsto per le movimentazioni intracomunitarie di beni in conto lavorazione, allineando la disciplina IVA domestica a quella comunitaria. Per effetto delle modifiche apportate, in vigore dal 18.8.2015, il regime sospensivo opera soltanto se i beni, al termine delle lavorazioni, sono rispediti al committente nello Stato membro di origine.

 CF  07/08/2015 
     Le spese di vitto e alloggio del professionista incaricato dall’impresa 

Tra le varie semplificazioni fiscali introdotte dal D.Lgs. 275/2014, merita un breve approfondimento anche la nuova procedura di rimborso delle spese di trasferta sostenute direttamente dall’impresa per il professionista che ne usufruisce nel corso dello svolgimento dell’incarico.

 CF  04/08/2015 
     Errori contabili: l’inapplicabilità del raddoppio dei termini 

Con CM n. 31/E/2013, l’Agenzia delle Entrate ha ammesso la possibilità di presentare una dichiarazione integrativa a favore anche oltre l’anno, consentendo la deduzione dei costi di competenza dei periodi d’imposta anteriori. La rettifica, tuttavia, può riguardare i soli periodi d’imposta ancora potenzialmente accertabili, secondo i termini stabiliti dall’art. 43, DPR 600/1973. Nella recente RM n. 57/E/2015, l’Agenzia delle Entrate ha evidenziato che il raddoppio dei termini per l’accertamento, previsto in caso di denuncia penale, non può trovare applicazione per la presentazione della dichiarazione integrativa a beneficio del contribuente.

 CF  31/07/2015 
     I depositi IVA e i recenti chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

Con CM n. 12/E/2015, l’Agenzia delle Entrate ha riepilogato le principali questioni interpretative concernenti la complessa materia dei depositi IVA. Nell’intervento di prassi, in particolare, l’Agenzia delle Entrate ha preso atto delle indicazioni sancite dalla Corte di giustizia con la Sentenza 17.7.2014, Causa C-272/13, in tema d’introduzione virtuale dei beni nel deposito IVA.

 CF  28/07/2015 
     La trasmissione telematica delle operazioni IVA 

È in dirittura d’arrivo il decreto legislativo, attuativo della legge delega fiscale, in tema di fatturazione elettronica tra soggetti privati. Dal 1.1.2017, i contribuenti che trasmetteranno telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati delle transazioni effettuate potranno beneficiare di una significativa serie di semplificazioni e agevolazioni.

 CF  24/07/2015 
     Il nuovo ravvedimento operoso e i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

Con CM n. 23/E/2015, l’Agenzia delle Entrate ha risolto gli ultimi dubbi sull’applicazione del nuovo ravvedimento operoso. Esaminiamo di seguito la nuova disciplina sulla scorta degli importanti chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate.

 CF  21/07/2015 
     Gli avvisi telematici del Fisco 

Al fine di promuovere una maggiore collaborazione tra Fisco e contribuente, la c.d. “Legge di Stabilità 2015” ha incaricato l’Agenzia delle Entrate di mettere a disposizione del contribuente le anomalie e le incongruenze riscontrate nelle comunicazioni e dichiarazioni a lui riconducibili. Il contribuente raggiunto dall’avviso dell’Agenzia delle Entrate può segnalare all’Amministrazione finanziaria gli elementi, i fatti e le circostanze che giustificano le anomalie segnalate, oppure ricorrere al nuovo ravvedimento operoso prima che il contenuto della segnalazione si trasformi in un formale atto di accertamento. Nel corso degli ultimi mesi l’Agenzia delle Entrate ha approvato le modalità e i contenuti della nuova comunicazione, dando avvio alla trasmissione delle prime segnalazioni.

 CF  17/07/2015 
     Rimborso IVA: i nuovi modelli per la garanzia 

Con Provvedimento 26.6.2015, l’Agenzia delle Entrate ha approvato i nuovi modelli per il rilascio della polizza fideiussoria e della fideiussione bancaria ai fini dell’esecuzione dei rimborsi IVA. L’intervento si è reso necessario al fine di recepire le novità introdotte dal c.d. Decreto “Semplificazioni” circa le garanzie da rilasciare per l’ottenimento del rimborso IVA.

 CF  14/07/2015 
     Entro il 31.7 la richiesta di riammissione alla dilazione dei ruoli 

Fino al prossimo 31.7, i contribuenti decaduti dalla rateizzazione di una cartella di pagamento entro il 31.12.2014, possono richiedere la riammissione al beneficio della dilazione dei ruoli. Il nuovo piano di rateazione può essere concesso per un massimo di 72 rate mensili, non è prorogabile e decade a seguito del mancato pagamento di due rate, anche non consecutive.

 CF  03/07/2015 
     L’Accordo per il credito 2015 

Fino al 31.12.2017, le PMI che si trovano in temporanee condizioni di tensione finanziaria a causa della congiuntura economica e che, al momento della presentazione della domanda, non presentano sofferenze, possono richiedere alla propria banca la sospensione del pagamento della quota capitale dei finanziamenti e dei leasing, o l’allungamento della durata dei finanziamenti a medio e lungo termine. L’ABI e le Associazioni di rappresentanza delle imprese hanno, infatti, sottoscritto l’Accordo per il credito 2015.

 CF  30/06/2015 
     La rateizzazione delle imposte dopo la proroga 

Le imposte e i contributi risultanti dal modello UNICO / IRAP 2015 possono essere versate in un’unica soluzione o essere oggetto di rateizzazione. La rateizzazione dei versamenti avviene in rate mensili dello stesso importo, il cui numero è scelto dal contribuente, tenendo tuttavia conto che il versamento rateale deve comunque concludersi entro il mese di novembre. Esaminiamo di seguito le modalità di rateizzazione delle imposte risultanti dalla dichiarazione, tenendo conto della proroga dei versamenti disposta dal DPCM 9.6.2015.

 CF  26/06/2015 
     Primi chiarimenti sulle novità in materia di IRAP 

Con CM n. 22/E/2015 l’Agenzia delle Entrate ha reso alcuni importanti chiarimenti sulle modifiche introdotte dalla “Legge di Stabilità 2015” alla disciplina dell’IRAP. Nel documento di prassi, in particolare, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sull’integrale deducibilità del costo del lavoro dalla base imponibile IRAP, nonché sul credito d’imposta riconosciuto ai contribuenti che non si avvalgono di lavoratori dipendenti.

 CF  16/06/2015 
     Modello UNICO 2015: la proroga dei versamenti 

Con un DPCM in corso di pubblicazione sulla GU, i cui contenuti sono stati anticipati dal MEF con un comunicato stampa diffuso lo scorso 9.6, i termini di versamento delle imposte risultanti dal modello UNICO / IRAP 2015 sono stati prorogati al 6.7.2015 (20.8.2015 con la maggiorazione dello 0,40%). L’annunciata proroga del termine di presentazione del modello 730/2015 è invece ancora in attesa di conferma.

 CF  12/06/2015 
     Riparazione e sostituzione di beni in garanzia 

I contratti di fornitura contemplano, normalmente, specifiche clausole atte a regolare le riparazioni e le sostituzioni gratuite dei beni nel corso del periodo di validità della garanzia. Le sostituzioni gratuite di beni compiute in regime di garanzia non costituiscono operazioni imponibili ai fini IVA, tuttavia, nella prassi commerciale si riscontrano alcune casistiche particolari, meritevoli di approfondimento.

 CF  09/06/2015 
     La nuova territorialità IVA dei servizi elettronici 

La nuova disciplina IVA dei servizi elettronici, di telecomunicazione e di teleradiodiffusione, resi a privati consumatori, introdotta nella normativa comunitaria con largo anticipo rispetto alla decorrenza fissata al 1.1.2015, è stata finalmente recepita anche dalla normativa nazionale. Con la pubblicazione del D.Lgs. 42/2015 sono stati, infatti, allineati i criteri per la localizzazione territoriale di tali servizi ed è stato istituito il regime semplificato del mini sportello unico. Il decreto ha inoltre previsto, per le prestazioni “B2C”, l’esonero dall’obbligo di fatturazione e di certificazione dei corrispettivi, sia nel regime speciale sia in quello ordinario.

 CF  05/06/2015 
     Microcredito: al via la prenotazione della garanzia on line 

Il “microcredito” consiste in un finanziamento agevolato, d’importo massimo pari a € 25.000, volto a sostenere l’avvio o lo sviluppo d’imprese di piccole dimensioni, organizzate in forma individuale, di società di persone, di Srl semplificate o di società cooperative. Il finanziamento non è assistito da garanzie reali e può quindi costituire un valido ausilio per le imprese che hanno difficoltà ad accedere ai tradizionali canali di finanziamento. Le operazioni di “microcredito” possono essere assistite dalla garanzia del Fondo PMI nella misura massima del 80% dell’operazione. La prenotazione della garanzia del Fondo può essere effettuata a decorrere dal 27.5.2015.

 CF  29/05/2015 
     La Tremonti-quater allo sprint finale 

Salvo proroghe dell’ultima ora, l’incentivo per gli investimenti in macchinari nuovi, c.d. Tremonti-quater, previsto dal DL 91/2014, avrà efficacia per gli acquisti effettuati sino al prossimo 30.6. Le imprese che intendono beneficiare del credito d’imposta devono quindi documentare il sostenimento dell’investimento entro tale termine.

 CF  22/05/2015 
     La copertura della perdita d’esercizio nelle srl 

Al manifestarsi di una perdita d’esercizio gli amministratori della società sono chiamati a specifici adempimenti, puntualmente disciplinati dal Codice Civile. Le procedure da intraprendere sono strettamente connesse all’entità della perdita e ai suoi riflessi sul capitale sociale.

 CF  19/05/2015 
     Le spese di sponsorizzazione del marchio aziendale 

Nel corso del 2014 la Corte di Cassazione è intervenuta a più riprese sulle spese di sponsorizzazione del marchio aziendale, individuando le condizioni che ne legittimano la deducibilità dal reddito d’impresa tra le spese pubblicitarie. Esaminiamo di seguito gli importanti principi sanciti dalla giurisprudenza di legittimità.

 CF  15/05/2015 
     Il valore dei beni significativi autoprodotti 

Con RM n. 25/E/2015 l’Agenzia delle Entrate è tornata a occuparsi della disciplina IVA dei beni significativi, riepilogandone l’ambito di applicazione e precisando le modalità per determinare il valore del bene significativo prodotto dalla stessa impresa che esegue l’intervento di manutenzione.

 CF  12/05/2015 
     Il ravvedimento operoso delle principali comunicazioni obbligatorie 

Con l’obiettivo di incentivare la compliance fiscale, la L. 190/2014 ha considerevolmente ampliato le finestre temporali entro cui è ammesso il ricorso al ravvedimento operoso. Inoltre, pur limitatamente ai tributi di competenza dell’Agenzia delle Entrate, sono state rimosse le cause ostative che precludevano l’accesso all’istituto premiale. Esaminiamo di seguito gli effetti del nuovo ravvedimento operoso sulle principali comunicazioni obbligatorie.

 CF  08/05/2015 
     Nuovi chiarimenti in tema di split payment 

Con la recentissima CM n. 15/E/2015 l’Agenzia delle Entrate è tornata a occuparsi dello “split payment”, ossia del nuovo meccanismo di assolvimento dell’IVA, applicabile alle operazioni realizzate con taluni Enti pubblici. Nel nuovo documento di prassi, in particolare, sono stati resi importanti chiarimenti circa l’ambito applicativo della scissione dei pagamenti e sui connessi adempimenti IVA.

 CF  21/04/2015 
     La valutazione dei lavori in corso su ordinazione 

La nuova versione del Principio contabile OIC n. 23, applicabile ai bilanci chiusi a partire dal 31.12.2014, ha individuato i requisiti al cui sussistere diviene obbligatoria l’applicazione del criterio civilistico della percentuale di completamento, in sede di valutazione dei lavori in corso su ordinazione. Inoltre, le probabili perdite su commessa non possono essere più accantonate in un fondo rischi, ma devono ridurre direttamente il valore delle rimanenze.

 CF  17/04/2015 
     L’irrilevanza della fattura emessa dal rappresentante fiscale in italia 

Con RM n. 21/E/2015, l’Agenzia delle Entrate è tornata a occuparsi degli obblighi posti in capo ai soggetti passivi nazionali per le operazioni territorialmente rilevanti in Italia. In particolare è stato precisato che la fattura emessa dal rappresentante fiscale con l’indicazione del proprio numero di partita IVA, in relazione ad una cessione di beni effettuata in Italia da un soggetto estero, è un documento irrilevante ai fini dell’imposta. Per l’applicazione dell’inversione contabile, l’acquirente italiano, soggetto passivo IVA, è quindi tenuto a richiedere la fattura emessa direttamente dal fornitore estero.

 CF  14/04/2015 
     Il rimborso e la compensazione del credito IVA trimestrale 

I soggetti in possesso di determinati requisiti possono chiedere a rimborso, o utilizzare in compensazione di altre imposte e/o contributi, il credito IVA maturato in periodi infrannuali, ossia nel primo, nel secondo e nel terzo trimestre di ciascun anno. Con il Provvedimento 20.3.2015, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello IVA TR, con le relative istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione dei dati, che deve essere utilizzato a decorrere dalle richieste di rimborso e/o compensazione del credito IVA del primo trimestre 2015, da presentare entro il prossimo 30.4.

 CF  10/04/2015 
     Il rimborso e la compensazione del credito IVA trimestrale 

I soggetti in possesso di determinati requisiti possono chiedere a rimborso, o utilizzare in compensazione di altre imposte e/o contributi, il credito IVA maturato in periodi infrannuali, ossia nel primo, nel secondo e nel terzo trimestre di ciascun anno. Con il Provvedimento 20.3.2015, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello IVA TR, con le relative istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione dei dati, che deve essere utilizzato a decorrere dalle richieste di rimborso e/o compensazione del credito IVA del primo trimestre 2015, da presentare entro il prossimo 30.4.

 CF  10/04/2015 
     I primi chiarimenti sull’estensione del reverse charge 

Con CM n. 14/E/2015 l’Agenzia delle Entrate ha reso i primi chiarimenti sulle nuove fattispecie di applicazione del reverse charge, introdotte, con effetto dal 1.1.2015, dalla c.d. “Legge di Stabilità 2015”. Esaminiamo di seguito le importanti precisazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate.

 CF  07/04/2015 
     TFR in busta paga: pubblicato il decreto attuativo 

Con la pubblicazione sulla GU n. 65/2015 del DPCM 29/2015, in vigore dal 3.4.2015, i lavoratori dipendenti del settore privato possono richiedere ai propri datori di lavoro la corresponsione del TFR in busta paga. I datori di lavoro dovranno procedere all’erogazione del TFR dal mese successivo a quello di ricevimento della richiesta.

 CF  31/03/2015 
     Al via la fatturazione elettronica verso tutte le Amministrazioni pubbliche 

Dal prossimo 31.3 la fatturazione elettronica diviene obbligatoria nei confronti di tutte le Pubbliche amministrazioni, le quali non potranno accettare le fatture emesse o trasmesse in forma cartacea e neppure procedere al pagamento sino alla ricezione del documento in forma elettronica. I fornitori delle Amministrazioni pubbliche, a loro volta, sono tenuti a gestire il proprio ciclo di fatturazione esclusivamente in modalità elettronica, non solo nelle fasi di emissione e trasmissione, ma anche in quella di conservazione.

 CF  27/03/2015 
     La nota di variazione IVA in diminuzione dopo il Decreto Semplificazioni 

Il D.Lgs. 175/2014 ha ricompreso tra gli eventi che legittimano l’emissione della nota di variazione in diminuzione, anche il mancato pagamento del credito dovuto a un accordo di ristrutturazione dei debiti o a un piano attestato di risanamento. Esaminiamo di seguito la novità tenendo conto dei primi chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate.

 CF  24/03/2015 
     Società in perdita sistematica: ampliato il periodo di osservazione 

Il D.Lgs. 175/2014 ha ampliato da tre a cinque anni il periodo di osservazione previsto per l’applicazione della disciplina delle società di comodo a quelle in perdita sistematica. La nuova disciplina, per una volta favorevole al contribuente, si applica a decorrere dal 2014.

 CF  17/03/2015 
     Il nuovo limite di esenzione fiscale dei buoni pasto elettronici 

La L. 190/2014 ha previsto l’aumento del limite di esenzione fiscale e previdenziale dei ticket elettronici distribuiti ai lavoratori dipendenti. Dal prossimo 1.7, in particolare, tale limite passerà da € 5,29 alla nuova misura di € 7 per ciascun buono emesso su base giornaliera. Il limite di esenzione dei buoni pasto cartacei rimane invece fissato a € 5,29.

 CF  13/03/2015 
     Le novità del Decreto Milleproroghe 

Nella L. 11/2015, di conversione del DL 192/2014, c.d. Decreto “Milleproroghe”, sono state introdotte alcune importanti novità d’interesse aziendale. Tra queste, la rideterminazione dell’aliquota contributiva per i lavoratori autonomi titolari di partita IVA, la possibilità di essere riammessi alla dilazione dei ruoli, l’innalzamento al 70% dell’integrazione salariale destinata ai lavoratori impegnati in contratti di solidarietà e la riapertura dei termini per aderire al regime dei c.d. contribuenti “minimi”.

 CF  10/03/2015 
     Le nuove modalità di compilazione dei modelli INTRASTAT servizi 

Con Determinazione n. 18978/RU/2015, l’Agenzia delle Dogane ha approvato le nuove istruzioni per la compilazione dei modelli INTRASTAT riferiti alle prestazioni di servizio intracomunitarie. Le nuove regole trovano applicazione per gli elenchi riepilogativi relativi al mese di gennaio (soggetti mensili) o al primo trimestre 2015 (soggetti trimestrali).

 CF  03/03/2015 
     La nuova deduzione IRAP 

La L. 190/2014, c.d. “Legge di Stabilità 2015”, ha profondamente modificato la base imponibile IRAP al fine di alleggerire la pressione fiscale gravante sul costo del lavoro. È stata, infatti, ammessa la deduzione dall’IRAP del costo complessivamente sostenuto per lavoro dipendente a tempo indeterminato. A favore delle imprese che non impiegano dipendenti, è stato invece introdotto un credito d’imposta in misura pari al 10% dell’IRAP lorda liquidata in dichiarazione. Le nuove disposizioni trovano applicazione a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2014 e, quindi, già dal 2015 per i contribuenti con esercizio coincidente con l’anno solare.

 CF  24/02/2015 
     Il credito d’imposta per ricerca e sviluppo 

La L. 190/2014 ha profondamente modificato il credito d’imposta previsto per le imprese che fanno investimenti in attività di ricerca e sviluppo nel quinquennio 2015 - 2019. La nuova misura amplia considerevolmente la platea dei potenziali beneficiari, essendo destinata alla generalità delle imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore di attività e dal regime contabile adottato.

 CF  20/02/2015 
     Il nuovo ravvedimento operoso 

La L. 190/2014 ha previsto un sostanziale ampliamento delle modalità e dei termini per l’applicazione del ravvedimento operoso. L’accesso all’istituto premiale è ora ammesso per tutta la durata del periodo di accertamento e, pur limitatamente ai tributi amministrati dall’Agenzia delle Entrate, a prescindere dalla circostanza che la violazione sia già stata constatata o che siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di accertamento, delle quali i soggetti interessati abbiano avuto conoscenza, salvo la formale notifica di un atto di liquidazione o accertamento o il ricevimento delle comunicazioni di irregolarità in materia di imposte sui redditi e di IVA.

 CF  17/02/2015 
     Primi chiarimenti sullo split payment 

La L. 190/2014 ha introdotto un particolare meccanismo di riscossione dell’IVA, c.d. “split payment”, sulle cessioni di beni e le prestazioni di servizio alle Pubbliche amministrazioni. Con CM n. 1/E/2015 l’Agenzia delle Entrate ha reso i primi chiarimenti interpretativi sulla nuova disciplina.

 CF  13/02/2015 
     Il decreto attuativo dello split payment 

La L. 190/2014 ha introdotto un particolare meccanismo di assolvimento dell’IVA, c.d. “split payment”, in base al quale le Pubbliche amministrazioni sono tenute a versare direttamente all’Erario l’imposta loro addebitata dai fornitori. Sulla GU n. 27/2014 è stato pubblicato il DM 23.1.2015, con cui sono disciplinate le modalità attuative della nuova disciplina.

 CF  06/02/2015 
     Riqualificazione energetica 2015: novità e conferme 

La L. 190/2014, c.d. “Legge di Stabilità 2015”, ha disposto la proroga fino al 31.12.2015 della detrazione spettante per gli interventi di riqualificazione energetica. È stato inoltre previsto l’aumento della ritenuta sui bonifici bancari o postali disposti per il pagamento dei relativi interventi.

 CF  30/01/2015 
     Le operazioni interessate dall’estensione del reverse charge 

Al fine di arginare l’evasione da riscossione e le frodi IVA, la L. 190/2014, c.d. “Legge di Stabilità 2015”, ha ampliato il novero delle operazioni soggette al reverse charge. L’estensione dell’ambito di applicazione dell’inversione contabile trova applicazione già dal 1.1.2015 per le prestazioni di servizio afferenti gli edifici e per talune operazioni nel settore dell’energia.

 CF  20/01/2015 
     Lo split payment 

La L. 190/2014, c.d. “Legge di Stabilità 2015”, ha introdotto un particolare meccanismo di assolvimento dell’IVA, c.d. “split payment”, per le operazioni effettuate nei confronti dello Stato e degli enti pubblici. Con un comunicato stampa diffuso lo scorso 9.1, il MEF ha precisato che tale inedito meccanismo di versamento dell’imposta va applicato alle operazioni fatturate dal 1.1.2015, per le quali l’esigibilità dell’imposta si verifica successivamente alla stessa data.

 CF  16/01/2015 
     La Legge di Stabilità 2015 (parte seconda) 

Sulla GU n. 300/2014 è stata pubblicata la L. 190/2014, c.d. “Legge di Stabilità 2015”, in vigore dal 1.1.2015, composta da 1 articolo suddiviso in 735 commi. Rispetto a quanto previsto dal DDL originario il testo definitivo della legge di bilancio ha subito molteplici modifiche. Terminiamo l’esame delle disposizioni d’interesse prettamente aziendale; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  13/01/2015 
     La Legge di Stabilità 2015 (parte prima) 

Sulla GU n. 300/2014 è stata pubblicata la L. 190/2014, c.d. “Legge di Stabilità 2015”, in vigore dal 1.1.2015. Rispetto a quanto previsto dal DDL originario, il testo definitivo della legge di bilancio, composta da 1 articolo suddiviso in 735 commi, ha subito molteplici modifiche. L’argomento sarà oggetto di due circolari informative svolte per brevi flash e con le principali disposizioni d’interesse prettamente aziendale; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  09/01/2015 
     L’abolizione della responsabilità tributaria negli appalti 

Il D.Lgs. 175/2014, c.d. Decreto “Semplificazioni”, ha finalmente abolito la solidarietà fiscale nei contratti di appalto e di subappalto. Resta da comprendere se le violazioni commesse in vigenza della disciplina possano ancora essere sanzionate.

 CF  23/12/2014 
     La garanzia per la richiesta di rimborso dell’IVA  

Il D.Lgs. 175/2014, c.d. Decreto “Semplificazioni”, è intervenuto sulle procedure necessarie per ottenere il rimborso del credito IVA annuale e infrannuale, ampliando le fattispecie di esclusione dall’obbligo di prestare la garanzia. I presupposti per addivenire al rimborso dell’IVA e le forme della garanzia ammessa, non sono stati invece modificati.

 CF  19/12/2014 
     Il Decreto Semplificazioni (parte seconda) 

Sulla GU n. 277/2014 è stato pubblicato il D.Lgs. 175/2014, c.d. Decreto “Semplificazioni”, recante le prime importanti semplificazioni fiscali previste dalla L. 23/2014. La gran parte delle misure previste dal decreto trova applicazione dal 13.12.2014; per alcune disposizioni, tuttavia, è prevista l’entrata in vigore solo dal prossimo anno. Terminiamo di seguito l’esame delle disposizioni d’interesse prettamente aziendale recate dal decreto; seguiranno poi approfondimenti monotematici in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  16/12/2014 
     Il Decreto Semplificazioni (parte prima) 

Sulla GU n. 277/2014 è stato pubblicato il D.Lgs. 175/2014, c.d. Decreto “Semplificazioni”, recante le prime importanti semplificazioni fiscali previste dalla L. 23/2014. La gran parte delle misure previste dal decreto troverà applicazione dal 13.12.2014; per alcune disposizioni, tuttavia, è prevista l’entrata in vigore solo dal prossimo anno. L’argomento sarà oggetto di due circolari informative svolte per brevi flash e con le disposizioni d’interesse prettamente aziendale; seguiranno poi approfondimenti monotematici in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  12/12/2014 
     Gli omaggi natalizi a clienti e dipendenti 

Con l’approssimarsi delle festività natalizie è opportuno riesaminare le problematiche fiscali connesse alla consuetudine di concedere omaggi ai clienti e ai dipendenti dell’azienda. La relativa disciplina fiscale si differenzia a seconda che il destinatario dell’omaggio sia un cliente o un dipendente dell’impresa e che i beni siano o meno oggetto dell’attività esercitata. Da quest’anno, per effetto delle modifiche apportate dal D.Lgs. 175/2014, c.d. Decreto “Semplificazioni”, il limite di costo del bene che consente la detrazione della relativa IVA è stato incrementato a € 50.

 CF  09/12/2014 
     La moratoria del credito e la scadenza del 31.12.2014 

La congiuntura economica continua a incidere pesantemente sulle PMI, colpite da un drastico ridimensionamento del fatturato e soggette a forti tensioni finanziarie. L’ABI e le associazioni di categoria delle imprese hanno quindi ritenuto opportuno rinnovare l’accordo di moratoria del credito, che sarà quindi valido fino al prossimo 31.12.2014.

 CF  02/12/2014 
     La deduzione dei canoni leasing dei veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti 

Con CM n. 10/E/2014 l’Agenzia delle Entrate ha precisato che il periodo di deduzione minimo dei canoni leasing concernenti i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti, è quello ordinariamente previsto per i beni mobili e non quello più lungo previsto per le auto aziendali.

 CF  28/11/2014 
     I conti d’ordine e il nuovo OIC 22 

Lo scorso mese di agosto è stata pubblicata la nuova versione del Principio contabile OIC n. 22 in tema di conti d’ordine, ossia delle scritture secondarie volte a rappresentare gli accadimenti di natura patrimoniale e finanziaria che, pur non incidendo quantitativamente sul patrimonio o sul risultato economico, possono tuttavia produrre effetti in un tempo successivo.

 CF  25/11/2014 
     L’esclusione dei buoni sconto dalla disciplina delle operazioni a premio 

L’art. 22-bis, DL 91/2014, ha ampliato le fattispecie escluse dalla peculiare disciplina dei concorsi e delle operazioni a premio, ricomprendendovi i c.d. buoni sconto. Per gli stessi, pertanto, non trova più applicazione l’indetraibilità dell’IVA a credito prevista dall’art. 19, c. 2, DPR 633/1972.

 CF  21/11/2014 
     La dichiarazione tardiva 

I contribuenti che, consapevolmente o meno, non hanno presentato le dichiarazioni fiscali entro la scadenza dello scorso 30.9, possono rimediare presentando la c.d. dichiarazione tardiva entro il prossimo 29.12.2014. Nella dichiarazione tardiva, tra l’altro, può essere apposto il visto di conformità, regolarizzando gli utilizzi dei crediti fiscali per importi superiori a € 15.000.

 CF  18/11/2014 
     I premi di fine anno 

Con una recente sentenza la Corte di Cassazione è tornata a occuparsi dell’annosa questione riguardante la distinzione tra gli sconti commerciali e i premi di fine anno o di fedeltà riconosciuti alla clientela. I giudici della Cassazione, in particolare, hanno ribadito che soltanto gli sconti possono determinare variazioni in diminuzione delle fatture cui si riferiscono, poiché i premi costituiscono semplici cessioni di denaro non rientranti nell’ambito di applicazione dell’IVA.

 CF  14/11/2014 
     Movimentazioni di beni in lavorazione: l’intervento della Corte di Giustizia 

Con un’importante sentenza la Corte di Giustizia europea ha stabilito che il trasferimento dei beni ai fini della loro lavorazione in un altro Paese membro può beneficiare del regime sospensivo soltanto se i beni, al termine delle lavorazioni, sono rispediti nel Paese di origine. Quando i beni sono invece spediti in uno Stato membro diverso da quello di provenienza o in territorio extracomunitario, si realizza un acquisto intracomunitario assimilato che impone l’apertura di una partita IVA, o la nomina di un rappresentante fiscale, nel Paese ove sono materialmente eseguite le lavorazioni. La disposizione interna che accorda il regime sospensivo a prescindere dalla successiva destinazione dei beni lavorati non è quindi conforme alla disciplina IVA europea.

 CF  07/11/2014 
     DDL Legge di Stabilità 2015 

Il Consiglio dei Ministri ha recentemente approvato il DDL della c.d. “Legge di Stabilità 2015”, contenente importanti novità in ambito fiscale che, nella generalità dei casi, entreranno in vigore dal prossimo anno. È assai probabile che le disposizioni previste dal DDL subiscano modifiche e revisioni nel corso dell’iter parlamentare di approvazione. Esaminiamo di seguito le principali novità in ambito fiscale; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  04/11/2014 
     Il DDT: caratteristiche e peculiarità 

Con l’abolizione della bolla di accompagnamento è venuto meno l’obbligo di far assistere le movimentazioni delle merci da un documento di accompagnamento. Il DDT va, infatti, utilizzato soltanto quando si ricorre alla fatturazione differita o quando è necessario vincere le presunzioni di cessione. Esaminiamo di seguito le caratteristiche del DDT e le principali casistiche di emissione.

 CF  28/10/2014 
     Compensazione dei crediti verso le PA con le cartelle notificate entro il 31.3.2014 

Con DM 24.9.2014 il MEF ha individuato le modalità operative per effettuare la compensazione, nell’anno 2014, dei crediti vantati dalle imprese nei confronti della Pubblica Amministrazione con le somme iscritte a ruolo. Il provvedimento, in particolare, ha stabilito che possono essere compensati soltanto i ruoli notificati entro il 31.3.2014 di ammontare pari o inferiore al credito certificato.

 CF  24/10/2014 
     L’indennità per lo scioglimento del contratto di agenzia nel settore industriale 

Lo scorso 30 luglio le associazioni maggiormente rappresentative delle aziende preponenti e degli agenti di commercio hanno sottoscritto il nuovo Accordo Economico Collettivo per la disciplina dei rapporti di agenzia e rappresentanza commerciale nel settore industriale e della cooperazione. L’accordo, entrato in vigore il 1.9.2014, sostituisce quello stipulato il 20.3.2002 e presenta diverse significative novità di seguito esaminate.

 CF  21/10/2014 
     Il finanziamento soci: limiti e cautele 

Esaminiamo di seguito la disciplina fiscale e civilistica applicabile ai finanziamenti con obbligo di restituzione, concessi dai soci alle società partecipate. Tali operazioni, infatti, richiedono il rispetto di particolari adempimenti e cautele.

 CF  17/10/2014 
     Nuovi chiarimenti sulle detrazioni del 50% e 65% 

Lo scorso mese di settembre l’Agenzia delle Entrate ha aggiornato le FAQ sugli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti e di recupero del patrimonio edilizio, fornendo alcune interessanti precisazioni. Esaminiamo di seguito i nuovi chiarimenti pubblicati sul sito istituzionale dell’Agenzia delle Entrate.

 CF  14/10/2014 
     Le nuove agevolazioni per il settore immobiliare 

Al fine di stimolare la ripresa del settore immobiliare, duramente colpito dalla crisi economica che investe il Paese, il DL 133/2014, c.d. Decreto “Sblocca Italia”, ha introdotto una nuova agevolazione per l’acquisto e la costruzione d’immobili destinati alla locazione. Il beneficio fiscale è pari al 20% del prezzo di acquisto o di costruzione dell’immobile, fino a un ammontare massimo di € 300.000. Il decreto è inoltre intervenuto sui c.d. contratti “rent to buy”, introducendo alcune importanti tutele civilistiche a favore del conduttore dell’immobile. Le disposizioni di seguito esaminate dovranno comunque essere confermate dalla legge di conversione del decreto.

 CF  30/09/2014 
     Nuova linfa all’incentivo per l’acquisto di veicoli ecologici 

Il DL 133/2014, c.d. Decreto “Sblocca Italia”, è intervenuto sull’agevolazione a suo tempo prevista dal DL 83/2012 per l’acquisto di veicoli a basse emissioni inquinanti, al fine di rimuovere i vincoli normativi che ne hanno grandemente limitata la fruizione da parte delle imprese. Esaminiamo di seguito le nuove regole di accesso all’incentivo.

 CF  26/09/2014 
     La riduzione del capitale sociale minimo nelle Spa e la riduzione dei controlli nelle Srl 

Al fine di promuovere la diffusione delle Spa, il DL 91/2014, c.d. Decreto “Competitività 2014”, è intervenuto sulla misura del capitale sociale minimo necessario per la loro costituzione. Contestualmente è stata disposta l’abrogazione dell’obbligo di nomina degli organi di controllo per le Srl il cui capitale sociale è pari o superiore a quello minimo stabilito per le Spa. La sopravvenuta insussistenza dell’obbligo di nomina dell’organo di controllo costituisce una giusta causa di revoca del mandato. Esaminiamo di seguito gli effetti delle importanti modifiche apportate alla disciplina societaria.

 CF  23/09/2014 
     La conversione in legge del Decreto Competitività 2014 

Sulla GU n. 192/2014 è stata pubblicata la L. 116/2014 di conversione del DL 91/2014, c.d. Decreto “Competitività 2014”, contenente disposizioni urgenti per il rilancio e lo sviluppo delle imprese. Esaminiamo di seguito le principali disposizioni d’interesse aziendale; seguiranno poi specifici approfondimenti monotematici in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  16/09/2014 
     Aspetti fiscali nella correzione degli errori contabili 

Con CM n. 31/E/2013 l’Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti circa la procedura da osservare per dare valenza fiscale agli errori contabili connessi alla mancata imputazione di costi o ricavi nel corretto esercizio di competenza. In particolare è ora ammessa la possibilità di presentare una dichiarazione integrativa anche in relazione a periodi d’imposta non più emendabili. La presentazione della dichiarazione integrativa, tuttavia, comporta la riapertura dei termini di decadenza dell’accertamento, pur limitatamente alle componenti reddituali oggetto di rettifica da parte del contribuente.

 CF  12/09/2014 
     L’attività di controllo del Fisco nel 2014: cosa è opportuno sapere 

Con CM n. 25/E/2014 l’Agenzia delle Entrate ha dettato alle proprie strutture territoriali gli indirizzi operativi per la prevenzione e il contrasto all’evasione nell’anno 2014. Il documento di prassi, in particolare, sottolinea l’esigenza di incentrare l’attività di verifica sul contrasto alle violazioni sostanziali, abbandonando i rilievi di natura meramente formale e tralasciando i controlli meno rilevanti per importo e sostenibilità.

 CF  09/09/2014 
     I presupposti di fallibilità delle imprese commerciali 

La procedura fallimentare può essere avviata soltanto nei confronti degli imprenditori commerciali che superano taluni limiti dimensionali, correlati alla dimensione dell’impresa e all’entità dell’esposizione debitoria complessiva.

 CF  08/08/2014 
     La fattura semplificata e i nuovi chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

A partire dal 2013 la L. 228/2012 ha stabilito che le fatture di ammontare complessivo non superiore a € 100 possano essere emesse in modalità semplificata, ossia indicando soltanto alcune delle informazioni obbligatorie richieste dalla disciplina IVA. Con CM n. 18/E/2014 l’Agenzia delle Entrate ha reso alcuni importanti chiarimenti sulla nuova fattura semplificata.

 CF  05/08/2014 
     La fattura elettronica e i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

Con CM n. 18/E/2014 l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sulla nuova disciplina della fatturazione elettronica, precisandone le relative modalità di emissione e conservazione. Contestualmente è stato emanato il DM 17.6.2014 in materia di conservazione elettronica dei documenti fiscali.

 CF  01/08/2014 
     Prorogato l’indennizzo per la rottamazione delle licenze 

La L. 147/2013 ha prorogato sino al 31.12.2016 il termine per beneficiare della c.d. rottamazione delle licenze, ossia dell’indennità concessa a taluni operatori commerciali sino al conseguimento della pensione. A tal fine la cessazione dell’attività deve intervenire entro il 2016 e la domanda d’indennizzo deve essere presentata entro il 31.1.2017.

 CF  29/07/2014 
     Le modifiche all’ACE apportate dal Decreto Competitività 

Il DL 91/2014, c.d. Decreto “Competitività 2014”, contiene alcune importanti modifiche alla disciplina ACE, applicabili dall’esercizio in corso al 31.12.2014. Tra queste assume particolare rilievo la possibilità di trasformare l’eccedenza ACE non utilizzata, in un credito d’imposta da far valere ai fini IRAP.

 CF  25/07/2014 
     Le agevolazioni fiscali per il settore agricolo 

Il DL 144/2014, c.d. Decreto “Competitività 2014”, contiene alcune importanti novità per il comparto agricolo, finalizzate al rilancio e allo sviluppo di un settore considerato strategico per l’economia nazionale. Esaminiamo di seguito le principali disposizioni contemplate dal decreto (che, tuttavia, potranno essere oggetto di modifica in sede di conversione in legge).

 CF  22/07/2014 
     Il credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi 

Tra le varie misure previste dal DL 91/2014, c.d. Decreto “Competitività 2014”, assume particolare rilievo il nuovo credito d’imposta riconosciuto alle imprese che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi, compresi nella divisione 28 della Tabella ATECO 2007, nel periodo compreso tra il 25.6.2014 e il 30.6.2015. Esaminiamo di seguito le modalità applicative della nuova agevolazione.

