Circolari TA Pubblicate

Tematiche riguardanti le aziende

30/10/2020
Sul SO n. 37/L alla GU n. 253/2020 è stata pubblicata la L. 126/2020, di conversione, con modificazioni, del DL 104/2020, c.d. Decreto “Agosto”, in vigore dal 14.10.2020. Concludiamo di seguito l’esame delle principali novità introdotte dalla legge di conversione; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.
27/10/2020
Sul SO n. 37/L alla GU n. 253/2020 è stata pubblicata la L. 126/2020, di conversione, con modificazioni, del DL 104/2020, c.d. Decreto “Agosto”, in vigore dal 14.10.2020. In considerazione delle tante novità introdotte in sede di conversione, suddividiamo l’esame dell’argomento in due circolari informative svolte per brevi flash; seguiranno poi approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.
23/10/2020
Il Decreto “Rilancio” ha previsto, a favore dei contribuenti con ricavi o compensi 2019 non superiori a € 250 milioni, l’esclusione dall’obbligo di versamento del saldo IRAP 2019 e della prima rata dell’acconto IRAP 2020. Inoltre, l’importo del primo acconto 2020, ancorché non versato, deve essere escluso dal calcolo dell’imposta da versare a saldo per lo stesso periodo d’imposta. Con CM n. 27/E/2020, l’Agenzia delle Entrate ha reso chiarimenti circa le modalità di scomputo dagli importi dovuti della prima rata dell’acconto IRAP 2020, esclusa dall’obbligo di versamento.
20/10/2020
Il Decreto “Agosto” ha riaperto i termini per la rivalutazione dei beni d’impresa, apportando, tuttavia, alcune significative modifiche rispetto alle precedenti versioni dell’agevolazione. In particolare, è stato eliminato il vincolo della rivalutazione per categorie omogenee, introdotta la possibilità di effettuare (gratuitamente) la rivalutazione ai soli fini civilistici ed è stata prevista un’unica aliquota dell’imposta sostitutiva dovuta per il riconoscimento fiscale della rivalutazione, pari al 3% sia per i beni ammortizzabili che per quelli non ammortizzabili.
16/10/2020
Al fine di mitigare l’impatto dell’emergenza epidemiologica in corso sul risultato e il patrimonio netto del bilancio dell’esercizio in corso, la legge di conversione del Decreto “Agosto” ha introdotto la possibilità di sospendere, in tutto o in parte, gli ammortamenti civilistici delle immobilizzazioni materiali e immateriali, a favore dei soggetti che adottano i Principi contabili nazionali. Le quote di ammortamento non imputate a CE sono comunque deducibili ai fini delle imposte sul reddito e dell’IRAP. Esaminiamo di seguito gli adempimenti richiesti per fruire della sospensione degli ammortamenti civilistici 2020.
13/10/2020
Con CM n. 24/E/2020, l’Agenzia delle Entrate ha reso i primi chiarimenti sulla nuova detrazione, pari al 110% delle spese sostenute nel periodo 1.7.2020 - 31.12.2021, riconosciuta per alcuni interventi di efficientamento energetico e riduzione del rischio sismico, nonché per una serie di interventi effettuati contestualmente ai precedenti. Esaminiamo di seguito le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate relativamente agli interventi per i quali è possibile fruire della detrazione.
09/10/2020
Nel corso dell’iter di conversione del Decreto “Agosto”, è stato approvato un emendamento che prevede, a favore dei soggetti ISA che presentano una riduzione del fatturato o dei corrispettivi del primo semestre 2020 almeno pari al 33% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, la possibilità di regolarizzare entro il 30.10.2020, corrispondendo la maggiorazione dello 0,80%, l’omesso versamento delle imposte risultanti dal modello REDDITI 2020, in scadenza lo scorso 20.8.2020.
06/10/2020
Con CM n. 24/E/2020, l’Agenzia delle Entrate ha reso i primi chiarimenti sulla nuova detrazione, pari al 110% delle spese sostenute nel periodo 1.7.2020 - 31.12.2021, riconosciuta per alcuni interventi di riqualificazione energetica e riduzione del rischio sismico, nonché per una serie di interventi effettuati contestualmente ai precedenti. Esaminiamo di seguito i chiarimenti inerenti la platea dei soggetti beneficiari e le caratteristiche degli immobili agevolabili.
02/10/2020
Entro il prossimo 30.11.2020 devono essere presentati il modello REDDITI e IRAP 2020. L’utilizzo in compensazione dei crediti tributari per importi superiori a € 5.000 annui richiede l’apposizione del visto di conformità sulla relativa dichiarazione. Esaminiamo di seguito le modalità da osservare per la compensazione dei crediti tributari 2019 eccedenti la soglia di € 5.000.
29/09/2020
Il Decreto “Rilancio” ha ampliato le fattispecie al ricorrere delle quali è possibile optare, in luogo della fruizione diretta della detrazione spettante, per la cessione del corrispondente credito d’imposta ad altri soggetti o per il riconoscimento del c.d. sconto in fattura. Con Provvedimento 8.8.2020, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello e le relative istruzioni di compilazione per la comunicazione della relativa opzione. Esaminiamo di seguito le modalità da osservare per la cessione del credito d’imposta ed il riconoscimento dello sconto in fattura, evidenziando le scritture contabili del fornitore.