 CF  11/07/2014 
     La conversione in legge del Decreto Renzi: novità e conferme 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 143/2014 è stata pubblicata la L. 89/2014, di conversione, con modificazioni, del DL 66/2014, c.d. Decreto “Renzi”, recante importanti misure fiscali per il rilancio dell’economia. Esaminiamo per brevi flash le principali disposizioni fiscali, con particolare riguardo alle modifiche intervenute in sede di conversione in legge; seguiranno poi specifici approfondimenti monotematici in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  08/07/2014 
     Il canone RAI sul computer dell’impresa 

Negli ultimi giorni moltissime imprese hanno ricevuto per posta l’invito a sottoscrivere l’abbonamento speciale RAI, anche se non dispongono di alcun televisore nei locali di lavoro. È quindi opportuno esaminare la relativa normativa, al fine di comprendere quando è effettivamente dovuto il pagamento del canone.

 CF  04/07/2014 
     Perdite su crediti: il nuovo intervento dell’Agenzia delle Entrate 

Con CM n. 14/E/2014, l’Agenzia delle Entrate ha reso alcuni importanti chiarimenti circa le modifiche apportate dalla L. 147/2013 alla disciplina sulla deducibilità delle perdite su crediti dal reddito d’impresa. Nell’intervento di prassi l’Agenzia delle Entrate ha fornito anche alcune utili indicazioni sulla deducibilità delle perdite su crediti di modesto importo.

 CF  01/07/2014 
     La rateizzazione delle imposte dopo la proroga 

Le imposte e i contributi risultanti dal modello UNICO 2014 possono essere versati in un’unica soluzione o essere oggetto di rateizzazione. La rateizzazione dei versamenti avviene in rate mensili di pari importo il cui numero è scelto dal contribuente, tenendo tuttavia conto che il versamento rateale deve comunque concludersi entro il mese di novembre.

 CF  27/06/2014 
     La conversione in legge del Piano Casa 

Con la pubblicazione sulla GU n. 121/2014 della L. 80/2014 di conversione, con modificazioni, del DL 47/2014, c.d. Decreto “Casa”, dal 27.5.2014 sono pienamente in vigore le misure urgenti volte a fronteggiare l’emergenza abitativa in atto e a rilanciare il mercato delle costruzioni. Esaminiamo di seguito le principali disposizioni di interesse aziendale.

 CF  24/06/2014 
     La riammissione alla rateazione dei ruoli per i contribuenti decaduti 

Con un emendamento inserito in sede di conversione in legge del DL 66/2014, c.d. Decreto “Renzi”, è stata introdotta la possibilità per i contribuenti decaduti dal beneficio della rateazione delle somme iscritte a ruolo, di richiedere la concessione di un nuovo piano di rateazione fino a 72 rate mensili. L’agevolazione riguarda esclusivamente i contribuenti per i quali la decadenza sia intervenuta entro il 22.6.2014, che presentano la richiesta di riammissione al beneficio entro il 31.7.2014.

 CF  20/06/2014 
     Il Decreto Cultura e Turismo 

Con la pubblicazione sulla GU n. 125/2014 del DL 83/2014, c.d. Decreto “Cultura e Turismo”, dal 1.6.2014 sono pienamente operative le disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo. Esaminiamo di seguito le principali disposizioni di interesse aziendale contemplate dal decreto (da convertire in legge entro il prossimo 30.7).

 CF  13/06/2014 
     Le esportazioni franco valuta possono concorrere alla formazione del plafond 

Con RM n. 94/E/2013, l’Agenzia delle Entrate ha riconosciuto, al ricorrere di determinate condizioni, l’applicazione della non imponibilità IVA alle cessioni di beni trasferiti all’estero in regime franco valuta. Esaminiamo di seguito il nuovo orientamento assunto dall’Agenzia delle Entrate.

 CF  03/06/2014 
     L’illegittimità del termine di 90 giorni per le esportazioni improprie 

Nella sentenza relativa alla causa 19.12.2013, C-563/12, la Corte di Giustizia si è pronunciata in ordine alla legittimità del termine previsto per la fuoriuscita dei beni dal territorio comunitario nelle c.d. esportazioni “improprie”. Esaminiamo di seguito i riflessi dell’orientamento assunto dai giudici comunitari sulla normativa nazionale.

 CF  27/05/2014 
     Limiti alla compensazione dei crediti diversi dall’IVA: i primi chiarimenti ufficiali 

Con un recentissimo intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate ha ufficializzato i chiarimenti resi a inizio anno sull’utilizzo in compensazione dei crediti emergenti dalle dichiarazioni fiscali. Riprendiamo brevemente l’analisi della disciplina sulla scorta di quanto affermato dall’Amministrazione finanziaria.

 CF  20/05/2014 
     Soppressa la rateizzazione per la rivalutazione dei beni d’impresa 

Il c.d. Decreto “Renzi” ha stabilito che l’imposta sostitutiva dovuta per la rivalutazione dei beni e delle partecipazioni risultanti dal bilancio 2012 deve essere versata in un’unica soluzione anziché in tre rate senza applicazione di interessi. La modifica della tempistica di versamento incide profondamente sull’appetibilità dell’operazione e legittima senz’altro il differimento del termine di approvazione del bilancio 2013 entro il maggior termine di 180 giorni.

 CF  16/05/2014 
     La richiesta di iscrizione al VIES corre anche sul web 

Le imprese che intendono compiere operazioni in ambito comunitario, siano esse scambi di beni o prestazioni di servizi, sono tenute a richiedere l’iscrizione nell’archivio VIES. L’Agenzia delle Entrate ha recentemente reso disponibile una nuova procedura telematica d’iscrizione all’archivio, utilizzabile dai soggetti già in possesso della partita IVA.

 CF  13/05/2014 
     La rilevanza penale dell’omesso versamento IVA e l’intervento della Consulta 

Con la Sentenza n. 80/2014, la Consulta ha sancito la parziale illegittimità costituzionale dell’art. 10-ter, D.Lgs. 74/2000. La pronuncia della Corte costituzionale comporta il venir meno della responsabilità penale, in capo ai contribuenti che non hanno versato l’IVA risultante dalla dichiarazione annuale negli anni 2005 - 2009, per importi non superiori, per ciascun periodo d’imposta, a € 103.291,38.

 CF  09/05/2014 
     La retribuzione di produttività 2014 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 98/2014 è stato pubblicato il DPCM 19.2.2014, recante le modalità attuative delle misure sperimentali per l’incremento della produttività del lavoro nell’anno 2014. L’agevolazione spetta ai titolari di reddito da lavoro dipendente non superiore, nel 2013, a € 40.000. L’importo della retribuzione di produttività agevolabile è stato incrementato a € 3.000 lordi.

 CF  06/05/2014 
     Il Decreto Renzi 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 95/2014 è stato pubblicato il DL 66/2014, c.d. Decreto “Renzi”, recante, tra l’altro, alcune misure fiscali urgenti per il rilancio dell’economia. Esaminiamo per brevi flash le principali disposizioni d’interesse aziendale in vigore dallo scorso 24.4; seguiranno poi approfondimenti monotematici in funzione dell’importanza e dell’urgenza. Trattandosi di un decreto legge, è possibile che le misure ivi contenute possano subire anche profonde modifiche in sede di conversione in legge.

 CF  02/05/2014 
     La rivalsa dell’IVA accertata e i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

Per effetto delle modifiche apportate dal Decreto “Liberalizzazioni”, dal 24.1.2012 è ammessa la rivalsa dell’imposta o della maggiore imposta pagata a seguito di un avviso di accertamento o di rettifica. A distanza di oltre due anni dalla novella legislativa l’Agenzia delle Entrate ha finalmente fornito gli attesi chiarimenti circa l’ambito applicativo della disposizione.

 CF  15/04/2014 
     La deduzione IRAP per gli incrementi occupazionali 

La “Legge di Stabilità 2014” ha reintrodotto, a regime, la deduzione dalla base imponibile IRAP del costo di ogni nuovo assunto con contratto a tempo indeterminato, a condizione che sia incrementato il numero medio dei lavoratori impiegati nell’anno precedente l’assunzione. La deduzione può ora essere cumulata con quella prevista per il c.d. cuneo fiscale. Esaminiamo di seguito la nuova deduzione IRAP, tenendo conto dei chiarimenti a suo tempo resi dall’Agenzia delle Entrate sulla precedente versione dell’agevolazione.

 CF  08/04/2014 
     Il rimborso e la compensazione del credito IVA trimestrale 

I soggetti in possesso di determinati requisiti possono chiedere a rimborso, o utilizzare in compensazione di altre imposte e/o contributi, il credito IVA maturato in periodi infrannuali, ossia nel primo, nel secondo e nel terzo trimestre di ciascun anno. Con il Provvedimento 26.3.2014, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello IVA TR, con le relative istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione dei dati, che deve essere utilizzato a decorrere dalle richieste di rimborso e/o compensazione del credito IVA del primo trimestre 2014, da presentare entro il prossimo 30.4.

 CF  01/04/2014 
     La deducibilità delle perdite sui crediti cancellati dal bilancio 

Con la modifica dell’art. 101, c. 5, TUIR, la c.d. “Legge di Stabilità 2014” ha introdotto, tra le cause che legittimano la deducibilità delle perdite su crediti, la cancellazione dal bilancio dei crediti operata in applicazione dei principi contabili. La modifica normativa trova applicazione a decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31.12.2013 e, pertanto, interessa anche il bilancio 2013.

 CF  28/03/2014 
     L’incremento dell’aliquota ACE 

La c.d. “Legge di Stabilità 2014” ha disposto il potenziamento dell’ACE, prevedendo l’incremento dell’aliquota da applicare alla variazione in aumento del capitale proprio investito nei periodi d’imposta 2014, 2015 e 2016.

 CF  25/03/2014 
     Spese di rappresentanza: gli omaggi di beni prodotti dall’impresa 

Con RM n. 27/E/2014, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che gli omaggi di beni autoprodotti dall’impresa rientrano nella disciplina delle spese di rappresentanza se il loro valore di mercato è superiore alla soglia di € 50. Ai fini della deducibilità fiscale occorre invece aver riguardo al costo effettivamente sostenuto per la produzione del bene da destinare a omaggio.

 CF  21/03/2014 
     Nuova opportunità di rivalutazione dei beni d’impresa 

La c.d. “Legge di Stabilità 2014” riconosce la possibilità di rivalutare i beni d’impresa, mobili e immobili, e le partecipazioni risultanti dal bilancio dell’esercizio 2012, applicando un’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e IRAP del 12% (16% per i beni ammortizzabili), con effetti fiscali a partire dal 2016. Nel corso dei consueti incontri d’inizio anno con la stampa specializzata, l’Agenzia delle Entrate ha escluso la possibilità di operare la sola rivalutazione contabile del bene in assenza di quella fiscale.

 CF  14/03/2014 
     Al via l’agevolazione per l’acquisizione di beni strumentali 

A decorrere dal 31.3.2014 potranno essere presentate le domande di accesso al contributo in conto interessi previsto dal Decreto “Fare” per l’acquisizione, mediante finanziamento agevolato, di nuovi macchinari, impianti e attrezzature. Esaminiamo di seguito le caratteristiche e le modalità di accesso alla nuova agevolazione, c.d. “Nuova Sabatini”.

 CF  11/03/2014 
     La detrazione per interventi di recupero del patrimonio edilizio 

La “Legge di Stabilità 2014” è intervenuta sulla disciplina della detrazione IRPEF per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, prorogando l’applicazione della misura “potenziata” del 50% sino al 31.12.2014. Nell’annualità 2015 troverà applicazione la misura del 40% per poi tornare, salvo ulteriori interventi legislativi, al consueto 36%.

 CF  07/03/2014 
     La detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica 

La “Legge di Stabilità 2014” è intervenuta sulla detrazione riconosciuta ai soggetti che sostengono spese per interventi di riqualificazione energetica, rimodulandone la misura e prorogandone l’applicazione sino al 31.12.2015.

 CF  25/02/2014 
     La compensazione delle somme dovute in base agli istituti deflattivi del contenzioso 

Con la pubblicazione del DM 14.1.2014 diviene finalmente operativa la possibilità di utilizzare in compensazione i crediti commerciali vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione per il pagamento delle somme dovute a seguito di accertamento tributario. Esaminiamo di seguito la nuova disciplina, operativa dallo scorso 23.1.2014.

 CF  21/02/2014 
     L’opzione IRAP e la scadenza del 3 marzo 

Entro il prossimo 3.3.2014, gli imprenditori individuali e le società di persone in contabilità ordinaria possono esercitare l’opzione per la determinazione della base imponibile IRAP con le stesse regole previste per i soggetti IRES. L’opzione è irrevocabile per tre periodi d’imposta e comporta, in ogni caso, l’impossibilità di accedere alla contabilità semplificata. Entro la stessa data può essere comunicata anche la revoca dell’opzione per i soggetti IRPEF che hanno applicato il regime IRAP di derivazione contabile nel triennio 2011 - 2013.

 CF  18/02/2014 
     Entro il 28 febbraio la definizione agevolata delle somme iscritte a ruolo 

La L. 147/2013, c.d. “Legge di Stabilità 2014”, ha introdotto una nuova possibilità di definizione agevolata delle somme iscritte a ruolo affidate in riscossione fino al 31.10.2013. L’adesione all’istituto consente l’estinzione del debito senza la corresponsione dei relativi interessi; è tuttavia richiesto il pagamento in un’unica soluzione. Esaminiamo di seguito la procedura sulla base di quanto recentemente precisato da Equitalia.

 CF  07/02/2014 
     L’utilizzo in compensazione dei crediti da modello UNICO ed IRAP 

La L. 147/2013, c.d. “Legge di Stabilità 2014”, ha introdotto alcuni nuovi vincoli all’utilizzo in compensazione nel modello F24 dei crediti concernenti le imposte sui redditi e l’IRAP. Esaminiamo di seguito la nuova disciplina sulla base dei chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate nel corso dei consueti incontri d’inizio anno con la stampa specializzata.

 CF  04/02/2014 
     La nuova deducibilità fiscale dei canoni leasing 

La L. 147/2013, c.d. “Legge di Stabilità 2014”, è intervenuta sulla disciplina fiscale dei contratti di locazione finanziaria, abbreviando considerevolmente l’ambito temporale di deduzione dei canoni. Esaminiamo di seguito le nuove regole applicabili ai contratti sottoscritti dal 1.1.2014.

 CF  31/01/2014 
     I veicoli in uso ai dipendenti e la determinazione del fringe benefit 

Nel SO n. 86 della GU n. 300/2013, sono state pubblicate le nuove Tabelle nazionali dei costi chilometrici di autovetture e motocicli elaborate dall’ACI, da utilizzarsi per la determinazione del fringe benefit concesso al dipendente per l’utilizzo promiscuo del veicolo aziendale.

 CF  28/01/2014 
     Comunicazione dei beni a soci e familiari: le FAQ dell’Agenzia delle Entrate 

In prossimità della scadenza del termine di presentazione della comunicazione relativa ai beni concessi in godimenti ai familiari e ai soci nel corso del 2012, l’Agenzia delle Entrate ha diffuso alcuni chiarimenti sul nuovo adempimento. In seguito, nel corso dei consueti incontri con la stampa specializzata d’inizio anno, l’Agenzia delle Entrate ha fornito altre importanti precisazioni circa il nuovo obbligo comunicativo. Esaminiamo di seguito gli interessanti chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate.

 CF  24/01/2014 
     L’utilizzo in compensazione del credito IVA 2013 

L’utilizzo in compensazione del credito IVA annuale soggiace alle stringenti limitazioni introdotte dal DL 78/2009. In particolare, la compensazione “orizzontale” del credito IVA annuale per importi superiori a € 5.000 è ammessa solo dal mese successivo a quello di presentazione del modello IVA 2014. Esaminiamo di seguito la disciplina con particolare riferimento all’utilizzo in compensazione del credito IVA maturato nel 2013.

 CF  21/01/2014 
     La Legge di Stabilità 2014 (parte seconda) 

Sul Supplemento Ordinario n. 87/L della Gazzetta Ufficiale n. 302/2013 è stata pubblicata la L. 147/2013, c.d. “Legge di Stabilità 2014”, in vigore dal 1.1.2014, composta da 1 articolo suddiviso in 749 commi. Terminiamo l’esame delle disposizioni d’interesse prettamente aziendale; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  17/01/2014 
     La Legge di Stabilità 2014 (parte prima) 

Sul Supplemento Ordinario n. 87/L della Gazzetta Ufficiale n. 302/2013 è stata pubblicata la L. 147/2013, c.d. “Legge di Stabilità 2014”, in vigore dal 1.1.2014, composta da 1 articolo suddiviso in 749 commi. Rispetto a quanto previsto dal DDL originario il testo definitivo della legge di bilancio ha subito molteplici modifiche. L’argomento sarà oggetto di due circolari informative svolte per brevi flash e con le disposizioni d’interesse prettamente aziendale; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  14/01/2014 
     La nuova misura del saggio di interesse legale 

Dal 1.1.2014 il saggio degli interessi legali è passato dal 2,5% al 1%. Tale modifica, tra l’altro, produce effetti ai fini del calcolo degli interessi dovuti in sede di ravvedimento operoso.

 CF  10/01/2014 
     La rateazione straordinaria delle somme iscritte a ruolo 

Il DL 69/2013, c.d. Decreto “Fare”, ha innovato la disciplina della rateazione delle somme iscritte a ruolo, introducendo la possibilità di richiedere piani di dilazione fino a 120 mesi in alternativa ai canonici 72 mesi. Con il DM 6.11.2013 sono stati individuati i requisiti che legittimano la concessione di tale rateazione straordinaria. Il decreto ha inoltre precisato che i piani di rateazione ordinaria o in proroga già concessi possono essere aumentati fino a 120 rate.

 CF  20/12/2013 
     Gli omaggi natalizi a clienti e dipendenti 

Con l’approssimarsi delle festività natalizie è opportuno esaminare le problematiche fiscali connesse alla consuetudine di concedere omaggi ai clienti e ai dipendenti dell’azienda. La disciplina si differenzia a seconda che il destinatario sia un cliente o un dipendente dell’impresa e che i beni siano o meno oggetto dell’attività esercitata.

 CF  13/12/2013 
     L’incremento dell’acconto IRES 2013 

Con la pubblicazione del DM 30.11.2013 è confermato l’incremento dell’acconto IRES 2013 nella nuova misura del 102,50%. L’acconto deve essere versato entro il prossimo 10.12. Entro la stessa data, i contribuenti che hanno già provveduto al versamento dell’acconto con la previgente misura del 101%, sono tenuti a integrare il versamento, corrispondendo la differenza.

 CF  06/12/2013 
     La svalutazione degli immobili - merce secondo l’Agenzia delle Entrate 

Rispondendo a una richiesta d’interpello, l’Agenzia delle Entrate ha recentemente precisato che la svalutazione contabile di un bene immobile - merce, iscritto originariamente tra le rimanenze al costo specifico, non assume alcuna rilevanza ai fini fiscali. L’interpretazione dell’Amministrazione finanziaria deve essere osservata dalle imprese del settore immobiliare, in sede di determinazione degli acconti d’imposta con il metodo previsionale.

 CF  26/11/2013 
     Spesometro: le FAQ dell’Agenzia delle Entrate 

Sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate sono stati recentemente pubblicati una serie di chiarimenti concernenti la compilazione del nuovo modello polivalente. Tra questi, assume particolare significato la conferma che non saranno applicare sanzioni ai contribuenti che trasmetteranno lo spesometro 2012 fruendo del maggior termine del 31.1.2014.

 CF  22/11/2013 
     Indennità suppletiva di clientela: l’Agenzia delle Entrate cambia posizione 

Con un recentissimo intervento di prassi l’Agenzia delle Entrate ha finalmente accolto il consolidato orientamento giurisprudenziale secondo cui gli accantonamenti al fondo per l’indennità suppletiva di clientela sono deducibili per competenza. La nuova interpretazione dell’Amministrazione finanziaria si riflette anche sulla gestione del contenzioso in corso.

 CF  15/11/2013 
     I chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sull’incremento dell’aliquota IVA 

Con un recentissimo intervento di prassi l’Agenzia delle Entrate ha finalmente reso gli attesi chiarimenti sull’aumento dell’aliquota IVA ordinaria. Esaminiamo di seguito le indicazioni di carattere prettamente operativo diffuse dall’Amministrazione finanziaria.

 CF  12/11/2013 
     L’indeducibilità dei compensi agli amministratori in assenza di una delibera dell’assemblea 

Con una recente pronuncia la Corte di Cassazione ha affermato che il compenso corrisposto all’amministratore di una società di capitali è indeducibile dal reddito d’impresa in assenza di una specifica delibera assembleare che ne stabilisca l’ammontare. In particolare, qualora la misura del compenso agli amministratori non sia stabilita dallo Statuto, è necessaria un’esplicita deliberazione dell’assemblea, che non può considerarsi implicita in quella di approvazione del bilancio.

 CF  08/11/2013 
     DDL Legge di Stabilità 2014 

Il Consiglio dei Ministri dello scorso 15.10 ha approvato il DDL della c.d. “Legge di Stabilità 2014”, contenente importanti novità in ambito fiscale che, nella generalità dei casi, entreranno in vigore dal prossimo anno. Le disposizioni previste dal DDL potranno subire modifiche nel corso dell’iter parlamentare di approvazione. Esaminiamo per brevi flash le principali novità in ambito fiscale; seguiranno approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  05/11/2013 
     La nuova tassazione dei trasferimenti immobiliari 

Il D.Lgs. 23/2011, come modificato dal DL 104/2013, ha apportato rilevanti modifiche alla tassazione indiretta dei trasferimenti immobiliari. Dal 1.1.2014 l’aliquota dell’imposta di registro relativa ai trasferimenti “prima casa” passerà dal 3% al 2%, mentre per le altre tipologie di trasferimenti immobiliari si avrà un’unica aliquota fissata al 9%.

 CF  29/10/2013 
     Le operazioni commerciali con la Repubblica di Croazia 

Dal 1.7.2013 la Repubblica di Croazia è entrata a far parte dell’Unione Europea e pertanto gli scambi commerciali realizzati con gli operatori croati possono fruire delle agevolazioni fiscali previste per le operazioni intracomunitarie.

 CF  25/10/2013 
     L’ennesima modifica alla responsabilità solidale negli appalti 

Nel corso degli ultimi due anni la disciplina della responsabilità solidale negli appalti è stata interessata da un continuo proliferare di interventi normativi. Da ultimo, il c.d. Decreto “Lavoro” è intervenuto sulla responsabilità solidale in materia di trattamenti retributivi e contributivi dei lavoratori, limitando la possibilità di deroga alle procedure di controllo individuate dai CCNL ai soli trattamenti retributivi. È stata inoltre prevista l’estensione della responsabilità solidale anche ai compensi dei lavoratori autonomi.

 CF  22/10/2013 
     Gli acquisti di beni da operatori economici sammarinesi 

Gli acquisti di beni provenienti dalla Repubblica di San Marino sono effettuati con il pagamento dell’IVA al cedente sammarinese o, in alternativa, mediante il reverse charge. In quest’ultima ipotesi l’acquirente è tenuto a comunicare all’Agenzia delle Entrate l’avvenuta annotazione dell’operazione nei registri IVA. Per gli acquisti registrati entro il prossimo 31.12 tale segnalazione può essere effettuata con la consueta comunicazione cartacea o, in alternativa, ricorrendo al nuovo modello di comunicazione polivalente.

 CF  18/10/2013 
     Spesometro: al debutto il modello polivalente 

L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile il nuovo modello di comunicazione polivalente con le relative istruzioni e le specifiche tecniche. Il modello dovrà essere obbligatoriamente utilizzato per la comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA dell’anno 2012, in scadenza nel prossimo mese di novembre. Gli acquisti di beni provenienti da San Marino e le operazioni con controparti “black list” effettuate entro il 31.12.2013, potranno invece essere ancora segnalate con le precedenti modalità.

 CF  15/10/2013 
     L'attività di controllo del Fisco nel 2013: cosa è opportuno sapere 

Con CM n. 25/E/2013, l’Agenzia delle Entrate ha dettato alle proprie strutture territoriali gli indirizzi operativi per la prevenzione e il contrasto all’evasione nell’anno 2013. Esaminiamo di seguito le priorità individuate dall’Amministrazione finanziaria in ordine ai controlli fiscali da effettuare con riguardo all’annualità 2013.

 CF  11/10/2013 
     I chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sul Decreto Energia 

Con CM n. 29/E/2013, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sulle misure agevolative previste dal c.d. Decreto “Energia”. Esaminiamo di seguito gli importanti chiarimenti resi dall’Amministrazione finanziaria.

 CF  08/10/2013 
     La regolarizzazione dell’errata applicazione dell’aliquota IVA 

L’Agenzia delle Entrate è intervenuta sull’inatteso aumento dell’aliquota IVA ordinaria, concedendo un periodo di tolleranza entro il quale sarà possibile regolarizzare gli eventuali errori connessi alla variazione dell’aliquota, senza applicazione di sanzioni.

 CF  04/10/2013 
     L’oramai inevitabile incremento dell’aliquota IVA 

Salvo improbabili sorprese dell’ultima ora, da martedì 1.10 l’aliquota IVA ordinaria sarà incrementata di un punto percentuale, salendo al 22%. Esaminiamo di seguito i connessi riflessi operativi.

 CF  30/09/2013 
     Le novità fiscali del Decreto Fare dopo la conversione in legge 

Sul Supplemento Ordinario n. 63/L alla Gazzetta Ufficiale n. 194/2013 è stata pubblicata la L. 98/2013, di conversione, con modificazioni, del DL 69/2013 recante le misure straordinarie previste per la crescita economica e la semplificazione del quadro amministrativo e normativo del Paese. Esaminiamo per brevi flash il testo risultante a seguito delle modifiche apportate al testo originale del decreto; seguiranno poi specifici approfondimenti monotematici in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  27/09/2013 
     Il regime fiscale dei rimborsi spese nelle prestazioni occasionali 

Con RM n. 49/E/2013 l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sull’applicabilità della ritenuta di acconto nell’ipotesi di prestazioni di lavoro autonomo occasionale per il cui svolgimento è previsto il solo rimborso delle spese di viaggio, vitto e alloggio. Esaminiamo di seguito gli interessanti chiarimenti resi dall’Amministrazione finanziaria.

 CF  24/09/2013 
     Il nuovo modello di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA 

Con Provvedimento 2.8.2013, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sulle regole applicative del c.d. “spesometro”, introducendo una serie di semplificazioni riguardo alle operazioni da monitorare e ai dati da comunicare, ridefinendo il termine per l’invio telematico e predisponendo uno specifico modello, in luogo del solo tracciato telematico previsto in precedenza.

 CF  20/09/2013 
     La comunicazione dei beni concessi in godimento ai soci o ai familiari 

Con due provvedimenti emanati lo scorso mese di agosto, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sull’obbligo di comunicazione dei beni concessi in godimento ai soci o ai familiari dell’imprenditore e dei finanziamenti erogati dai medesimi all’impresa. I provvedimenti hanno tra l’altro soppresso l’obbligo di comunicazione per l’anno 2011, fissando al prossimo 12.12 il termine per la comunicazione concernente il 2012 (primo anno di applicazione dell’adempimento).

 CF  17/09/2013 
     Chiarimenti in tema di errati versamenti 

Con CM n. 27/E/2013, l’Agenzia delle Entrate ha affrontato la dibattuta questione delle sanzioni applicabili qualora il contribuente si avvalga del differimento di 30 giorni nel versamento delle imposte senza applicare, in tutto o in parte, la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo. L’Agenzia è intervenuta anche sull’efficacia del ravvedimento operoso laddove gli importi siano stati versati in misura inferiore al dovuto e sulle conseguenze derivanti da errori marginali nel versamento delle somme dovute per la definizione degli avvisi di accertamento.

 CF  13/09/2013 
     Perdite su crediti: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate 

Con CM n. 26/E/2013, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sulle nuove ipotesi di deducibilità fiscale delle perdite su crediti a seguito delle modifiche apportate alla disciplina dal c. d. Decreto “Crescita”. Esaminiamo di seguito gli importanti chiarimenti resi dall’Amministrazione finanziaria.

 CF  10/09/2013 
     Le semplificazioni fiscali in arrivo 

Con un comunicato stampa diffuso il 3.7.2013, l’Agenzia delle Entrate ha annunciato l’imminente introduzione di nuove semplificazioni a numerosi adempimenti fiscali. Tali misure, che saranno adottate mediante provvedimenti amministrativi, alcuni dei quali già emanati, vanno ad aggiungersi a quelle contenute nel DDL “Semplificazioni”, approvato dal Consiglio dei Ministri il 19.6.2013. Esaminiamo di seguito per brevi flash le principali semplificazioni in arrivo nei prossimi mesi. Seguiranno, già dal prossimo mese di settembre, i primi approfondimenti monotematici.

 CF  09/08/2013 
     Il recupero del credito d’imposta derivante dalla dichiarazione omessa 

Con un recente intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate è tornata ad analizzare la problematica del recupero dei crediti tributari maturati nelle annualità in cui la relativa dichiarazione è stata omessa. In particolare, l’Agenzia delle Entrate riconosce la possibilità di compensazione del credito d’imposta, già nella fase di liquidazione automatica della dichiarazione relativa all’annualità in cui il credito è stato illegittimamente riportato.

 CF  06/08/2013 
     La controversa deducibilità dell’indennità suppletiva di clientela 

Con la Sentenza n. 8134/2011, la Corte di Cassazione ha riaffermato la piena legittimità della deduzione per competenza dell’indennità suppletiva di clientela. Tuttavia, l’Agenzia delle Entrate non ha ancora riveduto l’interpretazione contenuta nella CM n. 42/E/2007 con la quale ne aveva ammesso la deducibilità solo all’atto della sua corresponsione.

 CF  30/07/2013 
     L'indennità per la perdita dell’avviamento commerciale 

Con la Norma di comportamento n. 188/2013, l’AIDC ha analizzato il trattamento fiscale dell’indennità per la perdita dell’avviamento commerciale riconosciuta al conduttore al termine della locazione. Esaminiamo di seguito gli interessanti chiarimenti forniti dall’AIDC di Milano.

 CF  26/07/2013 
     Il regime IVA delle locazioni immobiliari e i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

Con un recente intervento di prassi l’Agenzia delle Entrate ha finalmente reso gli attesi chiarimenti circa il regime IVA applicabile alle locazioni e alle cessioni di fabbricati a seguito delle modifiche operate nel 2012 dal Decreto “Crescita”. Esaminiamo di seguito le importanti precisazioni fornite dalla CM n. 22/E/2013 sulla disciplina IVA applicabile alle locazioni di fabbricati abitativi e strumentali.

 CF  23/07/2013 
     Il regime IVA della cessione di fabbricati e i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

Con un recente intervento di prassi l’Agenzia delle Entrate ha finalmente reso gli attesi chiarimenti circa il regime IVA applicabile alle locazioni e alle cessioni di fabbricati a seguito delle modifiche operate nel 2012 dal Decreto “Crescita”. Esaminiamo di seguito le importanti precisazioni fornite dalla CM n. 22/E/2013 sulla disciplina IVA applicabile alle cessioni di fabbricati abitativi e strumentali; con un successivo intervento saranno esaminati i chiarimenti concernenti il regime IVA delle locazioni di fabbricati.

 CF  19/07/2013 
     L'agevolazione per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature 

Il Decreto “Fare” ha introdotto un’agevolazione per l’acquisto di nuovi macchinari e impianti a favore delle Piccole e Medie Imprese. In particolare è prevista l’erogazione di finanziamenti bancari agevolati, entro un importo massimo di € 2 milioni per impresa, e di un contributo statale volto a coprire il costo del finanziamento.

 CF  16/07/2013 
     La soppressione della responsabilità solidale IVA negli appalti 

Al fine di evitare la censura della Commissione Europea per incompatibilità con i principi comunitari in materia di IVA, il Legislatore ha previsto l’abrogazione della responsabilità solidale nel pagamento dell’IVA negli appalti di opere e servizi. La solidarietà fiscale continua a operare con esclusivo riguardo al versamento delle ritenute sul reddito di lavoro dipendente. Permane anche la responsabilità solidale sul costo del lavoro, oggetto di un’autonoma disciplina ex art. 29, D.Lgs. 276/2003.

 CF  12/07/2013 
     La dilazione delle somme iscritte a ruolo dopo il Decreto Fare 

Tra le molteplici novità recate dal DL 69/2013, c.d. Decreto “Fare”, assume particolare significato, specialmente in un momento di profonda crisi economica come quello attuale, il nuovo intervento sull’art. 19, DPR 602/1973, per effetto del quale, al ricorrere di determinate circostanze, è possibile richiedere la dilazione di pagamento delle somme iscritte a ruolo fino a un massimo di 120 rate mensili. Esaminiamo di seguito il nuovo impianto normativo, anche sulla base dei primi chiarimenti in materia resi da Equitalia.

 CF  09/07/2013 
     L’obbligo di fatturazione elettronica verso le Pubbliche Amministrazioni 

Con il DM 55/2013 è stato emanato il regolamento in materia di emissione e trasmissione della fattura elettronica alle Pubbliche Amministrazioni. Con la pubblicazione del decreto viene quindi a completarsi il quadro tecnico e normativo necessario per l’avvio dell’obbligo di emissione, trasmissione, conservazione e archiviazione esclusivamente in forma elettronica delle fatture emesse nei rapporti con le amministrazioni dello Stato.

 CF  05/07/2013 
     Il Decreto Fare 

Con la pubblicazione del DL 69/2013 sul Supplemento Ordinario n. 50/L alla Gazzetta Ufficiale n. 144/2013, dal 22.6.2013 sono entrate in vigore le misure straordinarie previste per la crescita economica e la semplificazione del quadro amministrativo e normativo del paese. Esaminiamo per brevi flash le principali disposizioni d’interesse aziendale; seguiranno poi specifici approfondimenti monotematici in funzione dell’importanza e dell’urgenza. Si evidenzia che, trattandosi di un decreto legge, potrà essere oggetto di modifiche in sede di conversione.

 CF  02/07/2013 
     L'aumento dell’imposta di bollo dovuta in misura fissa 

In sede di conversione in legge del DL 43/2013, è stato disposto l’aumento dell’imposta di bollo dovuta in misura fissa per gli atti formati a decorrere dal 26.6.2013. L’intervento normativo risponde all’esigenza di reperimento delle risorse per il rifinanziamento della ricostruzione privata nei comuni colpiti dal sisma in Abruzzo.

 CF  28/06/2013 
     Il momento impositivo delle intermediazioni internazionali 

Con la Norma di comportamento n. 187/2013, l’Associazione Italiana Dottori Commercialisti interviene sulla rilevanza temporale delle intermediazioni ricevute da soggetti non residenti. Il documento fornisce anche alcuni interessanti chiarimenti circa le modalità di applicazione dell’imposta da parte della casa mandante nazionale.

 CF  25/06/2013 
     La conversione in legge del Decreto Sblocca Debiti: novità e conferme 

Sulla GU n. 132/2013 è stata pubblicata la Legge 64/2013, di conversione del DL 35/2013, c.d. Decreto “Sblocca Debiti”, recante, tra l’altro, disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione. Esaminiamo di seguito le modifiche apportate al testo originario del decreto.

 CF  21/06/2013 
     Chiarimenti sulla deducibilità dei canoni di leasing 

Con un recentissimo intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti circa le modalità di recupero dei canoni di leasing non dedotti alla scadenza del contratto, nel caso in cui la durata minima richiesta dalla disciplina fiscale sia superiore a quella contrattuale o in caso di cessione a terzi dello stesso contratto.

 CF  11/06/2013 
     Il Decreto Energia 

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 130/2013 del DL 63/2013, c.d. Decreto “Energia”, di recepimento della Direttiva 2010/31/UE, divengono immediatamente operative le proroghe degli incentivi previsti per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e per la riqualificazione energetica degli edifici. Il decreto introduce anche una detrazione per l’acquisto dei mobili destinati all’arredamento dell’immobile oggetto di ristrutturazione. Esaminiamo di seguito le principali novità di interesse aziendale; seguiranno approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  07/06/2013 
     Le novità in materia di fatturazione e i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

Con un recente intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni interessanti chiarimenti circa le novità in materia di fatturazione previste dalla L. 228/2012, con effetto dal 1.1.2013.

 CF  31/05/2013 
     Novità in tema di dilazione delle somme iscritte a ruolo 

Con un comunicato stampa diffuso lo scorso 8.5.2013, Equitalia ha annunciato l’innalzamento a € 50.000 della soglia entro la quale è concessa la dilazione del pagamento delle cartelle esattoriali a semplice richiesta motivata. Il numero massimo di rate concedibili è di 72, con importo minimo di ciascuna rata pari a € 100.

 CF  24/05/2013 
     Gli ultimi chiarimenti di prassi in tema di detrazione per recupero edilizio e riqualificazione energetica 

Con un recentissimo intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate è tornata a occuparsi della detrazione per il recupero del patrimonio abitativo e della detrazione per riqualificazione energetica, fornendo alcuni interessanti chiarimenti di seguito esaminati.

 CF  21/05/2013 
     La fattura semplificata 

Con effetto dal 1.1.2013, la Legge 228/2012 ha stabilito che le fatture di ammontare complessivo non superiore a € 100, possono essere emesse in modalità semplificata, ossia con l’indicazione di solo alcune delle informazioni richieste dalla disciplina IVA. Con CM n. 12/E/2013, l’Agenzia delle Entrate ha reso le prime indicazioni operative circa le nuova modalità di certificazione delle operazioni IVA.

 CF  17/05/2013 
     La deducibilità dei compensi agli amministratori e le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate 

Il TUIR prevede espressamente la deducibilità dei compensi corrisposti agli amministratori delle società di persone e di capitali. Tuttavia, l’Amministrazione finanziaria può disconoscerne parzialmente o totalmente la deducibilità, qualora i compensi appaiano insoliti, sproporzionati o strumentali all’ottenimento di indebiti vantaggi. La questione della sindacabilità dei compensi, da sempre assai dibattuta dalla giurisprudenza di legittimità, è stata recentemente affrontata dalla Corte di Cassazione che, mutando l’orientamento favorevole al contribuente consolidatosi negli ultimi anni, è tornata a sostenere la facoltà dell’Agenzia delle Entrate di disconoscere la deducibilità dei compensi erogati.

 CF  14/05/2013 
     La detassazione della retribuzione di produttività e i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

a “Legge di Stabilità 2013” ha prorogato, pur con alcune modificazioni, la detassazione dei premi di produttività per il biennio 2013 - 2014. Le modalità attuative della norma per l’anno 2013 sono state definite dal DPCM 22.1.2013. Con un recentissimo intervento di prassi l'Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni importanti chiarimenti circa l'applicazione della novellata disciplina.

 CF  10/05/2013 
     Il Decreto Sblocca Debiti 

Sulla GU n. 82/2013 è stato pubblicato il DL 35/2013, recante, tra l’altro, disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti della pubblica amministrazione. Esaminiamo per brevi flash le principali novità d’interesse aziendale in vigore dallo scorso 9.4.2013; seguiranno approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza una volta che il decreto sarà stato convertito in legge.

 CF  07/05/2013 
     Limiti alla compensazione in presenza di ruoli scaduti 

Con effetto dal 1.1.2011, il DL 78/2010 ha introdotto alcuni limiti alla compensazione “orizzontale” dei crediti erariali vantati dai contribuenti. In particolare è previsto il divieto di compensazione dei crediti d’imposta in presenza di debiti per imposte erariali e relativi accessori iscritti a ruolo, se d’importo superiore a € 1.500 e per i quali sia scaduto il termine di pagamento. La violazione del divieto di compensazione è sanzionata nella misura del 50% dell’importo dei debiti iscritti a ruolo, fino a concorrenza dell’ammontare indebitamente compensato.

 CF  03/05/2013 
     La compensazione delle cartelle esattoriali con i crediti erariali 

Il DL 78/2010 ha introdotto la possibilità di pagamento, anche parziale, delle somme iscritte a ruolo mediante compensazione dei crediti di natura erariale vantati dal contribuente. Considerato il perdurare della crisi finanziaria e le connesse difficoltà nel reperimento della liquidità necessaria al pagamento delle cartelle esattoriali, pare opportuno riesaminare le opportunità offerte dalla disciplina.

 CF  30/04/2013 
     Chiarimenti in tema di deducibilità dell’IRAP dal reddito d'impresa 

Con un recentissimo intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate è tornata a occuparsi della deduzione dal reddito d’impresa della quota di IRAP riferita al costo del lavoro dipendente e assimilato. Tra gli interessanti chiarimenti forniti dall’Amministrazione finanziaria, assume particolare rilievo la precisazione che l’IRAP complessivamente ammessa in deduzione, data dal cumulo della deduzione analitica del costo del lavoro con la deduzione forfetaria per interessi passivi, non può comunque eccedere l’imposta complessivamente dovuta nel periodo di riferimento.

 CF  16/04/2013 
     La qualificazione IVA degli incentivi commerciali 

Nella pratica commerciale sono frequenti gli accordi tra produttori o grossisti e rivenditori che prevedono sconti aggiuntivi o premi al raggiungimento di un determinato volume di acquisti. In taluni settori è altrettanto diffusa la consuetudine di erogare premi in denaro per fidelizzare la clientela o incoraggiare futuri acquisti. Le somme erogate alla clientela possono costituire anche il corrispettivo a fronte di prestazioni promozionali o servizi post vendita previsti contrattualmente. Esaminiamo di seguito le diverse fattispecie e il relativo trattamento IVA.

 CF  12/04/2013 
     L’impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica e la detrazione del 36% 

L’Agenzia delle Entrate ha recentemente precisato che le spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica a servizio di un’unità residenziale, possono usufruire della detrazione IRPEF del 36% (50% sino al 30.6.2013).

 CF  09/04/2013 
     La revisione del piano di ammortamento 

Il permanere della profonda crisi economica e finanziaria può determinare il minor utilizzo delle immobilizzazioni materiali, allungandone la vita utile economica e rendendo necessaria la modifica dei relativi piani di ammortamento. Esaminiamo di seguito gli aspetti civilistici e fiscali connessi alla modifica delle aliquote e dei criteri di ammortamento.

 CF  05/04/2013 
     Il rimborso e la compensazione del credito IVA trimestrale 

In presenza dei necessari requisiti, il credito IVA maturato in periodi infrannuali, ossia nel primo, nel secondo e nel terzo trimestre, può essere chiesto a rimborso o utilizzato in compensazione di altre imposte e/o contributi. Per accedere alla procedura occorre presentare il modello IVA TR entro la fine del mese successivo al trimestre di riferimento; per il primo trimestre 2013, la scadenza è quindi fissata al prossimo 30.4.

 CF  02/04/2013 
     La svalutazione delle rimanenze di magazzino 

La disciplina civilistica prevede che la svalutazione delle rimanenze di magazzino sia effettuata iscrivendo in contabilità il minor importo tra il costo di acquisto o di produzione e il valore di realizzo desumibile dall’andamento di mercato. Tale regola trova applicazione anche in ambito fiscale, il TUIR, infatti, riconosce i metodi di determinazione del costo previsti dall’OIC n. 13.

 CF  29/03/2013 
     Novità in tema di omessa comunicazione delle dichiarazioni di intento ricevute 

Con Sentenza n. 15/12/13, depositata lo scorso 23.1, la CTP di Varese ha accolto il ricorso di un contribuente a cui era stata inflitta una pesantissima sanzione per l’omessa comunicazione della dichiarazione di intento ricevuta da un suo cliente. Secondo la Commissione Tributaria, l’omessa comunicazione delle dichiarazioni di intento ricevute configura una mera violazione formale che non incide sulla determinazione della base imponibile IVA e sul versamento del tributo.

 CF  26/03/2013 
     Le modifiche alla territorialità IVA dei servizi di locazione e noleggio di mezzi di trasporto 

Con effetto dal 1.1.2013 è modificata la territorialità IVA delle prestazioni di locazione e noleggio a “lungo termine” di mezzi di trasporto rese a privati consumatori. La nuova disciplina opera anche una distinzione tra le locazioni di imbarcazioni da diporto e quelle relative agli altri mezzi di trasporto.

 CF  22/03/2013 
     L’incentivo per l’acquisto di veicoli verdi 

Con DM 11.1.2013 il Ministero dello Sviluppo Economico ha definito le modalità e le condizioni per usufruire dei contributi previsti dal c.d. Decreto “Crescita” per l’acquisto di veicoli a basse emissioni inquinanti. Gli incentivi partono il 14.3.2013 per terminare il 31.12.2015 e riguardano l’acquisto di veicoli a basse emissioni complessive con contestuale consegna di un veicolo immatricolato da almeno 10 anni per la rottamazione.

 CF  19/03/2013 
     Responsabilità solidale negli appalti: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

Il c. d. Decreto “Crescita” è intervenuto sulla disciplina della responsabilità solidale negli appalti, innovandone sensibilmente l’ambito di applicazione. Con un recentissimo intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate fornisce importanti chiarimenti circa gli aspetti operativi della disciplina.

 CF  08/03/2013 
     Società in perdita sistematica: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate 

Con un recente intervento di prassi l’Agenzia delle Entrate ha ufficializzato i chiarimenti forniti in occasione del consueto incontro di inizio anno con la stampa specializzata. Tra i vari argomenti trattati, i tecnici dell’Amministrazione finanziaria hanno affrontato anche le novità concernenti la disciplina sulle società in perdita sistematica.

 CF  26/02/2013 
     Regime IVA per cassa: nuovi chiarimenti 

Il Decreto “Crescita” ha introdotto un nuovo regime opzionale di IVA per cassa, c.d. “cash accounting”, applicabile, in generale, dai soggetti passivi con volume di affari non superiore a € 2 milioni. La disciplina, applicabile dallo scorso 1.12.2012, prevede il differimento dell’esigibilità dell’IVA sino al momento di pagamento del corrispettivo. Con un recente intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni importanti chiarimenti circa l’applicazione pratica del nuovo regime.

 CF  22/02/2013 
     La nuova disciplina fiscale delle perdite su crediti 

Il c.d. Decreto “Crescita” ha introdotto significative novità alla disciplina fiscale delle perdite su crediti, prevedendo nuove ipotesi di deducibilità “automatica” di tali componenti negative di reddito. In particolare, i requisiti di deducibilità sono ora integrati anche quando il credito è di modesta entità e sono decorsi 6 mesi dalla sua scadenza, quando il credito è prescritto nonché, per i soggetti IAS, nel caso di cancellazione di crediti dal bilancio in dipendenza di eventi estintivi.

 CF  19/02/2013 
     L'opzione IRAP e la scadenza del 1° marzo 

Le regole di determinazione della base imponibile IRAP sono differenziate in relazione alla natura giuridica del contribuente: per le società di capitali e gli enti commerciali, la base imponibile IRAP è determinata in base ai valori di bilancio mentre, per gli imprenditori individuali e le società di persone, in base ai valori fiscali. Tuttavia, per gli imprenditori individuali e le società di persone in contabilità ordinaria, è prevista la possibilità, da manifestarsi con apposita opzione, di determinare la base imponibile IRAP adottando le stesse regole previste per i soggetti IRES. Per il triennio 2013 - 2015, l’opzione deve essere esercitata entro il prossimo 1.3.2013. Entro la stessa data può essere comunicata la revoca dell’opzione per il triennio 2010 - 2012.

 CF  15/02/2013 
     La detassazione della retribuzione di produttività 

La “Legge di Stabilità 2013” ha prorogato, pur con alcune modificazioni, la detassazione dei premi di produttività per il biennio 2013 - 2014. Le modalità attuative della norma per l’anno 2013 sono state definite dal DPCM 22.1.2013, il quale, tra l’altro, ha innalzato il limite reddituale che consente l’accesso al beneficio a € 40.000. Il bonus fiscale riguarda esclusivamente le somme erogate in esecuzione di contratti di secondo livello, specificatamente correlate a indicatori di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione.

 CF  08/02/2013 
     La Legge di Stabilità 2013 (parte seconda) 

Sul Supplemento Ordinario n. 212 alla Gazzetta Ufficiale n. 302/2012 è stata pubblicata la Legge 228/2012, c.d. “Legge di Stabilità 2013”, in vigore dal 1.1.2013, composta da 1 articolo suddiviso in 561 commi. Concludiamo l’esame delle principali novità di interesse aziendale recate dalla Legge 228/2012; seguiranno specifiche circolari di approfondimento monotematico in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  05/02/2013 
     La Legge di Stabilità 2013 (parte prima) 

Sul Supplemento Ordinario n. 212 alla Gazzetta Ufficiale n. 302/2012 è stata pubblicata la Legge 228/2012, c.d. “Legge di Stabilità 2013”, in vigore dal 1.1.2013, composta da 1 articolo suddiviso in 561 commi. Rispetto a quanto previsto dal DDL originario, il testo definitivo della legge di bilancio non contempla più le disposizioni concernenti la riduzione delle aliquote IRPEF per i primi due scaglioni di reddito e le limitazioni alla deducibilità e alla detraibilità di alcuni degli oneri di cui agli artt. 10 e 15, TUIR. Nel corpo della legge sono state inserite le disposizioni in materia di fatturazione europea, originariamente previste dal DL 216/2012. L’argomento sarà oggetto di due circolari informative svolte per brevi flash e con le disposizioni attinenti l’area aziendale; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  01/02/2013 
     La sospensione dell’attività di riscossione coattiva 

La c.d. Legge di “Stabilità 2013” ha previsto importanti novità in materia di riscossione dei tributi, introducendo un procedimento, a iniziativa del contribuente, che regola la sospensione e l’annullamento delle procedure di recupero coattivo dei crediti, in caso di infondatezza della pretesa. È inoltre prevista la sanatoria dei debiti fiscali fino a € 2.000 iscritti a ruolo prima del 2000 e la sospensione delle azioni cautelari ed esecutive per i debiti fino a € 1.000.

 CF  29/01/2013 
     Riapertura dei termini per la rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni 

Tra le varie misure previste dalla c.d. “Legge di Stabilità 2013”, riveste un particolare interesse la riapertura dei termini per la rideterminazione del costo fiscale dei terreni e delle partecipazioni non negoziate, posseduti al di fuori del regime di impresa alla data del 1.1.2013. Il valore dei beni, come rideterminato dalla perizia di stima, assume rilevanza nel calcolo della plusvalenza tassabile ai fini IRPEF. I soggetti interessati dovranno far redigere e asseverare la perizia di stima e versare la prima rata, o l’intera imposta sostitutiva, entro il 1.7.2013.

 CF  25/01/2013 
     Fatturazione 2013: le regole da osservare 

L’art. 1, commi da 324 a 335, Legge 228/2012, c.d. “Legge di Stabilità 2013”, ha recepito nell’ordinamento nazionale le disposizioni in materia di fatturazione previste dalla Direttiva 2010/45/UE. Le nuove regole sono applicabili alle operazioni effettuate a partire dal 1.1.2013. Esaminiamo di seguito le principali modifiche apportate al DPR 633/1972 e al DL 331/1993; seguiranno poi approfondimenti monotematici in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  11/01/2013 
     Il principio di cassa allargata e i compensi degli amministratori 

Ai compensi spettanti agli amministratori è applicabile il cosiddetto principio di cassa “allargata” secondo cui si considerano percepite nel periodo d’imposta precedente, se ad esso riferite, le somme corrisposte entro il 12.1 dell’anno successivo. Per le società può essere pertanto opportuno, tenuto conto della propria presunta situazione reddituale 2012, fare una valutazione di convenienza circa la data, antecedente o successiva al 12.1.2013, entro cui corrispondere i compensi ancora dovuti agli amministratori per le prestazioni ricevute nel corso dell’esercizio 2012.

 CF  28/12/2012 
     Modalità e termini per il rimborso dell’IRAP correlata al costo del lavoro 

Con Provvedimento 17.12.2012, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello e le istruzioni per la presentazione dell’istanza di rimborso delle maggiori imposte versate per effetto dell’indeducibilità dell’IRAP riferita al costo del lavoro. La richiesta di rimborso può interessare le maggiori imposte sui redditi versate dal 28.12.2007. Il provvedimento fissa inoltre il calendario per l’invio telematico dell’istanza.

 CF  21/12/2012 
     Le spese di ospitalità non considerate come di rappresentanza 

Il DM 19.11.2008 disciplina il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza, definendone il principio di inerenza e i limiti di congruità. Il decreto individua anche alcune categorie di spese che, pur avendo il carattere della gratuità e finalità promozionali o di pubbliche relazioni, non sono considerate come di rappresentanza e, pertanto, non soggiacciono alle ordinarie limitazioni di deducibilità.

 CF  18/12/2012 
     Nuova IVA per cassa: primi chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate 

Con il Provvedimento 21.11.2012 e la recentissima CM n. 44/E/2012, l’Agenzia delle Entrate ha individuato le modalità per l’esercizio dell’opzione della liquidazione IVA per cassa e diffuso i primi chiarimenti circa l’applicazione pratica del nuovo regime opzionale. Esaminiamo di seguito le precisazioni fornite dall’Amministrazione finanziaria.

 CF  07/12/2012 
     Entro il prossimo 31.12 l'opzione per il regime di trasparenza 

Entro il prossimo 31.12, le società di capitali che intendono adottare il regime di trasparenza con decorrenza 1.1.2012, sono tenute a esercitare l’apposita opzione inviando il relativo modello di comunicazione all’Agenzia delle Entrate. L’adempimento interessa anche le società che hanno adottato il regime nel 2009 (triennio 2009 -2011), intenzionate a rinnovare l’opzione per il triennio 2012 - 2014. I soggetti che intendono “uscire” dal regime (triennio 2009 - 2011) non devono effettuare alcun adempimento: il mancato rinnovo dell’opzione nei termini farà automaticamente rientrare la società nell’ambito dell’ordinaria tassazione IRES. Esaminiamo di seguito le condizioni e gli adempimenti per l’esercizio dell’opzione, con particolare riferimento alla cosiddetta “piccola trasparenza”.

 CF  04/12/2012 
     Nuove regole per la cessione di prodotti agroalimentari 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 274/2012 è stato pubblicato il DM 19.10.2012, attuativo delle disposizioni previste dal cosiddetto Decreto “Liberalizzazioni” in materia di cessione di prodotti agricoli e alimentari.

 CF  27/11/2012 
     Pagamento transazioni commerciali: dal 2013 al via le nuove regole 

Al fine di contrastare i ritardi nei pagamenti delle transazioni commerciali, il D.Lgs. 192/2012 interviene sul D.Lgs. 231/2002, stabilendo la rimodulazione dei termini di pagamento e l’aumento del tasso minimo degli interessi legali moratori. Le nuove disposizioni saranno applicabili alle transazioni commerciali concluse dal 1.1.2013.

 CF  23/11/2012 
     Novità in tema di cessione o compensazione dei crediti verso la Pubblica Amministrazione 

Con DM 19.10.2012 il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha apportato alcune modifiche alla disciplina che consente di compensare i crediti commerciali vantati verso le regioni, gli enti locali e gli enti del Servizio Sanitario Nazionale, con i debiti tributari iscritti a ruolo oppure, in alternativa, di procedere alla loro cessione a una banca o altro intermediario finanziario.

 CF  16/11/2012 
     Chiarimenti in tema di acquisti di carburante con carte di credito 

Al fine di semplificare gli adempimenti in capo ai contribuenti, il cosiddetto Decreto “Sviluppo” 2011 ha previsto l’esonero dalla tenuta della scheda carburante per i soggetti IVA che utilizzano esclusivamente carte elettroniche per il pagamento degli acquisti di carburante. Con un recentissimo intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate è finalmente intervenuta per chiarire gli aspetti operativi di tale previsione normativa.

 CF  13/11/2012 
     I costi di sponsorizzazione 

Negli ultimi mesi si è assistito a un forte incremento di verifiche dell’Amministrazione finanziaria in relazione ai costi sostenuti dalle imprese a fronte di contratti di sponsorizzazione; oggetto delle contestazioni, nella gran parte dei casi, è la loro imputazione tra le spese di pubblicità. Si ritiene quindi opportuno illustrare la normativa e la giurisprudenza concernente le sponsorizzazioni, al duplice scopo di evitare erronee imputazioni contabili e di difendere le scelte aziendali operate in sede di eventuali contenziosi.

 CF  09/11/2012 
     Decreto Crescita-bis: le principali novità di interesse aziendale 

Sul Supplemento Ordinario n. 194/L alla Gazzetta Ufficiale n. 245/2012 è stato pubblicato il DL 179/2012, recante disposizioni urgenti per favorire la crescita e lo sviluppo dell’economia e della cultura digitali, attuare politiche di incentivo alla domanda di servizi digitali e promuovere l’alfabetizzazione informatica. Esaminiamo per brevi flash le principali novità di interesse aziendale in vigore dallo scorso 20.10.2012; seguiranno approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  02/11/2012 
     Sisma Emilia 2012: il finanziamento di tributi e contributi sospesi 

Le imprese colpite dal sisma dello scorso maggio hanno facoltà di chiedere agli istituti di credito un finanziamento, assistito dalla garanzia dello Stato, per far fronte ai versamenti tributari, previdenziali e assicurativi sospesi fino al 30.11.2012, nonché al pagamento degli altri importi dovuti dal 1.12.2012 al 30.6.2013. L’Agenzia delle Entrate ha approvato e reso disponibile sul suo sito Internet il modello di comunicazione dei dati, da trasmettere in via telematica entro il 16.11.2012 per accedere al finanziamento.

 CF  30/10/2012 
     DDL Legge di Stabilità 2013 

Dopo l’approvazione del Consiglio dei Ministri, il DDL della cosiddetta “Legge di Stabilità 2013” passa all’esame della Camera dei Deputati, dove inizia il suo iter parlamentare. Il provvedimento contiene importanti novità in ambito fiscale che, salvo modifiche, entreranno in vigore dal 2013.

 CF  26/10/2012 
     Al via il nuovo regime IVA per cassa 

In sede di conversione in legge del cosiddetto Decreto “Crescita” è stato introdotto un nuovo regime IVA per cassa applicabile dai contribuenti con volume di affari non superiore a € 2 milioni. Con DM 11.10.2012, il MEF ha fissato le disposizioni attuative del nuovo regime e ne ha previsto l’applicazione a partire dal 1.12.2012. Tuttavia, per la concreta operatività della norma è necessario attendere il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate con le modalità per esercitare la relativa opzione.

 CF  23/10/2012 
     Remissione in bonis: chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate 

Il Decreto “Semplificazioni Fiscali” ha introdotto la possibilità di regolarizzare l’omissione di adempimenti e comunicazioni di natura formale, alla cui presentazione preventiva è subordinato l’accesso a benefici fiscali o a regimi fiscali opzionali. Con CM n. 38/E/2012 l’Agenzia delle Entrate fornisce i primi chiarimenti sulla nuova disciplina, precisando le condizioni per la regolarizzazione, l’ambito oggettivo di applicazione della norma e la sua decorrenza.

 CF  19/10/2012 
     Le regole per fruire del bonus assunzioni nel Mezzogiorno 

L’Agenzia delle Entrate ha definito modalità e termini per la fruizione del credito d’imposta riconosciuto ai datori di lavoro che assumono o hanno assunto lavoratori “svantaggiati” o “molto svantaggiati” nelle regioni del Mezzogiorno. Con RM n. 88/E/2012 l’Amministrazione finanziaria ha istituito il codice tributo per consentire il concreto utilizzo in compensazione del credito maturato.

 CF  16/10/2012 
     Responsabilità solidale negli appalti: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate 

Con un recentissimo intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate fornisce importanti chiarimenti interpretativi in ordine alle disposizioni ex art. 13-ter, DL 83/2012, che, a decorrere dal 12.8.2012, hanno modificato la disciplina in materia di responsabilità solidale negli appalti. In particolare, le precisazioni dell’Amministrazione finanziaria concernono le modalità per attestare il regolare adempimento degli obblighi fiscali in capo all’appaltatore e al subappaltatore e il momento a partire dal quale le nuove disposizioni esplicano i loro effetti.

 CF  12/10/2012 
     La nota di variazione IVA nelle procedure esecutive e concorsuali 

La disciplina della deducibilità fiscale delle perdite su crediti diverge notevolmente da quella prevista ai fini IVA, specialmente a seguito delle recenti innovazioni apportate dal cosiddetto Decreto “Crescita”. È quindi opportuno esaminare le condizioni che legittimano l’emissione della nota di variazione IVA per il recupero dell’imposta rimasta insoddisfatta.

 CF  09/10/2012 
     Servizi con l'estero: l'Agenzia delle Entrate commenta le nuove regole 

La cosiddetta “Legge Comunitaria 2010” ha modificato i criteri per l’individuazione del momento rilevante IVA nelle prestazioni di servizi con l’estero e le modalità per assolvere l’imposta. Con un recentissimo intervento di prassi l’Agenzia delle Entrate ha finalmente commentato le nuove regole, in vigore dallo scorso 17.3.

 CF  05/10/2012 
     Beni in godimento a soci e familiari: nuovi importanti chiarimenti 

Con un recentissimo intervento di prassi l’Agenzia delle Entrate torna a occuparsi della disciplina fiscale relativa ai beni d’impresa concessi in godimento per fini privati a soci o familiari. In particolare è precisato che il reddito diverso da assoggettare a tassazione in capo al socio di una società trasparente o a un imprenditore individuale, va decurtato del maggior reddito d’impresa formatosi a causa dell’indeducibilità dei costi relativi al bene concesso in godimento. Inoltre, per le auto aziendali concesse in uso ai soci, la quantificazione del valore di mercato va effettuata con i medesimi criteri stabiliti per i benefit dei dipendenti.

 CF  02/10/2012 
     Responsabilità solidale negli appalti: le ultime novità 

Con il cosiddetto Decreto “Crescita” è nuovamente modificata la disciplina della responsabilità solidale negli appalti. La novità di maggior rilievo riguarda l’esclusione del committente dalla responsabilità solidale che torna a interessare esclusivamente i rapporti tra appaltatore e subappaltatore. Sono stati individuati anche i controlli che l’appaltatore deve eseguire per verificare il corretto adempimento degli obblighi in capo al subappaltatore al fine di sottrarsi alla responsabilità solidale. Le stesse modalità devono essere osservate dal committente prima di procedere al pagamento del corrispettivo per non incorrere nella sanzione amministrativa prevista nella misura che va da € 5.000 a € 200.000.

 CF  28/09/2012 
     Comunicazione beni in godimento a soci e familiari: nuova proroga 

Con Provvedimento 17.9.2012 l’Agenzia delle Entrate ha nuovamente prorogato il termine di presentazione della comunicazione dei dati relativi ai beni dell’impresa concessi in godimento a soci o familiari nel 2011 e negli anni precedenti. Il nuovo termine di presentazione della comunicazione è ora fissato al 2.4.2013 (il 31.3 “cade” di domenica e il 1.4 è festivo); entro la stessa data dovrà essere presentata anche la comunicazione relativa al 2012.

 CF  25/09/2012 
     La deducibilità delle perdite su crediti: novità e conferme 

In sede di conversione in legge del cosiddetto Decreto “Crescita” sono state ampliate le ipotesi al ricorrere delle quali è ammessa la deducibilità “immediata” delle perdite su crediti. Inoltre, tra le procedure che legittimano l’automatica deducibilità della perdita, è stato inserito l’accordo di ristrutturazione dei debiti. Per i soggetti con esercizio coincidente con l’anno solare le nuove disposizioni sono applicabili già dal periodo d’imposta 2012.

 CF  21/09/2012 
     La conversione in legge del Decreto Crescita 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 187/2012 è stata pubblicata la Legge 134/2012, di conversione del DL 83/2012, recante disposizioni urgenti finalizzate ad assicurare, nell’attuale situazione di crisi internazionale e in un’ottica di rigore finanziario e di effettivo rilancio dello sviluppo economico, un immediato e significativo sostegno e un rinnovato impulso al sistema produttivo nazionale. Esaminiamo di seguito le principali novità di interesse aziendale; seguiranno approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  14/09/2012 
     Il nuovo regime IVA per cassa 

In sede di conversione in legge del cosiddetto Decreto “Crescita” è stato introdotto un nuovo regime IVA per cassa applicabile dai contribuenti con volume di affari non superiore a € 2 milioni. La nuova disciplina troverà applicazione una volta emanato il relativo decreto attuativo. Rispetto alla disciplina vigente, riservata ai soggetti con volume di affari non superiore a € 200.000, è previsto che il cessionario o committente possa detrarre l’IVA al momento di effettuazione dell’operazione, anche se il corrispettivo non è stato ancora pagato.

 CF  11/09/2012 
     L'omessa dichiarazione preclude il riporto dell'imposta a credito 

Con un recente intervento di prassi l’Agenzia delle Entrate ha precisato che le eccedenze d’imposta a credito maturate in annualità per le quali i contribuenti hanno omesso la relativa dichiarazione, non possono essere scomputate dall’imposta a debito della dichiarazione successiva.

 CF  07/09/2012 
     La riduzione della percentuale di deducibilità delle auto aziendali 

Allo scopo di reperire risorse per finanziare la cosiddetta “Riforma del Lavoro” è prevista, con effetto dal 2013, la riduzione delle percentuali di deducibilità dei costi relativi ai veicoli aziendali. La soglia di deducibilità degli autoveicoli non strumentali passa dal 40% al 27,5% mentre quella prevista per gli autoveicoli in uso promiscuo ai dipendenti è ridotta dal 90% al 70%.

 CF  31/07/2012 
     Il nuovo regime IVA nel settore immobiliare 

Al fine di rendere disponibili nuove risorse economiche nel settore immobiliare, il cosiddetto Decreto “Crescita” è intervenuto sulla disciplina IVA applicabile alle locazioni e alle cessioni di immobili abitativi e strumentali.

 CF  27/07/2012 
     Finalmente compensabili i crediti verso la Pubblica Amministrazione 

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha emanato i decreti attuativi per la compensazione dei crediti commerciali vantati verso le regioni, gli enti locali e gli enti del Servizio Sanitario Nazionale, con i debiti tributari iscritti a ruolo, o per la loro cessione a una banca o altro intermediario finanziario.

 CF  24/07/2012 
     Al via il regime premiale per i contribuenti congrui e coerenti 

Il cosiddetto Decreto “Salva Italia” ha introdotto un regime premiale riservato ai contribuenti che dichiarano, anche per effetto di adeguamento in dichiarazione, ricavi pari o superiori a quelli risultanti dall’applicazione degli Studi di Settore. Con Provvedimento 12.7.2012, l’Agenzia delle Entrate ha individuato quali Studi di Settore possono dare accesso a tale regime per il periodo d’imposta 2011, precisando altresì i requisiti necessari per poterne usufruire.

 CF  20/07/2012 
     La nuova territorialità IVA per i servizi di formazione del personale 

Con RM n. 44/E/2012, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il servizio di formazione e aggiornamento del personale ha natura didattica e pertanto la relativa localizzazione territoriale segue regole diverse a seconda dello status e della qualità del committente. Il nuovo intervento di prassi supera il precedente orientamento dell’Agenzia delle Entrate, secondo cui tali prestazioni confluivano direttamente tra i servizi “generici” ex art. 7-ter, DPR 633/1972.

 CF  13/07/2012 
     Riforma del lavoro: contrasto alle partite IVA fittizie 

Con la pubblicazione sul Supplemento Ordinario n. 136/L alla Gazzetta Ufficiale n. 153/2012 della Legge 92/2012, dal 18.7.2012 entrano in vigore alcune importanti disposizioni di contrasto al fenomeno delle partite IVA e delle associazioni in partecipazione fittizie o, almeno, considerate tali. Inoltre, per finanziare la riforma del lavoro è prevista, con effetto dal 2013, la riduzione della percentuale di deducibilità dei costi concernenti i veicoli d’impresa.

 CF  10/07/2012 
     Decreto Crescita: le principali novità di interesse aziendale 

Con la pubblicazione sul Supplemento Ordinario n. 129 alla Gazzetta Ufficiale n. 147/2012 del DL 83/2012, a decorrere dal 26.6.2012 entrano in vigore alcune importanti disposizioni per favorire la crescita e lo sviluppo economico. Esaminiamo di seguito le principali novità che incidono sul lavoro quotidiano degli staff aziendali; le altre disposizioni di natura fiscale saranno analizzate in sede di conversione in legge del decreto.

 CF  06/07/2012 
     L'attività di controllo del Fisco nel 2012: cosa è opportuno sapere 

Con CM n. 18/E/2012 l’Agenzia delle Entrate ha dettato ai suoi Uffici regionali e provinciali gli indirizzi operativi per la prevenzione e il contrasto all’evasione nell’anno in corso. Dati i buoni risultati percepiti, l’Agenzia sostanzialmente conferma la strategia adottata nell’ultimo triennio, integrandola con alcune importanti novità che tengono conto dell’evoluzione normativa e del particolare contesto economico italiano ed internazionale. Pare quindi opportuno evidenziare le priorità dettate dall’Agenzia dell’Entrate in ordine ai controlli fiscali da effettuare nel 2012.

 CF  03/07/2012 
     Società in perdita sistematica: le cause di esclusione 

Con il Provvedimento 11.6.2012, l’Agenzia delle Entrate ha individuate le cause di disapplicazione automatica dalla disciplina delle cosiddette società in perdita “sistematica”. Con CM n. 23/E/2012, l’Agenzia delle Entrate ha diffuso i primi chiarimenti operativi circa l’applicazione della nuova disciplina, con particolare riferimento alla determinazione degli acconti d’imposta 2012.

 CF  29/06/2012 
     Rateizzazione dei versamenti da UNICO: gli effetti della proroga 

Il DPCM 6.6.2012 ha disposto il differimento degli ordinari termini di versamento delle imposte risultanti dal modello UNICO 2012 al 9.7.2012 o al 20.8.2012 con la maggiorazione dello 0,40%. Con RM n. 69/E/2012, l’Agenzia delle Entrate esamina gli effetti della proroga in caso di ricorso al pagamento rateale delle imposte.

 CF  26/06/2012 
     Beni d'impresa in godimento a soci e familiari: i chiarimenti ufficiali 

Con due recentissimi interventi di prassi, l’Agenzia delle Entrate ha finalmente reso i primi chiarimenti ufficiali circa la nuova disciplina antielusiva, volta a contrastare il fenomeno della concessione in godimento dei beni d’impresa a soci o familiari dell’imprenditore per un corrispettivo annuo inferiore al valore di mercato. Si evidenzia che, secondo l’Agenzia delle Entrate, la disciplina riguarda anche i beni dell’imprenditore individuale dallo stesso utilizzati nella sfera personale.

 CF  22/06/2012 
     Il bonifico incompleto pregiudica la detrazione IRPEF del 36% 

Con RM n. 55/E/2012, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che l’incompleta compilazione del bonifico bancario o postale per il pagamento delle spese agevolabili, pregiudica la fruizione della detrazione del 36% per interventi di recupero del patrimonio edilizio. Per non perdere il diritto alla detrazione il contribuente è tenuto a ripetere il pagamento attraverso un bonifico completo di tutti i dati richiesti dalla normativa.

 CF  19/06/2012 
     Esteso l'ambito di applicazione del ravvedimento sprint 

Per effetto delle modifiche recate dal Decreto “Semplificazioni Fiscali”, il cosiddetto ravvedimento “sprint” trova ora applicazione con riferimento a tutte le violazioni sanabili con l’istituto del ravvedimento operoso e, quindi, anche per la regolarizzazione di errori ed omissioni della dichiarazione.

 CF  15/06/2012 
     Regime del margine esteso alla cessione di contratti di leasing 

Con effetto dal 29.4.2012, il Decreto “Semplificazioni Fiscali” ha esteso la possibilità di applicare il regime IVA del margine anche alle cessioni di contratti di locazione finanziaria acquistati presso privati o soggetti passivi che non hanno potuto detrarre la relativa imposta.

 CF  08/06/2012 
     In arrivo la proroga dei termini di versamento di UNICO 2012 

Con un apposito decreto in corso di pubblicazione è prevista la proroga degli ordinari termini di versamento delle imposte derivanti da UNICO 2012 al 9.7.2012 o al 20.8.2012 con la maggiorazione dello 0,40%. La proroga interessa le persone fisiche che presentano il modello UNICO, le società di capitali e di persone soggette agli Studi di Settore, nonché i soci di tali società.

 CF  05/06/2012 
     Novità in tema di responsabilità solidale negli appalti 

Le recenti manovre fiscali hanno modificato la disciplina della responsabilità solidale negli appalti, estendendo il meccanismo di solidarietà alle ritenute fiscali e all’IVA scaturente dalle fatture inerenti alle prestazioni effettuate nell’ambito dell’appalto.

 CF  01/06/2012 
     I nuovi criteri di deducibilità delle spese di manutenzione 

Le spese di manutenzione, riparazione, ammodernamento e trasformazione, che non sono considerate incrementative del valore del bene cui si riferiscono, sono deducibili nel limite del 5% del costo complessivo dei beni ammortizzabili, quale risultante all’inizio dell’esercizio dal registro beni ammortizzabili. L’eccedenza è deducibile per quote costanti nei cinque esercizi successivi. Il Decreto “Semplificazioni Fiscali” ha soppresso la disposizione secondo la quale, per i beni ceduti e per quelli acquistati nel corso dell’esercizio, compresi quelli costruiti o fatti costruire, la deduzione delle spese di manutenzione va commisurata alla durata del possesso e al costo di acquisizione. La novità è applicabile dal periodo d’imposta in corso al 29.4.2012 e, quindi, a partire dall’esercizio 2012 per i contribuenti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare.

 CF  29/05/2012 
     L'eliminazione del vincolo alla durata minima dei contratti di leasing 

Il Decreto “Semplificazioni Fiscali” è intervenuto sulle modalità di deduzione dei canoni di locazione finanziaria, eliminando il vincolo della durata minima contrattuale. La durata minima dei contratti di leasing non è quindi più un vincolo da rispettare, pena l’indeducibilità dei canoni, ma rappresenta il lasso temporale minimo entro cui ottenere la deduzione dei canoni stessi. La novità, applicabile ai contratti stipulati dal 29.4.2012, non dà luogo ad alcun vantaggio fiscale in capo al soggetto utilizzatore dei beni, ma consente comunque di stipulare contratti di breve durata, con un risparmio sui relativi oneri finanziari. Ai contratti di leasing sottoscritti fino al 28.4.2012 continuano ad applicarsi le regole previgenti.

 CF  25/05/2012 
     La rimessione in bonis per la fruizione di benefici fiscali opzionali 

Il Decreto “Semplificazioni Fiscali” prevede la possibilità di regolarizzare l’omissione di adempimenti e comunicazioni di natura formale, alla cui presentazione preventiva è subordinato l’accesso a benefici fiscali o a regimi fiscali opzionali, con il pagamento di una sanzione amministrativa. Con RM n. 46/E/2012, l’Agenzia delle Entrate ha istituito lo specifico codice tributo da esporre nel modello di pagamento.

 CF  22/05/2012 
     Il Decreto Semplificazioni Fiscali (parte seconda) 

Sul Supplemento Ordinario n. 85/L alla Gazzetta Ufficiale n. 99/2012 è stata pubblicata la Legge 44/2012, di conversione del DL 16/2012, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie, di efficientamento e potenziamento delle procedure di accertamento. Concludiamo l’esame delle principali novità di interesse aziendale recate dal c.d. Decreto “Semplificazioni Fiscali”; seguiranno specifiche circolari di approfondimento monotematico in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  18/05/2012 
     Il Decreto Semplificazioni Fiscali (parte prima) 

Sul Supplemento Ordinario n. 85/L alla Gazzetta Ufficiale n. 99/2012 è stata pubblicata la Legge 44/2012, di conversione del DL 16/2012, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie, di efficientamento e potenziamento delle procedure di accertamento. L’argomento sarà oggetto di due circolari informative svolte per brevi flash e con le disposizioni di interesse aziendale; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  15/05/2012 
     La rateazione dei debiti tributari: novità e conferme 

Negli ultimi mesi la disciplina che regola la riscossione delle somme iscritte a ruolo è stata oggetto di profonde modifiche che vanno a sommarsi ai precedenti interventi del Legislatore e di Equitalia, tesi a rendere più agevole ed economico l’accesso all’istituto della rateazione. Pare quindi opportuno fornire un quadro di sintesi della disciplina.

 CF  11/05/2012 
     Evoluzione dei principali tassi di interesse: primo semestre 2012 

Riproponiamo una ricognizione sull’evoluzione dei tassi di interesse che risultano particolarmente significativi per le aziende, specie in un periodo “critico” dal punto di vista dell’andamento dei mercati finanziari ed anche del credito alle imprese. Di seguito esponiamo una tabella riassuntiva dei principali tassi aggiornati. Poiché variano con diversa periodicità è stata introdotta una colonna che precisa la decorrenza o il periodo di vigenza. Si noti che per quanto riguarda l’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati sono rilevati gli ultimi tre mesi disponibili.

 CF  08/05/2012 
     I nuovi istituti del reclamo e della mediazione tributaria 

Agli atti di valore non superiore a € 20.000, notificati dall’Agenzia delle Entrate a partire dal 1.4.2012, è applicabile il nuovo istituto obbligatorio del reclamo e della mediazione tributaria. Con CM n. 9/E/2012 l’Agenzia delle Entrate ha delineato i profili operativi della nuova disciplina, finalizzata alla riduzione del contenzioso tributario e all’accelerazione dei tempi di riscossione.

 CF  04/05/2012 
     Il Decreto Semplificazioni 

Sul Supplemento Ordinario n. 69/L alla Gazzetta Ufficiale n. 82/2012 è stata pubblicata la Legge 35/2012, di conversione, con modificazioni, del DL 5/2012, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo. Esaminiamo per brevi flash le principali novità di interesse aziendale in vigore dallo scorso 7.4.2012; seguiranno approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  20/04/2012 
     Il Decreto Liberalizzazioni 

Sul Supplemento Ordinario n. 53/L alla Gazzetta Ufficiale n. 71/2012 è stata pubblicata la Legge 27/2012, di conversione, con modificazioni, del DL 1/2012, recante disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività. Esaminiamo per brevi flash le principali novità di interesse aziendale in vigore dallo scorso 25.3.2012; seguiranno approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  17/04/2012 
     La nuova disciplina della detrazione IRPEF 36% 

Il Decreto “Salva Italia” mette “a regime” la detrazione IRPEF del 36% delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio. Il nuovo art. 16-bis, TUIR, ne disciplina l’applicazione. Esaminiamo di seguito il nuovo assetto normativo, in vigore dal 1.1.2012.

 CF  13/04/2012 
     La deduzione dei costi di competenza di due esercizi 

Dal 2011 le imprese in contabilità semplificata possono imputare i costi concernenti due periodi di imposta nell’esercizio di registrazione del documento di spesa. In alternativa è possibile continuare a rilevare i ratei o i risconti con l’ordinario criterio della competenza.

 CF  10/04/2012 
     Le modifiche allo spesometro e la comunicazione relativa al 2011 

Il Decreto “Semplificazioni Fiscali” ha modificato la disciplina della comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA, eliminando la soglia di € 3.000 per le operazioni con obbligo di emissione della fattura effettuate a partire dal 1.1.2012. Con un comunicato stampa del 5.4.2012, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che per la trasmissione della comunicazione relativa al 2011 va utilizzato il tracciato record approvato con Provvedimento 16.9.2011. Inoltre, al fine di semplificare l’adempimento, il software di trasmissione della comunicazione è stato modificato consentendo l’invio di tutte le operazioni, anche se di ammontare inferiore alla soglia.

 CF  06/04/2012 
     Le limitazioni all'uso del contante e le trasferte dei dipendenti 

Nel corso di un incontro organizzato dalla stampa specializzata, il MEF ha precisato che le somme anticipate ai dipendenti per il sostenimento delle spese di trasferta rientrano nell’ambito di applicazione della normativa antiriciclaggio. Esaminiamo i chiarimenti resi dai tecnici ministeriali.

 CF  03/04/2012 
     Il decreto attuativo dell'ACE (Aiuto alla Crescita Economica) 

Il Decreto “Salva Italia” ha introdotto un incentivo alla crescita economica delle imprese che consente la deduzione dal reddito di un importo corrispondente al rendimento figurativo degli incrementi di capitale proprio. Con Decreto 14.3.2012 sono stati individuati i soggetti interessati dalla norma e le relative modalità attuative.

 CF  30/03/2012 
     Il rimborso e la compensazione del credito IVA trimestrale 

In presenza dei necessari requisiti, il credito IVA maturato in periodi infrannuali, ossia nel primo, nel secondo e nel terzo trimestre, può essere chiesto a rimborso o utilizzato in compensazione di altre imposte e/o contributi. Per poter accedere alla procedura occorre presentare l’apposito modello, oggetto di modifica ad opera di un recente provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, entro la fine del mese successivo al trimestre di riferimento: per il primo trimestre 2012, la scadenza è quindi fissata al prossimo 30.4.

 CF  27/03/2012 
     Il rimborso dell'IRAP relativa al costo del lavoro 

Il Decreto “Salva Italia” ha previsto che a decorrere dall’esercizio 2012, è ammessa in deduzione dalla base imponibile IRES ed IRPEF la quota di IRAP riferita alle spese per il personale dipendente ed assimilato. Il Decreto “Semplificazioni Fiscali” riconosce la possibilità di richiedere a rimborso le maggiori imposte sui redditi versate nei periodi d’imposta precedenti per effetto dell’indeducibilità dell’IRAP riferita al costo del lavoro.

 CF  23/03/2012 
     La nuova soglia per la compensazione del credito IVA annuale 

Il Decreto “Semplificazioni Fiscali” ha ridotto la soglia al di sopra della quale è necessario presentare preventivamente la dichiarazione annuale IVA prima di dar corso alla compensazione del credito IVA maturato nell’anno precedente. Con il Provvedimento 16.3.2012, protocollo 2012/40186, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che il nuovo limite è applicabile alle compensazioni effettuate a partire dal 1.4.2012. Nel computo della nuova soglia occorre tener conto anche delle compensazioni effettuate in precedenza.

 CF  20/03/2012 
     La procedura di approvazione del bilancio 2011 

La procedura di approvazione del bilancio di esercizio comporta il rispetto di una serie di adempimenti che, nella generalità dei casi, devono essere conclusi entro il termine del prossimo 29.4.2012. Tuttavia, in presenza di specifiche esigenze connesse con la struttura e l’oggetto della società, è possibile posticipare l’approvazione del bilancio sino al 28.6.2012.

 CF  16/03/2012 
     La comunicazione delle dichiarazioni di intento ricevute 

Per effettuare acquisti senza applicazione d’imposta gli esportatori abituali devono rilasciare ai loro fornitori la cosiddetta “dichiarazione di intento”. Il ricevimento della dichiarazione fa sorgere in capo ai fornitori specifici obblighi di registrazione, fatturazione e comunicazione. Il DL 16/2012, in vigore dallo scorso 2.3.2012, ha modificato il termine da osservare per la comunicazione delle dichiarazione di intenti ricevute.

 CF  13/03/2012 
     Decreto Semplificazioni Fiscali: importanti novità per le aziende 

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 52/2012 del DL 16/2012, a decorrere dal 2.3.2012 entrano in vigore alcune importanti disposizioni di semplificazione degli adempimenti tributari. Esaminiamo di seguito le novità che incidono sul lavoro quotidiano degli staff aziendali; le altre disposizioni di natura fiscale saranno analizzate in sede di conversione in legge del decreto.

 CF  09/03/2012 
     La rateizzazione degli avvisi bonari 

Il Decreto “Salva Italia” è intervenuto sulle modalità di riscossione delle somme dovute a seguito del controllo automatico e formale delle dichiarazioni, sopprimendo l’obbligo di prestare la garanzia se il debito è superiore a € 50.000. È stata inoltre prevista la possibilità di ravvedere l’omesso versamento delle rate non pagate alla scadenza.

 CF  28/02/2012 
     L'utilizzo di schede carburanti false costituisce un illecito penale 

La Corte di Cassazione ha stabilito che l’utilizzo di schede carburanti false configura, oltre che un illecito amministrativo, anche una fattispecie delittuosa, penalmente rilevante. Esaminiamo la disciplina di riferimento e l’importante pronuncia della Sezione Penale della Cassazione.

 CF  24/02/2012 
     Chiarimenti in tema di riporto delle perdite per i soggetti IRES 

Il DL 98/2011 ha sostanzialmente modificato la disciplina fiscale in materia di riporto e utilizzo delle perdite per i soggetti IRES prevedendo, in luogo del vincolo quinquennale allo scomputo delle perdite pregresse, un limite quantitativo all’importo utilizzabile in compensazione. Con CM n. 53/E/2011, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sulle nuove regole precisando, tra l’altro, la decorrenza delle nuove disposizioni e il relativo ambito applicativo.

 CF  21/02/2012 
     Liquidazioni trimestrali IVA: chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate 

Per effetto delle modifiche apportate dalla “Legge di Stabilità 2012”, dal 1.1.2012 i limiti il cui mancato superamento consente l’effettuazione della liquidazione IVA con cadenza trimestrale sono stati allineati a quelli previsti per l’accesso alla contabilità semplificata. Con RM n. 15/E/2011, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che per determinare la periodicità di liquidazione dell’IVA è necessario far riferimento al volume di affari. Per la contabilità semplificata, invece, il riferimento è costituito dai ricavi dell’anno precedente.

 CF  17/02/2012 
     TFM amministratori: la nuova disciplina fiscale 

Tra le varie misure di recupero del gettito fiscale, il Decreto “Salva Italia” ha previsto che le indennità di fine mandato percepite dagli amministratori di società di capitali non possono più beneficiare del regime di tassazione separata, ma devono concorrere alla formazione del reddito complessivo dell’amministratore. La nuova disciplina trova applicazione con riferimento alle indennità per le quali il diritto alla percezione è sorto a far data dal 1.1.2011.

 CF  14/02/2012 
     Opzione per l'imponibilità IVA nelle cessioni di fabbricati abitativi 

Il Decreto “Liberalizzazioni” interviene sulla disciplina IVA applicabile alle locazioni e cessioni di immobili a uso abitativo, aggiungendo alcune nuove ipotesi di assoggettamento a IVA delle operazioni.

 CF  07/02/2012 
     Beni d'impresa in godimento a soci o familiari: primi chiarimenti 

Nel corso di un incontro con la stampa specializzata, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti in relazione alla nuova disciplina antielusiva, volta a contrastare il fenomeno della concessione in godimento dei beni d’impresa a soci o familiari dell’imprenditore per un corrispettivo annuo inferiore al valore di mercato.

 CF  03/02/2012 
     Le regole per la compensazione del credito IVA 2011 

L’utilizzo in compensazione “orizzontale” del credito IVA annuale soggiace alle stringenti limitazioni introdotte dal DL 78/2009. In particolare, la compensazione del credito IVA annuale 2011 per importi superiori a € 10.000 è ammessa solo dal mese successivo a quello di presentazione del mod. IVA 2012.

 CF  31/01/2012 
     Comunicazione operazioni IVA: le ultime precisazioni 

In prossimità della scadenza del termine per l’invio della comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA relativa al 2010 (c.d. “spesometro”), l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito istituzionale una nuova serie di risposte a quesiti di carattere operativo.

 CF  24/01/2012 
     Il nuovo tasso di interesse legale e il ravvedimento operoso 

Dal 1.1.2012 il tasso di interesse legale passa dal 1,5% al 2,5% in ragion d’anno. Tale variazione, tra l’altro, produce effetti ai fini del calcolo degli interessi dovuti in sede di ravvedimento operoso.

 CF  20/01/2012 
     Il momento di effettuazione e fatturazione dei servizi B2B 

La Legge 217/2011 prevede che le prestazioni di servizi “generiche” poste in essere con soggetti non residenti si considerino effettuate nel momento in cui sono ultimate o, se di carattere periodico o continuativo, alla data di maturazione dei corrispettivi. Per le prestazioni di servizi “generiche” ricevute da un soggetto passivo stabilito in un altro Stato comunitario, è inoltre previsto che il committente italiano sia tenuto a integrare il documento ricevuto nei termini e con le modalità di cui agli articoli 46 e 47, DL 331/1993.

 CF  17/01/2012 
     Il Decreto Salva Italia (parte seconda) 

Sul Supplemento Ordinario n. 276/L alla Gazzetta Ufficiale n. 300/2011 è stata pubblicata la Legge 214/2011, di conversione del DL 201/2011, recante disposizioni urgenti per la crescita, l’equità ed il consolidamento dei conti pubblici. Concludiamo l’esame delle principali novità di interesse aziendale recate dal c.d. Decreto “Salva Italia”; seguiranno specifiche circolari di approfondimento monotematico in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  13/01/2012 
     Il Decreto Salva Italia (parte prima) 

Sul Supplemento Ordinario n. 276/L alla Gazzetta Ufficiale n. 300/2011 è stata pubblicata la Legge 214/2011, di conversione del DL 201/2011, recante disposizioni urgenti per la crescita, l’equità ed il consolidamento dei conti pubblici. L’argomento sarà oggetto di due circolari informative svolte per brevi flash e con le disposizioni attinenti l’area aziendale; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  10/01/2012 
     Comunicazione operazioni IVA: gli ultimi chiarimenti 

In prossimità della scadenza del termine per l’invio della comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA relative al 2010, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito istituzionale una nuova serie di risposte a quesiti di carattere operativo. Il documento fornisce anche alcuni chiarimenti in tema di comunicazione all’Anagrafe Tributaria dei dati relativi ai contratti stipulati dalle società di leasing e dagli operatori commerciali che svolgono attività di locazione e noleggio.

 CF  30/12/2011 
     Comunicazione operazioni IVA 2010: proroga al 31 gennaio 2012 

Per consentire i necessari adeguamenti di tipo tecnologico ed in considerazione delle obbiettive difficoltà operative riscontrate dai soggetti tenuti all’adempimento, l’Agenzia delle Entrate ha prorogato al 31.1.2012 il termine per l’invio della comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA relative al 2010.

 CF  22/12/2011 
     La riduzione del limite al trasferimento di contante 

Il Decreto “Salva Italia” modifica nuovamente le regole concernenti le limitazioni all’utilizzo del denaro contante, degli assegni bancari e postali e dei libretti di deposito al portatore, riducendo la relativa soglia da € 2.500 a € 1.000. È inoltre previsto che le violazioni al limite di utilizzo del denaro contante siano comunicate dagli intermediari finanziari e dagli altri soggetti obbligati anche all’Agenzia delle Entrate. Infine, è fatto obbligo a tutte le Pubbliche Amministrazioni di erogare in contanti soltanto i pagamenti inferiori alla soglia di € 500.

 CF  20/12/2011 
     La comunicazione dei beni d'impresa in godimento a soci o familiari 

Con Provvedimento 16.11.2011, l’Agenzia delle Entrate ha stabilito le modalità e i termini di comunicazione dei dati relativi ai beni d’impresa concessi in godimento a soci o familiari. La prima comunicazione dovrà essere effettuata entro il 31.3.2012 relativamente ai beni assegnati in godimento nel corso del 2011.

 CF  29/11/2011 
     La Legge di Stabilità 2012 

Sul Supplemento Ordinario n. 234 alla Gazzetta Ufficiale n. 265 del 14.11.2011, è stata pubblicata la Legge 183/2011, c.d. “Legge di stabilità 2012”. Esaminiamo per brevi flash le principali novità di interesse aziendale; seguiranno approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  25/11/2011 
     Evoluzione dei principali tassi di interesse: secondo semestre 2011 

Riproponiamo una ricognizione sull’evoluzione dei tassi di interesse che risultano particolarmente significativi per le aziende, specie in un periodo “critico” dal punto di vista dell’andamento dei mercati finanziari ed anche del credito alle imprese. Di seguito esponiamo una tabella riassuntiva dei principali tassi aggiornati. Poiché variano con diversa periodicità è stata introdotta una colonna che precisa la decorrenza o il periodo di vigenza. Si noti che dalle ultime circolari la tabella riporta anche le variazioni percentuali intervenute nell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Sono rilevati gli ultimi tre mesi disponibili.

 CF  22/11/2011 
     Il nuovo Regolamento ENASARCO 

A partire dal 1° gennaio 2012 entrerà in vigore il nuovo Regolamento delle Attività istituzionali della Fondazione ENASARCO. Le principali novità di interesse aziendale attengono al graduale aumento delle aliquote contributive e dei massimali provvigionali, nonché alla compartecipazione degli agenti operanti in forma di società di capitali al sostenimento del relativo aumento contributivo.

 CF  08/11/2011 
     Comunicazione operazioni IVA: nuovi chiarimenti 

Con l'approssimarsi della prima scadenza utile per l’invio della comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA, l’Agenzia delle Entrate fornisce nuovi chiarimenti con particolare riferimento ai criteri per l’individuazione delle operazioni rilevanti. È, inoltre, annunciata la predisposizione di un software gratuito per rendere più agevole la compilazione del modello di comunicazione.

 CF  28/10/2011 
     Le novità in tema di tracciabilità dei flussi finanziari 

La “Manovra di Ferragosto” modifica nuovamente le regole concernenti le limitazioni all’utilizzo del denaro contante, degli assegni bancari e postali e dei libretti di deposito al portatore, riducendo la relativa soglia da € 5.000 a € 2.500. Sempre in tema di tracciabilità dei flussi finanziari è inoltre previsto che l’Agenzia delle Entrate possa ricorrere alle informazioni in possesso degli operatori finanziari per stilare apposite liste di contribuenti da sottoporre a controllo. Infine, per i contribuenti che utilizzano esclusivamente mezzi di pagamento tracciabili per tutte le operazioni realizzate nell’esercizio dell’attività, è disposta una riduzione del 50% delle sanzioni applicabili nel caso in cui vengano accertate talune violazioni contemplate dal D.Lgs. 471/1997.

 CF  25/10/2011 
     Condono 2002: accertamento e riscossione per le rate non versate 

Nei confronti dei contribuenti che si sono avvalsi dei condoni e delle sanatorie 2002 e non hanno ottemperato al versamento delle rate concordate, è prevista una specifica modalità di riscossione coattiva delle somme ancora dovute, da effettuarsi entro il prossimo 31.12. Per tutti i contribuenti che hanno aderito ai condoni 2002, è inoltre stabilita la proroga di un anno di tutti i termini di accertamento ai fini IVA, pendenti al 31.12.2011.

 CF  21/10/2011 
     Aumento aliquota IVA: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate 

Con CM n. 45/E/2011, l’Agenzia delle Entrate fornisce le prime indicazioni operative per l’applicazione della nuova aliquota IVA ordinaria del 21% e chiarisce alcuni punti controversi del dettato normativo. Il documento di prassi detta anche le istruzioni per la regolarizzazione delle operazioni erroneamente assoggettate alla previgente aliquota IVA del 20%, concedendo un maggior termine per il versamento della relativa imposta a debito.

 CF  14/10/2011 
     Credito d'imposta per ricerca e sviluppo: il provvedimento attuativo 

Il “Decreto Sviluppo” ha istituito, in via sperimentale per il biennio 2011 - 2012, un credito d’imposta in favore delle imprese che finanziano progetti di ricerca in università o enti pubblici di ricerca. Il credito d’imposta può essere utilizzato esclusivamente in compensazione nel modello F24 in tre quote annuali di pari importo, a partire dal giorno successivo alla realizzazione dell’investimento.

 CF  11/10/2011 
     La compilazione del modello IVA TR relativo al terzo trimestre 2011 

In presenza dei necessari requisiti, il credito IVA maturato in periodi infrannuali può essere chiesto a rimborso o utilizzato in compensazione di altre imposte e/o contributi. A tal fine è necessario presentare il mod. IVA TR entro la fine del mese successivo al trimestre di riferimento. Con RM n. 96/E/2011, l’Agenzia delle Entrate fornisce le istruzioni per la compilazione del mod. IVA TR relativo al credito IVA maturato nel terzo trimestre 2011, nel corso del quale è entrata in vigore la nuova aliquota IVA del 21%.

 CF  07/10/2011 
     Beni aziendali a soci o familiari dell'imprenditore: limiti e cautele 

La “Manovra di Ferragosto” ha introdotto una nuova ipotesi di tassazione per l’uso dei beni fittiziamente intestati all’impresa, facendo rientrare nella categoria dei redditi diversi la differenza tra il valore di mercato e il corrispettivo annuo per la concessione in godimento dei beni d’impresa a soci o familiari dell’imprenditore. L’impresa concedente oppure il socio o il familiare dell’imprenditore devono comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati relativi ai beni concessi in godimento ai fini dei relativi controlli.

 CF  04/10/2011 
      La Manovra di Ferragosto (parte seconda) 

Dopo un travagliato iter parlamentare, sulla Gazzetta Ufficiale n. 216/2011 è stata pubblicata la Legge 148/2011, di conversione del DL 138/2011, recante disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria e lo sviluppo. Concludiamo l’esame delle principali novità di interesse aziendale introdotte dalla “Manovra di Ferragosto”; seguiranno specifiche circolari di approfondimento monotematico in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  27/09/2011 
     La Manovra di Ferragosto (parte prima) 

Dopo un travagliato iter parlamentare, sulla Gazzetta Ufficiale n. 216/2011 è stata pubblicata la Legge 148/2011, di conversione del DL 138/2011, recante disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria e lo sviluppo. L’argomento sarà oggetto di due informative svolte per brevi flash e con le disposizioni attinenti l’area aziendale; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  23/09/2011 
     L'aumento dell'aliquota IVA ordinaria 

A partire da sabato 17 settembre è entrata in vigore la nuova aliquota IVA ordinaria del 21%. Le aliquote agevolate del 4% e 10% non hanno, invece, subito alcuna variazione. Se ragioni di ordine tecnico hanno impedito il contestuale adeguamento del software di fatturazione e dei misuratori fiscali, le operazioni effettuate con applicazione dell’aliquota previgente potranno essere regolarizzate effettuando variazioni in aumento. La regolarizzazione non comporterà alcuna sanzione se la maggiore imposta collegata all'aumento dell'aliquota sarà comunque versata nella liquidazione periodica in cui l’IVA è esigibile.

 CF  20/09/2011 
     Iscrizione all'archivio VIES: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate 

Le aziende che intendono effettuare operazioni in ambito comunitario, siano esse scambi di beni o prestazioni di servizi, sono tenute a richiedere l’autorizzazione dell’Agenzia delle Entrate e la conseguente iscrizione nell’archivio VIES. Entro il prossimo 30 settembre i soggetti erroneamente esclusi dall’archivio VIES a seguito del relativo aggiornamento eseguito dall’Agenzia delle Entrate possono chiedere il reinserimento nella banca dati dei soggetti autorizzati ad operare nella UE. Esaminiamo di seguito i principali chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate nella recentissima CM n. 39/E/2011.

 CF  16/09/2011 
     La chiusura delle partite IVA inattive 

La “Manovra Correttiva 2011” ha stabilito che il numero di partita IVA sia revocato d’ufficio qualora per tre annualità consecutive il titolare non abbia esercitato l’attività d’impresa o, se obbligato alla presentazione della dichiarazione IVA, non abbia ottemperato a tale obbligo. La disposizione, inoltre, consente ai soggetti interessati di chiudere le partite IVA inattive versando, entro il prossimo 4 ottobre, la quota forfetaria di € 129.

 CF  13/09/2011 
     Il riporto delle perdite per i soggetti IRES 

La “Manovra Correttiva 2011” ha sostanzialmente modificato le regole di riporto ed utilizzo delle perdite maturate dai soggetti IRES.La nuova disciplina prevede l’eliminazione del vincolo quinquennale al riporto a nuovo delle perdite e l’introduzione di un limite alla quota utilizzabile a scomputo dei redditi conseguiti negli esercizi successivi.

 CF  09/09/2011 
     Le novità in tema di riscossione 

In sede di conversione in legge del “Decreto Sviluppo”, sono state apportate profonde modifiche alle disposizioni che regolano l’attività di riscossione coattiva e spontanea, introducendo alcune novità a tutela dei contribuenti. In particolare, le novità di maggior rilievo riguardano l’innalzamento degli importi al di sotto dei quali non possono essere iscritte ipoteche e avviate procedure di esproprio, il divieto al pignoramento della prima casa per debiti inferiori a € 20.000 e la sospensione delle procedure di esecuzione forzata per 180 giorni dall’affidamento del carico tributario all’Agente della Riscossione. Esaminiamo le nuove disposizioni la cui entrata in vigore, nella generalità dei casi, è fissata al 13.7.2011, ossia alla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto.

 CF  05/08/2011 
     La Manovra Correttiva 2011 (parte seconda) 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 164/2011 è stata pubblicata la Legge 111/2011, di conversione del DL 98/2011, recante disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria. Concludiamo l’esame delle principali novità di interesse aziendale introdotte dalla “Manovra Correttiva 2011”; seguiranno specifiche circolari di approfondimento monotematico in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  02/08/2011 
     La Manovra Correttiva 2011 (parte prima) 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 164/2011 è stata pubblicata la Legge 111/2011, di conversione del DL 98/2011, recante disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria. L’argomento sarà oggetto di due circolari informative svolte per brevi flash e con le disposizioni attinenti l’area aziendale; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  26/07/2011 
     Il nuovo ravvedimento sprint 

Per effetto delle modifiche apportate all’impianto sanzionatorio previsto per l’omesso, insufficiente o tardivo versamento delle imposte, i versamenti effettuati con un ritardo non superiore a 15 giorni sono puniti con la sanzione ridotta pari ad un quindicesimo per ciascun giorno di ritardo. La riduzione della sanzione ordinaria si riflette anche sulla misura delle sanzioni ridotte applicabili in caso di ricorso al ravvedimento operoso. La disposizione trova efficacia a partire dallo scorso 6 luglio, tuttavia, in applicazione del principio del favor rei, risulta applicabile anche alle violazioni commesse prima di tale data.

 CF  22/07/2011 
     Il credito d'imposta per le assunzioni nel Mezzogiorno 

Per le imprese che incrementano il numero dei lavoratori a tempo indeterminato nelle regioni del Mezzogiorno, è previsto il riconoscimento di un credito d’imposta pari al 50% dei costi salariali sostenuti nei dodici mesi successivi all’assunzione. L’operatività della disposizione è subordinata all’emanazione del relativo decreto attuativo ed al consenso della Commissione Europea in ordine all’impiego dei fondi strutturali comunitari.

 CF  19/07/2011 
     L'attività di controllo del Fisco nel 2011: cosa è opportuno sapere 

Con cadenza annuale, l’Amministrazione finanziaria impartisce delle direttive ai propri Uffici per pianificare l’attività di controllo. Anche quest’anno, a metà maggio, è stata diramata la CM n. 21/E/2011 in tema di prevenzione e contrasto all’evasione e all’elusione fiscale. Sebbene il quadro generale dei controlli mantenga nel tempo una sua coerente impostazione generale, le indicazioni operative specifiche cambiano di anno in anno, mettendo in evidenza quelle che potremmo definire le “priorità dell’azione di accertamento”. Questa circolare intende fornire su tali priorità alcune utili informazioni che è bene conoscere.

 CF  15/07/2011 
     Comunicazione black list: le estensioni dell'obbligo 

Con una recente pronuncia l’Agenzia delle Entrate ha precisato che le operazioni poste in essere con operatori economici localizzati in Paesi “black list” devono formare oggetto di comunicazione anche se formalmente riconducibili ad un codice identificativo IVA rilasciato da uno Stato a fiscalità ordinaria in cui sono territorialmente rilevanti. Il nuovo intervento si pone nel solco di quanto già chiarito in precedenti interventi di prassi ove è stato specificato che sono soggette all’obbligo di comunicazione anche le operazioni intercorse con il rappresentante fiscale o la stabile organizzazione di un operatore economico “black list”.

 CF  12/07/2011 
     Al via il ravvedimento operoso in forma parziale 

Con RM n. 67/E/2011 l’Agenzia delle Entrate ha confermato la possibilità di frazionare il versamento delle somme dovute a titolo di ravvedimento operoso. Il ravvedimento parziale si perfeziona con il versamento degli interessi e delle sanzioni commisurati alla quota di debito versata tardivamente.

 CF  08/07/2011 
     Agenzia delle Entrate: nuovi chiarimenti in materia di IVA 

Con due recenti documenti di prassi l’Agenzia delle Entrate è intervenuta su alcune tematiche di stretta attualità in materia di IVA. Esaminiamo di seguito le risposte fornite dall’Amministrazione finanziaria in occasione degli incontri organizzati da professionisti e stampa specializzata, riepilogate nelle CM nn. 28/E/2011 e 29/E/2011.

 CF  05/07/2011 
     La concentrazione della riscossione nell'accertamento 

Gli avvisi di accertamento emessi dall’Agenzia delle Entrate in materia di imposte dirette, IRAP ed IVA, divengono esecutivi dopo 60 giorni dalla loro notifica. Decorsi ulteriori 30 giorni dal suddetto termine di pagamento la riscossione delle somme è affidata in carico agli Agenti della Riscossione anche ai fini dell’esecuzione forzata. Esaminiamo di seguito la nuova procedura alla luce delle modifiche normative introdotte dal “Decreto Sviluppo”.

 CF  01/07/2011 
     Triangolazioni in esportazione: la pronuncia della cassazione 

Con una recente pronuncia la Corte di Cassazione è intervenuta sulla disciplina delle triangolazioni in esportazione precisando che il beneficio della non imponibilità IVA trova applicazione a prescindere dal soggetto che effettua il trasporto dei beni al di fuori del territorio comunitario. La triangolazione si configura quale cessione all’esportazione non imponibile IVA quando gli operatori interessati sono in grado di provare che la prima cessione interna è stata realizzata in vista del successivo trasporto dei beni al cessionario non residente.

 CF  24/06/2011 
     Il nuovo credito d'imposta per ricerca e sviluppo 

Il Decreto Sviluppo ha previsto, in via sperimentale per il biennio 2011 - 2012, un credito d’imposta per le imprese che finanziano progetti di ricerca realizzati da università o enti pubblici di ricerca. Il credito di imposta compete in tre quote annuali nella misura pari all’importo eccedente la media degli investimenti in ricerca effettuati nel triennio 2008 - 2010 e risulta interamente deducibile dal reddito d’impresa.

 CF  21/06/2011 
     Chiarimenti sulle sanzioni per le compensazioni di crediti inesistenti 

L’utilizzo in compensazione di crediti inesistenti è punito con la sanzione amministrativa dal 100% al 200% dell’importo indebitamente compensato. Secondo l’Agenzia delle Entrate tale gravoso impianto sanzionatorio non trova applicazione quando la violazione viene riscontrata in sede di liquidazione automatica della dichiarazione.

 CF  14/06/2011 
     Le nuove regole per la rateazione degli avvisi bonari 

Al fine di agevolare la dilazione delle somme scaturenti dalla liquidazione automatica e dal controllo formale delle dichiarazioni in un contesto economico ancora difficile e incerto, il “Decreto Sviluppo” ha semplificato e razionalizzato la disciplina inerente la rateazione degli avvisi bonari. In particolare, è stata prevista la possibilità di accedere al beneficio senza la necessità di dimostrare la “temporanea situazione di obbiettiva difficoltà” e di evitare il rilascio della fideiussione “calibrando” l’importo della prima rata.

 CF  07/06/2011 
     Comunicazione operazioni IVA: primi chiarimenti 

Con CM n. 24/E/2011, l’Agenzia delle Entrate fornisce i primi chiarimenti interpretativi sul nuovo obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo non inferiore a € 3.000. Riteniamo pertanto opportuno riprendere la trattazione di tutti gli aspetti inerenti la disciplina, sulla base dei chiarimenti e delle indicazioni fornite dall’Amministrazione finanziaria.

 CF  03/06/2011 
     I nuovi limiti per la contabilità semplificata 

Il “Decreto Sviluppo” ha previsto l’innalzamento dei limiti il cui mancato superamento consente la tenuta della contabilità semplificata in luogo di quella ordinaria. Per i soggetti che si avvalgono della contabilità semplificata è stata inoltre introdotta una semplificazione per la deducibilità dei costi, concernenti contratti a corrispettivi periodici, di competenza di due periodi d’imposta.

 CF  31/05/2011 
     La proroga dei termini di versamento delle imposte 

Con DPCM 12.5.2011 è stata prevista la proroga del termine per effettuare il versamento delle imposte sul reddito per le persone fisiche ed i contribuenti soggetti agli studi di settore. Il DPCM ripropone inoltre la consueta “proroga di Ferragosto” in base alla quale i versamenti di imposte, tributi e contributi da effettuarsi con modello F24 ed in scadenza nel periodo compreso tra il 1° ed il 20 agosto 2011 possono essere effettuati entro il 20 agosto, senza alcuna maggiorazione.

 CF  27/05/2011 
     Decreto Sviluppo: le principali novità fiscali 

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 110/2011, a decorrere dal 14 maggio scorso divengono pienamente operative le misure previste dal DL 70/2011 in tema di sviluppo economico e semplificazione fiscale. Esaminiamo per brevi flash le principali disposizioni attinenti l’area aziendale, seguiranno specifici approfondimenti monotematici in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  24/05/2011 
     La Centrale dei Rischi Banca d'Italia (parte seconda) 

La gestione del credito e del rapporto con le banche e con gli altri intermediari finanziari dei quali le aziende si servono, è divenuta al momento attuale una funzione fondamentale per tutte le imprese, sia a motivo dei ben noti elementi di crisi generale che hanno ridotto le possibilità di accesso al credito, sia a motivo del progressivo affermarsi presso gli istituti di credito, anche di carattere locale, delle procedure e dei criteri di Basilea 2, in sostanza del sistema di rating, che richiedono oggi un approccio assolutamente puntuale e sistematico nel rapporto banca-impresa. La conoscenza e l'utilizzo dello strumento Centrale dei Rischi presso la Banca d'Italia costituisce pertanto un elemento di importanza non trascurabile e comunque imprescindibile per una corretta gestione finanziaria. Nella presente circolare cercheremo di fornire una serie di informazioni significative, seppure schematiche, sulla Centrale dei Rischi e di formulare, per quanto possibile stante la enorme casistica di situazioni che possono presentarsi, alcuni suggerimenti utili per migliorare la gestione del credito nei confronti delle banche e degli altri intermediari finanziari.

 CF  17/05/2011 
     La Centrale dei Rischi Banca d'Italia (parte prima) 

La gestione del credito e del rapporto con le banche e con gli altri intermediari finanziari dei quali le aziende si servono, è divenuta al momento attuale una funzione fondamentale per tutte le imprese, sia a motivo dei ben noti elementi di crisi generale che hanno ridotto le possibilità di accesso al credito, sia a motivo del progressivo affermarsi presso gli istituti di credito, anche di carattere locale, delle procedure e dei criteri di Basilea 2, in sostanza del sistema di rating, che richiedono oggi un approccio assolutamente puntuale e sistematico nel rapporto banca-impresa. La conoscenza e l'utilizzo dello strumento Centrale dei Rischi presso la Banca d'Italia costituisce pertanto un elemento di importanza non trascurabile e comunque imprescindibile per una corretta gestione finanziaria. Nella presente circolare cercheremo di fornire una serie di informazioni significative, seppure schematiche, sulla Centrale dei Rischi e di formulare, per quanto possibile stante la enorme casistica di situazioni che possono presentarsi, alcuni suggerimenti utili per migliorare la gestione del credito nei confronti delle banche e degli altri intermediari finanziari.

 CF  13/05/2011 
     Credito d'imposta per ricerca e sviluppo: le modalità di utilizzo 

Con DM 4 marzo 2011 sono state individuate le modalità di utilizzo delle risorse stanziate dalla Legge Finanziaria 2010 per i contribuenti che non hanno ricevuto il nulla osta alla fruizione del credito d’imposta per ricerca e sviluppo a causa dell’esaurimento dei fondi disponibili. Le imprese che hanno maturato il credito d’imposta con riferimento ad investimenti avviati entro il 28 novembre 2008 possono utilizzare in compensazione il 47,53% del credito richiesto.

 CF  10/05/2011 
     La rateazione in proroga delle somme iscritte a ruolo 

Per le dilazioni di pagamento concesse entro il 27 febbraio scorso, interessate dal mancato pagamento della prima rata o, successivamente, di due rate, è prevista la possibilità di richiedere un’ulteriore proroga a condizione che il debitore comprovi il peggioramento della situazione di difficoltà economica posto a base della concessione della prima rateazione. La nuova rateazione può essere concessa per un massimo di ulteriori 72 mesi, previa presentazione di un’apposita istanza. Con Direttiva di gruppo n. 12/2011, Equitalia fornisce indicazioni sia sulle dilazioni “in proroga”, sia sulle dilazioni ordinarie, integrando le istruzioni impartite con le precedenti direttive.

 CF  06/05/2011 
     L'individuazione dello status e della qualità del committente UE 

Il Regolamento UE n. 282/2011 contiene disposizioni volte a garantire l’applicazione uniforme delle norme comunitarie in materia di IVA. Le regole ivi contenute trovano attuazione in tutti i Paesi membri della UE e risultano applicabili a decorrere dal 1° luglio 2011. Tra le norme del regolamento assumono particolare rilevanza quelle legate all’individuazione dello status e della qualità del committente intracomunitario.

 CF  03/05/2011 
     Compensazione del credito IVA: nuovi chiarimenti 

A decorrere dal 2010 l’utilizzo in compensazione “orizzontale” del credito IVA annuale e trimestrale soggiace alle stringenti limitazioni previste dal DL 78/2009. Con CM n. 16/E/2011, l’Agenzia delle Entrate, nell’ormai consueta forma “domanda e risposta”, fornisce importanti chiarimenti relativamente alle modalità di compensazione del credito IVA riferito ad annualità diverse.

 CF  29/04/2011 
     La rilevazione di ratei e risconti 

I ratei costituiscono quote di ricavi o costi di competenza dell’esercizio ma la cui manifestazione finanziaria avrà luogo in esercizi successivi. I risconti, invece, rappresentano quote di costi e ricavi, non ancora maturati, ma che hanno già avuto la loro manifestazione finanziaria nel corso dell’esercizio. La loro corretta imputazione in bilancio consente il rispetto del principio di competenza economica.

 CF  26/04/2011 
     Comunicazione delle operazioni IVA: proroga al 1° luglio 2011 

Con Provvedimento 14 aprile 2011 l’Agenzia delle Entrate ha stabilito che il termine dal quale annotare le operazioni di importo pari o superiore a € 3.600 documentate da ricevuta o scontrino fiscale, decorre dal prossimo 1° luglio anziché dal 1° maggio come originariamente previsto. Resta fermo il termine del 1° gennaio 2011 per le operazioni di importo non inferiore a € 3.000 documentate con fattura.

 CF  22/04/2011 
     Le operazioni in valuta estera 

Le attività e le passività in valuta esistenti al 31 dicembre devono essere valutate al tasso di cambio vigente alla data di chiusura dell’esercizio. La differenza tra il valore iscritto alla data di effettuazione dell’operazione e quello di fine esercizio va iscritta in bilancio quale utile o perdita su cambi. L'eventuale eccedenza degli utili su cambi non realizzati va accantonata in un’apposita riserva, non distribuibile fino al realizzo.

 CF  12/04/2011 
     Reverse charge per cellulari e microprocessori: nuovi chiarimenti 

Dallo scorso 1° aprile vige l’obbligo di applicazione del reverse charge alle cessioni, effettuate nella fase distributiva che precede il commercio al dettaglio, di telefoni cellulari e dispositivi a circuito integrato. Con RM n. 36/E/2011, l’Agenzia delle Entrate completa il quadro interpretativo necessario per dare corretta attuazione al nuovo meccanismo di applicazione dell'IVA.

 CF  08/04/2011 
     Le spese di manutenzione e riparazione 

Nelle aziende, specie in quelle industriali, rivestono una notevole importanza i costi di manutenzione e riparazione delle immobilizzazioni materiali. Tale categoria di costi è soggetta ad un diverso trattamento civilistico e fiscale a seconda che si tratti di spese ordinarie o straordinarie.

 CF  05/04/2011 
     La procedura di approvazione del bilancio delle srl 

La procedura di approvazione del bilancio di esercizio comporta il rispetto di una serie di adempimenti che, nella generalità dei casi, devono essere conclusi entro il termine del prossimo 30 aprile. Tuttavia, in presenza di specifiche esigenze connesse con la struttura e l’oggetto della società, è possibile posticipare l’approvazione del bilancio sino al 29 giugno 2011.

 CF  01/04/2011 
     Il rimborso e la compensazione del credito IVA trimestrale 

In presenza dei necessari requisiti il credito IVA maturato in periodi infrannuali, ossia nel primo, nel secondo e nel terzo trimestre, può essere chiesto a rimborso o utilizzato in compensazione di altre imposte e/o contributi. Per poter accedere al rimborso o alla compensazione occorre presentare l’apposito modello entro la fine del mese successivo al trimestre di riferimento: per il primo trimestre 2011, la scadenza è fissata al prossimo 2 maggio (il 30.4 cade, infatti, di sabato).

 CF  29/03/2011 
     Entro il 31 marzo presentazione dell'istanza di rimborso IVA UE 2009 

Dal 1° gennaio 2010 la richiesta di rimborso dell’IVA pagata in altri Paesi UE per l’acquisto di beni e servizi, va inoltrata all’Agenzia delle Entrate, la quale, dopo aver effettuato talune verifiche preliminari, provvede ad inoltrarla all’Amministrazione finanziaria dello Stato competente. Considerato il ritardo nella predisposizione dei portali elettronici atti a ricevere le istanze di rimborso, la Direttiva 2010/66/CE ha prorogato il termine per l’inoltro della richiesta di rimborso dell’IVA assolta nel corso del 2009 al 31 marzo 2011.

 CF  25/03/2011 
     Reverse charge nelle operazioni con l'estero: aspetti sanzionatori 

Per le operazioni territorialmente rilevanti in Italia poste in essere da soggetti non residenti nei confronti di operatori nazionali, vige l’obbligo di assolvimento dell’IVA mediante l’istituto del reverse charge. Esaminiamo le sanzioni applicabili nelle più ricorrenti ipotesi di erronea applicazione del meccanismo dell’inversione contabile.

 CF  22/03/2011 
     La compensazione dei ruoli erariali 

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione le disposizioni contenute nell’art. 31, DL 78/2010, in ordine alla possibilità di utilizzare i crediti erariali per il pagamento in compensazione dei ruoli di natura erariale. L’emanazione del decreto attuativo comporta, tuttavia, il blocco totale della compensazione di crediti erariali in presenza di debiti erariali iscritti a ruolo per un importo superiore a € 1.500. Con CM n. 13/E/2011, l’Agenzia delle Entrate fornisce importanti chiarimenti per l’applicazione della nuova disciplina.

 CF  18/03/2011 
     La cessione di buoni acquisto o regalo 

Con RM n. 21/E/2011, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che la circolazione di “buoni acquisto o regalo” non assume rilevanza ai fini IVA poiché gli stessi non sono qualificabili quali titoli rappresentativi di merce, bensì quali semplici documenti di legittimazione. La circolazione dei buoni non costituisce un’anticipazione della cessione del bene o del servizio cui il buono dà diritto, talché la loro cessione si configura come una semplice movimentazione di natura finanziaria, fuori dal campo di applicazione dell’IVA.

 CF  15/03/2011 
     Evoluzione dei principali tassi di interesse: primo semestre 2011 

Riproponiamo una ricognizione sull’evoluzione dei tassi di interesse che risultano particolarmente significativi per le aziende, specie in un periodo “critico” dal punto di vista dell’andamento dei mercati finanziari ed anche del credito alle imprese. Di seguito esponiamo una tabella riassuntiva dei principali tassi aggiornati. Poiché variano con diversa periodicità è stata introdotta una colonna che precisa la decorrenza o il periodo di vigenza. Si noti che dalle ultime circolari la tabella riporta anche le variazioni percentuali intervenute nell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Sono rilevati gli ultimi 3 mesi disponibili.

 CF  11/03/2011 
     Imposta sostitutiva sui premi di produttività 2011: primi chiarimenti 

Il DL 78/2010 ha prorogato, pur con significative modificazioni, la tassazione agevolata sulle componenti accessorie delle retribuzioni corrisposte ai lavoratori dipendenti per incrementi di produttività ed efficienza organizzativa. Con CM n. 3/E/2011, l’Agenzia delle Entrate e il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali hanno fornito i primi importanti chiarimenti per l’applicazione dell’agevolazione.

 CF  08/03/2011 
     Comunicazione "black list": nuovi importanti chiarimenti 

Con CM 2/E/2011, l’Agenzia delle Entrate fornisce importanti chiarimenti relativamente al nuovo obbligo di comunicazione delle operazioni effettuate con operatori economici localizzati nei c.d. Paesi “black list” (paradisi fiscali). Il nuovo intervento di prassi risolve numerosi dubbi rimasti in sospeso; non si può comunque sottacere l’immotivato ritardo nella pubblicazione della circolare, posto che le relative disposizioni attuative risalgono al mese di marzo del 2010.

 CF  15/02/2011 
     La nuova territorialità IVA per servizi culturali e fieristici 

La Direttiva n. 2008/8/CE ha radicalmente modificato le regole per l’individuazione della territorialità IVA delle prestazioni di servizi. Le nuove disposizioni sono state recepite in ambito nazionale dal D.Lgs. 18/2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 41 del 19.2.2010. Con effetto dal 1° gennaio 2011, i criteri territoriali relativi alle prestazioni di servizi culturali, artistici, sportivi, scientifici, educativi, ricreativi e simili, comprese fiere ed esposizioni, sono nuovamente modificati.

 CF  08/02/2011 
     L'autorizzazione per gli scambi intracomunitari: primi chiarimenti 

Il DL 78/2010 ha istituito un regime autorizzatorio a carico dei soggetti che intendono effettuare operazioni intracomunitarie. Il nuovo adempimento interessa sia i soggetti che iniziano l’attività, sia i soggetti già in attività chiamati a presentare un apposita istanza per poter proseguire ad operare nella UE. Nel corso di una videoconferenza organizzata dalla stampa specializzata, e con due successivi comunicati stampa, l’Agenzia delle Entrate ha fornito i primi chiarimenti operativi e interpretativi.

 CF  01/02/2011 
     Limiti alle compensazioni in presenza di ruoli: primi chiarimenti 

Dal 1° gennaio 2011, trovano applicazione le limitazioni all’utilizzo in compensazione di crediti erariali in presenza di ruoli scaduti per importi superiori a € 1.500. Nel corso di una videoconferenza organizzata dalla stampa specializzata, e con un successivo comunicato stampa, l’Agenzia delle Entrate ha fornito i primi chiarimenti interpretativi.

 CF  28/01/2011 
     L'aumento delle sanzioni ridotte per il ravvedimento operoso 

La Legge di stabilità 2011 ha aumentato la misura delle sanzioni ridotte previste in caso di utilizzo del ravvedimento operoso. Le nuove misure sono applicabili alle violazioni commesse a decorrere dal 1° febbraio 2011. Le violazioni commesse prima di tale data possono essere sanate con le sanzioni ante modifiche. Con DM 7.12.2010 il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha aumentato, con decorrenza 1° gennaio 2011, il tasso di interesse legale, fissandolo all’1,5% in ragione d'anno.

 CF  25/01/2011 
     Dal 1° aprile reverse charge per cellulari e personal computer 

Il Consiglio UE ha autorizzato l’Italia a introdurre l’applicazione del meccanismo dell’inversione contabile alle cessioni di telefoni cellulari, personal computer e loro componenti. Con CM 59/E/2010, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che tale nuovo adempimento diverrà operativo a partire dal prossimo 1° aprile 2011.

 CF  14/01/2011 
     La Finanziaria 2011 

Sul Supplemento Ordinario n. 281 alla Gazzetta Ufficiale n. 297 del 21.12.2010, è stata pubblicata la Legge Finanziaria per il 2011, o Legge di stabilità 2011, composta da un unico articolo suddiviso in 171 commi. La legge presenta un contenuto “ridotto” poiché si inserisce nella programmazione economica e finanziaria per il periodo 2010 - 2013. I principali provvedimenti di natura fiscale e le agevolazioni per le imprese sono stati inseriti nella cosiddetta “Manovra Correttiva” (DL 78/2010). Esaminiamo per brevi flash le principali novità di interesse aziendale; seguiranno approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  11/01/2011 
     I compensi degli amministratori e il principio di cassa allargata 

Ai compensi percepiti dagli amministratori riferiti a prestazioni rese nel corso del 2010, è applicabile il cosiddetto principio di “cassa allargata”, secondo cui tali somme concorrono a formare il reddito 2010 del percipiente e sono deducibili dalla società erogante nel medesimo periodo d’imposta se sono corrisposte entro il 12 gennaio 2011. Per le società può essere pertanto opportuno, tenuto conto della propria presunta situazione reddituale 2010, effettuare una valutazione di convenienza circa la data, antecedente o successiva al 12.1.2011, entro cui pagare i compensi ancora dovuti agli amministratori per le prestazioni ricevute nel corso del 2010.

 CF  07/01/2011 
     La nuova comunicazione per le operazioni rilevanti ai fini IVA 

Con la pubblicazione del Provvedimento 22.12.2010, l’Agenzia delle Entrate ha fissato le modalità operative per il nuovo obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo non inferiore a € 3.000. Per il periodo d’imposta 2010, la soglia è innalzata a € 25.000 e la comunicazione, da inviare entro il più ampio termine del 25 ottobre, è limitata alle sole operazioni soggette all’obbligo di fatturazione.

 CF  28/12/2010 
     Compensi amministratori: la Cassazione cambia posizione 

A pochi mesi dalla discutibile ordinanza che aveva sancito l’indeducibilità dei compensi corrisposti agli amministratori delle società di capitali, la Corte di Cassazione torna sui propri passi riconoscendone la piena deducibilità dal reddito d’impresa. La Corte stabilisce inoltre che l’Amministrazione finanziaria non può sindacare l’ammontare degli importi corrisposti agli amministratori.

 CF  21/12/2010 
     Il controllo delle imprese "apri e chiudi" e in perdita sistemica 

Al fine di contrastare l’evasione fiscale e contributiva, il DL 78/2010 ha previsto una specifica azione di vigilanza fiscale sulle imprese che evidenziano un comportamento “antieconomico”. In particolare, l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza devono assicurare una vigilanza sistematica sulle imprese che cessano l’attività entro un anno dalla data di inizio e sulle imprese in perdita sistemica.

 CF  19/11/2010 
     Appalti pubblici: la tracciabilità dei flussi finanziari 

Nell’ambito del cosiddetto pacchetto straordinario contro le mafie, è stata emanata la Legge 136/2010 con la quale viene introdotto un sistema di tracciabilità dei flussi finanziari relativi agli appalti pubblici. Nel Consiglio dei Ministri dello scorso 5 novembre è stato confermato che la tracciabilità trova immediata applicazione per i contratti stipulati successivamente al 7 settembre 2010, data di entrata in vigore della Legge 136/2010, mentre, per i contratti stipulati precedentemente, l’adeguamento alle nuove disposizioni dovrà essere effettuato entro il 7 marzo 2011. Esaminiamo la nuova disciplina alla luce dei chiarimenti e delle modifiche contenuti nello schema di decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri.

 CF  09/11/2010 
     Evoluzione dei principali tassi di interesse: secondo semestre 2010 

Riproponiamo una ricognizione sull’evoluzione dei tassi di interesse che risultano particolarmente significativi per le aziende, specie in un periodo “critico” dal punto di vista dell’andamento dei mercati finanziari ed anche del credito alle imprese. Di seguito esponiamo una tabella riassuntiva dei principali tassi aggiornati. Poiché variano con diversa periodicità è stata introdotta una colonna che precisa la decorrenza o il periodo di vigenza. Si noti che dall’ultima circolare la tabella riporta anche le variazioni percentuali intervenute nell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Sono rilevati gli ultimi 3 mesi disponibili.

 CF  02/11/2010 
     Comunicazione 

Con CM 53/E/2010, l’Agenzia delle Entrate ha stabilito che in sede di prima applicazione della nuova normativa, non saranno applicate sanzioni per le violazioni concernenti la compilazione dei modelli di comunicazione, qualora il contribuente provveda a sanare tali irregolarità con una comunicazione integrativa da inviare entro il termine del 31 gennaio 2011. Si ritiene, tuttavia, che l’inapplicabilità delle sanzioni non operi in caso di omessa presentazione della comunicazione.

 CF  29/10/2010 
     Comunicazione "black list": i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate 

Sul filo di lana della prima scadenza per la presentazione della comunicazione “black list”, fissata al prossimo 2 novembre, l'Agenzia delle Entrate fornisce gli attesi chiarimenti operativi. In particolare viene precisato che l’obbligo di comunicazione interessa le operazioni poste in essere con soggetti localizzati nei Paesi a fiscalità privilegiata, come individuati dalla combinazione delle due specifiche liste, a prescindere dalla natura giuridica e dall’attività svolta dagli operatori economici esteri.

 CF  26/10/2010 
     Le note di variazione IVA 

Nella pratica commerciale può presentarsi la necessità di rettificare l’imponibile o l’imposta indicate in una fattura già emessa. In questi casi è necessario osservare le regole previste dall’art. 26 del Decreto IVA. Esaminiamo le specifiche disposizioni normative e le casistiche più ricorrenti in azienda.

 CF  22/10/2010 
     La riduzione del credito nelle transazioni commerciali 

In occasione della Diretta MAP dello scorso 23 settembre, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che dal punto di vista fiscale, la riduzione di un credito commerciale concordata in via transattiva a seguito di una contestazione relativa ad una fornitura di merci, non costituisce una perdita su crediti ma, piuttosto, una rideterminazione del corrispettivo originariamente pattuito. Esaminiamo gli interessanti effetti contabili e fiscali determinati dalla nuova interpretazione dell’Agenzia delle Entrate.

 CF  19/10/2010 
     Le operazioni con San Marino: novità e conferme 

Le nuove regole concernenti la territorialità IVA delle prestazioni di servizi, trovano applicazione anche per le operazioni poste in essere con soggetti localizzati nella Repubblica di San Marino. La disciplina IVA relativa agli scambi commerciali di merci non ha invece subito modifiche. Esaminiamo la disciplina IVA delle operazioni con San Marino ed i relativi adempimenti in capo alle aziende italiane.

 CF  15/10/2010 
     Entro il 2 novembre la rivalutazione di terreni e partecipazioni 

Il prossimo 2 novembre scadono i termini per poter fruire della rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni posseduti alla data del 1° gennaio 2010. I contribuenti interessati all’agevolazione devono provvedere alla redazione di una perizia giurata di stima dei beni che si intendono rivalutare e al versamento della relativa imposta sostitutiva.

 CF  12/10/2010 
     La nuova territorialità IVA delle prestazioni di e-commerce 

Per commercio elettronico diretto sono da intendersi le operazioni effettuate interamente in modalità telematica, aventi ad oggetto beni o servizi messi a disposizione del destinatario in forma digitale e tramite una rete elettronica. Esaminiamo la disciplina IVA applicabile a questa tipologia di operazioni a seguito delle modifiche apportate dalla Direttiva 2008/8/CE alla territorialità delle prestazioni di servizi.

 CF  08/10/2010 
     L'IVA nel distacco di personale e la pronuncia della Cassazione 

Il distacco di manodopera è un accordo in base al quale un lavoratore svolge le proprie mansioni a favore, sotto le direttive e nell’ambito della struttura organizzativa di un’impresa diversa da quella da cui dipende, generalmente una società consociata, italiana o estera. Se le somme addebitate al distaccante si sostanziano nel mero rimborso del costo del personale distaccato, l’operazione è da considerarsi fuori campo IVA. Se, invece, le somme sono superiori (come pure inferiori) al costo della manodopera distaccata, l’operazione si configura complessivamente quale una prestazione di servizi, imponibile ai fini IVA. Con Sentenza n. 19129/2010, la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha stabilito che risulta assoggettabile a imposta la sola quota eccedente il costo del personale.

 CF  01/10/2010 
     Agevolazioni Tremonti: le ultime novità 

A seguito di uno specifico interpello, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che la c.d. “Tremonti-ter” può essere fruita anche per l’acquisto di componenti indispensabili al funzionamento di registratori di cassa e impianti di riscaldamento e condizionamento. Con Provvedimento 10 settembre 2010, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello di comunicazione per accedere alla detassazione degli investimenti effettuati in attività di ricerca e sviluppo finalizzate alla realizzazione di campionari (c.d. Tremonti-quater).

 CF  28/09/2010 
     Compensi amministratori: l'improbabile pronuncia della Cassazione 

Nell’Ordinanza n. 18702 del 23.8.2010 la Corte di Cassazione, Sezione Tributaria, ha equiparato la posizione degli amministratori di società di capitali a quella degli imprenditori, facendone derivare l’indeducibilità dei compensi corrisposti. La sconcertante decisione della Cassazione, pur se riferita alla previgente formulazione del TUIR, ha suscitato non poca apprensione nei contribuenti interessati. Pare quindi utile sgombrare il campo da ogni incertezza palesando i dubbi di infondatezza e inapplicabilità della decisione assunta dalla suprema corte.

 CF  17/09/2010 
     Elenchi INTRASTAT 2010: ulteriori chiarimenti dall'Agenzia 

Con Circolare n. 43/E/2010, l’Agenzia delle Entrate risponde ad alcuni quesiti in merito alla novellata disciplina degli elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie. In particolare, nell’ormai consueta forma “domanda e risposta”, l’Agenzia fornisce importanti chiarimenti relativamente alle prestazioni di servizi da non includere nei modelli, all’emissione di fatture riguardanti sia cessioni di beni che prestazioni di servizi, ai campioni gratuiti inviati in altri Paesi comunitari e alle prestazioni di servizi acquistate per conto di un altro operatore italiano.

 CF  14/09/2010 
     Divieto di compensazione in presenza di debiti tributari scaduti 

A partire dal 1° gennaio 2011, la compensazione dei crediti erariali è vietata fino a concorrenza dei debiti tributari di importo superiore a € 1.500, iscritti a ruolo e per i quali è scaduto il termine di pagamento. E’ comunque prevista la possibilità di utilizzare il credito in compensazione per il pagamento, anche parziale, del debito risultante dalla cartella esattoriale. Sempre a decorrere dal 2011, i crediti per somministrazioni, forniture e appalti maturati nei confronti di regioni, enti locali ed enti del servizio sanitario nazionale, potranno essere compensati con le somme dovute a seguito di iscrizione a ruolo.

 CF  06/08/2010 
     Il mancato ricevimento della fattura negli acquisti intracomunitari 

In caso di mancato ricevimento della fattura di acquisto intracomunitario o di ricevimento con corrispettivo inferiore a quello reale, il cessionario deve provvedere a regolarizzare l’operazione con l’emissione di autofattura. A seguito delle modifiche operate dal D.Lgs. 18/2010, sono variati i termini entro i quali occorre procedere alla regolarizzazione degli acquisti intracomunitari.

 CF  03/08/2010 
     La proroga di Ferragosto 

Il DPCM 27 luglio 2010 stabilisce la consueta “proroga di Ferragosto” in base alla quale i versamenti di imposte, tributi e contributi da effettuarsi con modello F24 ed in scadenza nel periodo 1 - 20 agosto 2010, possono essere eseguiti entro venerdì 20 agosto senza alcuna maggiorazione. La proroga interessa anche gli adempimenti fiscali in scadenza nello stesso periodo, tra i quali rientra anche l’invio telematico dei modelli 770 SEMPLIFICATO e 770 ORDINARIO, nonché del modello IVA TR, il cui termine è slittato al 2 agosto in quanto il 31 luglio cade di sabato. Sono invece esclusi dalla proroga i versamenti che prevedono l’utilizzo del modello F23. Rimane comunque confermata la scadenza del 5 agosto, per i pagamenti dovuti dai soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore.

 CF  30/07/2010 
     Intermediazioni alberghiere: l'Agenzia cambia posizione 

Con Circolare n. 36/E/2010, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che le intermediazioni alberghiere rientrano nell’ambito di applicazione delle prestazioni di servizi generiche e non tra le prestazioni di servizi relativi a beni immobili come precedentemente indicato. Il nuovo orientamento dell’Agenzia si riflette, in particolare, sull’obbligo di ricomprendere tali prestazioni tra quelle soggette a dichiarazione nei modelli INTRASTAT.

 CF  27/07/2010 
     Premi di produttività 2011: ridimensionato l'ambito di applicazione 

La “Manovra Correttiva” ripropone anche per il 2011 la tassazione agevolata sulle somme erogate ai lavoratori dipendenti del settore privato per incrementi di produttività ed efficienza organizzativa. Tuttavia, la novellata disposizione normativa prevede che l’ambito di applicazione dell’agevolazione interessi esclusivamente i premi di produttività previsti da accordi o contratti collettivi di secondo livello, ridimensionando fortemente l’ambito applicativo dell’agevolazione.

 CF  20/07/2010 
     Elenchi INTRASTAT: entro il 20 luglio la sanatoria delle violazioni 

Entro il prossimo 20 luglio, i contribuenti che in sede di prima applicazione della nuova normativa INTRASTAT 2010 hanno commesso errori nella compilazione dei modelli, hanno la possibilità di sanarli senza incorrere in sanzioni. Pare quindi opportuno esaminare le modalità di rettifica e/o integrazione dei modelli relativi ai servizi, sulla base delle precisazioni sinora intervenute.

 CF  16/07/2010 
     L'avviso di accertamento diventa titolo esecutivo 

La “Manovra Correttiva 2010” ha previsto che gli avvisi di accertamento notificati dall’Agenzia delle Entrate a partire dal 1° luglio 2011 e relativi ai periodi d’imposta in corso al 31.12.2007 e successivi, assumano efficacia esecutiva all’atto della notifica senza attendere l’iscrizione del relativo ruolo. Correlativamente, nell’ambito del contenzioso tributario viene limitato ad un massimo di 150 giorni il periodo di sospensione giudiziale dell’atto impugnato dal contribuente.

 CF  13/07/2010 
     Detrazione 36% e 55%: dal 1° luglio operativa la ritenuta del 10% 

La “Manovra Correttiva 2010” ha previsto che sui bonifici disposti dai contribuenti per beneficiare di oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione d'imposta, le banche e le Poste Italiane sono tenute ad operare, all’atto dell’accreditamento al beneficiario, una ritenuta di acconto del 10%. Con Provvedimento 30.6.2010, l’Agenzia delle Entrate ha individuato le tipologie di pagamento interessate dalla disposizione normativa, nonché le specifiche modalità di esecuzione degli adempimenti connessi con la certificazione e la dichiarazione delle ritenute operate.

 CF  09/07/2010 
     TFM amministratori: l'offensiva del Fisco 

Con Risoluzione n. 211/E/2008, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che la deduzione delle quote di indennità di fine mandato può avvenire per competenza solo se il diritto a tale indennità risulta da un atto avente data certa, anteriore all’inizio del rapporto. In caso contrario, le indennità di fine mandato risultano deducibili per cassa, ossia nel periodo d’imposta in cui avviene il pagamento. Negli ultimi mesi l’Amministrazione finanziaria ha iniziato a contestare la deducibilità IRES delle indennità se la delibera di approvazione del TFM non ha data certa ovvero se le modalità seguite per conferire all’atto una data certa non rispettano le indicazioni fornite dal Fisco.

 CF  06/07/2010 
     Elenchi INTRASTAT 2010: nuovi chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate (parte seconda) 

Con Circolare n. 36/E/2010, l’Agenzia delle Entrate fornisce importanti chiarimenti in merito alla nuova disciplina riguardante gli elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie. In particolare, dopo aver fornito alcune indicazioni di carattere generale (commentate nella ns. circolare n. 50/2010), l’Agenzia delle Entrate risponde ai quesiti pervenuti nel forum attivato sul proprio sito web. Di seguito terminiamo l’esame delle risposte a quesiti specifici fornite dall’Amministrazione finanziaria.

 CF  02/07/2010 
     Elenchi INTRASTAT 2010: nuovi chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate (parte prima) 

Con Circolare n. 36/E/2010, l’Agenzia delle Entrate fornisce nuovi importanti chiarimenti sulla nuova disciplina relativa alla compilazione degli elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie. In particolare, dopo aver fornito alcune indicazioni di carattere generale, l’Agenzia delle Entrate risponde ai quesiti pervenuti nel forum attivato sul proprio sito web. Per motivi di spazio e opportunità, dividiamo la circolare in due parti, la seconda delle quali verrà inoltrata venerdì 2 luglio.

 CF  29/06/2010 
     Le prestazioni accessorie nel regime IVA 

Per prestazione accessoria deve intendersi l’operazione che assume una posizione secondaria e subordinata rispetto all’operazione principale e che deve essere collegata con quest’ultima da un nesso di casualità necessaria. Tali prestazioni non sono soggette autonomamente ad imposta nel rapporto intercorrente tra i soggetti dell’operazione principale, ma seguono il trattamento previsto per l’operazione stessa e scontano la medesima aliquota IVA prevista per l’operazione principale.

 CF  25/06/2010 
     Tracciabilità e limitazioni all'uso del contante 

Nell’ambito delle azioni di contrasto all’evasione fiscale e al riciclaggio di denaro, il DL 78/2010 (c.d. “Manovra Correttiva 2010”) ha previsto, a decorrere dal 31 maggio 2010, la riduzione della soglia oltre la quale diviene obbligatorio utilizzare mezzi “tracciabili” in luogo del denaro contante. E’ stato altresì modificato il relativo impianto sanzionatorio prevedendo, per le violazioni al trasferimento di contante e alla trasferibilità degli assegni, una sanzione minima di € 3.000.

 CF  22/06/2010 
     Manovra correttiva: le principali novità fiscali 

Con la pubblicazione sul Supplemento Ordinario della Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31.5.2010, dalla stessa data divengono pienamente operative le misure di stabilizzazione finanziaria e competitività economica previste dal DL 78/2010 (c.d. “Manovra Correttiva 2010”). Esaminiamo per brevi flash le principali disposizioni fiscali attinenti l’area aziendale; seguiranno specifici approfondimenti monotematici in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  18/06/2010 
     La proroga dei termini di versamento delle imposte 

Con un apposito DPCM in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, viene stabilita la proroga di 20 giorni per il versamento delle imposte risultanti dalle dichiarazioni in scadenza il 16 giugno 2010 (16 luglio con la maggiorazione dello 0,40%), per i contribuenti soggetti agli studi di settore. I soggetti non interessati dagli studi di settore sono, invece, tenuti a rispettare i termini ordinari, ossia il 16 giugno 2010, ovvero il 16 luglio con la maggiorazione dello 0,40%. Il DPCM ha altresì prorogato al 12 luglio 2010 il termine per la trasmissione telematica del mod. 730/2010 da parte dei CAF dipendenti e professionisti abilitati.

 CF  15/06/2010 
     La mancata contabilizzazione degli interessi su crediti commerciali giustifica l'accertamento induttivo 

Il D.Lgs. 231/2002 ha previsto il decorso automatico degli interessi di mora per i pagamenti tardivi avvenuti nell’ambito delle operazioni commerciali aventi ad oggetto, in via esclusiva o prevalente, la consegna di beni o la prestazione di servizi a titolo oneroso. Con sentenza n. 9469 del 21.4.2010, la Corte di Cassazione, Sezione Tributaria, ha interpretato come “antieconomico” il comportamento di un'impresa commerciale che ha omesso la contabilizzazione degli interessi su crediti vantati verso la propria clientela. Tale comportamento, se non adeguatamente giustificato, legittima il ricorso all'accertamento induttivo da parte del Fisco.

 CF  04/06/2010 
     Il punto sulle spese telefoniche in azienda 

A decorrere dall’esercizio 2007, la deducibilità dei costi per spese telefoniche è stata limitata all’80% delle spese sostenute. A partire dal 2008, l’IVA relativa alle spese telefoniche è divenuta interamente detraibile a condizione che il bene sia utilizzato interamente per l’attività d’impresa.

 CF  01/06/2010 
     La nuova disciplina IVA per le prestazioni di servizi su beni immobili 

Le regole concernenti la territorialità delle prestazioni di servizi ai fini IVA sono state radicalmente modificate dalla Direttiva n. 2008/8/CE (c.d. “Direttiva Servizi”). Tali nuove disposizioni sono state recepite in ambito nazionale dal D.Lgs. 18/2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 41 del 19.2.2010. Esaminiamo la nuova disciplina IVA applicabile alle prestazioni di servizi su beni immobili, in vigore dal 1° gennaio 2010.

 CF  28/05/2010 
     Spese di vitto e alloggio: l'IVA non detratta torna deducibile 

L’IVA non detratta sulle prestazioni di vitto e alloggio per mancanza della relativa fattura, può essere dedotta dal reddito come elemento aggiuntivo del costo. E’ questa la nuova interpretazione sul trattamento IVA delle spese per vitto e alloggio, fornita dall’Agenzia delle Entrate con la recentissima Circolare n. 25/E/2010.

 CF  21/05/2010 
     Elenchi INTRASTAT 2010: trasmissione con i Servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate 

Con Determinazione n. 63336/RU/2010, l’Agenzia delle Dogane, di concerto con quella delle Entrate, ha disposto che dal 10 maggio 2010 i riepiloghi INTRASTAT possano essere trasmessi anche con i Servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline). In particolare, la nuova modalità di presentazione, alternativa al Servizio telematico doganale, potrà essere utilizzata per la scadenza del 25.5.2010 (elenchi mensili riferiti al mese di aprile 2010).

 CF  18/05/2010 
     Equitalia: un'autocertificazione ferma la riscossione 

In base alla Direttiva Equitalia n. 10/2010, i contribuenti che ritengono di aver ricevuto una cartella di pagamento per tributi già pagati o interessati da un provvedimento di sgravio o sospensione, possono interrompere le procedure di riscossione presentando una semplice autodichiarazione. Nei 10 giorni successivi, l’Agente della riscossione provvede a verificare presso l’ente creditore la veridicità della documentazione presentata dal contribuente. In caso di silenzio dell’ente creditore, le azioni volte al recupero del credito rimangono comunque sospese.

 CF  14/05/2010 
     Tremonti quater per il settore tessile e della moda 

Nel quadro degli interventi a sostegno dell’economia, il DL 40/2010 (c.d. “Decreto Incentivi”) ha previsto una specifica agevolazione per le imprese che operano nel settore tessile e della moda. L’agevolazione si concretizza nella detassazione dal reddito d’impresa di un importo pari al valore degli investimenti in attività di ricerca industriale e di sviluppo precompetitivo finalizzate alla realizzazione di campionari fatti nel 2010. Con Provvedimento 2.4.2010, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello di comunicazione (mod. CRT) da inviare per la prenotazione dell’agevolazione, con Circolare n. 22/E/2010 sono state fornite le prime istruzioni operative.

 CF  11/05/2010 
     Forum lavoro 2010: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate 

Nel corso di un incontro organizzato dalla stampa specializzata, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni importanti chiarimenti in materia di reddito di lavoro dipendente, chiarimenti ufficializzati dalle Entrate nella Risoluzione n. 26/E/2010. In particolare, le precisazioni riguardano la rilevanza fiscale dei buoni pasto, la corretta individuazione degli oneri di utilità sociale e le modalità per la determinazione del valore normale per i beni e i servizi forniti dal datore di lavoro ai dipendenti.

 CF  07/05/2010 
     L'attività di controllo del Fisco nel 2010: cosa è opportuno sapere 

Con cadenza annuale, l’Amministrazione finanziaria impartisce delle direttive ai propri Uffici per pianificare l’attività di controllo. Anche quest’anno, a metà aprile, è stata diramata la Circolare n. 20/E in tema di prevenzione e contrasto all’evasione. Sebbene il quadro generale dei controlli mantenga nel tempo una sua coerente impostazione generale, le indicazioni operative specifiche cambiano di anno in anno, mettendo in evidenza quelle che potremmo definire le “priorità dell’azione di accertamento”. Questa circolare intende fornire su tali priorità alcune utili informazioni che è bene conoscere.

 CF  04/05/2010 
     Il rimborso dell'IVA assolta in altri Paesi UE 

Le modalità per richiedere il rimborso dell’IVA assolta in altri Stati UE sono state completamente modificate dalla Direttiva n. 2008/9/CE. Tali nuove regole sono state recepite in ambito nazionale dal D.Lgs. 18/2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 41 del 19.2.2010. Con Provvedimento 1° aprile 2010, l’Agenzia delle Entrate ha tra l’altro fornito le istruzioni operative per richiedere il rimborso dell’imposta assolta in uno degli Stati membri dai soggetti passivi nazionali.

 CF  30/04/2010 
     Dal 15 aprile al via gli incentivi per l'acquisto di beni agevolati 

Con il DL 40/2010 (c.d. “Decreto Incentivi”) sono state previste alcune misure di sostegno in favore di particolari settori industriali in crisi. Tale decreto ha disposto lo stanziamento di € 300 milioni di fondi le cui modalità di erogazione sono state demandate ad un apposito decreto attuativo del Ministero dello Sviluppo Economico. Con il Decreto MSE 26 marzo 2010, pubblicato sulla GU n. 79/2010, divengono pienamente operativi gli incentivi per l’acquisto di determinati beni, specificatamente elencati nella disposizione attuativa. I fondi stanziati sono erogati sotto forma di riduzione del prezzo praticato dal venditore che matura un diritto al rimborso corrispondente alla riduzione concessa all’acquirente. Tuttavia, il rivenditore, prima di dar corso all’erogazione degli incentivi agli acquirenti, deve registrarsi in un apposito elenco.

 CF  09/04/2010 
     Nuovi limiti per il bilancio in forma abbreviata 

La facoltà di redigere il bilancio in forma abbreviata è riconosciuta alle società di capitali che nel primo esercizio o, successivamente, per due esercizi consecutivi non abbiano superato determinati limiti previsti dall’art. 2435-bis del Codice Civile. Il D.Lgs. 173/2008 di recepimento della Direttiva 2006/46/CE, ha previsto l’innalzamento di tali limiti per i bilanci relativi agli esercizi aventi inizio successivamente al 21 novembre 2008, data di entrata in vigore del decreto. Per le società con esercizio coincidente con l’anno solare, i nuovi, più elevati limiti, hanno effetto a decorrere dal bilancio 2009.

 CF  06/04/2010 
     La nuova disciplina IVA per le prestazioni di ristorazione e catering 

Le regole concernenti la territorialità delle prestazioni di servizi ai fini IVA sono state radicalmente modificate dalla Direttiva n. 2008/8/CE (c.d. “Direttiva Servizi”). Tali nuove disposizioni sono state recepite in ambito nazionale dal D.Lgs. 18/2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 41 del 19.2.2010. Esaminiamo la nuova disciplina IVA applicabile alle prestazioni di ristorazione e catering, in vigore dal 1° gennaio 2010.

 CF  02/04/2010 
     IVA e INTRASTAT 2010: primi chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate 

Le regole concernenti la territorialità delle prestazioni di servizi ai fini IVA sono state radicalmente modificate dalla Direttiva n. 2008/8/CE (c.d. “Direttiva Servizi”). Tali nuove disposizioni sono state recepite in ambito nazionale dal D.Lgs. 18/2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 41 del 19.2.2010. Nel corso del mese di marzo, l’Agenzia delle Entrate ha emanato due specifiche circolari in merito all’applicazione delle nuove regole introdotte nell’ordinamento nazionale.

 CF  26/03/2010 
     La nuova disciplina IVA per le locazioni di beni mobili 

Le regole concernenti la territorialità delle prestazioni di servizi ai fini IVA sono state radicalmente modificate dalla Direttiva n. 2008/8/CE (c.d. “Direttiva Servizi”). Tali nuove disposizioni sono state recepite in ambito nazionale dal D.Lgs. 18/2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 41 del 19.2.2010. Esaminiamo la nuova disciplina IVA applicabile alle prestazioni di locazione, anche finanziaria, noleggio e simili di beni mobili e mezzi di trasporto, in vigore dal 1° gennaio 2010.

 CF  19/03/2010 
     Evoluzione dei principali tassi di interesse: primo semestre 2010 

Riproponiamo una ricognizione sull’evoluzione dei tassi di interesse che risultano particolarmente significativi per le aziende, specie in un periodo “critico” dal punto di vista dell’andamento dei mercati finanziari ed anche del credito alle imprese. Di seguito esponiamo una tabella riassuntiva dei principali tassi aggiornati. Poiché variano con diversa periodicità è stata introdotta una colonna che precisa la decorrenza o il periodo di vigenza. Si noti che la tabella viene modificata, in questa edizione, con l’introduzione di un ulteriore indice; si tratta in particolare dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati o meglio delle variazioni percentuali intervenute nell’indice rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Sono rilevati gli ultimi 3 mesi disponibili.

 CF  16/03/2010 
     Elenchi INTRASTAT: novità 2010 

Dal 1° gennaio 2010 la normativa nazionale in materia di IVA ha subito significative modifiche ad opera di tre direttive comunitarie recepite in ambito nazionale dal D.Lgs. 18/2010. Tale decreto, oltre a disciplinare le nuove disposizioni inerenti la territorialità IVA delle prestazioni di servizi e le nuove procedure per i rimborsi intracomunitari, ha introdotto importanti novità in tema di elenchi INTRASTAT. Con l’emanazione del DM MEF 22.2.2010, contenente le modalità ed i termini di presentazione degli elenchi riepilogativi, e della Determinazione n. 22778/RU/2010 di approvazione dei nuovi modelli, viene a completarsi il quadro normativo di riferimento degli elenchi INTRASTAT 2010.

 CF  12/03/2010 
     Trasmissione telematica dei corrispettivi per le imprese di servizi 

La Legge Finanziaria 2005 ha previsto che le imprese della grande distribuzione commerciale possano sostituire l’emissione dello scontrino fiscale con la trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri. Con Provvedimento 12.3.2009, l’Agenzia delle Entrate ha esteso tale facoltà anche alle imprese esercenti attività di servizi purché operanti nel settore della grande distribuzione commerciale. Con Circolare n. 2/E/2010, l’Agenzia delle Entrate fornisce le prime istruzioni operative.

 CF  09/03/2010 
     La nuova disciplina IVA per le lavorazioni su beni mobili 

Le regole concernenti la territorialità delle prestazioni di servizi ai fini IVA sono state radicalmente modificate dalla Direttiva n. 2008/8/CE (c.d. “Direttiva Servizi”). Tali nuove disposizioni sono state recepite in ambito nazionale dal D.Lgs. 18/2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 41 del 19.2.2010. Esaminiamo la nuova disciplina IVA applicabile alle lavorazioni su beni mobili, in vigore dal 1° gennaio 2010.

 CF  05/03/2010 
     La nuova disciplina IVA per i servizi di intermediazione 

Le regole concernenti la territorialità delle prestazioni di servizi ai fini IVA sono state radicalmente modificate dalla Direttiva n. 2008/8/CE (c.d. “Direttiva Servizi”). Tali nuove disposizioni sono state recepite in ambito nazionale dal D.Lgs. 18/2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 41 del 19.2.2010. Esaminiamo la nuova disciplina IVA applicabile alle prestazioni di intermediazione, in vigore dal 1° gennaio 2010.

 CF  23/02/2010 
     La nuova disciplina IVA per i servizi di trasporto 

Le regole concernenti la territorialità delle prestazioni di servizi ai fini IVA sono state radicalmente modificate dalla Direttiva n. 2008/8/CE (c.d. “Direttiva Servizi”). Tali nuove disposizioni sono state recepite in ambito nazionale da un apposito decreto legislativo, approvato lo scorso 22 gennaio, in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Esaminiamo la nuova disciplina IVA applicabile alle prestazioni di trasporto (passeggeri e merci) in vigore dal 1° gennaio 2010.

 CF  16/02/2010 
     Il nuovo tasso di interesse legale e il ravvedimento operoso 

Dal 1° gennaio 2010 il tasso di interesse legale passa dal 3% all’1%. Tale variazione produce effetti ai fini del calcolo degli interessi dovuti in sede di ravvedimento operoso.

 CF  12/02/2010 
     La nuova territorialità IVA delle prestazioni di servizi 

Le regole concernenti la territorialità delle prestazioni di servizi ai fini IVA sono state profondamente modificate dalla Direttiva n. 2008/8/CE (c.d. “Direttiva Servizi”). Tali disposizioni sono state recepite in ambito nazionale da un apposito decreto legislativo, approvato lo scorso 22 gennaio, in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Esaminiamo le nuove disposizioni in vigore dal 1° gennaio 2010. Seguiranno approfondimenti in relazione a particolari fattispecie (intermediazioni, servizi di trasporto, eccetera) e sui nuovi adempimenti che le imprese si troveranno ad affrontare.

 CF  09/02/2010 
     La detassazione dei premi di produttività 

Come noto, il DL 93/2008 ha previsto, in via sperimentale per l’anno 2008, un regime agevolato di tassazione da applicare sulle somme erogate per prestazioni di lavoro straordinario, lavoro supplementare e premi di produttività. Successivamente, il DL 185/2008 ha prorogato tale agevolazione anche per l’anno 2009 limitatamente, tuttavia, alle somme erogate in relazione ad incrementi della produttività. La Legge Finanziaria 2010 prevede la proroga della detassazione fino al 31 dicembre 2010 nel massimale di € 6.000 e relativamente ai dipendenti del settore privato con reddito di lavoro dipendente non superiore, nel 2009, a € 35.000.

 CF  02/02/2010 
     La riapertura dei termini per la rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni non quotate 

Con la Finanziaria 2010 sono stati riaperti i termini per la rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni societarie posseduti alla data del 1° gennaio 2010. La rivalutazione comporta la rideterminazione del costo di acquisto dei terreni e delle partecipazioni, consentendo l’emersione di una minore plusvalenza al momento della successiva cessione. I soggetti interessati dovranno far redigere ed asseverare una perizia di stima e versare la prima rata dell’imposta sostitutiva entro il prossimo 2 novembre (il 31 ottobre cade di domenica).

 CF  26/01/2010 
     Limiti alla compensazione del credito IVA: i chiarimenti definitivi 

Come noto, dal 1° gennaio 2010 l’utilizzo in compensazione del credito annuale IVA nel modello F24, per importi superiori a € 10.000, può essere eseguita dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della relativa dichiarazione annuale. Inoltre, l’utilizzo in compensazione del credito IVA per importi superiori a € 15.000 annui, richiede l’apposizione del visto di conformità sulla dichiarazione dalla quale emerge il credito. Con Circolare n. 1/2010, l’Agenzia delle Entrate ha finalmente risolto i principali dubbi inerenti l’applicazione pratica della nuova disciplina.

 CF  22/01/2010 
     La Finanziaria per il 2010 

Sul Supplemento Ordinario n. 243 alla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 30.12.2009, è stata pubblicata la Legge Finanziaria per il 2010 (Legge 191/2009) composta da soli due articoli. La legge presenta un contenuto “ridotto” in quanto si inserisce nella programmazione economica e finanziaria per il periodo 2010 - 2013. I provvedimenti di natura fiscale tendenti a favorire le imprese e ad incrementare le misure di contrasto all’evasione e all’elusione, sono stati inseriti nel c.d. Decreto “Anti-Crisi” (DL 185/2008, convertito dalla Legge 2/2009), e nella c.d. “Manovra d’Estate” (DL 78/2009, convertito dalla Legge 102/2009). Esaminiamo per brevi flash le principali novità di interesse aziendale, seguiranno approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  19/01/2010 
     Detassazione degli aumenti di capitale: la scadenza del 5 febbraio 

Come noto, la cosiddetta “Manovra d’Estate” ha introdotto una disposizione tesa al rafforzamento del patrimonio delle società mediante l’immissione di nuove risorse da destinare all’attività di impresa, attraverso una specifica agevolazione fiscale. Per meglio chiarire gli aspetti applicativi di questa agevolazione, l’Agenzia delle Entrate ha emanato un importante intervento di prassi di seguito riepilogato. Considerato che la scadenza per fruire del bonus è fissata al prossimo 5 febbraio (iscrizione al Registro delle Imprese), i tempi sono assai ravvicinati.

 CF  15/01/2010 
     Nuovi limiti alla compensazione del credito IVA: primi chiarimenti 

Come noto, dal 1° gennaio 2010 l’utilizzo in compensazione del credito annuale IVA nel modello F24, per importi superiori a € 10.000, può essere eseguita dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della relativa dichiarazione annuale. Inoltre, l’utilizzo in compensazione del credito IVA per importi superiori a € 15.000 annui, richiede l’apposizione del visto di conformità sulla dichiarazione dalla quale emerge il credito. Esaminiamo i primi chiarimenti rilasciati dall’Agenzia delle Entrate.

 CF  12/01/2010 
     Modelli INTRASTAT: rivoluzione in vista 

Per effetto di due Direttive comunitarie, a partire dal 1° gennaio 2010 la presentazione degli elenchi INTRASTAT riguarderà, oltre alla movimentazione di beni, anche le prestazioni di servizi rese e/o ricevute in ambito UE. Sempre a partire dal 2010, diverrà obbligatorio presentare gli elenchi esclusivamente per via telematica, previa adesione al Servizio Telematico Doganale EDI. Esaminiamo le importanti novità in arrivo sulla base di quanto esposto dall’Agenzia delle Dogane nel corso di alcuni seminari in materia.

 CF  04/12/2009 
     La riduzione dell'acconto IRPEF 2009 

Per il solo anno d’imposta 2009 è stata prevista la riduzione dell’acconto IRPEF da versarsi entro il prossimo 30 novembre. I soggetti che alla data di entrata in vigore del decreto hanno già versato l’acconto senza tener conto della riduzione possono beneficiare di un credito d’imposta, pari all’ammontare versato in eccesso, da utilizzare in compensazione nel modello F24. La riduzione in commento interessa anche i sostituti d’imposta chiamati a rideterminare le somme trattenute in busta paga.

 CF  24/11/2009 
     La scheda carburante e la congruità dei costi 

Gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione devono essere documentati mediante la cosiddetta scheda carburante. Tale documento, sostitutivo della fattura, va utilizzato ai fini della detrazione IVA e della deducibilità dei costi. Secondo una recente sentenza della Corte di Cassazione, gli acquisti di carburante devono essere proporzionati rispetto al tipo di attività svolta ed al parco automezzi del contribuente. L’inattendibilità della scheda carburanti costituisce una presunzione di irregolarità che può condurre all’infedeltà della dichiarazione dei redditi.

 CF  10/11/2009 
     Tremonti-ter: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate 

Il DL 78/2009 (c.d. "Manovra d’Estate”) prevede che i titolari di reddito d’impresa possano escludere dalla tassazione gli acquisti di determinati macchinari ed apparecchiature effettuati nel periodo 1.7.2009 - 30.6.2010. Un recente intervento di prassi dell’Agenzia delle Entrate fornisce alcuni interessanti chiarimenti sulla c.d. Tremonti-ter, con particolare riferimento ai soggetti interessati, ai beni agevolabili ed alle modalità di fruizione dell’agevolazione.

 CF  06/11/2009 
     Rimborsi IRAP: definito il calendario di invio delle istanze su base regionale 

Con Provvedimento 28.10.2009, l’Agenzia delle Entrate ha fissato i nuovi termini di presentazione dell’istanza di rimborso delle maggiori imposte versate per effetto della totale indeducibilità dell’IRAP. Il provvedimento riscrive il calendario per la trasmissione telematica delle istanze di rimborso, scaglionando gli invii in tempi diversi in base alla regione in cui il contribuente ha il domicilio fiscale.

 CF  03/11/2009 
     Blocco dei pagamenti della pubblica amministrazione: nuovi chiarimenti 

Dal 29 marzo 2008, le pubbliche amministrazioni, prima di effettuare a qualunque titolo pagamenti di importo superiore a € 10.000, hanno l’obbligo di verificare se il beneficiario risulta inadempiente all’obbligo di versamento derivante dalla notifica di cartelle di pagamento per un ammontare complessivo almeno pari a € 10.000. Con Circolare n. 29/2009, la Ragioneria Generale dello Stato fornisce alcuni chiarimenti sulle disposizioni attuative della disciplina contenute nel DM 40/2008.

 CF  27/10/2009 
     Scudo fiscale: le modifiche alla disciplina 

Come noto, il DL 78/2009, convertito nella Legge 102/2009, consente la regolarizzazione delle attività finanziarie e patrimoniali detenute all’estero in violazione della disciplina sul monitoraggio fiscale di cui al DL 167/1990 (mancata compilazione del quadro RW di UNICO). Con il nuovo intervento legislativo, DL 103/2009, convertito nella Legge 141/2009, viene modificata l’originaria versione dello scudo, introducendo alcune novità riguardanti, in particolare, la riduzione del termine per aderire allo scudo fiscale, l’estensione della disciplina alle società controllate e collegate estere (CFC) nonché una maggiore copertura penale dello scudo fiscale. Riprendiamo l’argomento alla luce delle novità introdotte dal DL 103/2009 e delle precisazioni contenute nella Circolare n. 43/E/2009 dell’Agenzia delle Entrate.

 CF  23/10/2009 
     Evoluzione dei principali tassi di interesse: secondo semestre 2009 

Riproponiamo una breve ricognizione sull’evoluzione dei tassi di interesse che risultano particolarmente significativi per le aziende, specie in un periodo “critico” dal punto di vista dell’andamento dei mercati finanziari ed anche del credito alle imprese. In questa edizione la tabella viene modificata con l’introduzione di tre nuovi tassi di sicuro interesse aziendale; si tratta del tasso di interesse per la rateazione dei pagamenti rinvenienti da dichiarazioni fiscali (ad esempio, mod. UNICO), del tasso di mora per il ritardato pagamento delle cartelle esattoriali erariali e del “tasso” delle sanzioni civili INPS per inadempienze contributive spontaneamente denunciate.

 CF  20/10/2009 
     Accertamenti immobiliari: buone nuove dalla Comunitaria 2008 

Al fine di adeguare la normativa nazionale a quella comunitaria, la Legge 88/2009 (c.d. “Comunitaria 2008”) ha modificato la disciplina in tema di accertamento immobiliare, introdotta dal DL 223/2006. Di conseguenza, dallo scorso mese di luglio, gli Uffici finanziari non possono più applicare automaticamente il valore normale per accertare i maggiori corrispettivi delle cessioni immobiliari. Sono quindi abrogate le disposizioni introdotte dal DL 223/2006 in materia di accertamento ai fini delle imposte dirette e dell’IVA.

 CF  16/10/2009 
     Enti non commerciali: la scadenza del 30 ottobre 

Il DL 185/2008 (c.d. Decreto “Anti-Crisi”) ha introdotto una specifica disposizione volta a monitorare la corretta applicazione dei benefici fiscali riservati agli enti associativi. La non imponibilità ai fini delle imposte dirette ed IVA, dei corrispettivi, delle quote e dei contributi, viene infatti subordinata all’invio di un’apposita comunicazione all’Agenzia delle Entrate. Pur se non di interesse prettamente aziendale, considerata la diffusione nel tessuto sociale del fenomeno del libero associazionismo, esaminiamo i nuovi adempimenti in capo a tali soggetti.

 CF  09/10/2009 
     La territorialità delle prestazioni di intermediazione su beni mobili 

Per le operazioni di intermediazione su beni mobili effettuate a partire dal 15 luglio 2009, trovano applicazione le nuove disposizioni introdotte dalla L. 88/2009 (c.d. “Comunitaria 2008”). In particolare, il trattamento IVA delle provvigioni è stato allineato alla normativa comunitaria prevedendo il non assoggettamento ad imposta delle prestazioni riferite ad operazioni effettuate fuori dalla UE e l’abrogazione del comma 8 dell’art. 40, DL 331/1993. Tuttavia, le modifiche intervenute, che hanno di fatto confermato i principi stabiliti in via interpretativa dall’Agenzia delle Entrate, non sono definitive, essendo previste delle ulteriori modifiche a partire dal 2010.

 CF  06/10/2009 
     La nuova definizione di valore normale 

Per le operazioni effettuate a partire dal 27 settembre 2009, trovano applicazione le nuove disposizioni in materia di base imponibile e valore normale introdotte dalla L. 88/2009 (c.d. “Comunitaria 2008”). In particolare, le novità in commento interessano la nuova nozione di valore normale, le cessioni e prestazioni gratuite, i veicoli ed i cellulari concessi in uso ai dipendenti.

 CF  02/10/2009 
     L’ammortamento dei beni ceduti in corso d'anno 

L’ammortamento dei beni dismessi o ceduti nel corso dell’esercizio può essere operato per la frazione d’anno in cui gli stessi beni sono stati impiegati come fattori produttivi nell’esercizio d’impresa, oppure non essere effettuato. In ogni caso, il metodo prescelto deve essere applicato in modo uniforme a tutti i beni dismessi o ceduti in corso d’anno.

 CF  29/09/2009 
     Contenimento costi commissioni bancarie e portabilità dei mutui 

La Manovra d’Estate introduce alcune disposizioni volte al contenimento del costo degli oneri e delle commissioni bancarie. In particolare, le nuove misure concernono la determinazione dei giorni di valuta e di disponibilità economica di alcune operazioni bancarie, l’introduzione di un tetto massimo per l’ammontare delle commissioni di massimo scoperto e l’irrogazione di una sanzione per gli istituti di credito che non perfezionano la surrogazione del mutuo entro il termine di trenta giorni. Esaminiamo brevemente anche l'Avviso Comune siglato lo scorso 3 agosto dal Ministero dell'Economia, dall'ABI e dalle associazioni imprenditoriali, per la sospensione dei pagamenti delle piccole e medie imprese nei confronti del sistema bancario.

 CF  25/09/2009 
     Dal 2010 nuovi limiti per la compensazione dei crediti IVA 

A decorrere dal 1° gennaio 2010, la compensazione del credito IVA con altri tributi, contributi e premi per importi superiori a € 10.000 annuali sarà effettuabile solo dopo la presentazione della dichiarazione annuale IVA o, per i crediti trimestrali, dell’istanza infrannuale. Inoltre, l’utilizzo in compensazione del credito annuale IVA per importi superiori a € 15.000, richiede la presentazione di una dichiarazione IVA munita del visto di conformità circa la sussistenza di detto credito. Contestualmente, viene prevista la possibilità di innalzare il limite massimo dei crediti fiscali (IVA ed altre imposte) compensabili in mod. F24.

 CF  22/09/2009 
     Lo scudo fiscale 

Per effetto di quanto previsto dal DL 78/2009 (c.d. “Manovra d’Estate”), viene riproposta la possibilità di rimpatriare o regolarizzare le attività finanziarie o patrimoniali detenute all’estero in violazione della normativa sul monitoraggio dei capitali. La sanatoria si perfeziona mediante il pagamento di un’imposta straordinaria del 5% sul valore delle attività irregolarmente detenute all’estero, da effettuarsi nel periodo 15 settembre 2009 - 15 aprile 2010. Contestualmente, vengono inasprite le sanzioni in materia ed introdotta una presunzione (relativa) per la quale gli investimenti e le attività finanziarie detenute in Paesi o territori a regime fiscale privilegiato si considerano costituite mediante redditi sottratti a tassazione.

 CF  15/09/2009 
     Il bonus ricapitalizzazioni 

In sede di conversione in legge del DL 78/2009 (c.d. “Manovra d’Estate”), è stata inserita una nuova disposizione che prevede, per gli aumenti di capitale fino a € 500.000, una deduzione quinquennale dal reddito d’impresa pari al 3% dell’incremento stesso. La norma interessa i soli conferimenti, in denaro o in natura, eseguiti da persone fisiche nel periodo intercorrente tra il 5 agosto 2009 ed il 5 febbraio 2010. L’agevolazione in esame è cumulabile con la c.d. Tremonti-ter, pur avendo presupposti di applicazione completamente diversi.

 CF  11/09/2009 
     La detassazione degli investimenti in macchinari ed apparecchiature 

Il DL 78/2009 (c.d. “Manovra d’Estate”), convertito dalla L. 102/2009, ripropone la detassazione degli investimenti mediante una variazione in diminuzione del reddito d’impresa di importo pari al 50% degli stessi (c.d. Tremonti-ter). Per l’individuazione dei beni agevolabili occorre far riferimento ai macchinari ed alle apparecchiature comprese nella divisione 28 della Tabella ATECO 2007. In sede di conversione in legge, sono state apportate alcune modifiche al decreto approvato lo scorso 1° luglio. In particolare, è stato circoscritto l’ambito oggettivo di applicazione della detassazione ai soli beni nuovi, è stata prevista un’ulteriore ipotesi di revoca del beneficio e meglio specificato il profilo temporale di applicazione.

 CF  08/09/2009 
     Rifiuto di acquisto da parte di un cliente UE e successiva cessione ad altro soggetto comunitario 

Nell'ambito delle operazioni con l’estero può capitare che un cliente rifiuti la merce precedentemente acquistata. Se i beni, malgrado la risoluzione del relativo contratto, non sono restituiti al cedente ma vengono ceduti ad un altro soggetto d’imposta comunitario, si è in presenza di due distinte ed autonome operazioni che comportano diversi adempimenti a seconda del Paese membro in cui gli stessi beni sono destinati.

 CF  11/08/2009 
     Le vendite a distanza in ambito comunitario 

Le vendite a distanza nei confronti di acquirenti comunitari privati sono sottoposte ad una particolare disciplina IVA, in base alla quale, al ricorrere di determinati requisiti, l’imposta è applicata nel Paese di destinazione dei beni. Esaminiamo i connessi adempimenti IVA in capo agli operatori nazionali, anche sulla base delle nuove disposizioni normative introdotte dalla L. 88/2009 (c.d. Comunitaria 2008).

 CF  04/08/2009 
     La proroga di Ferragosto 

Il DPCM 24 luglio 2009 stabilisce la consueta “proroga di Ferragosto” in base alla quale i versamenti di imposte, tributi e contributi da effettuarsi con modello F24 ed in scadenza nel periodo 1 - 20 agosto 2009, possono essere adempiuti entro giovedì 20 agosto senza alcuna maggiorazione. La proroga interessa anche gli adempimenti fiscali in scadenza nello stesso periodo, tra i quali rientra l’invio della comunicazione dei dati relativi alle dichiarazioni di intento ricevute nel mese di luglio. Sono invece esclusi dalla proroga i versamenti che prevedono l’utilizzo del mod. F23. Rimane comunque confermata la scadenza del versamento al 5 agosto, maggiorato dell'importo nella misura dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, per i pagamenti dovuti dai soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore.

 CF  31/07/2009 
     La nuova misura degli interessi per la riscossione ed il rimborso delle imposte 

Il DM MEF 21 maggio 2009 introduce alcune importanti modifiche alle misure del tasso di interesse annuo da applicare ai pagamenti ed ai rimborsi delle imposte. Il provvedimento, atteso da diversi anni ed invocato da più parti in considerazione dell’attuale congiuntura economica, pone rimedio ad alcune situazioni di palese iniquità manifestatesi negli ultimi anni, oltre a favorire l’accesso alla rateizzazione delle imposte.

 CF  28/07/2009 
     Spese di rappresentanza: i chiarimenti delle Entrate 

Come noto, la Legge Finanziaria 2008 ha completamente modificato la disciplina fiscale delle spese di rappresentanza, prevedendone la deducibilità nello stesso periodo d’imposta di sostenimento, se rispondenti ai requisiti di inerenza e congruità stabiliti dal DM 19.11.2008. Con la recentissima Circolare n. 34/E/2009, l’Agenzia delle Entrate fornisce i primi chiarimenti interpretativi in materia.

 CF  24/07/2009 
     La determinazione del plafond mobile 

Gli esportatori abituali dispongono di due metodi alternativi di determinazione del plafond (solare ovvero mensile). La scelta della metodologia va effettuata preventivamente e non può essere modificata in corso d’anno. Esaminiamo le modalità di calcolo del plafond mensile (o mobile).

 CF  17/07/2009 
     Equitalia: le regole per rateizzare nuove cartelle 

Con la direttiva di gruppo dell’8 luglio scorso, Equitalia definisce le regole per i debitori che già beneficiano di un provvedimento di rateazione e chiedono di rateizzare una nuova cartella. Ai fini dell’accesso al beneficio e per il calcolo del numero delle rate concedibili, deve essere considerato sia il nuovo debito, sia quello complessivo non ancora scaduto, relativo alla rateazione già in essere. La condizione indispensabile per accedere alla nuova rateazione è di essere in regola nei pagamenti della precedente dilazione.

 CF  14/07/2009 
     Costituzione ed utilizzo del plafond 

Al sussistere di determinate condizioni, i soggetti che operano abitualmente con l’estero possono acquistare ed importare beni e servizi senza applicazione dell’IVA. La disposizione è volta ad evitare che i c.d. esportatori abituali presentino consistenti crediti IVA, a fronte di acquisti ed importazioni assoggettati ad imposta. Riepiloghiamo di seguito le condizioni per acquisire lo status di esportatore abituale e le modalità di formazione ed utilizzo del plafond.

 CF  10/07/2009 
     Manovra d'Estate: le novità fiscali 

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 15 del 1° luglio 2009, divengono operative le misure previste dal DL 78/2009 (c.d. “Manovra d’Estate”) volte a contrastare l’attuale sfavorevole congiuntura economica. Esaminiamo per brevi flash le principali disposizioni fiscali attinenti l’area aziendale; seguiranno specifici approfondimenti monotematici in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  07/07/2009 
     La nuova rottamazione delle licenze 

Il Decreto “Anti-Crisi” (DL 185/2008) reintroduce l’indennizzo previsto per la cessazione dell’attività da parte delle aziende commerciali in crisi (c.d. “rottamazione delle licenze”). Le domande per fruire dell’indennizzo devono essere inviate, entro il 31 gennaio 2012, alla competente sede INPS utilizzando l’apposito modello.

 CF  03/07/2009 
     Le nuove sanzioni per l'indebita compensazione di crediti d'imposta 

A decorrere dal 29 novembre 2008, il DL 185/2008 ha previsto l’inasprimento delle sanzioni irrogabili per la compensazione nel mod. F24 di crediti d’imposta inesistenti. E’ stato inoltre ampliato il termine entro il quale l’Amministrazione finanziaria può procedere al recupero del credito indebitamente utilizzato.

 CF  30/06/2009 
     La tenuta informatizzata dei libri contabili 

A seguito delle modifiche apportate dal DL 185/2008, viene ora riconosciuta anche sul piano civilistico la possibilità di predisporre e tenere le scritture contabili obbligatorie con strumenti informatici, riconoscendo loro efficacia probatoria. Infatti, la previgente disciplina mancava di un’apposita disposizione che rendesse certa l’applicabilità della stessa anche a quelle scritture per la cui regolare tenuta l’ordinamento richiede adempimenti non esperibili in ambito informatico.

 CF  26/06/2009 
     La compensazione di crediti d'imposta con somme iscritte a ruolo 

In sede di erogazione di un rimborso d’imposta, l’Agenzia delle Entrate deve verificare se il beneficiario dello stesso risulta iscritto a ruolo. In caso di riscontro positivo, l’Agenzia delle Entrate comunica tale situazione all’Agente delle riscossione che, a sua volta, notifica all’interessato una proposta di compensazione tra le somme iscritte a ruolo ed il credito d’imposta. Se la proposta viene accettata, gli importi a debito e a credito si compensano e l’Agente della riscossione invia al debitore la relativa quietanza; qualora, invece, non vi sia adesione alla proposta di compensazione, decorsi 80 giorni dalla notifica della stessa, l’Agente della riscossione riprende le azioni di recupero sospese.

 CF  23/06/2009 
     La proroga dei versamenti per i soggetti interessati dagli studi di settore 

E’ in corso di pubblicazione in GU un apposito DPCM con il quale viene stabilita la proroga di 20 giorni per il versamento delle imposte risultanti dalle dichiarazioni in scadenza il 16 giugno 2009 (16 luglio con la maggiorazione dello 0,40%), per i contribuenti soggetti agli studi di settore. I soggetti non interessati dagli studi di settore sono invece tenuti a rispettare i termini ordinari, ossia il 16 giugno 2009 ovvero il 16 luglio con la maggiorazione dello 0,40%.

 CF  16/06/2009 
     Rimborso IRAP anni pregressi: al via la procedura di rimborso 

Per effetto di quanto previsto dal DL 185/2008, a decorrere dall’esercizio 2008 diviene deducibile dal reddito d’impresa un importo forfetario pari al 10% dell’IRAP pagata nel periodo d’imposta. Tale deduzione forfetaria può essere fatta valere anche con riferimento ai periodi di imposta precedenti, dietro presentazione di una specifica istanza di rimborso delle maggiori imposte sul reddito versate. Con Provvedimento 4 giugno 2009, l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile il modello per la richiesta di rimborso. Con il Comunicato stampa 10 giugno 2009 ne ha previsto l’invio telematico a decorrere dal 14 settembre 2009.

 CF  12/06/2009 
     La collaborazione tra Guardia di Finanza ed Equitalia 

Con circolare n. 155554/2009, il Comando Generale della Guardia di Finanza fornisce gli indirizzi e le linee operative guida per l’esecuzione di interventi congiunti con il personale di Equitalia, finalizzati alla tutela del patrimonio erariale ed alla riscossione tributaria. Tale collaborazione prevede l’ausilio della Guardia di Finanza, con funzioni di “forza pubblica”, negli interventi di pignoramento eseguiti dagli Agenti della riscossione, oltre a svolgere le consuete funzioni di polizia tributaria per la ricerca di beni e valori su cui i funzionari di Equitalia potranno far valere la pretesa erariale. Occorre considerare che dette attività potrebbero costituire delle “fonti di innesco” per successive verifiche fiscali svolte autonomamente dalla Guardia di Finanza.

 CF  09/06/2009 
     Perdite d'esercizio: i limiti al riporto 

Conseguire una perdita d’esercizio comporta, oltre al decremento del capitale netto, l’adozione di una serie di valutazioni e di adempimenti, tra i quali la necessaria “sistemazione” contabile. L’organo amministrativo, cui spetta seguire e vigilare sull’andamento della gestione, è tenuto ad accertare prontamente il manifestarsi di una perdita che può rilevarsi sia in sede di redazione del bilancio d’esercizio, sia nel corso dell’esercizio sociale, e ad agire di conseguenza. Questa circolare fornisce alcune indicazioni in merito.

 CF  29/05/2009 
     Redditometro: aggiornati i coefficienti per il biennio 2008 - 2009 

Il redditometro è uno strumento di determinazione induttiva (presuntiva) del reddito del contribuente (persona fisica), utilizzato quale ausilio all'attività di accertamento dell'Amministrazione finanziaria. Si basa su un principio elementare che può essere così riassunto: se il contribuente manifesta alcuni indicatori di capacità contributiva, cioè utilizza determinati beni e servizi, che denotano reddito, tale reddito gli può essere fondatamente attribuito in via presuntiva, sempre che egli non sia in grado di dimostrare il contrario. Sulla base di questo presupposto, il redditometro è divenuto una procedura automatica di accertamento che il Fisco utilizza quando riscontra che il reddito complessivo netto dichiarato dal contribuente non è congruo rispetto al reddito che gli può venire fondatamente attribuito sulla base della disponibilità di determinati beni e servizi. Per aversi accertamento da redditometro, però, occorre che l’incongruità si manifesti per 2 o più esercizi consecutivi e che lo “scarto” tra reddito dichiarato e reddito presunto superi di oltre 1/4 il reddito presunto. Recentemente, con Provvedimento 11.2.2009, l’Agenzia delle Entrate ha provveduto ad aggiornare gli importi degli indici presuntivi per il biennio 2008/2009. Considerato che l’utilizzo del redditometro sta assumendo una funzione strategica nell’attività di accertamento (è previsto un piano straordinario di controlli nel triennio 2009/2011), diviene indispensabile conoscere il meccanismo di funzionamento di tale strumento poiché, al di là di indicatori emblematici, quali gli aeromobili o le navi o i cavalli da corsa, in molti casi sono sufficienti indicatori di impiego ordinario a generare accertamenti presuntivi assolutamente significativi.

 CF  26/05/2009 
     Il regime sanzionatorio del reverse charge 

In considerazione del progressivo ampliamento delle operazioni assoggettate al meccanismo del reverse charge, la Finanziaria 2008 ha introdotto, con decorrenza 1° gennaio 2008, un nuovo regime sanzionatorio per i casi di irregolare applicazione dell’inversione contabile. Esaminiamo la nuova disciplina sanzionatoria, anche alla luce dei recenti interventi dell’Agenzia delle Entrate.

 CF  22/05/2009 
     Le consegne di beni in conto visione 

Nella pratica commerciale è piuttosto frequente il ricorso alle consegne di beni in conto prova o visione. Tale tipologia contrattuale prevede che il passaggio della proprietà, a prescindere dalla consegna del bene, si perfezioni a seguito della dichiarazione di gradimento del compratore. Al fine di superare la presunzione di cessione dei beni, occorre emettere un DDT che specifichi la natura non traslativa del trasporto. Ai fini IVA, l’operazione si considera effettuata nel momento in cui si producono gli effetti traslativi e, comunque, entro un anno dalla consegna/spedizione dei beni.

 CF  19/05/2009 
     Le intermediazioni su beni mobili ed i chiarimenti delle Entrate 

Dal 1° gennaio 2007, le prestazioni di intermediazione relative a operazioni su beni mobili, sono da considerarsi effettuate nel territorio nazionale, e quindi da assoggettare ad IVA, quando le operazioni cui le stesse si riferiscono sono ivi effettuate ovvero se il committente delle stesse è un soggetto IVA in Italia. Se, invece, il committente è un soggetto passivo di imposta stabilito in un altro Stato della UE, la prestazione si considera effettuata nel Paese UE ove è stabilito il committente. Esaminiamo le disposizioni introdotte dalla Finanziaria 2007, alla luce dei recenti chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate. La materia è complessa ma ineludibile per chi operi con l’estero.

 CF  08/05/2009 
     La transazione fiscale 

Nell'ambito del concordato preventivo e, dal 1° gennaio 2008, degli accordi di ristrutturazione dei debiti, riveste un particolare interesse, specie in momenti di crisi economica come questo, l’istituto della transazione fiscale. Con la transazione fiscale, è possibile accordarsi con l’Amministrazione finanziaria per il pagamento dilazionato e, in determinati casi, anche parziale, dei tributi di natura fiscale. A seguito delle modifiche apportate dal DL 185/2008, la transazione fiscale può interessare anche la dilazione del pagamento dell’IVA, come pure i contributi previdenziali.

 CF  05/05/2009 
     L'attività di controllo del Fisco nel 2009: cosa è opportuno sapere 

Con cadenza annuale, l’Amministrazione finanziaria impartisce delle direttive ai propri Uffici per pianificare l’attività di controllo. Anche quest’anno, ad inizio aprile, è stata diramata la Circolare n. 13/E in tema di prevenzione e contrasto all’evasione. Sebbene il quadro generale dei controlli mantenga nel tempo una sua coerente impostazione generale, le indicazioni operative specifiche cambiano di anno in anno, mettendo in evidenza quelle che potremmo definire le “priorità dell’azione di accertamento”. Questa circolare intende fornire su tali priorità alcune utili informazioni che è bene conoscere.

 CF  21/04/2009 
     Contratti di leasing e bilancio 2008: le novità di cui tenere conto 

Nel corso degli ultimi anni il trattamento contabile e fiscale dei contratti di leasing ha subito numerose modifiche; da ultime, le disposizioni introdotte dalla Legge Finanziaria 2008 in tema di durata minima dei contratti e deducibilità degli interessi passivi impliciti. In prossimità della chiusura di bilancio 2008 riprendiamo l’argomento allo scopo di fornire un quadro esaustivo della normativa vigente.

 CF  17/04/2009 
     Costi pluriennali: l'impatto sul bilancio di esercizio 

Una tra le più ricorrenti problematiche inerenti la chiusura di bilancio riguarda la definizione e classificazione delle immobilizzazioni immateriali. In prossimità dell’oramai imminente chiusura di bilancio 2008, proponiamo un’elencazione delle voci più ricorrenti nonché la loro metodologia di valutazione ed il relativo trattamento contabile.

 CF  14/04/2009 
     Il bilancio 2008 e la rivalutazione degli immobili d’impresa 

Per le imprese che non adottano i principi contabili internazionali, il DL 185/2008 introduce una nuova disciplina facoltativa di rivalutazione degli immobili d’impresa. Viene inoltre prevista la possibilità di dare rilevanza fiscale, pur se differita, ai maggiori valori attribuiti, previo versamento di un’imposta sostitutiva. In prossimità della chiusura di bilancio 2008 riprendiamo l’argomento, già esaminato nella circolare n. 5/2009, alla luce dei chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 11/E/2009.

 CF  10/04/2009 
     Al via l'IVA per cassa 

Al fine di fronteggiare gli effetti negativi dell’attuale congiuntura economica che si riflettono particolarmente sulle piccole e medie imprese, il DL 185/2008 (c.d. Decreto “Anti-Crisi”) ha previsto l’applicazione dell’IVA per cassa anche alle cessioni di beni ed alle prestazioni di servizi effettuate nei confronti di cessionari o committenti che rivestono la qualifica di soggetti IVA. Ottenuto il via libera dall’Unione Europea, il Ministro dell’Economia e delle Finanze ha emanato il Decreto 25 marzo 2009 contenente le disposizioni attuative della norma che entrerà in vigore dal giorno successivo alla sua pubblicazione in GU.

 CF  07/04/2009 
     La parziale deducibilità dell'IRAP ed il bilancio 2008: le novità di cui tenere conto 

Con l’approssimarsi della chiusura del bilancio relativo all’esercizio 2008, riepiloghiamo le principali novità normative che, direttamente o indirettamente, impattano nell’ambito della chiusura di esercizio e nelle relative scritture contabili. Per effetto di quanto previsto dal DL 185/2008, a decorrere dall’esercizio 2008 diviene deducibile dal reddito d’impresa un importo forfetario pari al 10% dell’IRAP pagata nel periodo d’imposta. Viene altresì prevista la possibilità di recuperare le maggiori imposte sui redditi versate nei periodi d’imposta precedenti a causa della totale indeducibilità dell’IRAP.

 CF  03/04/2009 
     La valutazione dei crediti ed il bilancio 2008 

Con l’approssimarsi della chiusura del bilancio relativo all’esercizio 2008, riepiloghiamo le principali disposizioni normative che, direttamente o indirettamente, impattano nell’ambito della chiusura di esercizio e nelle relative scritture contabili.

 CF  27/03/2009 
     La nuova disciplina degli interessi passivi ed il bilancio 2008: le novità di cui tenere conto 

Con l’approssimarsi della chiusura del bilancio relativo all’esercizio 2008, riepiloghiamo le principali novità normative che, direttamente o indirettamente, impattano nell’ambito della chiusura di esercizio e nelle relative scritture contabili. L’argomento sarà oggetto di più circolari informative concentrate nel corrente mese di marzo.

 CF  24/03/2009 
     Spese di rappresentanza e bilancio 2008: le novità di cui tenere conto 

Con l’approssimarsi della chiusura del bilancio relativo all’esercizio 2008, riepiloghiamo le principali novità normative che, direttamente o indirettamente, impattano nell’ambito della chiusura di esercizio e nelle relative scritture contabili. L’argomento sarà oggetto di più circolari informative concentrate nel corrente mese di marzo.

 CF  20/03/2009 
     La valutazione dei beni di magazzino 

Al termine di ogni esercizio si presenta la necessità di rilevare e valorizzare correttamente le rimanenze finali di magazzino al fine di procedere alla redazione del bilancio e, successivamente, alla dichiarazione dei redditi. Le rimanenze di magazzino includono i beni destinati alla vendita o che concorrono alla loro produzione nell’ordinaria attività dell’impresa. L’art. 2424, Codice Civile, classifica le rimanenze nella macroclasse C (attivo circolante) dello Stato Patrimoniale. Oltre ai beni di proprietà giacenti presso gli stabilimenti dell’impresa, tra le rimanenze vanno comprese le giacenze di beni presso terzi (in conto deposito, lavorazione, prova, ecc.), nonché i materiali acquistati e non ancora pervenuti quando l'impresa ne ha già acquisito la proprietà (ad esempio, consegna stabilimento o magazzino del fornitore).

 CF  17/03/2009 
     Spese per alberghi e ristoranti: nuovi chiarimenti dalle Entrate 

Come noto, il DL 112/2008 ha introdotto rilevanti novità nel regime fiscale delle spese sostenute per prestazioni alberghiere e di ristorazione. Con un recentissimo intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate fornisce nuovi importanti chiarimenti in merito al trattamento di tali spese.

 CF  13/03/2009 
     Ammortamento e bilancio 2008: le novità di cui tenere conto 

Con l’approssimarsi della chiusura del bilancio relativo all’esercizio 2008, riepiloghiamo le principali novità normative che, direttamente o indirettamente, impattano nell’ambito della chiusura di esercizio e nelle relative scritture contabili. L’argomento sarà oggetto di più circolari informative concentrate nel corrente mese di marzo. Iniziamo dalle modifiche apportate dalla Legge Finanziaria 2008 in tema di ammortamenti.

 CF  10/03/2009 
     Decreto Incentivi: le principali novità 

Con la pubblicazione in GU del DL 5/2009, a decorrere dall’11 febbraio 2009, divengono pienamente operative le misure individuate dal Legislatore per fronteggiare gli effetti della crisi del settore industriale. Il decreto in esame contiene diverse interessanti novità, tra le quali si segnalano gli incentivi per la rottamazione dei veicoli, la detrazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici nell’ambito di interventi di recupero edilizio e la riproposizione dell'agevolazione per aggregazioni aziendali. Sono state inoltre modificate alcune disposizioni del Decreto "Anti-Crisi" prevedendo la riduzione della misura dell’imposta sostitutiva per la rivalutazione degli immobili e un ulteriore inasprimento della sanzione per l’indebito utilizzo in compensazione dei crediti d’imposta.

 CF  24/02/2009 
     L'evoluzione dei principali tassi di interesse 

Riproponiamo una breve ricognizione sull’evoluzione dei tassi di interesse che risultano particolarmente significativi per le aziende, specie in un periodo “critico” dal punto di vista dell’andamento dei mercati finanziari ed anche del credito alle imprese. Di seguito esponiamo una tabella riassuntiva dei principali tassi aggiornati. Poiché variano con diversa periodicità è stata introdotta una colonna che precisa la decorrenza o il periodo di vigenza. Si noti che la tabella viene modificata, in questa edizione, con l’introduzione di due distinti righi relativi ai tassi di interesse per le rateazioni sulle cartelle esattoriali erariali, cioè fiscali, da una parte e previdenziali (INPS e INAIL) dall’altra. La rateazione delle cartelle è oggi una pratica assai frequente ed è bene dare conto dei diversi tassi di rateazione.

 CF  20/02/2009 
     Autovetture in uso ai dipendenti: le regole per il 2009 

Nelle realtà aziendali è assai diffusa la prassi di concedere ai dipendenti l’utilizzo di un’autovettura, sia per l’espletamento della propria attività lavorativa, sia come integrazione in natura della retribuzione spettante. Esaminiamo le diverse ipotesi e la relativa disciplina fiscale.

 CF  17/02/2009 
     Imprese individuali e società di persone: opzione per la base imponibile IRAP entro il prossimo 2 marzo 

Come noto, a partire dal 2008, le regole di determinazione della base imponibile IRAP sono differenziate in relazione alla natura giuridica del contribuente. Per le società di capitali e gli enti commerciali la base imponibile IRAP è determinata in base ai valori di bilancio mentre, per gli imprenditori individuali e le società di persone, in base ai valori fiscali. Per gli imprenditori individuali e le società di persone in contabilità ordinaria è tuttavia prevista la possibilità, da manifestarsi con apposita opzione, di determinare la base imponibile adottando le stesse regole previste per i soggetti IRES. Per il triennio 2009 - 2011, l’opzione deve essere esercitata entro il prossimo 2 marzo 2009.

 CF  06/02/2009 
     Equitalia: nuove agevolazioni per la rateizzazione dei debiti fiscali 

In considerazione dell’attuale crisi di liquidità del sistema produttivo, Equitalia ha previsto alcune nuove agevolazioni in tema di dilazione del debito tributario iscritto a ruolo. Con la direttiva di gruppo del 14 gennaio scorso è stato infatti precisato che, nell'ipotesi di concessione del beneficio della rateazione, nella prima rata del piano di ammortamento il debitore non deve più versare in unica soluzione l'importo degli interessi di mora e degli aggi di riscossione (c.d. “maxi rata”) ma può ripartire anche tali spese nelle rate costanti del piano. Inoltre, è stata ampliata la base dell'indice di liquidità ossia il parametro a cui le imprese devono rifarsi per presentare l'istanza di rateazione dei debiti.

 CF  30/01/2009 
     La Finanziaria per il 2009 

A seguito della definitiva approvazione del Parlamento, è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 303 del 30.12.2008 la Legge Finanziaria per il 2009 (L. 203 del 22.12.2008). La Finanziaria 2009 è composta da quattro articoli riguardanti proroghe fiscali in specifici settori dell’economia (agricoltura e autotrasporto), interventi relativi alle gestioni previdenziali e risorse destinate ai rinnovi contrattuali del pubblico impiego. Le principali novità di interesse aziendale sono invece rinvenibili nel DL 112/2008 e nel DL 185/2008.

 CF  27/01/2009 
     Rivalutazione (anche gratuita) degli immobili d'impresa 

Il DL 185/2008 (c.d. Decreto “Anti-Crisi”) consente alle società che non utilizzano i principi contabili internazionali di adeguare nel bilancio al 31 dicembre 2008 il valore degli immobili posseduti, ad esclusione delle aree fabbricabili e dei beni merce, allo scopo di far emergere una maggiore patrimonializzazione dell’impresa. La rivalutazione può assumere efficacia anche ai fini fiscali mediante il versamento di un’imposta sostitutiva.

 CF  23/01/2009 
     Credito annuale IVA 2008: compensazione e rimborso 

Dalla chiusura annuale della contabilità IVA può emergere un credito d’imposta che il contribuente, a seconda della maggiore convenienza, ha facoltà di riportare all’anno successivo, di utilizzare in compensazione di altri tributi o di chiedere a rimborso, anche solo parzialmente, al sussistere di determinate condizioni. La compensazione può avvenire mediante la detrazione del credito nelle liquidazioni IVA del 2009 (c.d. “compensazione verticale”) oppure mediante la compensazione di altri tributi o contributi nel mod. F24 (c.d. “compensazione orizzontale”). Il rimborso, in presenza di determinati requisiti, può essere richiesto all’Agente della riscossione territorialmente competente dal 2 febbraio fino al 31 luglio per le dichiarazioni presentate in via telematica.

 CF  20/01/2009 
     Ravvedimento operoso: ridotte le sanzioni applicabili 

Il DL 185/2008 (c.d. Decreto “Anti-Crisi”) ha considerevolmente ridotto le misure delle sanzioni applicabili al ravvedimento operoso. Le nuove misure sono utilizzabili anche per ravvedere le violazioni commesse anteriormente al 25 novembre 2008 (data di pubblicazione del DL 185/2008).

 CF  16/01/2009 
     La parziale deducibilità dell'IRAP dalle imposte sui redditi 

Per effetto di quanto previsto dal DL 185/2008 (c.d. Decreto “Anti-Crisi”), a decorrere dal 2008 diviene deducibile dal reddito d’impresa un importo forfetario pari al 10% dell’IRAP pagata nel periodo d’imposta. Viene altresì prevista la possibilità di chiedere il rimborso delle maggiori imposte sui redditi versate nei periodi d’imposta precedenti purché sia ancora aperto il termine di 48 mesi dalla data del versamento dell’imposta.

 CF  13/01/2009 
     Decreto "Anti-crisi": le principali novità (parte seconda) 

Con la pubblicazione in GU del DL 185/2008, a decorrere dal 29 novembre 2008, divengono pienamente operative le misure individuate dal Legislatore per fronteggiare gli effetti della crisi economica e finanziaria. Terminiamo l’esame delle principali disposizioni di interesse aziendale introdotte dal DL 185/2008, sotto forma di brevi flash tematici. Seguiranno specifiche circolari di approfondimento monotematico in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  16/12/2008 
     Decreto "Anti-crisi": le principali novità (parte prima) 

Con la pubblicazione in GU del DL 185/2008, a decorrere dal 29 novembre 2008, divengono pienamente operative le misure individuate dal Legislatore per fronteggiare gli effetti della crisi economica e finanziaria. L’argomento sarà oggetto di più circolari informative svolte per brevi flash e con le disposizioni attinenti l’area aziendale; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  09/12/2008 
     Nuovi limiti per il bilancio abbreviato 

La facoltà di redigere il bilancio in forma abbreviata è riconosciuta ai soggetti che nel primo esercizio o, successivamente, per due esercizi consecutivi non abbiano superato determinati limiti previsti dall’art. 2435-bis del Codice Civile. Il D.Lgs 173/2008 ha recepito la Direttiva comunitaria 2006/46/CE che prevede l’innalzamento di tali limiti. I nuovi importi trovano applicazione per i bilanci riferiti agli esercizi iniziati dopo il 20.11.2008 e quindi, per le società con esercizio coincidente con l’anno solare, a decorrere dal bilancio chiuso al 31 dicembre 2009. In ogni caso risultano escluse da tale semplificazione le società quotate o che hanno emesso titoli negoziati in mercati regolamentati.

 CF  02/12/2008 
     Spese di rappresentanza: in arrivo il decreto attuativo 

La Legge Finanziaria 2008 ha sostanzialmente modificato le regole per la deduzione delle spese di rappresentanza disponendone la deducibilità nell’esercizio di sostenimento, solo a condizione che esse rispondano ai requisiti di inerenza e congruità individuati da un apposito decreto. Lo scorso 13 novembre, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso disponibile la bozza del decreto che contiene i criteri generali di qualificazione delle spese di rappresentanza, le regole per la deducibilità e gli obblighi documentali a carico delle imprese. Per la generalità delle aziende, la nuova disciplina trova applicazione a decorrere dall’esercizio 2008.

 CF  21/11/2008 
     Beni di costo unitario non superiore a € 516,46 

Sino all’esercizio 2007, per i beni di costo unitario inferiore a € 516,46, era lasciata facoltà alle imprese di scegliere tra la deduzione integrale nell’esercizio di acquisto oppure l’ammortamento per quote annuali secondo i coefficienti ministeriali. A seguito dell’eliminazione del doppio binario civilistico e fiscale, previsto dalla Legge Finanziaria 2008, non risulta più possibile la deduzione dell’ammortamento in misura superiore a quanto risultante dal conto economico civilistico, fermo restando il limite dei coefficienti ministeriali.

 CF  18/11/2008 
     L'imposta di bollo in fattura 

In termini generali sono esenti dall’imposta di bollo le fatture e gli altri documenti riguardanti il pagamento di corrispettivi assoggettati ad IVA. L’imposta di bollo sulle fatture, pari a € 1,81, quando dovuta va assolta mediante applicazione dell’apposito contrassegno autoadesivo rilasciato dai tabaccai.

 CF  14/11/2008 
     I lavori di riqualificazione energetica 

La Legge Finanziaria 2008, al fine di incentivare il risparmio energetico, ha prorogato al 31 dicembre 2010 l’agevolazione fiscale prevista per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti. Detta agevolazione si sostanzia in detrazioni IRPEF/IRES, entro il limite che trova capienza nell’imposta annua derivante dalla dichiarazione dei redditi. Differentemente dalla precedente agevolazione, introdotta dalla Legge Finanziaria 2007, viene concessa al contribuente la possibilità di determinare liberamente l’orizzonte temporale sul quale ripartire la detrazione, con scelta irrevocabile da esprimere all’atto della prima detrazione. La Legge Finanziaria 2008 ha inoltre previsto che dal 1° gennaio 2008, non sia più necessaria la presentazione della certificazione per la sostituzione di finestre e per l’installazione di pannelli solari ed ha esteso l’agevolazione anche per l’installazione di altri tipi di impianto di riscaldamento.

 CF  11/11/2008 
     La fatturazione differita 

Come noto, ai fini IVA la fattura deve essere emessa nel momento di effettuazione dell’operazione che, per i beni mobili, coincide con il momento della consegna o spedizione dei beni. Tuttavia, relativamente alle cessioni di beni per le quali sia stato emesso il DDT, la fattura può essere emessa entro il giorno 15 del mese successivo alla consegna/spedizione dei beni. Un’ulteriore fattispecie di fatturazione differita è rappresentata dalle cessioni triangolari interne nelle quali i beni ceduti vengono consegnati o spediti, anziché al cessionario, direttamente a terzi a seguito di incarico del cessionario stesso per avere quest'ultimo a sua volta ceduto a terzi i beni medesimi.

 CF  07/11/2008 
     Le spese per i familiari diversamente abili 

Ancorché non di interesse aziendale, la presente circolare risponde a specifiche richieste avanzate da numerosi Abbonati. Riteniamo pertanto di far cosa gradita fornendo una sintesi della normativa fiscale attualmente vigente in materia di detraibilità e deducibilità delle spese sostenute direttamente dai soggetti diversamente abili (portatori di handicap) nell’interesse di familiari in tali condizioni. In generale le detrazioni e deduzioni ammesse dalla normativa fiscale spettano al contribuente che ha effettivamente sostenuto tali spese e risulta intestatario della relativa documentazione. Tuttavia, alcune tipologie di oneri possono essere detratti dall’imposta lorda o dedotti dal reddito complessivo anche se sostenuti per/da familiari elencati nell’art. 433 del Codice Civile, pur se non a carico.

 CF  04/11/2008 
     La deducibilità delle perdite su crediti esteri 

Le aziende che operano con l’estero possono incontrare delle difficoltà nella riscossione dei propri crediti, problematiche amplificate dalla diversità degli ordinamenti giuridici e degli strumenti di tutela. Tali complicanze inducono generalmente le aziende creditrici a transazioni, volte ad assicurare l’incasso di almeno una parte del credito, cessioni pro soluto a società finanziarie, sino a giungere alla rinuncia dell’intero credito dinanzi all’antieconomicità della procedura di riscossione in un Paese estero. Fiscalmente, la deducibilità delle perdite su crediti esteri è assoggettata ai medesimi principi previsti dall’ordinamento nazionale per i soggetti residenti, ossia che le stesse risultino da elementi certi e precisi.

 CF  31/10/2008 
     Casi di fatturazione anticipata 

Come previsto dal Decreto IVA, la fattura deve essere emessa nel momento di effettuazione dell’operazione. Per individuare correttamente tale momento imponibile occorre far riferimento alle regole contenute nell’art. 6, DPR 633/1972. Nella prassi aziendale ricorrono tuttavia alcune casistiche per le quali occorre procedere alla fatturazione anticipatamente rispetto alle predette regole.

 CF  28/10/2008 
     Le trasferte in ambito aziendale 

Le necessità aziendali comportano sempre più spesso che il lavoratore dipendente venga chiamato a svolgere la sua attività in un luogo diverso dall’ordinaria sede di lavoro. In questi casi il lavoratore si trova a dover sostenere delle spese per viaggi, pasti, alloggio fuori sede e simili, cui abitualmente non va incontro. L'azienda rimborsa queste spese in vari modi. Può corrispondere un rimborso sulla base delle fatture, delle note spese o di altra documentazione giustificativa presentata dal dipendente (c.d. rimborso a piè di lista) oppure erogare in misura fissa e forfettaria una somma di denaro (indennità di trasferta), o riconoscere al lavoratore un rimborso con il sistema misto. Esaminiamo le diverse opportunità a disposizione delle aziende ed i relativi limiti fiscali.

 CF  21/10/2008 
     Lo scontrino fiscale 

Lo scontrino fiscale, così come la ricevuta fiscale, vengono emessi dai soggetti IVA che effettuano operazioni imponibili per le quali non è obbligatoria l’emissione della fattura, salvo che venga richiesta dal cliente. Riepiloghiamo le principali norme che riguardano l’emissione dello scontrino fiscale anche alla luce di alcuni recenti interventi di prassi.

 CF  17/10/2008 
     Esportazioni: l'origine delle merci ai fini doganali 

Nella prassi commerciale con l’estero, gli esportatori sono spesso chiamati al rilascio della documentazione attestante l’origine delle merci vendute per consentire alla clientela l’espletamento delle pratiche doganali, con applicazione delle relative misure tariffarie, e commerciali. La responsabilità del rilascio e del contenuto della documentazione è a carico dell’esportatore, il quale, tra l’altro, è tenuto a conservare i giustificativi da esibire in caso di controlli. Esaminiamo le regole per la determinazione dell’origine delle merci e la documentazione che può essere rilasciata per provarla.

 CF  14/10/2008 
     Indagini finanziarie: uno strumento in mano al fisco 

Nell’ambito dell’attività di accertamento tributario si verifica sempre più frequentemente l’utilizzo delle indagini finanziarie quale strumento di rilevante efficacia per il controllo delle violazioni sostanziali commesse dai contribuenti. L’Amministrazione finanziaria peraltro ne ha sollecitato il ricorso da parte dei propri uffici, ribadendo che la proficuità dell’azione di accertamento nei confronti delle posizioni ritenute a più alto rischio di evasione deve essere assicurata attraverso l’adozione delle indagini finanziarie che possono rivelarsi, grazie anche alle nuove modalità di utilizzo dell’anagrafe dei rapporti, estremamente penetranti e proficue. L’applicazione di tale strumento è oggetto di diverse sentenze, anche recenti, da parte della Corte di Cassazione, in particolare con riguardo alla possibilità di richiedere e utilizzare i dati bancari relativi a soggetti diversi dal contribuente, nell’ambito delle indagini eseguite nei confronti di quest’ultimo.

 CF  10/10/2008 
     Gli incentivi alle vendite: aspetti contabili e fiscali 

La prassi commerciale prevede frequentemente il riconoscimento di incentivi da corrispondere alla propria clientela al raggiungimento di determinati obbiettivi. Generalmente tali incentivi si sostanziano in sconti sul prezzo mediamente praticato oppure nella cessione gratuita di merci o prodotti acquistati. Esaminiamo il relativo trattamento contabile ed IVA.

 CF  03/10/2008 
     Consignment stock: detraibile l'IVA assolta in dogana 

Il contratto di consignment stock, largamente diffuso nella prassi commerciale con l’estero, consente di posporre il trasferimento della proprietà dei beni sino al momento del loro effettivo utilizzo da parte dell’acquirente. Tale accordo contrattuale prevede l’invio dei beni all’acquirente finale senza trasferirne la proprietà, ma ponendo a disposizione i beni stessi presso un suo deposito. L’effetto traslativo della proprietà si realizza al prelievo dei beni. L’Agenzia delle Entrate, con un recente intervento di prassi, chiarisce come tale condizione sospensiva non pregiudichi l’obbligo di assolvere l’IVA in dogana al momento dell’importazione dei beni. L’imposta, in presenza dei necessari requisiti di inerenza, può essere portata in detrazione.

 CF  30/09/2008 
     L'adesione ai verbali di constatazione e la scadenza del 30 settembre 

L’adesione ai processi verbali di constatazione, istituto introdotto dal DL 112/2008 (c.d. "Manovra d’Estate”), consente il dimezzamento delle sanzioni applicabili per tali fattispecie, oltre alla possibilità di rateizzare le somme dovute senza prestare alcuna garanzia. Con Provvedimento 10.9.2008, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello da utilizzarsi per comunicare l’adesione ai verbali di constatazione. Si ricorda che per i verbali consegnati entro il 22.8.2008 la relativa comunicazione di adesione deve essere effettuata entro il 30.9.2008.

 CF  26/09/2008 
     La deducibilità delle spese telefoniche ed i recenti chiarimenti delle Entrate 

Come noto, il regime fiscale delle spese per la telefonia fissa e mobile è stato modificato dalla Legge Finanziaria 2007, che, a decorrere dall’esercizio 2007, ha introdotto nuove regole per la deducibilità dei costi sostenuti per l’acquisto, l’impiego e la manutenzione degli apparecchi telefonici. Nel prosieguo si riepiloga il trattamento fiscale da riservare a tali costi anche alla luce di alcuni interessanti interventi di prassi dell’Agenzia delle Entrate.

 CF  16/09/2008 
     Spese alberghiere e di ristorazione: i chiarimenti delle Entrate 

La recente “Manovra d’estate”, approvata con il DL 112/2008, ha introdotto rilevanti novità nel regime fiscale delle spese sostenute per prestazioni alberghiere e di ristorazione. L’Agenzia delle Entrate, con un recentissimo intervento di prassi, ha fornito i primi chiarimenti operativi sia in tema di detrazione dell’IVA a credito sia ai fini reddituali.

 CF  12/09/2008 
     Alberghi e ristoranti: dal 1° settembre piena detraibilità IVA 

Con un maxiemendamento al DL 112/2008, a decorrere dal 1° settembre 2008, viene disposta la completa detrazione dell’IVA afferente le spese per prestazioni alberghiere e per somministrazioni di alimenti e bevande. Tale intervento normativo si è reso necessario a seguito dell’avvio di una procedura d’infrazione da parte della Commissione UE, per la limitazione alla detrazione IVA di tali servizi, storicamente prevista dall’ordinamento tributario nazionale ed in contrasto con la Direttiva UE 2006/112. Al fine di compensare il minor gettito fiscale derivante dall’ampliamento al diritto della detrazione IVA, viene prevista, a decorrere dall’esercizio 2009, la riduzione al 75% della misura di deducibilità degli oneri connessi alle prestazioni di vitto ed alloggio.

 CF  05/08/2008 
     Interessi attivi virtuali per le aziende operanti con la Pubblica Amministrazione 

Come noto, la Legge Finanziaria 2008 ha introdotto, a decorrere dal periodo d’imposta 2008, un nuovo meccanismo di deducibilità degli interessi passivi di natura finanziaria. Per i soggetti che vantano crediti commerciali nei confronti della Pubblica Amministrazione, la normativa dispone che siano considerati interessi attivi anche quelli virtuali, calcolati al tasso ufficiale di riferimento aumentato di 1 punto, purché connessi al ritardato pagamento dei corrispettivi. Con un recente intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate affronta l’argomento in esame, fornendo i primi chiarimenti operativi.

 CF  29/07/2008 
     Regime agevolato per straordinari e premi di produttività: i chiarimenti delle Entrate 

Come noto il DL 93/2008 ha previsto, in via sperimentale per il periodo 1° luglio - 31 dicembre 2008, un regime agevolato di tassazione da applicare, entro il limite complessivo di € 3.000 lordi, sulle somme erogate per prestazioni di lavoro straordinario, lavoro supplementare ed in relazione ad incrementi di produttività. Con la Circolare n. 49/E dell’11 luglio 2008, l’Agenzia delle Entrate ed il Ministero del Lavoro, forniscono i primi chiarimenti operativi dell’agevolazione in esame.

 CF  25/07/2008 
     La deducibilità delle erogazioni liberali in denaro 

L’ordinamento tributario nazionale prevede numerose agevolazioni fiscali per le imprese che effettuano erogazioni liberali a favore di determinate categorie di enti di particolare rilevanza sociale. Nel corso degli anni la legislazione in materia si è sempre più stratificata, rendendo assai complessa l’individuazione delle disposizioni applicabili e dei soggetti beneficiari autorizzati. Con la presente circolare si riassumono le principali disposizioni vigenti in tema di erogazioni liberali in denaro effettuate dai soggetti IRES, nell’intento di fornire un quadro d’insieme che consenta di operare una scelta in termini di convenienza tra le varie opzioni esercitabili.

 CF  22/07/2008 
     La definizione dei processi verbali di constatazione 

Il DL 112/2008 (c.d. “Manovra d’Estate”), introduce nell’ordinamento tributario nazionale un nuovo strumento di deflazione del contenzioso, costituito dall’adesione ai verbali di constatazione. L’adesione ai processi verbali di constatazione (PVC), consente il dimezzamento delle sanzioni applicabili per tali fattispecie, oltre alla possibilità di rateizzare le somme dovute senza prestare alcuna garanzia. Occorre comunque tener conto che l’adesione ai PVC non pregiudica ulteriori azioni accertatrici da parte dell’Amministrazione finanziaria, anche sulle medesime annualità definite.

 CF  18/07/2008 
     Le rilevazioni contabili delle imposte 

Con l’approssimarsi del termine di versamento delle imposte dirette, torna d’attualità l’operazione di contabilizzazione delle stesse nel rispetto delle norme civilistiche e contabili. Con la presente circolare si riepilogano le scritture contabili dei tributi che, nella generalità dei casi, interessano la gestione dell’impresa.

 CF  11/07/2008 
     La Manovra d'estate: le novità in ambito fiscale 

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 146 del 25 giugno 2008, divengono immediatamente operative le disposizioni contenute nel DL 112/2008 (c.d. “Manovra d’estate”). Il decreto in esame contiene diverse rilevanti novità, tra le quali si segnala l’abolizione degli elenchi clienti e fornitori, l’innalzamento a € 12.500 del limite all’uso del contante, la semplificazione degli adempimenti privacy, nonché l’inasprimento delle regole di tassazione delle società cooperative. L’argomento sarà oggetto di due circolari informative svolte per brevi flash e con le disposizioni attinenti l’area aziendale (novità fiscali e giuslavoristiche); seguiranno specifici approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  04/07/2008 
     Le note di variazione in ambito intracomunitario 

La normativa IVA comunitaria non disciplina espressamente il trattamento cui soggiacere le note di variazione ricevute/emesse in ambito UE; tuttavia, per effetto del rinvio alla disciplina generale contenuta nel DPR 633/1972, si rende applicabile quanto previsto dalla normativa IVA nazionale. Le variazioni in aumento sono obbligatorie e devono essere effettuate nei casi in cui, successivamente all’emissione della fattura di vendita, l’imponibile o l’imposta aumentino per un qualunque motivo. Le variazioni in diminuzione sono invece facoltative e possono essere effettuate nei soli casi specificatamente elencati dalla norma.

 CF  01/07/2008 
     Responsabilità solidale negli appalti: lo stato delle cose 

Come noto, il DL 97/2008 ha abrogato parte della disciplina inerente la responsabilità solidale negli appalti introdotta dal DL 223/2006 ed il relativo Decreto attuativo. Permane la responsabilità solidale a carico dell’appaltatore per l’effettuazione ed il versamento delle ritenute fiscali e dei contributi previdenziali e assicurativi sui redditi di lavoro dipendente, a cui è tenuto il subappaltatore. Esaminiamo la disciplina vigente dopo le recenti abrogazioni, precisando che la presente circolare non si occupa di sicurezza sul lavoro.

 CF  24/06/2008 
     TFM amministratori: le condizioni per la deducibilità per competenza 

Nell'ambito dei compensi erogati agli amministratori, può essere corrisposta una indennità di fine mandato (TFM) da corrispondere alla cessazione del rapporto. Tale compenso differito rappresenta una sorta di accantonamento previdenziale per quei lavoratori autonomi che, in virtù di un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, non godono di adeguate tutele in campo pensionistico. L’Agenzia delle Entrate, con un recentissimo intervento di prassi, ha precisato che gli accantonamenti per TFM non sono deducibili dal reddito d'impresa secondo il criterio di competenza, salvo il caso in cui il diritto a tale indennità risulti da un atto che abbia data certa anteriore all'inizio del rapporto.

 CF  20/06/2008 
     Rimborsi assicurativi: trattamento contabile e fiscale 

I proventi conseguiti a fronte della liquidazione di rimborsi assicurativi rappresentano una casistica assai frequente in azienda. Il trattamento fiscale di tali indennizzi varia in funzione di ciò che viene indennizzato distinguendo tre diverse fattispecie assimilate rispettivamente a ricavi, plusvalenze patrimoniali e sopravvenienze attive. Esaminiamo il corretto trattamento contabile e fiscale.

 CF  17/06/2008 
     I depositi IVA 

Con l’istituzione dei depositi IVA, il legislatore ha introdotto una sorta di regime in sospensione d’imposta a favore degli operatori che introducono e gestiscono beni nazionali e comunitari in questi depositi. La specifica disciplina IVA consente l’assolvimento dell’imposta solo al momento dell’estrazione dei beni dal deposito IVA. Esaminiamo le principali caratteristiche di tali depositi nonché i connessi adempimenti in capo agli operatori nazionali.

 CF  13/06/2008 
     Le lavorazioni su beni extra comunitari 

Al fine di semplificare gli adempimenti previsti in capo ai prestatori nazionali, la normativa IVA prevede che le lavorazioni elencate dall’art. 176, TULD, eseguite su beni in temporanea importazione ovvero su beni nazionali, nazionalizzati o di origine comunitaria destinati ad essere esportati da o per conto del prestatore del servizio o del committente non residente, costituiscano servizi internazionali non imponibili IVA.

 CF  10/06/2008 
     Le lavorazioni di beni in ambito comunitario 

Le prestazioni di servizi relative a beni mobili, comprese le perizie, eseguite nel territorio nazionale a favore di un committente comunitario sono non imponibili IVA a condizione che i beni, terminate le prestazioni, vengano inviati in un Paese comunitario diverso da quello dove sono state effettuate le prestazioni medesime. Esaminiamo gli adempimenti in capo al prestatore nazionale.

 CF  06/06/2008 
     Le novità del Decreto fiscale 

A seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, le norme contenute nel DL 93/2008 entrano in vigore a decorrere dal 29 maggio 2008. Tra le altre novità segnaliamo l’esclusione dall’ICI dell’abitazione principale, l’assoggettamento ad imposta sostitutiva del 10% delle somme corrisposte ai lavoratori dipendenti per lavoro straordinario ed incrementi di produttività e la possibilità di rinegoziare i mutui contratti per l’acquisto, costruzione e ristrutturazione dell’abitazione principale.

 CF  03/06/2008 
     Rateizzazione ruoli fiscali: la nuova direttiva Equitalia 

Come noto, la Legge Finanziaria 2008 ed il DL 248/2007 (c.d. Decreto “Milleproroghe”) hanno apportato delle sostanziali modifiche alla disciplina della riscossione delle imposte, in particolare in tema di rateazione delle cartelle derivanti da iscrizioni a ruolo. Con la Direttiva 2070/2008, Equitalia ha fornito le prime istruzioni operative, individuando alcune casistiche comprovanti la “temporanea situazione di obbiettiva difficoltà”, elemento indispensabile per accedere alla rateizzazione dei ruoli. La recentissima Direttiva 3597/2008, modifica radicalmente le precedenti istruzioni, indicando i parametri e la documentazione necessaria per accedere alla rateizzazione, e differenziando la procedura sulla base dell’importo iscritto a ruolo e dello status rivestito dal soggetto debitore.

 CF  30/05/2008 
     Il trattamento IVA delle operazioni con San Marino 

Nella prassi operativa delle aziende nazionali sono ricorrenti le operazioni con la Repubblica di San Marino. Ai fini IVA tali operazioni sono trattate alla stregua delle esportazioni/importazioni e regolamentate dall’art. 71, DPR 633/1972. Esaminiamo i corretti adempimenti IVA in capo agli operatori nazionali.

 CF  27/05/2008 
     La nuova rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni 

La Legge Finanziaria 2008 concede una nuova opportunità di rivalutazione del costo dei terreni e delle partecipazioni non quotate, detenuti al di fuori dell’ambito d’impresa, al fine di ridurre la plusvalenza emergente all’atto della successiva vendita in capo alle persone fisiche, società semplici ed associazioni professionali. La norma prevede la possibilità di rideterminare il costo di acquisto fiscalmente riconosciuto dei terreni sia agricoli che edificabili e delle partecipazioni non quotate posseduti alla data dell’1.1.2008 e ripropone nelle sue linee generali le precedenti versioni dei provvedimenti di rivalutazione.

 CF  16/05/2008 
     La disciplina IVA delle cessioni e delle locazioni immobiliari 

Il DL 223/2006 e la Finanziaria 2007, hanno introdotto sostanziali modifiche alla disciplina IVA delle cessioni e delle locazioni immobiliari effettuate da soggetti IVA. In termini generali, tali operazioni, in precedenza assoggettate ad IVA o esenti a seconda della tipologia dell’immobile ceduto e dell’attività esercitata dal cedente, sono divenute generalmente esenti dall’imposta. Esaminiamo sinteticamente le nuove disposizioni, tenendo conto anche delle novità introdotte dalla Finanziaria 2008 in materia di reverse charge.

 CF  13/05/2008 
     Credito sicurezza per le piccole e medie imprese 

La Finanziaria 2008, ha previsto il riconoscimento di uno specifico credito d’imposta per agevolare l’adozione di misure di sicurezza e la diffusione degli strumenti di pagamento con moneta elettronica. Tale beneficio viene riconosciuto, per le spese sostenute nel triennio 2008 - 2010, ai soggetti che esercitano l’attività di rivendita di generi di monopolio e alle PMI che esercitano l’attività di vendita al dettaglio ed all’ingrosso e di somministrazione di alimenti e bevande.

 CF  09/05/2008 
     Dal 15 giugno 2008 al via la responsabilità solidale negli appalti 

Come noto, il DL 223/2006 ha introdotto la responsabilità solidale dell’appaltatore per il versamento delle ritenute fiscali e dei contributi previdenziali ed assistenziali dovuti dai subappaltatori per i propri dipendenti. Lo stesso DL ha inoltre previsto una specifica sanzione amministrativa in capo ai committenti che provvedono al pagamento di quanto dovuto all’appaltatore senza aver prima verificato l’avvenuta corretta effettuazione degli adempimenti fiscali e previdenziali connessi alle prestazioni di lavoro dipendente concernenti l’appalto affidato. Con la pubblicazione in GU del Decreto interministeriale 25.2.2008, recante la definizione della documentazione necessaria per attestare l’assolvimento degli adempimenti previsti, la norma in esame diviene pienamente operativa.

 CF  06/05/2008 
     L'eliminazione delle deduzioni extracontabili ed il riallineamento dei valori civili e fiscali 

La Finanziaria 2008 ha soppresso, a decorrere dal 2008, la possibilità di dedurre i componenti negativi che non siano imputati a Conto economico. Ciò comporta importanti conseguenze e richiede possibili decisioni da parte dell’impresa.

 CF  02/05/2008 
     Società di comodo: scioglimento agevolato entro il 31 maggio 2008 

Come noto, la Finanziaria 2008 ha riproposto la possibilità per le imprese non operative di sciogliere la società ovvero di trasformarla in società semplice entro il 31.5.2008 con l’applicazione di una tassazione agevolata. La Finanziaria ha inoltre modificato la disciplina delle c.d. società di comodo prevedendo ulteriori cause di esclusione e variando i coefficienti per la determinazione del test di operatività.

 CF  29/04/2008 
     Opzione per la base imponibile IRAP entro il 30 maggio 2008 

Come noto, la Legge Finanziaria 2008 ha previsto che le società di persone e le ditte individuali in contabilità ordinaria possano optare, mediante apposita comunicazione, per la determinazione della base imponibile IRAP adottando le regole previste per i soggetti IRES. Con la pubblicazione sul sito web dell’Agenzia delle Entrate del Provvedimento 31.3.2008, è stato approvato il modello di comunicazione e fornite le istruzioni operative. Per il periodo d’imposta 2008, l’opzione deve essere inviata entro il prossimo 30 maggio 2008.

 CF  18/04/2008 
     Evoluzione dei principali tassi di interesse 

Riproponiamo una breve ricognizione sull’evoluzione dei tassi di interesse che risultano particolarmente significativi per le aziende, specie in un periodo “critico” dal punto di vista dell’andamento dei mercati finanziari ed anche del credito alle imprese. Di seguito esponiamo una tabella riassuntiva dei principali tassi aggiornati. Poiché variano con diversa periodicità è stata introdotta una colonna che precisa la decorrenza o il periodo di vigenza. Si noti che la tabella si arricchisce, in questa edizione, di due nuovi importanti tassi aventi rilevanza fiscale: il tasso relativo alla rateazione degli avvisi bonari (fino ad un massimo di 20 rate trimestrali) ed alla rateazione delle cartelle esattoriali (fino ad un massimo di 72 mesi) sulla base delle disposizioni introdotte dalla Legge Finanziaria 2008; il tasso di interesse da applicarsi per i rimborsi ultradecennali da parte del Fisco calcolato a giorno a partire dal 1° gennaio 2008; si noti che tale tasso, fissato con Decreto del 13 marzo 2008, va applicato agli importi dei rimborsi spettanti a titolo di capitale ed anche di interessi per crediti IRPEF, IRPEG o IRES.

 CF  04/04/2008 
     Le nuove regole per la rateizzazione dei debiti fiscali 

Come noto, la Legge Finanziaria 2008 ed il DL 248/2007 (c.d. Decreto “Milleproroghe”) hanno apportato delle sostanziali modifiche alla disciplina della riscossione delle imposte in particolare in tema di rateazione delle cartelle iscritte a ruolo e degli avvisi bonari. Esaminiamo le modifiche apportate alla disciplina contenuta nel DPR 602/1973, tenendo conto delle istruzioni impartite da Equitalia Spa alle 31 società partecipate con la recentissima Direttiva 2070/2008.

 CF  28/03/2008 
     Beni in leasing: il trattamento fiscale 

Parallelamente alle modifiche apportate alla deduzione delle quote di ammortamento anticipato ed accelerato, la Legge Finanziaria 2008 ha modificato le norme che regolano la deduzione dei canoni di locazione finanziaria, rendendo meno rapido il recupero fiscale del costo degli investimenti. In tema di leasing le novità riguardano particolarmente la durata minima del contratti ai fini della deducibilità IRES e la parziale indeducibilità degli oneri finanziari impliciti.

 CF  25/03/2008 
     Pubbliche amministrazioni e crediti fiscali: dal 29 marzo al via la sospensione dei pagamenti 

Come noto l’art. 2, c. 9, DL 262/2006, ha introdotto l’art. 48-bis al DPR 602/1973, che prevede l’obbligo per le pubbliche amministrazioni di verificare, prima di ogni pagamento di importo superiore a € 10.000, se il beneficiario del pagamento ha debiti risultanti da cartelle esattoriali per un ammontare pari o superiore a € 10.000. Con la pubblicazione in GU del DM 40/2008, contenente le disposizioni attuative della normativa in esame, a far data dal 29 marzo 2008 gli Agenti della riscossione procederanno alle verifiche di fedeltà fiscale in capo ai beneficiari dei pagamenti. La normativa non è ancora operativa per le società a prevalente partecipazione pubblica, per le quali è prevista l’emanazione di un apposito Decreto.

 CF  21/03/2008 
     Il valore dei beni a magazzino 

Le rimanenze di magazzino costituiscono una voce di bilancio di particolare rilevanza per molte imprese mercantili ed industriali e la loro corretta valutazione all'inizio ed alla fine del periodo d’imposta è condizione essenziale per la corretta rilevazione dei risultati dell'esercizio. Specie in aziende soggette a fattori legati alla moda od alla stagionalità o a nuove tecnologie può capitare che alla fine dell'esercizio linee di beni in rimanenza siano precocemente soggette a fenomeni di obsolescenza tali da non consentirne, negli esercizi futuri, la normale riproposizione sul mercato. Si impone pertanto all'impresa la necessità di “svalutare” questi beni in rimanenza attribuendo sul piano civilistico valori coerenti con il valore di realizzazione desumibile dall'andamento del mercato tali da poter essere utilizzati anche in sede tributaria, senza incorrere in eventuali contestazioni da parte degli organi verificatori.

 CF  18/03/2008 
     Il Decreto "Milleproroghe" 

A seguito della definitiva approvazione del Senato, il DL 248/2007 (c.d. Decreto “Milleproroghe”) è stato convertito nella L. 31/2008 in vigore dal 1° marzo 2008. Esaminiamo, sotto forma di brevi flash, le più significative disposizioni attinenti l’area aziendale.

 CF  14/03/2008 
     ENASARCO: la rivalutazione dei massimali e minimali contributivi 

Come noto, i soggetti che svolgono attività di agenzia e rappresentanza di commercio sono sottoposti alla contribuzione obbligatoria integrativa ENASARCO. La base imponibile contributiva è costituita da tutte le somme spettanti all’agente in dipendenza del rapporto di agenzia (provvigioni, rimborsi spese, premi di produzione, ecc.). L’aliquota contributiva, attualmente fissata nella misura del 13,50% (6,75% a carico del preponente e 6,75% a carico dell’agente), si applica nel rispetto dei massimali e minimali previdenziali. In applicazione del regolamento ENASARCO, con decorrenza 1° gennaio 2008, i massimali ed i minimali previdenziali sono stati rivalutati secondo l’indice generale ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati.

 CF  11/03/2008 
     Entro il 30 aprile 2008 l'estromissione degli immobili posseduti dagli imprenditori individuali 

L’art. 1, c. 37, Legge Finanziaria 2008, ripropone la possibilità, per l’imprenditore individuale, di escludere dal patrimonio d’impresa gli immobili strumentali per natura o per destinazione, posseduti alla data del 30 novembre 2007, con effetto dal 2008 (mediante opzione da esercitarsi entro il 30 aprile 2008). L’operazione si concretizza attraverso il pagamento di un’imposta sostitutiva di IRPEF, IRAP ed IVA nella misura del 10%.

 CF  07/03/2008 
     Auto aziendali: i primi chiarimenti 

Negli ultimi due anni gli autoveicoli aziendali sono stati oggetti di numerosi interventi legislativi che ne hanno profondamente modificato il trattamento fiscale sia in termini di deducibilità dei costi ai fini IRES ed IRAP, sia ai fini della detrazione IVA. L’Agenzia delle Entrate, con la Circolare n. 12/E del 19.2.2008, ed il Dipartimento per le Politiche Fiscali del MEF, con la Risoluzione n. 6/DPF del 20.2.2008, forniscono i primi chiarimenti su alcuni aspetti specifici della nuova disciplina fiscale inerente i veicoli utilizzati nell’attività d’impresa.

 CF  04/03/2008 
     L'attività di controllo del Fisco nel 2008: cosa è opportuno sapere 

Come tutti gli anni, in particolare all’inizio del periodo di imposta, l’Amministrazione finanziaria impartisce delle direttive ai propri uffici per pianificare l’attività di controllo. Anche quest’anno, a fine gennaio, è stata diramata la Circolare n. 6/E in tema di prevenzione e contrasto all’evasione. Sebbene il quadro generale dei controlli mantenga nel tempo una sua coerente impostazione generale, le indicazioni operative specifiche cambiano di anno in anno, mettendo in evidenza quelle che potremmo definire le priorità dell’azione di accertamento. Questa circolare intende fornire su tali priorità alcune utili informazioni che è bene conoscere.

 CF  29/02/2008 
     L'eliminazione dell'ammortamento anticipato 

Come noto la Finanziaria 2008 ha apportato numerose modifiche alla normativa relativa al reddito d’impresa: tra queste, una delle più semplici ma al contempo tra le più penalizzanti per le aziende, riguarda le disposizioni dettate sull’ammortamento dei beni materiali. Infatti, la L. 244/2007 ha sancito l’abrogazione del c. 3, art. 102, TUIR, che, riconoscendo alle imprese la possibilità di eseguire gli ammortamenti anticipati, consentiva un più rapido recupero fiscale degli investimenti. L’eliminazione dell’intero comma comporta anche l’impossibilità di dedurre ammortamenti accelerati con riguardo alla maggior utilizzazione dei beni rispetto alla media di settore, se eccedenti i relativi coefficienti fiscali. La soppressione degli ammortamenti anticipati/accelerati, considerata particolarmente penalizzante poiché i coefficienti fiscali d’ammortamento non riflettono più in molti casi il reale processo d’obsolescenza dei beni, si inserisce nell’ambito della manovra che tende a rendere l’imponibile fiscale sempre più vicino a quello civilistico da cui l’abrogazione del quadro EC di UNICO e del conseguente doppio binario.

 CF  22/02/2008 
     La nuova deducibilità degli interessi passivi 

Uno dei principali interventi normativi inerente il reddito d’impresa introdotto dalla Legge Finanziaria 2008, riguarda il regime di deducibilità degli interessi passivi. Infatti, dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2007, per i soggetti IRPEF è fissato, quale unico criterio di deducibilità, il pro rata generale, mentre ai soggetti IRES è applicabile la nuova norma dell’art. 96, TUIR, che vincola la deducibilità degli interessi passivi, per l’importo che eccede gli interessi attivi, ad un plafond quantitativo pari al 30% del reddito operativo lordo (ROL) della gestione caratteristica.

 CF  08/02/2008 
     Finanziaria 2008: le novità introdotte (parte quarta) 

Terminiamo l’esame delle disposizioni di interesse aziendale introdotte dalla Legge Finanziaria 2008 sotto forma di brevi flash tematici occupandoci della nuova disciplina fiscale inerente le operazioni straordinarie, delle novità in materia di reverse charge, della possibilità di rateizzare le imposte dovute a seguito di controlli automatici e formali, delle nuove "white list" e delle semplificazioni in tema di stampa dei registri contabili.

 CF  05/02/2008 
     Violazioni all'uso del contante: il nuovo limite 

Come noto, ai sensi del DL 143/1991, è vietato il trasferimento di denaro contante effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi, quando il valore da trasferire sia complessivamente superiore a € 12.500 e tale operazione non transiti attraverso le banche o le poste. Con il D.Lgs 231/2007, a decorrere dal prossimo 30 aprile, il suddetto limite viene ridotto ad € 5.000.

 CF  01/02/2008 
     Credito annuale IVA 2007: compensazione e rimborso 

Dalla chiusura annuale della contabilità IVA può emergere un credito d’imposta che il contribuente, a seconda della maggiore convenienza, ha facoltà di riportare all’anno successivo, di utilizzare in compensazione di altri tributi o di chiedere a rimborso, anche solo parzialmente, al sussistere di determinate condizioni. La compensazione può avvenire mediante la detrazione del credito nelle liquidazioni IVA del 2008 (compensazione verticale) oppure mediante la compensazione di altri tributi o contributi nel mod. F24 (compensazione orizzontale). Il rimborso, in presenza di determinati requisiti, può essere richiesto all’Agente della riscossione territorialmente competente dal 1° febbraio fino al 31 luglio per le dichiarazioni presentate in via telematica.

 CF  29/01/2008 
     IVA autovetture: le novità della Finanziaria 2008 

La Finanziaria 2008, con l’intento di recepire le indicazioni fornite dal Consiglio UE con la Decisione del 18.6.2007, riscrive completamente le disposizioni che regolano la detrazione IVA degli autoveicoli contenute nel Decreto IVA, DPR 633/1972. Viene quindi recepita formalmente la previsione della detraibilità forfetaria al 40% per i veicoli ad uso promiscuo e specificatamente individuate le casistiche di detraibilità totale del tributo. Si segnala inoltre l’inclusione dei pedaggi autostradali tra le spese detraibili, nella stessa misura applicata in sede di acquisto/importazione del veicolo.

 CF  25/01/2008 
     Finanziaria 2008: le novità introdotte (parte terza) 

Proseguiamo l’esame delle disposizioni di interesse aziendale introdotte dalla Legge Finanziaria 2008 sotto forma di brevi flash tematici occupandoci delle nuove regole IVA per i telefoni cellulari, del trattamento delle perdite fiscali, del credito d'imposta per investimenti in ricerca e sviluppo, della proroga della detrazione IRPEF del 36% per interventi di recupero del patrimonio edilizio, della proroga della detrazione del 55% per interventi di riqualificazione energetica e dell'estromissione degli immobili strumentali per le imprese individuali.

 CF  22/01/2008 
     Finanziaria 2008: le novità introdotte (parte seconda) 

Proseguiamo l’esame delle disposizioni di interesse aziendale introdotte dalla Legge Finanziaria 2008 sotto forma di brevi flash tematici occupandoci delle novità IRAP, delle novità inerenti la disciplina delle società di comodo e dell'opzione IRES destinata alle persone fisiche titolari di reddito d’impresa e di partecipazione in imprese individuali e società di persone.

 CF  15/01/2008 
     Finanziaria 2008: le novità introdotte (parte prima) 

A seguito della definitiva approvazione del Parlamento, è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 300 del 28.12.2007 la Legge Finanziaria per il 2008 (L. 244 del 28.12.2007). L’argomento sarà oggetto di più circolari informative svolte per brevi flash e con le disposizioni attinenti l’area aziendale; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CF  11/01/2008 
     I nuovi codici attività in vigore dal 2008 

L’Agenzia delle Entrate ha recentemente approvato la nuova tabella dei codici attività denominata ATECO 2007. La nuova classificazione sostituisce quella attualmente in vigore (ATECOFIN 2004) e dall’1.1.2008 dovrà essere utilizzata negli atti ed altri documenti da presentare all’Amministrazione finanziaria.

 CF  11/12/2007 
     L'eco contributo RAEE 

Come previsto dal D.Lgs 151/2005, in capo ai produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche sono stati introdotti nuovi obblighi in materia di ritiro e trattamento dei relativi rifiuti. In particolare è stato previsto che i produttori, per recuperare il costo di gestione di questi rifiuti, applichino un eco contributo (c.d. “visible fee”) al prezzo di ogni apparecchiatura nuova. Tale contributo può essere esposto in fattura ed è comunque soggetto ad IVA con la stessa aliquota applicata al bene principale. Con l’entrata in vigore del DM 185/2007, che istituisce e regola il funzionamento del nuovo Registro AEE, le aziende produttrici di apparecchiature elettriche ed elettroniche sono tenute ad iscriversi a detto Registro entro il prossimo il 18 febbraio 2008.

 CF  07/12/2007 
     La cessione del contratto di leasing 

Nella pratica aziendale, sono frequenti le ipotesi di acquisizione di un bene strumentale tramite un contratto di leasing, allo scopo di dilazionare nel tempo il pagamento del cespite nonché per ottenere benefici fiscali consistenti in una deduzione rapida del costo del bene stesso. Allo stesso modo, non è infrequente che l’impresa locataria provveda alla cessione del contratto di leasing, facendo subentrare un terzo soggetto nei propri diritti ed obblighi. Con la RM n. 212/E dell’8.8.2007, l’Amministrazione finanziaria ha fornito la propria interpretazione in merito al trattamento fiscale cui assoggettare il corrispettivo pagato per il subentro nel contratto di leasing.

 CF  20/11/2007 
     La contabilizzazione delle imposte anticipate e differite al 31 dicembre 2007 

La Finanziaria 2008, in corso di approvazione in Parlamento, prevede la riduzione dell’aliquota IRES dal 33 al 27,5% a decorrere dal 1° gennaio del prossimo anno. Tale modifica, seppure riguardante il reddito che si conseguirà nell’esercizio 2008, per le società con esercizio coincidente con l’anno solare produrrà alcuni effetti già alla chiusura del bilancio dell’esercizio in corso relativamente alla determinazione e contabilizzazione delle imposte anticipate e differite.

 CF  16/11/2007 
     Il trasferimento delle quote di srl 

Negli ultimi anni, il trasferimento delle quote di srl ha subito profonde modifiche sia dal punto di vista civilistico, si pensi alla Riforma del diritto societario, sia dal punto di vista fiscale. Per effetto della Riforma fiscale, dal 2004, la tassazione delle plusvalenze da cessione di partecipazioni è stata modificata prevedendo, per le partecipazioni detenute da persone fisiche, un diverso trattamento fiscale a seconda che la partecipazione sia qualificata o non qualificata. Questa circolare fornisce alcune indicazioni utili sul trattamento civilistico e sulle ripercussioni fiscali delle cessioni di partecipazioni.

 CF  06/11/2007 
     IVA: la perdita di beni nelle operazioni intracomunitarie 

Nell’ambito degli scambi intracomunitari, può accadere che i beni durante il trasporto vengano persi, rubati o distrutti. Ai fini del trattamento IVA di tali accadimenti, occorre preliminarmente individuare il momento di effettuazione delle operazioni di acquisto/cessione. Inoltre, gli effetti IVA, si differenziano in relazione alle modalità di trasporto e del luogo di scomparsa dei beni (Italia o estero). Questa circolare riepiloga i corretti adempimenti IVA da assolvere al verificarsi di tali eventi.

 CF  26/10/2007 
     Cancellazione automatica dell'ipoteca iscritta su immobili a granzia di mutui 

Con il DL 7/2007, convertito nella L. 40/2007, viene semplificato il procedimento di cancellazione dell’ipoteca nei mutui immobiliari. E’ prevista infatti la cancellazione automatica dell’ipoteca iscritta a garanzia di obbligazioni derivanti da contratto di mutuo, decorsi 30 giorni dall’avvenuta estinzione dell’obbligazione garantita, a seguito di apposita comunicazione della banca alla conservatoria. Tuttavia, per i mutui estinti prima del 3 aprile 2007, data di entrata in vigore della L. 40/2007, occorre una formale richiesta per avviare la procedura di cancellazione dell’ipoteca.

 CF  23/10/2007 
     DDL Finanziaria 2008: le novità IRES ed IRAP 

Una panoramica delle principali disposizioni in materia di IRES ed IRAP contenute nel disegno di legge Finanziaria 2008.

 CF  16/10/2007 
     Il potere di controllo dei soci di srl 

La riforma del diritto societario ha profondamente innovato il diritto di controllo societario del socio non amministratore di srl, attribuendogli il diritto di ottenere dagli amministratori notizie sullo svolgimento degli affari sociali e di consultare, anche avvalendosi di professionisti di fiducia, i libri sociali e la documentazione amministrativa della società.

 CF  02/10/2007 
     La cessione dell'autovettura e l'IVA: i chiarimenti ministeriali 

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, in risposta ad un’interrogazione parlamentare, è intervenuto per “correggere” una posizione restrittiva dell’Agenzia delle Entrate sul regime IVA degli autoveicoli per i quali viene presentata istanza di rimborso. L’Agenzia delle Entrate, infatti, con Provvedimento del 22 febbraio, aveva affermato che i contribuenti che avessero presentato istanza di rimborso, in caso di successiva cessione dell’autovettura, avrebbero dovuto assumere come base imponibile l’intero corrispettivo pattuito, riducendo fortemente, in questo modo, l’appeal dell’istanza di rimborso. Le precisazioni in sede parlamentare chiariscono invece giustamente che, per gli autoveicoli oggetto di rimborso ceduti dopo il 13 settembre 2006, la base imponibile sulla quale occorre calcolare l’IVA è pari solo al 40% del corrispettivo percepito. Dunque le disposizioni del Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate trovano applicazione esclusivamente alle rivendite di veicoli per i quali viene chiesto il rimborso che sono stati ceduti entro il 13 settembre 2006.

 CF  25/09/2007 
     Redditometro: le nuove indicazioni delle Entrate 

Il redditometro è uno strumento di accertamento sintetico del reddito complessivo delle persone fisiche basato sulla differenza tra il reddito dichiarato dal contribuente e la sua capacità di spesa come deriva dalla disponibilità di specifici beni indicativi di capacità contributiva. Recentemente l’Agenzia delle Entrate con la Circolare 49 del 9.8.2007, ha rilanciato l’applicazione del redditometro, allargando l’attenzione del Fisco alla capacità di spesa manifestata dalle famiglie (e non solo dal singolo contribuente) ed impartendo nuove istruzioni agli Uffici per un utilizzo di tale criterio di accertamento più puntuale e proficuo nell’azione di contrasto all’evasione fiscale.

 CF  21/09/2007 
     Pubblica amministrazione: sospensione dei pagamenti per i morosi oltre i 10.000 euro 

L’art. 2, c. 9, DL 262/2006 ha introdotto l’art. 48-bis al DPR 602/1973, che prevede l’obbligo per le pubbliche amministrazioni di verificare, prima di ogni pagamento superiore a € 10.000, se il beneficiario del pagamento ha debiti risultanti da cartelle esattoriali di importo pari o superiore a € 10.000. La Ragioneria Generale dello Stato, con la Circolare 28 del 6.8.2007, sottolinea che, stante il previsto regolamento attuativo non sia ancora stato emanato dal Ministro dell’Economia, la disposizione in oggetto è comunque pienamente ed immediatamente operativa.

 CF  18/09/2007 
     Reverse charge in edilizia: i chiarimenti delle Entrate 

A seguito della Finanziaria, dal 2007, alle prestazioni di servizi rese dai subappaltatori del settore edile è applicabile il meccanismo del reverse charge, in base al quale il debitore dell’imposta è il soggetto passivo IVA destinatario della prestazione. Nel corso degli ultimi mesi l’Agenzia delle Entrate, con apposite Circolari o in risposta a specifiche istanze di interpello proposte dai contribuenti, è più volte intervenuta fornendo i chiarimenti elencati.

 CF  14/09/2007 
     Evoluzione dei principali tassi di interesse: un aggiornamento 

 CF  31/07/2007 
     Il Decreto "tesoretto" 

 CF  27/07/2007 
     Interessi attivi su crediti commerciali: trattamento contabile 

 CF  24/07/2007 
     I compensi agli amministratori: alcune problematiche 

 CF  20/07/2007 
     Manutenzioni su beni di terzi: trattamento civilistico e fiscale 

 CF  17/07/2007 
     Contratto di agenzia: indennità supplettiva di clientela deducibile nel solo esercizio di corresponsione 

 CF  13/07/2007 
     IVA autoveicoli: dal 27 giugno 2007 detrazione al 40% 

 CF  10/07/2007 
     Gli studi di settore e la supercongruità per il 2006 

 CF  22/06/2007 
     Pienamente operativa la riduzione del cuneo fiscale 

 CF  12/06/2007 
     Versamento imposte da UNICO: proroga delle scadenze 

 CF  08/06/2007 
     Titoli obbligazionari: scritture e trattamento contabile 

 CF  29/05/2007 
     Rimborso IVA autoveicoli: nuove semplificazioni 

 CF  22/05/2007 
     Redditometro: aggiornati i coefficienti 

 CF  18/05/2007 
     Estinzione anticipata dei mutui 

 CF  15/05/2007 
     L'ICI è compensabile 

 CF  11/05/2007 
     Controllo fiscale in azienda 

 CF  04/05/2007 
     Le nuove detrazioni per il risparmio energetico 

 CF  27/04/2007 
     Il bollo auto degli autocarri equiparati alle autovetture 

 CF  24/04/2007 
     Foglio di calcolo leasing (allegato alla circolare "Leasing: un esempio con le relative scritture") 

 CF  20/04/2007 
     Leasing: un esempio con le relative scritture 

 CF  20/04/2007 
     Novità nella riscossione dei tributi iscritti a ruolo 

 CF  17/04/2007 
     I rimborsi spese agli amministratori 

 CF  13/04/2007 
     Gli immobili strumentali e lo scorporo del valore del terreno 

 CF  27/03/2007 
     Rimborso IVA autoveicoli: istanza entro il 15 aprile 2007 

 CF  06/03/2007 
     Gli incentivi all'acquisto di autoveicoli nuovi 

 CF  02/03/2007 
     Informazioni utili sulla riforma fallimentare 

 CF  23/02/2007 
     L'attività di controllo del Fisco nel 2007: cosa è opportuno sapere 

 CF  20/02/2007 
     Evoluzione dei principali tassi di interesse 

 CF  09/02/2007 
     Gli autocarri fiscalmente equiparati alle autovetture 

 CF  06/02/2007 
     Credito annuale IVA 2006: compensazione o rimborso 

 CF  02/02/2007 
     I nuovi Paesi UE e le operazioni intracomunitarie 

 CF  30/01/2007 
     Finanziaria 2007: le novità introdotte (parte terza) 

 CF  23/01/2007 
     Reverse charge: applicazione al settore edile 

 CF  19/01/2007 
     Finanziaria 2007: le novità introdotte (parte seconda) 

 CF  16/01/2007 
     Finanziaria 2007: le novità introdotte (parte prima) 

 CF  12/01/2007 
     Il transfer pricing 

 CF  22/12/2006 
     Assegni senza provvista: nuove gravi sanzioni 

 CF  19/12/2006 
     Il riaddebito dei costi tra imprese 

 CF  15/12/2006 
     Innalzati i limiti per la redazione del bilancio in forma abbreviata 

 CF  24/11/2006 
     Nuovi strumenti per la riscossione coattiva dei debiti tributari 

 CF  17/11/2006 
     La delocalizzazione dell'attività all'estero 

 CF  10/11/2006 
     Il DL collegato alla Finanziaria 2007 

 CF  07/11/2006 
     Il nuovo modello per il rimborso IVA infrannuale 

 CF  03/11/2006 
     Indagini finanziarie: i chiarimenti delle Entrate 

 CF  27/10/2006 
     Rimborso IVA autovetture: istanza rinviata al 15.4.2007 

 CF  24/10/2006 
     Interessi di mora "automatici": il nuovo valore del tasso 

 CF  20/10/2006 
     Appalti: la responsabilità solidale delle parti 

 CF  17/10/2006 
     F24 telematico: proroga per ditte individuali e società di persone 

 CF  10/10/2006 
     Auto aziendali: drastiche limitazioni alla deducibilità 

 CF  06/10/2006 
     Il trattamento IVA delle autovetture alla luce della Sentenza UE 

 CF  19/09/2006 
     Sanzioni penali per l'omesso versamento IVA oltre i 50.000 euro 

 CF  15/09/2006 
     Convertita in Legge la manovra correttiva dei conti pubblici 

 CF  12/09/2006 
     Nuovi termini per le dichiarazioni ed i versamenti 

 CF  05/09/2006 
     Modello F24: da ottobre pagamenti solo telematici 

 CF  04/08/2006 
     DL 223/2006: modifiche per i beni immateriali e le spese di ricerca e sviluppo 

 CF  01/08/2006 
     Nuove limitazioni per i veicoli aziendali 

 CF  28/07/2006 
     Non ammortizzabili i terreni sui quali insistono fabbricati 

 CF  25/07/2006 
     Le modifiche alla disciplina delle società di comodo 

 CF  21/07/2006 
     La manovra correttiva dei conti pubblici (parte seconda) 

 CF  18/07/2006 
     Le nuove regole per l'accertamento da studi di settore 

 CF  14/07/2006 
     La manovra correttiva dei conti pubblici (parte prima) 

 CF  11/07/2006 
     Il contratto stipulato dal socio di società di capitali 

 CF  07/07/2006 
     Le spese sostenute all'estero: condizioni e requisiti di deducibilità 

 CF  04/07/2006 
     Competenza delle provvigioni agli agenti: chiarimenti delle Entrate 

 CF  30/06/2006 
     La rateizzazione delle imposte: esempi e valutazioni 

 CF  27/06/2006 
     Gli indici di coerenza basati sugli studi di settore 

 CF  20/06/2006 
     IRAP: precluso il ravvedimento 

 CF  09/06/2006 
     Le novità per gli immobili aziendali 

 CF  30/05/2006 
     Recupero immediato per le ritenute versate in eccesso 

 CF  16/05/2006 
     La deducibilità degli incentivi all'esodo 

 CF  12/05/2006 
     La corretta contabilizzazione dei contributi in conto impianti 

 CF  09/05/2006 
     Il riallineamento dei valori civilistici e fiscali 

 CF  21/04/2006 
     La corretta contabilizzazione dei contributi alle imprese 

 CF  07/04/2006 
     La valutazione dei titoli compresi nell'attivo circolante 

 CF  31/03/2006 
     Il contratto di consignment stock 

 CF  28/03/2006 
     Indennità di fine mandato per gli amministratori: trattamento contabile e fiscale 

 CF  24/03/2006 
     Il trattamento contabile e fiscale delle manifestazioni a premio con durata pluriennale 

 CF  21/03/2006 
     Alcune note utili sul calcolo dell'ammortamento 

 CF  17/03/2006 
     2 maggio 2006: avvio delle indagini bancarie telematiche 

 CF  14/03/2006 
     Immobilizzazioni materiali e valore ammortizzabile 

 CF  10/03/2006 
     IVA: la responsabilità solidale dell'acquirente 

 CF  28/02/2006 
     Verso Basilea 2: l'accesso al credito bancario 

 CF  21/02/2006 
     Riaperti i termini per la rivalutazione dei beni d'impresa 

 CF  17/02/2006 
     Programmazione fiscale e mini condono 2003/2004 

 CF  07/02/2006 
     Ammortamento dell'avviamento: le novità introdotte 

 CF  03/02/2006 
     Credito annuale IVA 2005: compensazione e rimborso 

 CF  31/01/2006 
     Dal 1° gennaio 2006 al 15% la detraibilità IVA autovetture 

 CF  27/01/2006 
     Finanziaria 2006: le novità introdotte (parte seconda) 

 CF  24/01/2006 
     Finanziaria 2006: le novità introdotte (parte prima) 

 CF  17/01/2006 
     Le principali novità del DL collegato alla Finanziaria 2006 

 CF  13/01/2006 
     Il corretto trattamento delle indennità chilometriche 

 CF  23/12/2005 
     Bilancio e principio di competenza 

 CF  09/12/2005 
     Disinquinamento fiscale e cessione dei cespiti 

 CF  25/11/2005 
     Dichiarazioni di intento: possibile il ravvedimento 

 CF  22/11/2005 
     Le immobilizzazioni immateriali: i costi di ricerca e sviluppo 

 CF  11/11/2005 
     Crediti e debiti in valuta estera 

 CF  28/10/2005 
     Sempre indeducibilil le sanzioni amministrative pecuniarie riconducibili a fatti o attività illecite 

 CF  25/10/2005 
     L'imputazione temporale delle perdite su crediti 

 CF  14/10/2005 
     La valutazione delle opere in corso alla chiusura di esercizio 

 CF  11/10/2005 
     I versamenti effettuati a copertura delle perdite societarie 

 CF  30/09/2005 
     Nuove regole per le vendite a domicilio 

 CF  27/09/2005 
     Controllo delle dichiarazioni e nuovi termini di notifica delle cartelle fiscali 

 CF  23/09/2005 
     Ritenute: la scadenza del 30 settembre ed il ravvedimento operoso 

 CF  16/09/2005 
     I patti parasociali nelle società di capitali 

 CF  13/09/2005 
     Associazioni: la responsabilità degli amministratori 

 CF  09/09/2005 
     La permuta di beni strumentali 

 CF  06/09/2005 
     Trattamento fiscale del contratto di associazione in partecipazione 

 CF  02/08/2005 
     I costi dei mezzi di trasporto: gli autoveicoli a deducibilità limitata 

 CF  29/07/2005 
     I costi dei mezzi di trasporto: gli autoveicoli a deducibilità totale 

 CF  22/07/2005 
     Alcuni brevi cenni sulla conversione in legge del decreto sulla competitività 

 CF  19/07/2005 
     Il corretto inquadramento delle spese di ospitalità 

 CF  08/07/2005 
     Riforma societaria: recesso del socio di srl 

 CF  05/07/2005 
     Gli amministratori e la delega di poteri 

 CF  24/06/2005 
     L'aumento dell'imposta di bollo in misura fissa dal 1° giugno 2005 

 CF  03/06/2005 
     Contratto estimatorio e connessi adempimenti 

 CF  31/05/2005 
     Utile civilistico e reddito fiscale tra competenza e cassa 

 CF  27/05/2005 
     Lavoro autonomo occasionale: il corretto trattamento fiscale dei rimborsi spese 

 CF  20/05/2005 
     Riproposto l'affrancamento delle riserve in sospensione d'imposta 

 CF  06/05/2005 
     Interessanti novità per l'ammortamento ridotto 

 CF  29/04/2005 
     Perdite su crediti: il quadro normativo fiscale 

 CF  22/04/2005 
     Privacy: prorogati i termini per l'adozione delle nuove misure minime di sicurezza 

 CF  19/04/2005 
     Precisazioni sull'invio delle dichiarazioni d'intento 

 CF  12/04/2005 
     Indagini bancarie: molto ampliati i poteri dell'Amministrazione Finanziaria 

 CF  04/04/2005 
     I controlli del fisco nel 2005: cosa è opportuno sapere 

 CF  29/03/2005 
     La contabilità di magazzino 

 CF  01/03/2005 
     Locazioni immobiliari: importanti novità 

 CF  17/02/2005 
     Nuova opportunità di rivalutazione per terreni e partecipazioni 

 CF  14/02/2005 
     Finanziaria 2005: modifiche agli studi di settore 

 CF  04/02/2005 
     16 febbraio 2005: obbligo di comunicazione per le dichiarazioni di intento 

 CF  01/02/2005 
     Finanziaria 2005: modifiche IRPEF 

 CF  17/01/2005 
     Il corretto trattamento degli interessi di mora 

 CF  13/12/2004 
     Le riparazioni intracomunitarie di beni 

 CF  06/12/2004 
     La controversa legittimità dell'IRAP 

 CF  03/12/2004 
      Caparra, acconto e deposito cauzionale: significato giuridico e trattamento fiscale 

 CF  08/11/2004 
     La cessione del contratto di leasing: il caso dell'autovettura 

 CF  05/11/2004 
     Limiti e cautele nelle sponsorizzazioni 

 CF  14/10/2004 
     La scadenza del 30 settembre ed il ravvedimento operoso 

 CF  13/09/2004 
     La centrale d'allarme interbancaria C.A.I. 

 CF  03/09/2004 
     Banche e Basilea 2: indicatori per accedere al credito bancario 

 CF  30/07/2004 
     L'ammortamento anticipato e la riforma fiscale 

 CF  23/07/2004 
     Il trattamento fiscale dell'indennità supplettiva di clientela 

 CF  12/07/2004 
     Il termine per gli accertamenti 

 CF  29/06/2004 
     Il trattamento fiscale delle polizze assicurative per amministratori e dipendenti 

 CF  25/06/2004 
     Deducibili gli interessi sulla rateazione delle imposte 

 CF  18/06/2004 
     Banche e Basilea 2 

 CF  15/06/2004 
     Il trattamento di premi e sconti in denaro 

 CF  07/06/2004 
     Una novità: la trasparenza fiscale nelle società di capitali 

 CF  31/05/2004 
     Nuovo codice della privacy ed i connessi adempimenti 

 CF  21/05/2004 
     Il trattamento fiscale delle auto in uso agli amministratori 

 CF  18/05/2004 
     La Riforma del diritto societario 

 CF  08/05/2004 
     Il trattamento dei risarcimenti in caso di perdita o danneggiamento dei beni 

 CF  28/04/2004 
     La cessione dell'autovettura e l'IVA 

 CF  17/04/2004 
     La marca da bollo sui documenti contabili: alcuni chiarimenti 

 CF  14/04/2004 
     La nuova fattura secondo la normativa europea 

 CF  05/04/2004 
     Le garanzie sulla vendita dei beni di consumo 

 CF  15/03/2004 
     Esportatori abituali: la formazione del plafond IVA 

 CF  16/01/2004 
     Commercio elettronico indiretto: la disciplina della vendita all'ingrosso e al dettaglio dei beni 

 CF  08/10/2003 
     Crediti verso clienti: accorgimenti utili per un incasso più sicuro 

 CF  20/09/2003 
     Le perdite involontarie di beni 

 CF  10/06/2003 
     Agenti di commercio: quando sorge il diritto alla provvigione 

 CF  29/05/2003 
     I rimborsi spese ai dipendenti e ai collaboratori 

 CF  24/04/2003 
     La sanatoria dei ritardati od omessi versamenti 

 CF  17/03/2003 
     Autovetture ad uso ufficio: opportunità fiscali e limiti d'impiego 

 CF  24/01/2002